“La paura fa 90 (righe)”, il brivido corre sulla Fi-Pi-Li

Concorso letterario horror aperto a tutti gli scrittori d’Italia

Mediagallery

Dopo la massiccia partecipazione dello scorso anno (oltre 100 racconti pervenuti), il Teatro della Cipolla – compagnia labronica che realizza, a livello regionale e nazionale, eventi culturali a tutto tondo – dà il via a una nuova ecatombe di sangue tra letterati della tremarella: “La paura fa 90 (righe)”, concorso letterario abbinato alla kermesse “Fi-Pi-Li Horror Festival 2014”, che si terrà a Livorno dal 24 al 27 aprile. Infatti il Teatro della Cipolla ha contattato e coinvolto il fior fiore dell’autorevolezza del settore per fare ascendere dall’inferno questa nuova edizione del “Fi-Pi-Li Horror Festival”, una manifestazione dalla doppia anima, l’una letteraria e l’altra cinematografica.

Il regolamento della competizione letteraria – il cui bando integrale è scaricabile dal sito web www.ilteatrodellacipolla.it – prevede che i racconti siano incentrati sul tema della paura in tutte le sue accezioni e sfumature (horror, giallo, thriller, fantascienza e noir) e che tassativamente non superino le 90 righe. La premiazione del concorso avrà luogo durante la maratona del “Fi-Pi-Li Horror Festival 2014”: le entità dei premi (in denaro e in buoni libro), le modalità di spedizione dei lavori, le spese di iscrizione e altri dettagli sono descritti approfonditamente all’interno del bando. Una giuria selezionata ad hoc valuterà i racconti pervenuti. La deadline de “La paura fa 90 (righe)” è fissata al 25 marzo. Oltre tale scadenza non si potrà più partecipare, se non da spettatori, a questa no–stop del terrore che farà conoscere l’abisso alla città di Livorno.

Beh, potete essere appassionati di letteratura del brivido – e perciò provare a creare atmosfere alla Stephen King o alla Clive Barker – oppure semplicemente potete cercare di esorcizzare su carta le paure che vi affliggono: l’importante però è che facciate morire di spavento chi vi legge. Per ulteriori info: [email protected], 338–2678770 o 339–5781493.

Il Teatro della Cipolla: la scheda

Il Teatro della Cipolla è una compagnia teatrale livornese fondata da Francesco Mencacci, Alessio Porquier, Riccardo Perassi, Edoardo Bacchelli e Ciro Di Dato, attiva sul territorio dal 2008. Il nome singolare trae spunto sia da due spettacoli sull’amore messi in scena dalla compagnia nel 2010 e nel 2011 (“Scusa, mica hai mangiato la cipolla?” e “Scusa mica hai RI-mangiato la cipolla?”), sia, in senso metaforico, dalla cipolla stessa, le cui stratificazioni rappresentano i diversi piani artistici che caratterizzano la produzione del sodalizio. Infatti quest’ultimo realizza eventi culturali su tutta la linea, quali reading nelle librerie, laboratori e concorsi di scrittura, cabaret nei locali pubblici, spettacoli polisensoriali, aperitivi teatrali e rassegne cinematografiche dedicate all’horror. Novità: da quest’anno la compagnia realizzerà “Fronte del porto”, rassegna cinematografica con cadenza mensile. Presente anche su Facebook, il Teatro della Cipolla si avvale, tra gli altri, della collaborazione degli attori Walter Nenci e Serena Picchi.

Riproduzione riservata ©