La Festa del Cane in ricordo di Snoopy

Mediagallery

Grande successo della “Festa del Cane” all’interno della struttura dell’Associazione Apodi Livorno Onlus, in via di Tramontana, evento svoltosi in collaborazione con Acsi provinciale di Livorno, Fisc e Libertas (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere le immagini all’interno della gallery di Simone Lanari).
Un’esposizione canina a premi, non a scopo di lucro, aperta a tutti i cani di razza non pura, ovvero ai “cani meticci”, altrimenti detti “bastardini” o “cani fantasia”, ed ai cani di razza pura di età superiore ai 3 mesi compiuti, muniti di regolare libretto sanitario e iscrizione all’anagrafe canina tramite tatuaggio o microchip.
Il ricavato della manifestazione è stato totalmente devoluto all’Associazione Apodi Onlus.
Tra i tanti presenti non potevano mancare anche i padroni di Snoopy, il cane ucciso sul terrazzo di casa qualche settimana fa e per cui si scatenò l’indignazione popolare.
“Domenica eravamo presenti anche noi – scrive Arianna, la padroncina di Snoopy- per ricordare la morte di Snoopy e la lotta contro la crudeltà e la violenza gratuita sugli animali. Gentilmente e con tantissimo affetto, l’associazione ci ha dato ospitalità ed è stata una giornata davvero bella! Abbiamo regalato ai vincitori delle singole categorie snnopycanine, una copertina rossa…come quella che tiene in bocca Snoopy in questa foto…simbolo dell’ingiustizia e della violenza su tante creature indifese.
Abbiamo fatto girare un book bianco, in cui le persone presenti potevano lasciare un pensiero, un ricordo, una frase! In molti hanno scritto e ricevere così tanto affetto, ci ha davvero commosso. Ringraziamo l’associazione APODI per lo spazio che ci ha regalato e tutta la comunità livornese presente per la sensibilità dimostrata! Tutti conoscevano la storia del nostro Snoopy”.

Riproduzione riservata ©

45 commenti

 
  1. # Molosso

    Creature indifese… tipo il pitbull che ha sfigurato il bimbo in spiaggia poche settimane fa? Devolvetelo a lui il ricavato!!

  2. # gennadij

    …non era un pitbull!!! Si trattava di un rottweiler. Bisognerebbe veramente imparare a pensare un po’ di più prima di aprire la bocca ed imparare a saper andare oltre quello che è una notizia shock. Sempre vicino alle vittime di aggressioni canine ma anche sempre vicino ai cani, sopratutto lontano da chi ci lucra sopra a certe notizie volutamente sempre mai precise e faziose….

  3. # Molosso

    Ahhhhhhhhh…. insomma un chiuaua o come si scrive….. un canino tranquillo….. ora ho capito tutto!!!!!

  4. # gennadij

    Secondo me invece non hai capito nulla…

  5. # andrea

    Bisogna educare prima i padroni .

  6. # Martina

    Genna non ti arrabbiare può troppo la gente è ignorante… il bello che il suo Nick è molosso ma forse non sa di cosa si tratta… beata ignoranza!!!

  7. # daniele

    bisogna educare tutti… specialmente quelli che pensano che sono gli altri che vanno educati

  8. # Martina

    Purtroppo*

  9. # ada

    ma credete di essere nel giusto voi a difendere gli animali che recano danno agli esseri umani vorrei sapere quanti di voi che si sperticano in difesa degli animali se sono VEGETARIANI.
    E in’oltre vorrei vedervi se un animale avesse fatto quel che è stato fatto a quel ragazzo alla cala del leone a un vostro figlio, nipote o anche solo conoscente se avresti sempre la faccia di difendere gli ANIMALI

  10. # fiorellino69

    Quante storie per un canetto…

  11. # andrea

    è vero ! però i padroni dei cani vanno educati in quanto non sanno controllare i loro animali

  12. # Martina

    Beh signora se invece lo avesse fatto un uomo??? Lei avrebbe smesso nei difendere gli umani…ma stia zitta… Sono cose che succedono in questo mondo non si è al sicuro da nessuno specialmente dagli essere umani che tutti i giorno ammazzano violentano stuprano sequestrano persone…quindi prima di aprire bocca guardi con chi sta tutti i giorni…e cmq è talmente ignorante che se legge bene nessuno a difeso il cane

  13. # Ada

    Be Martina vedo che sei una che mette gli animali avanti a tutto e questo non credo sia per buonismo ma perché forse ti manca qualcosa e stai tranquilla da come ti esprimi a te non verrà a stuprarti nessuno è in quanto a stare zitta non sei certo tu che puoi obbligarmi con i tuoi modi incivili e senza rispetto per gli umani ne hai solo per le BESTIE ……

  14. # elena meniconi

    e stata una bellissima giornata, erano cani di tanti tipi tutti tranquilli e sereni. anche loro si sono divertiti. mi ha fatto piacere di vedere tanti cani presi al nostro canile. complimenti e ringraziamenti ai organizzatori. vorrei fare presente che per una persona che viene morsa da un cane migliaia di persone vengono uccse ,massacrati e stuprate dagli umani

  15. # Skywalker

    E quindi? i cani pericolosi sono allora giustificati perché in Iraq si spara? Il tuo ragionamento non fa una grinza!!

  16. # Doc

    infatti non è detto che si debbano difendere gli umani O gli animali… quando sbaglia uno è giusto riconoscerlo! ma non si può dire che è solo “un morso” quando sfregi il viso di una persona…sarà stato fatto per paura o per aggressività, non lo so! ma la colpa c’è! e sicuramente non è la prima volta che succede visto che spesso vengono fuori storie simili…

  17. # gennadij

    Levatevi dalla testa ogni tipo di leggenda, di credenza popolare, racconto non dettagliatamente testimoniato ed ogni licenza giuridica. Non siete in grado di giudicare, non avete gli strumenti, non avete la cultura e nella migliore delle ipotesi non siete meglio di chi è direttamente coinvolto. Il pitbull non è un cane “creato” per combattere, non è un misto di razze scelte per risaltarne aggressività o altro, non è un cane allevato a sangue e bastonate per svilupparne l’aggressività, e non è un cane diverso da tutti gli altri cani. Anzi forse lo è, non tutti sanno che l’American Pitbull Terrier (APBT) è l’unico cane al mondo a detenere 18 brevetti in attività affiancate all’uomo. È un cane dalle doti fisiche e caratteriali eccezionali, utilizzato per sostenere l’uomo nel lavoro sin dal rinascimento. Fatto sta che il pitbull come tanti altri cani non è un cane per tutti e non deve mai essere considerato come un’appendice o un prolungamento del proprio ego. Per gli irriducibili della legge fai da te, mettevi in testa che non esiste nessuna legge che obblighi, salvo casi specifici, a mettere la museruola ai cani e non esiste una lista dei cani pericolosi. La stesura della lista del 2006 e poi del 2007 non ha assolutamente impedito l’accadimento di altri incidenti, inoltre come confermato dalla letteratura scientifica di Medicina Veterinaria: “non è possibile stabilire il rischio di una maggiore aggressività di un cane sulla base dell’appartenenza a una razza o ai suoi incroci”. L’unico obbligo vigente, che probabilmente se rispettato risolverebbe il 99% dei casi di aggressione, è di tenere i cani al guinzaglio (150 cm) sempre. Non parlo da presuntuoso e saccente, sono stato anche io vittima di un aggressione, a circa 8 anni sono stato attaccato da un Pastore Tedesco che mi ha tenuto a terra per circa 5’ e mentre non mollava la presa sulla mia gamba, me la facevo letteralmente nei pantaloni. I danni furono abbastanza gravi ma ho reagito bene, fisicamente e psicologicamente. Oggi sono il felicissimo ed orgogliosissimo padrone di un APBT, sono sposato, lavoro ed ho una bambina. Prima di prendere un APBT ho letto molto in merito, ho partecipato da spettatore a diversi concorsi, ho parlato con diversi allevatori e prima di decidere da chi e dove prendere il mio cane mi sono rivolto ad un addestratore qualificato che fosse in grado di indirizzarmi. Possiedo un cane di 18 mesi e posso ritenermi soddisfatto della mia scelta. Il mio è un cane molto equilibrato, addestrato per scelta praticamente sin dalla nascita ed educato ad essere un cane di famiglia. Detto questo, io non mi permetterei mai di lasciare il mio cane libero senza guinzaglio, se non dentro aree dedicate e se non dopo avere attentamente valutato la situazione. Sono sincero, in primis per la sicurezza del mio cane e poi nel rispetto e la sicurezza degli altri. Io mi fido moltissimo del mio cane ma non lascerei mai il mio cane giocare con la bambina senza essere presente, sono molteplici le cause di aggressione da parte di un cane e nel 90% dei casi documentati sono sempre da imputare ad un’errata gestione e ad un errato atteggiamento umano. I bambini non sono in grado di catalogare le avvisaglie di una possibile aggressione, per questo spesso ne sono vittima, e ciò non vuol affatto dire che la colpa è loro ne tantomeno che la responsabilità del padrone coinvolto è minore, anzi. Io però, quando ho voglia di lasciare sfogare e di godere di tutta l’energia e la fisicità del mio cane mi sveglio la mattina all’alba e la porto a nuotare, la porto a correre in spiaggia, la lascio libera nei boschi e cammino con lei per ore e chilometri vigilando sempre la situazione e l’ambiente circostante, sempre pronto a richiamarla e legarla alla prima avvisaglia di pericolo o presunto tale, per gli altri o per lei. Non usciamo mai di casa senza tutto l’occorrente per la raccolta delle deiezioni. Potrei scrivere un libro su questa splendida razza ed esaltarne ogni peculiarità, prima in assoluto l’imprescindibile lealtà e rapporto con l’uomo. Non tutti lo sanno, anzi credo quasi nessuno, ma negli anni del bull-baiting e poi dei combattimenti (1850-1970) l’APBT è stato “selezionato” per NON essere aggressivo con l’uomo. L’ eutanasia degli elementi aggressivi ha negli anni quasi totalmente eliminato dalla genetica della razza questo tratto, presente in quasi tutte le razze allo stesso modo. Per questo il pitbull ha avuto negli U.S.A. negli anni a venire l’appellativo di “cane tata” per la perfetta sintonia con la famiglia e soprattutto coi bambini. Esistono documentazioni registrate, di bambini e donne salvati dai pitbull dall’attacco di bestiame (mucche e tori) senza controllo, serpenti a sonagli uccisi in prossimità delle culle, etc etc…sono certificati moltissimi più casi in cui il pitbull ha aiutato/salvato l’uomo che quelli in cui lo ha danneggiato/ferito/ucciso, ma di questo nessuno mai ne parla. Come sono moltissimi i casi in cui il pitbull ha subito sevizie e torture da parte dell’uomo, ma neanche di questo mai se ne parla, perché? Fatta questa premessa, sarebbe opportuno fare un altro tipo di riflessione prima di giudicare per l’ennesima volta un cane, un’intera razza, o prima di, visto la natura dei commenti, dare fiato alle trombe!!! Dove vogliamo arrivare, quale livello di degrado vogliamo raggiungere? Le testate giornalistiche si guardano bene dall’affrontare e dal riportare le cause degli attacchi, perché? L’abuso della parola “pitbull” serve solo ad alimentare l’ansia collettiva allontanandoci dalla realtà dei fatti, dalla necessità di sapere il perché. La parola PITBULL giustifica ogni accadimento. Domandatevi perché negli articoli non è mai riportata la causa degli attacchi o presunti tali. Lo sapete tutti vero che ogni giorno ovunque nel mondo adulti, bambini e cani vengono morsi, attaccati ed uccisi da cani di ogni tipo, razza e natura…perché non viene mai o quasi scritto niente in merito, perché sempre e solo pitbull, e perché non vengono presi seri provvedimenti atti ad un’adeguata gestione dei cani, di tutti cani? Siete davvero tutti convinti che eliminando dalla faccia della terra i pitbull non si incoronerà una nuova “razza Killer”, come al tempo è stato per il bloodhound, il cane di terranova, i mastini, i mastiff, il doberman, i rottweiler, i malamute, gli husky, gli akita, i caucasici, il pastore tedesco, i collie, kangal…etc etc..
    Quante persone, adulti o bambini devono essere feriti se non peggio, prima che le autorità si impegnino a far rispettare le leggi? Vedo ovunque ed a qualsiasi ora cani di ogni razza, sesso ed età, girare liberi senza controllo. Mi vengono sotto cani di ogni tipo quando passeggio con la mia legata sempre, e l’affermazione di chi sta dall’altra parte è ogni volta la stessa: tranquillo il mio è buono!!! La gestione di un cane non è scontata, mai. Ogni cane è potenzialmente pericoloso per l’incolumità dell’uomo o di altri cani, non solo per le aggressioni ma per svariati motivi: un cane slegato che fa cadere una persona mentre pedala in bicicletta o mentre va in motorino o causa incidenti in auto perché attraversa una strada o altro, può essere di ogni razza peso e natura, aggressivo, buono o intelligente. La città non è il luogo dove gli animali posso essere lasciati liberi, c’è la campagna per questo e Livorno credo sia dotata di spazi aperti alla portata di tutti. Mi dispiace molto per quanto accaduto in questo ultimo periodo, per il bambino morso alla testa alla cala del leone da un rottweiler, la ragazza morsa alla guancia ed il ragazzo morso fuori da scuola, e sono totalmente solidale con le vittime ed i familiari. Sono però fortemente convinto che andrebbero fatte delle ricerche dettagliate per scoprire le motivazione che hanno portato i cani a quel tipo di reazione, e sono ancora più convinto che una diversa gestione dei cani imputati avrebbe impedito ogni accadimento, in cui i cani ben poco hanno colpa. Quando leggo i commenti ad articoli “esca” mi preoccupo seriamente per il futuro di questa splendida razza, mi preoccupo per il futuro del mio cane. Ad inizio estate l’ente regionale Toscana, ha richiesto l’intervento di personale qualificato per stabilire la natura di circa 30 aggressioni di pitbull o presunti tali, al termine si è poi appurato che in realtà solo 3 erano realmente da imputare a dei pitbull e le cause degli attacchi non sono chiare, non è stato possibile ricostruire gli accaduti, erano semplicemente pitbull e tutto si è fermato li!!! Questo non vuol dire che se un cane è schedato come pericoloso non debba essere gestito di conseguenza, fino anche a prendere decisioni drammatiche. Però deve essere un obbligo impegnarsi a riflettere su come un’ inadeguata comunicazione ed una mal informazione possano portare a conseguenze ineluttabili. I padroni di cani che manifestano tali atteggiamenti o sono implicati in aggressioni, dovrebbero essere obbligati al risarcimento fisico e morale, a frequentare corsi di addestramento a spese proprie ed essere costretti a dimostrare la giusta gestione del proprio cane. Si devono però capire le cause per far si che ciò non accada di nuovo. Queste valutazioni volutamente inesatte spesso portano ad una mala -gestione che non solo non ha alcun valore nel mantenere la comunità al sicuro, ma causano molta angoscia per i proprietari di cani responsabili e condannano centinaia di cani all’esilio o alla morte.
    E’ passato molto tempo da quando sono state scritte le nostre politiche sulla gestione dei cani ed il ruolo che gli essere umani giocano nel rapporto tra le specie. Dobbiamo sforzarci di andare oltre, lo dobbiamo al futuro e alla sicurezza dei nostri figli ed alla comunità. Lo dobbiamo ai nostri cani…

  18. # Basito

    Caro Professore…. noi non avremo strumenti ma te hai tanto tempo libero da perdere il giovedì mattina….

  19. # Arianna

    La vita di un cane, la sua dignità va riconosciuta…così come il suo diritto ad esistere e a non soffrire ingiustamente, gratuitamente….per mano dell’uomo!
    Quante storie crudeli si leggono..basta dare un’occhiata sul sito della “Lega del cane”.
    Recentemente, un anziano pastore maremmano è stato investito e lasciato morire sul ciglio della strada;è stato soccorso dai volontari della ” lega del cane” e le radiografie hanno evidenziato maltrattamenti crudeli ..che hanno reso il povero animale paralizzato dalla vita in giù! Nel suo corpo martoriato erano presenti decine di pallini di carabina che avevano lesionato la colonna vertebrale! Nonno Pante, così era stato chiamato, è morto dopo 21 giorni …coccolato e curato con amore da chi lo aveva raccolto;si è spento tra le mura di una casa…e tra le carezze di mani umane, che gli hanno restituito la dignità calpestata!

  20. # elena meniconi

    non parlavo della siria, basta rimanere in italia

  21. # gennadij

    Te la faccio più semplice, dato che siamo di Livorno magari l’esempio è più esplicativo: eliminiamo dalla faccia della terra il calcio perchè dentro e fuori dagli stadi ci sono da 100 anni milioni di persone che si ammazzano!!!!!!!! Ti torna..??????

  22. # kamui

    boia, hai scritto roccia!! 😀
    death wall of text… certo che ce n’avete di tempo da perdere… Ah, per gli animalisti, era bòna la rosticciana, l’altro giorno…? Ipocriti

  23. # gennadij

    Ho fatto copia e incolla…mica sono scemo io, il tempo lo dedico tutto alla gazzetta dello sport a facebook e al mitico Livorno Calcio!!!

    No non sono un animalista sono un cacciatore ed un pescatore e mangio tanta più rostinciana di te!!!

  24. # Stakanov

    Meno male abbiamo te che ci illumini di immenso!! Candidati a primo ministro che ti votiamo!! Certo di tempo libero ne hai eh!! Beato!!

  25. # Skywalker

    Mamma mia… ma che ti han fatto? Quanto ti brucia?? Mica è colpa mia! Dai non te la prendere, vedrai poi passa!

  26. # Manatwork

    Boia… è dalle 18.00 di ieri che sei fisso qui!! Bella la vita a Livorno deh!!

  27. # gennadij

    Ragazzi io c’ho provato…ma se dopo aver letto una lettera del genere invece di discutere sulla questione gli unici commenti sono riferiti a cosa faccio io nel mio tempo libero, allora si sta perdendo tempo tutti…bona!!!

  28. # Martina

    Povera ada che tristezza…. a me sinceramente non interessa essere stuprata perchè ho ragazzo… cosa forse molto improbabile per le visto che pensa che essere stuprate sia un favore… cosa che mi capire veramente quanto lei possa essere ignorante… io a differenza di lei metto a pari il rispetto per tutti gli esseri viventi… quindi a me non manca nulla… forse è a lei a mancarle qualcosa in quanto la ritengo una persona molto limitata e anche un po stupida… per fortuna ho una bella famiglia che mi hanno insegnato il rispetto cose che evidentemente lei non sa nemmeno dove stà di casa e quindi dubito che lei possa insegnare questa cosa a le persone a lei vicino… e mi fa capire che la sua vita sia molto vuota…

  29. # amaranto67

    martina visto che ti permetti di dare dell’ignorante a un altra persona… “se legge bene nessuno a difeso il cane” si scrive con l’H..

  30. # amaranto67

    si arianna, la cattiveria esiste, ci sono persone che non sanno riconoscere il valore della vita senza distinzione tra umana e animale.. cio non toglie che oggigiorno le persone sembrano piu facilmente inclini a solidarizzare con vittime a quattro zampe piuttosto che con i propri simili. questo probabilmente perche in un mondo simulatamente “social” abbiamo smarrito la capacità di socializzare concretamente scordandoci chi è il nostro prossimo… e questo mi perdoni, non è un bene.

  31. # Martina

    Scusi professore (beato lei che ha da guardere anche il pelo nell ovo evidentemente a molto tempo libero)ma l ho scritto di furia sa o altre cose da fare…

  32. # amaranto67

    signora elena , vale anche il paragone inverso, per un solo cane ucciso ci sono in italia decine di aggressioni perpetrate da cani (considerando solo quelle gravi) ai danni di adulti e bambini, purtroppo l esito di queste è talvolta letale o gravemente invalidante…

  33. # fiorellino69

    Ma pigliati un maalox e tappati bene. Hai mangiato una radiolina?

  34. # rossano

    E poi l’animalismo é anche un po’ una moda… o di trovare una ragione di essere al mondo dove evidentemente per codesti non c’é altro di meglio

  35. # Mauro

    Considerato la tua conoscenza della lingua italiana che si denota da come scrivi, con che coraggio dai dell’ignorante agli altri?

  36. # amaranto67

    mi pareva d’aver scritto due righe e la cosa non ha necessitato piu di due minuti…. non è questione di essere professore, se dai dell ignorante a qualcuno accertati di non esserlo a tua volta.

  37. # ross ano

    Fai perdere tempo a tutti con codeste affermazioni

  38. # Molosso

    Mi immagino gli impegni…. boia… e ne scrivi poini di commenti… Mi pari Cencio che parla male di straccio. Ganza deh!!

  39. # Dizionario

    Ma sei sicuro Mauro??? A leggere i ragionamenti di Martina mi pare invece che vi sia un certo influsso della corrente “Sturm und Drang”. Ovvero… mi pare abbia un po’ di confusione in testa… si ruzza eh!!!!

  40. # Martina

    Poveri voi… cmq sono sempre una persona che parla di rispetto verso gli essere viventi se poi siete bravi solo a criticare una se sbaglia o meno a scrivere senza leggere esattamente quello che c’è scritto vuol dire che siete persone superficiali e che guardate l apparenza ma non la sostanza quindi mi dispiace per le persone che vi circondano… perché non sanno di essere amici di persone che possano sparlare alle spalle se magari un giorno uno ha la maglia che non s intona alle scarpe… avete creato un mondo superficiale dove ognuno pensa per sé… poi non lamentiamoci se esistono stupri e violenze magari voi siete proprio quelli che se vedete una cosa del genere vi girate dall altra parte…

  41. # kristy

    I proprietari dei cani dovrebbero avere la “patente per guidare i cani”, TARI inserire il cane come componente nucleo familiare, e poi tanto rispetto reciproco tra possessori cani e non.

  42. # Arianna

    ma cosa c’entra questo commento..kristy..le solite frasi demagogiche..
    Qua si parla di una creatura uccisa senza motivo..(e non voglio aggiungere altro) ,della sofferenza inflittagli e del dolore di chi l’amava. La realta’e’piena di storie di animali che hanno salvato e aiutato tante persone,di storie belle ma anche crudeli..
    Educare al rispetto ..piuttosto educare all’amore..
    Ma siamo esseri umani con un modo di sentire e pensare diverso..questo rende difficile il vivere insieme
    E non e’essere animalisti…ma essere individui che rifiutano qualsiasi forma di violenza su chi non puo’difendersi..su chi e’vulnerabile.

  43. # daniele

    spesso è vero

  44. # daniele

    la cosa divertente è se uno legge il primo commento e poi l ultimo, sembra che si tratti di argomenti completamente diversi, dalla festa per i cani siamo passati alle aggressioni di animali e non, guerre in iraq e in siria, mancanza di quello o quell altro, di chi ha il ragazzo e chi no………..allora mettiamoci anche l ospedale che non verrà fatto nuovo ma ristrutturato e nel mezzo una bella rotatoria

  45. # mario tellini

    Io lo farei santo subito….!

I commenti sono chiusi.