Dalai Lama nel weekend in città

Mediagallery

È arrivato intorno alle 10 di questa mattina all’Istituto Buddista Lama Tzong Khapa di Pomaia, frazione del Comune di Santa Luce, in provincia di Pisa, sua Santità il Dalai Lama accolto da una folla di circa 500 persone fra devoti e curiosi provenienti da molte parti d’Italia e dall’estero (come di consueto potrete trovare il link alla fotogallery in fondo all’articolo). Il primo saluto è stato quello del Sindaco del Comune di Santa Luce Andrea Marini e degli Assessori Stefano Bertoli e Tania Mariottini che hanno accolto Sua Santità con il cerimoniale augurale che prevede l’investitura con il Khata, la tipica sciarpa di seta bianca utilizzata nei rituali della tradizione buddista.  Alla cerimonia sono seguiti gli interventi del Sindaco e del Dalai Lama durante i quali oltre ad affrontare temi seri come la pace e la crisi globale ci sono stati momenti per battute e sorrisi. Il Dalai Lama ha scherzato sul caldo “indiano” che ha trovato in Italia ed ha apprezzato il dono di prodotti tipici del territorio offerti dal Comune dicendo “questo pane mi ricorda quello di casa mia”. Nel discorso di benvenuto il Sindaco Marini ha ricordato che “nel 1996 il consiglio comunale, con votazione unanime, ha conferito al Dalai Lama la cittadinanza onoraria di Santa Luce in segno di stima e rispetto. Siamo molto felici – aggiunge – di accogliere Sua Santità che tanto rappresenta e contribuisce all’idea di pace in tutto il mondo”. Ha inoltre sottolineato come «nell’attuale periodo di crisi economica morale e culturale sia necessario l’impegno di Istituzioni e cittadini nello sforzo comune per lo sviluppo e il benessere di tutti”.
Il Dalai Lama, dopo avere ringraziato per l’accoglienza, ha detto: «apprezzo il discoro del Sindaco sulla crisi. Una crisi che riguarda tutto il mondo, sette miliardi di persone. Ho quasi 79 anni e da 55 sono in esilio e posso dire che problemi e crisi ci sono sempre. Per affrontarli occorre pensare che il problema dell’altro è anche il nostro problema.
Infine il Dalai lama, dopo avere salutato la signora Wilma Corona esponente della famiglia che fondò l’Istituto, si è ritirato nelle stanze dell’appartamento adiacente all’Istituto appositamente costruito per le sue visite. L’Istituto Lama Tzong Khapa è stato fondato nel 1977 grazie all’iniziativa della famiglia Corona di Milano che qui individuò il sito ideale per la sua realizzazione. È oggi uno dei centri di maggiore rilevanza come scuola internazionale di studi e pratica buddisti.

 Di seguito il programma dei prossimi impegni del Dalai Lama:
Venerdì 13 Giugno, Collina di Poggio La Penna, ore 10: cerimonia di benedizione
Sabato 14 Giugno, Modigliani Forum di Livorno, ore 9.30/11.30 – 13.30/15.30: Commentario al testo “Lettera a un amico” di Nagarjuna
Domenica 15 Giugno, Modigliani Forum di Livorno, ore 9.30/11.30:  iniziazione di Avalokiteshvara ; ore 13.30/15.30: conferenza pubblica  – Etica compassionevole

 

Riproduzione riservata ©

Photogallery

6 commenti

 
  1. # chico

    boia de, ora a Pomaia ci va anche il Dalai Lama, ma lo sa che sono Pisani docche?

  2. # maurizio

    Brrrrrrrrr

  3. # arcibiade

    Per chi non lo sapesse in platea al modigliani forum civogliono 120 euro.M

  4. # ivo di bodda

    ma baggio e riciar ghir pagano?

  5. # Lucia

    Mi ha lasciata perplessa il cartellone pubblicitario vicino ai cimiteri di ardenza.

  6. # informaTI

    Baggio con il Dalai Lama non ha niente a che fare. Baggio è del Sokka Gakkai, non c’entra nulla con il buddismo tibetano del Dalai Lama.

I commenti sono chiusi.