Effetto Venezia, oltre 80 spettacoli e 15 palchi

L'organizzazione dell'evento sarà coordinata dalla Associazione Musicale Modigliani. Per la quarta edizione consecutiva, la direzione artistica è stata affidata a Mario Menicagli, direttore d’orchestra

Mediagallery

I PROGRAMMI DELLA NOTTE BIANCA E DI EFFETTO VENEZIA SONO SCARICABILI IN FONDO ALL’ARTICOLO

QUI L’ARTICOLO SUL PALIO DELL’ANTENNA – NIENTE TRIBUNE 

LIVORNO – Dal 26 luglio al 4 agosto le antiche strade e i fossi del caratteristico quartiere de La Venezia  ospiteranno la XXVIII edizione di Effetto Venezia (presentata oggi in Comune), tra concerti, spettacoli teatrali, mercati ed artisti di strada. Dopo i “Profumi di Spagna” (2010), la “Douce France” (2011) e la “Mitica Grecia” (2012), l’edizione 2013 dell’attesa kermesse, a cura del Comune di Livorno, sarà dedicato alla “Bella Italia”.
Con 15 palchi e oltre 80 eventi in cartellone, il programma della XXVIII edizione di Effetto Venezia prevede: il 26 luglio show di Gaetano Triggiano, grande esponente dell’illusionismo mondiale; il 27 luglio sarà Notte Bianca con il Palio dell’Antenna (antica gara remiera di origine medievale) e la 24enne pianista toscana Giulia Mazzoni presenterà il suo album d’esordio “Giocando con i bottoni”; il 28 il tanto discusso evento “L’Italia che canta, l’Italia che balla” dove i 4 artisti di  Amici di Maria si esibiranno sul palco principale.  Il 29 sarà tempi di danza con “L’Opera di Danza” coordinato da Alessandro Bigonzetti mentre, il 30 luglio si esibirà la Banditaliana di Riccardo Tesi.
Sempre per quanto riguarda i main-event il 31 luglio sarà la volta delle musiche più belle tratte dai film con “Per un pungo di note” e il 1° agosto Sanremo in Jazz. Il 2 agosto Giovanardi e i Sinfonico Honolulu; il 3 agosto gli Oblivion con una performance tutta italiana; nel cartellone principale tra gli altri saranno l’Orchestra Sinfonica di Asti e un imponente coro che si esibiranno in un omaggio alla musica da film italiana, diretti da Mario Menicagli; grande chiusura il 4 agosto in piazza XX Settembre con il Rigoletto di Giuseppe Verdi.
Inoltre ogni giorno nella sala degli Archi della meravigliosa Fortezza Nuova verranno rappresentate “Le 5 stanze italiane”, 5 pièces teatrali di 10 minuti ognuna, curate da Emanuele Barresi, nate da un’idea di Paolo Virzì, che ci parleranno di 5 personaggi della storia del nostro Paese.
E sempre ogni giorno “I Fossi d’Inferno”, dopo il successo dell’Odissea nei Fossi per la regia e l’interpretazione di Gianluigi Tosto, i Fossi medicei prestano i loro meandri e i loro scalandroni per la narrazione del viaggio di Dante Alighieri nei gironi infernali della Commedia.
E ancora un palco dedicato alle ‘barzellette’artisti di strada, marching band, concerti itineranti, concerti classici e mostre, da segnalare quella del fotografo livornese Stefanini, arrestato ad Istanbul e dell’altro fotografo Riccardo Repetti che ha raccontato Livorno da trent’anni a questa parte con il suo obiettivo. Ci sarà spazio anche per un palco dedicato alla solidarietà con due spettacoli ormai ospiti fissi di Effetto Venezia: quello della compagnia Von Frenzius, formata da diversamente abili e quella degli attori del penitenziario Le Sughere.
L’organizzazione dell’evento sarà coordinata dalla Associazione Musicale Modigliani. Per la quarta edizione consecutiva, la direzione artistica è stata affidata a Mario Menicagli, direttore d’orchestra che, oltre ad una vasta esperienza nel campo della lirica, ha collaborato con molti artisti di musica pop e jazz tra i quali Elio, Maurizio Colonna, Rossana Casale, Mimmo Locasciulli, Antonella Ruggiero, Ron, Simona Molinari, Stefano Bollani e Danilo Rea. L’ingresso alla manifestazione ed agli spettacoli è gratuito, tranne che per pochi eventi ad ingresso limitato.

Effetto Venezia si avvale del patrocinio e contributo della Regione Toscana, dell’Autorità Portuale di Livorno, della Camera di Commercio di Livorno, di Porto Livorno 2000, della Fondazione Livorno, e del patrocinio della Provincia di Livorno. Da rilevare la massiccia presenza di sponsor privati che anche quest’anno garantiranno la continuità della manifestazione che ormai, con i suoi ventotto anni di vita, rappresenta tra i Festival una delle realtà più consolidate a livello nazionale. Anche quest’anno Effetto Venezia offre uno stage gratuito sulla produzione esecutiva di eventi culturali, diretto da Luca Zannotti operatore e manager culturale. Lo stage è riservato ad un massimo di 40 volontari che non abbiano più di 34 anni d’età. Per iscriversi è necessario accedere al bando di concorso disponibile sul sito http://www.livorno-effettovenezia.it

 

 

PORTE APERTE A PALAZZO ROSCIANO
Palazzo Rosciano come palcoscenico naturale della storia del porto, tra passato e presente. Dal 26 luglio al 4 agosto, per tutta la durata di Effetto Venezia, le porte del seicentesco edificio sede dell’Authority si spalancheranno al pubblico per ospitare mostre fotografiche e di pittura, relazioni documentali sulle origini dello scalo e rassegne di narrativa. Si comincia domani, alle 21, con la presentazione dell’evento policulturale “La Storia del Porto di Livorno”, che racchiuderà due mostre fotografiche: “il Porto si Racconta” e “Cantine sui fossi di Livorno” e la relazione “Livorno e il suo porto dalle origini”, a cura del prof. Furio Allori. Il ricco programma di iniziative, organizzato dall’associazione culturale “Fortezza Meraviglia”, che da anni concorre alla crescita sociale e civile della comunità mediante l’attivazione e la gestione di servizi culturali ed educativi, mescolerà nei giorni seguenti rassegne di poesia livornese (giovedì 1 agosto) con illustrazioni espositive dedicate alla pittura post-macchiaiola (sabato 3 agosto), spaziando dalla storia a raffinate relazioni documentaristiche sulla città dei Quattro Mori e i suoi dintorni.
Tra gli eventi messi in cartellone per i giorni successivi figurano anche una prolusione del romanziere Fabio Figara sulla storia di Livorno e del suo porto (Sabato 27 luglio); una bella relazione del prof. Stefano Ranieri, della CIBM, sul “Molo Mediceo Margulis e il nuovo Rinascimento” (Domenica 29 luglio) e la presentazione della rivista di arte e cultura “Liburni”, del centro topografico Livornese (Martedì 30 luglio).
Ad arricchire Effetto Rosciano ci saranno infine presentazioni di libri di narrativa (martedì’ 30 luglio Figara presenterà il romanzo storico “il segreto di Alessandro Magno”) e di poesia (giovedì 1 agosto, la poetessa Lucia Zannella leggerà alcune sue poesie raccolte nell’opera “Il respiro del mare e del vento). Il cartellone si concluderà il 4 agosto con la premiazione nazionale della quinta edizione del Concorso: “Il Poeta “, con tema “Livorno e il suo mare”.

Riproduzione riservata ©

28 commenti

 
  1. # Sabry

    Da residente quando ci faranno sapere i divieti di sosta, dove poter mettere i mezzi e da quando dovremmo toglierli dalle zone vietate?

  2. # PITTARO

    a dire il vero l’ILLUSIONISMO è già partito da anni…. basta vedere come ci fanno vivere…se nessuno protesta seriamente vuol dire davvero che siamo governati da dei Maghi….

  3. # Flames

    Proprio perché sei residente che domande fai?! Sarà come tutti l’anni no, cosa dici te? Sicuramente sotto casina la macchina un ce la puoi lascià bella stella. Ora si parte con le lamentele dei “poverini” che abitano in venezia… e l’inverno c’è i pub e un va bene, e l’estate c’è effetto venezia e un va bene, e fino all’anno scorso c’era la musica della fortezza e un va bene… ma ci vole il patentino per abità in venezia o c’è anche qualcuno “normale” e con un pò di buon senso?! Se ci state tanto male perché un vendete e cambiate zona?

  4. # Nedo'S

    Oh dove vorrai mai parcheggiare secondo te?! Che domande deh… e menomale sei residente!

  5. # leo

    ricordatevi che le telecamere della ztl , saranno in funzione fino alle 24
    poi non in……vi che nessuno lo sapeva
    anche se come al solito , il comune un bel semaforo rosso o verde ai varchi non lo ha ancora messo

  6. # Nano

    Fai lo spiritoso carino……vorrei vedere te rientrare dal lavoro e impazzire per il posto della macchina…..tutti bravi quando avete il posto auto condominiale vero????????

  7. # princi53

    compiango la disgrazia dei cittadini della Venezia, tutti gli anni alle prese con questa festa stupida, con i parcheggi , con i cafoni e gli schiamazzi, Nessuno pensa alla gente che la mattina deve andare al lavoro. Brava amministrazione trovi sempre i soldi per le creitnate, ma per le cose necessarie no VERGOGNA

  8. # Don Chosciotte

    Flames, ma cambia casa te!!

  9. # Lorenzo Il Censore

    Le lamentele spesso e volentieri riguardano LEGGI che non vengono rispettate (orari di chiusura dei pub che ami tanto, consumazioni portate fuori dai locali in bicchieri di vetro e bottiglie) e la maleducazioni dei clienti dei suddetti pub/effetti venezia e fortezze varie; che non hanno “Il buon senso”(che tu credi di avere) di capire che la Venezia e la Città in generale non sono zona franca per fare chiasso e lasciare sporco, ma residenziale, con famiglie e bambini. Per non parlare della Ztl e delle lettere per parcheggiare che (in inverno e non) sono considerate un mero optional. Sabry ha posto una domanda a mio avviso lecita, visto che non è detto che ogni anno si ripetano gli stessi eventi nelle stesse zone e alle stesse ore. Il patentino prendilo per imparare a ragionare, bella stella.

  10. # Eljs

    Unico appunto che devo fare e’ che come ogni anno invece di distribuire le manifestazioni in periodi diversi si fa tutto insieme notte bianca ed effetto Venezia, bastava far passare una settimana da una manifestazione all altra per illuminare la notte di questa nostra adorata ma poco curata Livorno

  11. # fabian

    Un palco andava doverosamente intitolato al grande commediografo Dario Niccodemi, autore, tra l’altro, de La nemica,Scampolo, La maestrina e L’alba il giorno e la notte. Sarà per un’altra volta…

  12. # Carlo

    Anche ad Ibiza fanno questi discorsi.

  13. # ale

    Ci spiegate per favore che senso ha fare la notte bianca insieme a effetto venezia?

  14. # Elena F.

    Da quello che scrivi e da come lo scrivi traspare arroganza e menefreghismo per il prossimo. Ma datti una calmata, ma chi ti credi di essere…

  15. # Granchio

    Grande intervento, come hai ragione!

  16. # Gino

    Dhe boia…Ibiza tanto e` come Livorno….

  17. # ruto

    Ibiza? è un pelo meglio Livorno!

  18. # Silvia

    Vedrai cacche di cane in terra ad Ibiza non le trovi…….

  19. # Dariol

    “compiango” chi di effetto venezia fa un’occasione di lavoro, e una città che il turismo preferisce lasciarlo agli altri, senza cercare di adattarsi, senza capire che effetto venezia è uno dei rari eventi culturali capaci di attirare risorse. Capisco i disagi dei residenti, ma credo che non siano troppo differenti dai disagi dei residenti dei centri storici di altre città che ogni sera si animano di persone e di locali.

  20. # Kristy2

    Le fortezze potrebbero essere rivalutate ed utilizzate per eventi tutto l’hanno.
    Lavoro per diverse persone tutto l’hanno e non solo per 10 giorni come Effetto Venezia.

    Abito nel quartiere non disturbano i 20 giorni. (Per allestimento e smontaggio 5 gioni prima e 5 dopo circa) dell’evento Effetto Venezia, ma la solita maleducazione dei frequentatori.

  21. # FAEFFETTOVENEZIA

    grande, finalmente uni che dice le cose come stanno. Grazie agli abitanti di VENEZIA a livorno chiude tutto, fortezza pub locali….boia e siete poino deli’ati!! vi da noia tutto!

  22. # carla

    Nell’occasione di Effetto venezia avrei sistemato la ringhiera del ponte Santa Trinita che è in stato di pericolo di frana.

  23. # Don Chosciotte

    La tua è solo arroganza, lo sto ripetendo fino alla noia, a me non interessa sapere chi sei, ma solo la zona dove abiti. Si fa presto a dire quelle castronate che hai scritto, voglio vedere a casa tua, nella tua zona, gente che la notte fa il comodo suo in nome della libertà, si libertà la sua! gli altri? dimmi dove stai che vengo io fare casino a casa tua, quando rientri dopo aver gozzovigliato nel mio quartiere, e magari vomitato, minzionato, defecato … e mi fermo qui. Ti ripeto dimmi dove stai che alle 5.00, un giorno comincio io a divertirmi.

  24. # Veneziano

    Io, invece lo butterei giù, e al suo posto ci farei un bel ponte levatoio, per tenere fuori tutti i non veneziani.

  25. # SERGIO

    SEI UN GRANDE! MA PERCHE’ UN VE N’ANDATE A PISA! SIETE SEMPRE A LAMENTARVI E PURTROPPO C’E’ CHI VI DA’ RETTA , RENDENDO QUESTA CITTA’ SEMPRE PIU’ A MISURA DI VECCHI!VERGOGNA!!!

  26. # Don Chisciotte

    Io in venezia ci sono nato e ci ho sempre abitato, io/noi non diamo noia a nessuno, siete voi che ci venite a sconquassare l’esistenza, ma vacci te a Pisa, uno in meno a giro. CHE PRETESE!!

  27. # alinoooooooooooooooo

    èèèèèèèèèèèè i 4 finalisti di amici sono cultura. caro amico effetto venezia era un festa culturale ,ora è diventata una manifestazione ma preferisco chiamarla ribotta in venezia dove si va’ a mangiare è basta.

  28. # FAEFFETTOVENEZIA

    dè ma metti i vetri doppi e l’aria condizionata, così l’estate chiudi le finestre e vai a letto sereno! non si può mica anda tutti a letto a mezzanotte perchè hai sonno te! sennò torna di casa a nugola o al gabbro…tanto le case costano poco e il massimo del casino lo raggiungi con la sagra del tortello al cinghiale!!

I commenti sono chiusi.