Effetto Venezia, apre la Abbagnato. Il programma

La kermesse quest'anno avrà un budget ridotto di circa il 40% rispetto a quello dello scorso anno (poco meno di 300mila euro lorde)

Mediagallery

“Dé!Dedicato a Livorno” è il logo che accompagnerà quest’anno la 29° edizione di Effetto Venezia in programma dal 25 luglio al 3 agosto nel caratteristico quartiere della città chiamato appunto La Venezia (clicca qui per scoprire il programma completo della Notte Bianca e nel link in fondo all’articolo per consultare gli eventi di Effetto Venezia giorno per giorno e gli orari del giro in battello organizzato da Itinera). “Dé “– come dicono i livornesi per rinvigorire e marchiare ogni espressione – il Festival sarà dedicato proprio a Livorno, alle sue tradizioni, alla sua cultura , ai suoi illustri concittadini celebri in tutto il mondo.  Info: www.effettovenezia.itwww.turismo.comune.livorno.it.

Trasporto gratis per diversamente abili – Sarà attivo, come ogni anno, già dalla prima sera di Effetto Venezia, vale a dire dal 25 luglio fino a domenica 3 agosto, il servizio di trasporto gratuito a chiamata per diversamente abili.
“CTT ti porta alla festa”, questo il titolo del servizio, organizzato da CTT-Nord consentirà di essere accompagnati, con un mini bus (pollicino) dotato di pedana per salita/discesa per persone diversamente abili, nei pressi dell’ingresso di Effetto Venezia. L’utente sarà prelevato infatti nel punto concordato e sceso nei pressi della manifestazione in via della Cinta Esterna-Logo Pio. Al ritorno lo stesso utente sarà prelevato in via della Cinta Esterna e riportato a destinazione concordata.
L’orario del servizio sarà dalle ore 19 alle ore 1.00 di ogni sera di programmazione del festival.
Utilizzare il servizio è semplice: basta prenotare entro le ore 12 dello stesso giorno ( in caso di festività entro le ore 12 del prefestivo precedente) ai seguenti numeri: 800 371 560 (da telefonia fissa) – 199 108 081 ( da cellulare).

La kermesse (clicca qui per vedere il video realizzato da Job Dv) quest’anno avrà un budget ridotto di circa il 40% rispetto a quello dello scorso anno (poco meno di 300mila euro lorde) e, come ha ribadito il sindaco Nogarin, la prossima stagione la gestione della festa sarà presa in mano completamente dalla Fondazione Goldoni.
Il sindaco ha poi ribadito il suo impegno a portare una mostra di quadri di Amedeo Modigliani in città quanto prima. Effetto Venezia sarà anche alla Bottega del Caffè in viale Caprera (clicca qui per gli eventi culturali e sociali in cartellone all’interno del locale).
La festa aprirà il 25 luglio nel nome di Amedeo Modigliani e Pietro Mascagni. A Modigliani sarà dedicata la mostra “Le teste di Modì” ( Fortezza Vecchia, 25 luglio, inaugurazione ore 19) che ricostruisce attraverso 27 pannelli espositivi le varie fasi della storica burla che fece il giro del mondo. In mostra le tre pietre, raffiguranti volti di donna, scolpite da tre giovani livornesi nel 1984 e allora riconosciute autentiche da gran parte della critica nazionale e internazionale. Alla Bottega del Caffè invece si potrà ammirare la mostra allestita dal regista livornese Luca Dal Canto dedicata all’artista livornese dal titolo “I Luoghi di Modì“.
Il nome di Pietro Mascagni sarà legato invece allo spettacolo di apertura ( 25 luglio, ore 21.45, piazza del Luogo Pio) con Cavalleria Rusticana ( opera prima tra le sedici composte dal Maestro) che torna in piazza con un’ospite d’eccezione, Eleonora Abbagnato. Etoile all’Opéra di Parigi, la famosa danzatrice si esibirà sulle note della pagina sinfonica dell’intermezzo dell’opera, in abito Alberta Ferretti (appositamente disegnato per l’occasione). Per la regia di Emanuele Gamba, l’opera sarà diretta da Mario Menicagli (direttore artistico di Effetto Venezia). Piazza senz’altro gremita ma solo 250 i posti a sedere disponibili sin dalle 19.30, gratuiti, ma senza possibilità di prenotazione. Ma i nomi famosi non finiscono qui ed ecco che Effetto Venezia 2014 vuol rendere un affettuoso tributo anche a Beppe Orlandi, definito il Petrolini di Livorno, un personaggio che ha fatto amare la città in Toscana e fuori con la sua comicità ed il suo talento di autore, di attore e di maschera. Sarà ricordato con l’antologica teatrale “Ciao, Beppe Orlandi” ( 28 luglio, ore 21.15, piazza del Luogo Pio) diretta dalla figlia Lia Orlandi, per la regia di Beppe Ranucci. E nel calcio , Livorno non può dimenticare il grande Armando Picchi che portò nell’Inter di Herrera e Moratti tutto lo spirito ribelle e combattivo ereditato dalla sua città. Al leggendario Capitano sarà dedicato lo spettacolo “Picchi” ( 29 luglio, ore 21.15, piazza del Luogo Pio) di Alessandro Brucioni e Michele Crestacci con Michele Crestacci. La serata proseguirà con uno strabiliante gruppo, il Color Swing Trio, capeggiato dal famoso batterista Chrstian Meyer; “special guest”, la giovanissima interprete Jessica Brando. Per rimanere in ambito sportivo, uno spettacolo sarà dedicato anche ai mitici Scarronzoni, la squadra di canotaggio più famosa della storia sportiva italiana: atleti tutti livornesi, alcuni scaricatori portuali, altri operai o manovali, arrivati fino alle Olimpiadi. Saranno ricordati nello spettacolo “Otto con…” ( nel gergo del canottaggio otto indica l’imbarcazione con otto vogatori più timoniere) per la regia di Gabriele Benucci in scena in Fortezza Vecchia, venerdì 1 agosto (ore 21.15).
A chiudere il Festival (3 agosto ore 22, in piazza del luogo Pio) sarà Roberto Vecchioni con “Ricordando Piero”, un omaggio al grande cantautore livornese Piero Ciampi. Lo spettacolo è stato realizzato in collaborazione con il Premio Ciampi e verrà aperto dall’esibizione di Antonio Maldestro, vincitore del Premio Ciampi 2013. Da segnalare inoltre, tra gli appuntamenti, quello con Paolo Migone e Sergio Sgrilli “ U2.2.Gli ultimi due” ( 27 luglio, ore 21.15 piazza del Luogo Pio), e il concerto anniversario della maggior world beat band italiana, ancora una volta in tour dopo i successi degli anni ’90, i Mau Mau sul palco di piazza del Luogo Pio mercoledì 30 luglio (ore 21.45) ( serata patrocinata da Avis). Tanta musica rock, ma anche poesia, racconto e intrattenimento con Spring Awakening ( 2 agosto piazza del Luogo Pio, ore 21.45) dal musical di Steven Sater a cura dell’associazione TodoModo. Un cast di cantanti e musicisti ( complessivamente 21 artisti) saranno impegnati in una inedita versione del pluripremiato musical di Broadway.
Materialmente impossibile citare gli eventi in cartellone che anche quest’anno animeranno per dieci serate ( ogni sera dalle ore 19 alle 24) lo storico quartiere livornese. Otto palchi (porteranno il titolo delle principali opere mascagnane e saranno segnalati da artistici totem realizzati dalla sapiente mano di Fabio Leonardi), sei aree di artisti di strada, oltre a sedi varie, saranno teatro di oltre 100 appuntamenti tra rappresentazioni di teatro, danza, musica, illusionismo, poesia, presentazioni di libri ( “Effetto Inchiostro” proporrà ogni sera la presentazione di un volume), marching band, mostre (fotografiche e di pittura, collettive e personali), giri in battello lungo i canali del quartiere, stornelli dall’acqua e mercatini. Spettacoli per bambini in piazza dei Domenicani (palco Iris ore 21.15) ogni sera con “Teste e lische”e il 3 agosto, sempre in piazza dei Domenicani, il 5° Trofeo Subbuteo Effetto Venezia, quest’anno dedicato ai rioni livornesi del Palio Marinaro. Ci saranno poeti girovaghi che scriveranno versi estemporanei tra i passanti e chi, porgendovi gentilmente una bacchetta, vi inviterà a dirigere un’orchestra. Novità di quest’anno la possibilità di prenotare una performance domiciliare per chi non ha possibilità di calarsi nella festa ( occorre la prenotazione mmenicagli63@gmail.com  specificando la tipologia di spettacolo richiesto: teatrale, musicale, per bambini.. ). Proposte anche quest’anno e molto “gettonate” dal pubblico “Le Stanze” , performance teatrali itineranti condotte dalla regia di Emanuele Barresi. Quest’anno le stanze diventano “Stanze segrete” e saranno dedicate a personaggi livornesi confinati nella fortezza dell’oblio. L’ambientazione tra le più affascinanti offerte dalla città: nella cannoniera della Fortezza Vecchia a partire da domenica 27 luglio fino a domenica 3 agosto, con triplo spettacolo serale (è l’unico spettacolo a pagamento del Festival, 5 euro, e necessita la prenotazione 3313748004).
Sempre in Fortezza Vecchia, ma in Canaviglia, sarà proposta una versione ridotta di Cavalleria Rusticana (28,29,31 luglio e 1 agosto, ore 22). Versione semiscenica dell’opera di Pietro Mascagni, nata da un’idea di Mario Menicagli e Emanuela Gamba, lo spettacolo potrà dare il “la”ad una proposta per i turisti. Il 29 luglio (ore 21.15) nella piazza della Cisterna in Fortezza Vecchia, sarà la volta di un progetto teatrale sul fenomeno della contraffazione come problema sociale prima ancora che economico “ E’ falso. Made in Italy e contraffazione” a cura della Camera di Commercio di Livorno con Tiziana Di Masi. Sarà tutto jazz in via della Madonna, con una serie di appuntamenti “Jazz sullo Scalandrone” nell’intima ed affascinante location dello scalandrone che conduce al Fosso , e si parlerà di aspetti di vita livornese con la rassegna “Controluce Livorno” nell’accogliente Sala Austral ( ribattezzata per l’occasione Sala Isabeau) di via Del Forte San Pietro.
Ogni sera poi ( ore 23.40) chiuderà il portone di Effetto Venezia per mandare tutti a letto…. il comico Claudio Marmugi. Nelle vesti de “ Ir bidello di…Effetto Venezia”, Marmugi lancerà le sue ironiche invettive dal balcone della circoscrizione 2, ribattezzato Palco Nerone.

 

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # Ruggero

    O mio Dio, le teste di Modì… l’hanno voluta in quel modo anche quelli novi…

  2. # alinooooooooooo

    Cari veneziani ha inizio il coprifuocooooo .Qualcuno può cortesecortesemente far sapere dove posso parcheggiare

  3. # Bobbe

    a casa der sindao novo…

  4. # alberto

    Boia che problemone…

  5. # alinoooooooooooooooooooooo

    BOBBE è C’è DA FA’ UN POSSO E STA A CASTIGLIONCELLO

  6. # fiesta mille

    se pigli l’arnaccio e vai per in là sai quante case con tanto parcheggio trovi. noi non ti si ferma tranquillo

  7. # alinooooooooooo

    Speriamo un giorno facciano questa festa sotto casa tua poi vedrai che ragioni diversamente .vergognati porta rispetto a chi vive per quindici giorni l’anno un disagio.

  8. # alinooooooooooo

    Perché non lo vivi

  9. # lillospringer

    Poi brontolate che a livorno non fanno mai niente, ahah per tutto brontolate e non vi va bene mai nulla, se la fanno sotto casa di qualcun’altro allora ok ma sotto casa vostra noooo! Difendo sempre Livorno contro tutti anche gente di fuori, però leggendo quello che scrivete resto male e mi vergogno per come sono la maggior parte di noi, si brontola per tutto invidiosi come sul matrimonio di Chiellini, invece di essere contenti e poi pottaioni che comprate la macchinona poi niente soldi per la benzina! Vergognatevi

  10. # Elisa

    Effetto Venezia e notte bianca che si accavallano come sempre….idea che ho sempre reputato come sinonimo di pessima organizzazione. La notte bianca poteva essere anche un evento a se stante no?

  11. # Fabry51

    Ma un vi va mai bene nulla….

  12. # Bob

    E per i giovani? Lo sanno anche i sassi che, dopo una cert’ora , la musica non si può mettere secondo una normativa comunale. Venerdi scorso ero alla notte bianca a Cecina, altra roba. Musica fino a tardi, bancarelle idem ,negozi aperti fino alle 2 e locali anche fino alle 4. Nessuno che abbia detto ” Pe'”. Impariamo un pò vai.

  13. # Veneziano

    Sono con te alinooooooooooo a queste persone gli basta di divertirsi, anche se a scapito di qualcun altro, chi se ne frega …. se io voglio star sveglio … chi se ne frega se te non dormi, e fra questi ci metto gente che lavora, anziani, malati, bimbi piccoli, e io! si IO avrò o no il sacrosanto diritto di fare quello che voglio? e guarda caso è il contrario di tanti … che vogliono fare quello che voglio a casa mia!|!

  14. # Giobend

    Non è casa tua……. è Livorno ……. È casa nostra

  15. # Luca

    Si insiste nell’offrire contenuti che sprizzano troppa livornesità e rischiano di non essere apprezzati da chi viene da fuori.

  16. # ema

    Basterebbe andarci tutti in bicicletta, invece, per 2km si vuole per forza prendere la macchina…ecc…ecc…

  17. # Valentina

    Bhè Veneziano….te hai il diritto di far ciò che ti pare DENTRO casa tua, ma fuori non credo proprio. Livorno non è di tua proprietà, e se ci stai male li dove vivi come diceva qualcuno sopra cambia casa. La gente come te ha reso questa città un deserto soprattutto per i giovani. Che tristezza…..

  18. # Jack

    Te Cecina un sai nemmeno dov’è l’hai vista su google map, io ci sto di casa e il casino c’è lo stesso ma dopo mezzanotte finisce quasi tutto, te dalle due alle quattro eri nel tuo lettino e sognavi Cecina

  19. # karl

    Cara signora o signorina Valentina perché non cambia lei città? Le regole del vivere civile valgono sia a casa propria che fuori.

  20. # barbara

    salve vorrei sapere per cortesia se il giorno 26/7 sarà chiusa al traffico piazza della repubblica per via di effetto venezia?grazie per la cortese attenzione

  21. # Matteo

    che programma per vecchi !

  22. # VIALE CAPRERA

    Abito in Venezia, a me la festa è sempre piaciuta e poi dura 9 giorni che in un anno, non sono niente. Invece mi fanno proprio tristezza le persone che ragionano come te cara Valentina, arroganti e ignoranti.

  23. # barbi

    concordo pienamente!! non capisco come mai viene fatto tutto insieme!

  24. # mauro

    dovrebbero fare come a Tokio, se non hai il posto dove tenerla la macchina non te la vendono

  25. # sax

    Pronti via….Parte Effetto Venezia e siamo subito ad Effetto Vergogna!!!!
    Auto parcheggiata anche sul neo ristrutturato Granduca e Quattro Mori, affinché chi li immortala con un selfie o una foto avrà perenne memoria della ennesima cialtroneria di chi sosta selvaggiamente ma soprattutto di chi non vigila. Perché vigilare non significa tartassare passare e lasciare un foglino rosa….ma presidiare, invitare ed indirizzare in altri siti la fiumana di auto…..Che dire della ZSC per tutte le 24 ore???? Ridicola, fatevi un giro in zona E ne vedrete di tutti i colori…..Invece ci dovrebbero essere coloro che(asserragliati alle transenne di ingresso della kermesse fanno i pottaioni) potrebbero dire”No lettera…No Parking”
    Quanto premesso senza volersi dilungare sullo sporco per le strade e i marciapiedi invasi da tavolini….Ma quanto incassa il Comune con tutte queste occupazioni…..spero non siano abusive!!!! ma ogni tanto non si può andare a vedere come si organizza un evento magari a Pisa, a Lucca , a Pistoia e pure a Grosseto??