Clet colpisce ancora, le FOTO dei nuovi cartelli. L’artista era in città per la sua mostra

Mediagallery

IL SERVIZIO FOTOGRAFICO (LINK IN BASSO) E’ A CURA DI SIMONE LANARI

Clet Abraham torna in città per un’iniziativa e lascia il segno. In tutti i sensi.  Terminato l’incontro di ieri sera alla Bottega del Caffè – organizzato dall’associazione lavoratori comunali, in viale Caprera, dove è stata inaugurata la mostra “Clet Street” con 21 cartelli (messi recentemente all’asta dal Comune) – l’artista (nato in Bretagna nel 1966 è un pittore e scultore attivo in Italia dal 1990) ieri sera ha apportato le sue modifiche su altri cartelli stradali della Venezia che vi mostriamo in pagina grazie agli scatti del nostro fotografo Simone Lanari.

 

Riproduzione riservata ©

24 commenti

 
  1. # mau

    Ha ( hanno ) trovato la bua dell orate ))

  2. # liburnico

    se nasci genio, a Livorno non hai speranze e devi emigrare, se nasci come Clet vieni a Livorno e sei acclamato… troppe cose non tornano…

  3. # Petronio

    ……finchè abboccano…..

  4. # Boia-deh

    Perchè non va a imbrattare la sua, di roba?
    Ah già…a Livorno mettono anche all’asta i suoi “lavori”…è un’artista!

  5. # Sabrina

    Trovo i suoi cartelli “modificati” geniali. Trovo anche di cattivo gusto che il comune di Livorno voglia metterli all’asta. E’ un’artista giovane, che credo piaccia pure ai giovani peraltro si sta realizzando un museo di arte contemporanea (sempre ammesso che lo si finisca…) potrebbero essere esposte lì.

  6. # liù

    clet ha espresso apprezzamento per l’asta sul suo profilo fb

  7. # Sde

    Siamo a Livorno… e io pago!

  8. # Francesco R.

    E’ cosi’ che funziona anche qui a Livorno: prima ti becchi multe, denunce, avvertimenti, querele e segnalazioni varie. Poi ti fanno un “monumento” con tanto di esposizione delle Opere.
    Clet sei un grande Artista, tanto di cappello da parte mia.
    “Dirigenti” di Livorno fate caà, siete ridicolissimi…

  9. # roberto

    ai tempi di ZEB il comune di livorno se non sbaglio ha fatto addirittura una mostra su questo artista, in poche parole ha imbrattato tutta livorno con i suoi paperini gialli

    ora abbiamo il genio del cartello, la mostra dell’artista che imbratta i cartelli stradali; ma il personale per rimpiazzare i cartelli sciupati, il costo dei cartelli stessi etc etc chi li deve pagare
    posso imbrattare muri e cartelli anch’io ?? all’estero gli hanno fatto ripagare tutto e gli hanno fatto la multa.

  10. # Brontolo

    E propio vero che la gente si accontenta di poo, ma se glielo dici dicono di no ….

  11. # Gionicky

    Ah Clette! una domanda: ma perché proprio a Livorno???

  12. # Samarcanda

    VAI A LAVORARE!!!

  13. # Gino

    Mi vengono in mente quei tre “ragazzi” autori delle false statue di Modigliani.
    Negli anni 80, Livorno, anche grazie a loro, era al centro dell’attenzione mediatica internazionale.
    Un’occasione come poche per allestire una mostra permanente con le false statue e per attirare turisti e capitali da tutto il mondo, dando lustro e lavoro alla nostra città.
    Purtroppo le statue furono seppellite nel caveau di una banca e l’episodio fu oscurato e censurato.
    Si volle vedere il male, invece delle opportunità?

    Oggi, secondo me, si dovrebbe pubblicizzare nuovamente la storia, dandola in pasto ai media di tutto il mondo, documentandola ovunque e associandola a quanto altro di buono abbiamo da pubblicizzare di Livorno.

    Allo stesso tempo si dovrebbe allestire la mostra permanente e prepararci all’invasione turistico-culturale.

    Clet ha avuto una buona idea, ma i tre ragazzi labronici, sono stati geniali.

  14. # uimmei

    si acclama questo e poi l’acquedotto di colognole è pieno di edere e alberi che spaccano tutto. Clet, vai a puli’ dai rovi gli archi del cisternino vai !!

  15. # paolo

    ora ci servirebbe solo un altro artista delle buche e un altro delle deiezioni di cane. Verrebbero entrambe rimosse e vendute al miglior offerente.

  16. # Emme

    Un passatempo, simpatico …da effetto Venezia..

  17. # Stefano

    Deh un lo sai? Vì c’è la sinistra… c’è il buonismo! Povero “artista” un vorrai mia che reprima il genio, poi cosa voi che un cartello stradale. Un 200 € minimo ci costa a noi… e io pago e a lui li facciamo la mostra. Come sono ganzi

  18. # ste

    Sarò acido, ma non ce la faccio più a leggere certi discorsi. Spero che su 160.000 abitanti che siamo a Livorno le poche decine di personaggi che commentano questo e altri articoli siano solo una minoranza. Non posso leggere di gente che si lamenta del degrado dell’acquedotto di Colognole tirando in ballo Clet o di altri che, dai discorsi che fanno, probabilmente non hanno nessun interesse per l’arte. Basta, davvero, per favore! Non si può affrontare un argomento che subito arrivano quelli col dente avvelenato dalla politica, o dalla multa presa -a loro dire- ingiustamente per aver lasciato la macchina in quarta fila. Gente che tirerà in ballo altre cose, altri problemi, altri argomenti, perché incapace di affrontare quello oggetto di un determinato articolo. Non si leggono argomentazioni, solo qualunquismo; vai col valzer dell’ignoranza. Questo atteggiamento mentale è la madre di tutti i guai di Livorno. Altro che il povero Clet, o i vigili, o le cacche dei cani. Paraocchi ovunque, provincialismo all’ennesima potenza, ignoranza dilagante, arroganza nel volere sentenziare su ciò che non si conosce… Per favore, evitate di trascinare Livorno nel baratro fatto di miseria culturale che vi state scavando; io e altre persone non abbiamo voglia di venire a fondo con voi. E chi se ne importa dei pollici meno: non mi turbano davvero. Mi turba il fatto che state togliendo la speranza a questa città.

  19. # Sabrina

    Condivido ogni parola.

  20. # nanto

    io mi ricordo che per un periodo ci fu qualcuno che preparava biglietti a forma di freccia con scritto “str… come il padrone del cane” e le incicciava alle cacche sui marciapiedi. Anche lui genio incompreso.

  21. # Patrizia

    Trovo che i cartelli di Clet siano delle autentiche opere d’arte 😀

  22. # Dariol

    giusto!! vorrei sapere fra tutti gli Sgarbi di turno a quanti gli riesce fa un disegno a mano libera!!

  23. # liburnico

    Sicuramente e senza ombra dubbio e’ un creativo, e come tale bisogna riconoscerlo, ma artista lo sara’ sicuramente, ma per altri motivi!

  24. # Emme

    Tutte le opinioni sono rispettabili, certamente non condivisibili !

I commenti sono chiusi.