Arena Ardenza, via alle proiezioni estive

Mediagallery

di Roberto Olivato

Tutto è pronto per l’apertura dell’Arena Ardenza (26 giugno), il cinema all’aperto che in sinergia con la Gran Guardia ha programmato per giugno e luglio un ricco calendario di film d’autore (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare il programma) in grado di soddisfare anche il pubblico più esigente. I cinquecento posti disponibili immersi nel verde del giardino offrono una perfetta visione da qualsiasi fila, come ci dice Giuliano Luci gestore della sala all’aperto “ grazie ai titolari della Gran Guardia, l’Arena dell’Ardenza ha potuto ritrovare nuova vita, in una cornice di fiori e piante verdi che offrono frescura nelle calde serate estive.” Sono ormai quasi cinquant’anni che l’ottantenne Luci gestisce il cinema nei tre mesi estivi e da quando è scomparsa sua moglie, il suo interesse è dedicato esclusivamente alla cura del giardino e degli ambienti del cinema che ha visto nascere negli anni sessanta. Un cinema, quello dell’Arena Ardenza, che nel corso degli anni è rimasto inalterato nella struttura, ma che ha dovuto chinarsi all’avvento delle innovazioni tecnologiche “ mi ricordo che nel corso della proiezione ero sempre attento al regolare scorrimento della pellicola e pronto al cambio della pizza, nell’intervallo. Oggi non è più così perché con il digitale non ci sono più “pizze”, ma dischi e questo mi rattrista un po’ ”. La scomparsa della pellicola di celluloide che per anni lo ha accompagnato nella cabina di proiezione, non c’è più e con lei è finita un’epoca alla quale il buon Giuliano non si è ancora abituato, ma che è già pronto ad accettare per il bene dell’Arena, il suo cinema, come lui dice “ unica cosa che mi è rimasta e per cui vale la pena di vivere.” Il film che questa sera alle 21,30 darà il via al ricco calendario e che ha vinto il David di Donatello è ‘La mafia uccide solo d’estate’,

Riproduzione riservata ©