“Archeologia in cantiere” al museo di storia

Mediagallery

Venerdì 18 luglio, alle ore 18, sarà inaugurata la mostra promossa da Asa e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo “Archeologia in cantiere. Nuove scoperte dagli scavi di Baratti”, allestita nella sala delle esposizioni temporanee del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno.
Verranno esposti i reperti raccolti durante gli scavi effettuati per la realizzazione del sistema fognario di Baratti e Populonia da parte di Asa in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana e lo Studio Archeologico Hera. Il lungo tracciato per la posa in opera di tubi e pozzetti ha attraversato tutto il golfo di Baratti imbattendosi, a più riprese, in contesti archeologici ancora intatti.
La perfetta sinergia tra Asa e Soprintendenza ha portato all’acquisizione di nuove importanti conoscenze sulla storia e l’archeologia dell’antico territorio di Populonia. La mostra presenterà i corredi funerari di otto delle quindici tombe scoperte a Baratti tra maggio 2012 e ottobre 2013; una storia lunga 1300 anni, dall’VIII secolo a.C. al IV-V d.C.
L’esposizione sarà aperta e visitabile gratuitamente fino al 16 novembre 2014. Per le scuole del territorio sono previste visite guidate gratuite con l’archeologo (info e prenotazioni: info@pastinprogress.net).

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # McFred

    Se qualcuno avesse bisogno mia moglie è disoccupata, babysitter referenziata nonché maestra….. nonché laureata…