Il Vescovo in cattedrale per la Cena Domini: “Gesto d’amore di Gesù”

Mediagallery

di Roberto Olivato

La Settimana Santa entrata nel vivo il pomeriggio di mercoledì 16 con la Messa del Crisma, ha avuto ieri sera Giovedì Santo, l’Eucarestia della Cena Domini, alla presenza di tantissimi fedeli che, dopo aver partecipato al ‘’giro delle sette chiese ’’, come popolarmente è chiamata la visita ai Sepolcri, si sono ritrovati in Cattedrale assieme a monsignor Giusti che ha officiato la S.Messa della Cena Domini, l’ultima Cena di Nostro Signore, nel corso della quale avviene il rito della lavanda dei piedi. Un gesto al quale il vescovo Giusti ha ricordato il profondo significato di amore che Gesù ha voluto trasmetterci: “Gesù che lava i piedi agli apostoli invitandoli a fare altrettanto, compie un profondo gesto di amore. Lui il Signore si fa’ servo e ci invita a fare come Lui insegnandoci a sapere amare. Per noi comuni mortali è difficile amare , perché ammalati di narcisismo, a volte siamo deficienti non d’intelligenza, ma di amore. L’amore deve essere avulso da ogni contropartita, perché l’amore si dona e basta”. La lavanda dei piedi, da parte del vescovo ad una decina di parrocchiani, ha preceduto la breve processione che dall’altare maggiore ha riportato il Santissimo nel tabernacolo.

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©