Presepe vivente a San Ferdinando

Mediagallery

Dopo il presepe vivente di San Jacopo anche in Venezia, come ormai avviene da diversi anni, il “Comitato Crocetta in festa” ha organizzato per domenica 5 alle ore 17 nella chiesa di San Ferdinando la rappresentazione del Presepe vivente a cui parteciperanno una sessantina di figuranti. Responsabile del Comitato e scenografa dell’evento, la dottoressa Gabriella Lunardi.

Da quanti anni organizza il Presepe vivente per i padri Trinitari?
Sono ormai oltre dieci anni che mi occupo dell’organizzazione e della scenografia del Presepe, che ogni anno arricchisco con nuovi particolari e figuranti.

Come recluta i figuranti?
Diciamo che abbiamo una sorta di zoccolo duro sul quale di anno in anno, a causa di defezioni dovute all’età di alcuni o di trasferimenti in altre città di altri, devo attivarmi per sopperire in poco tempo alle assenze, ma ci sono sempre riuscita anche grazie all’aiuto dei padri Tinitari.

I personaggi sono tutti in costume, dove vengono reperiti gli abiti?
Per quanto riguarda i vestiti la cura ed a volte anche la creazione, sono affidate alle abilissime mani della nostra amica Caterina D’Armento che, grazie anche alla sua passione sulla storia delle origini del presepe, ha iniziato una paziente ricerca ricostruendo fedelmente le fogge ed i colori degli abiti, donando maggior realismo alla recita.
La frenesia di queste ultime ore la si percepisce dal movimento di elettricisti e falegnami, di panche, sedie e stufette, il tutto per rendere più piacevole e più confortevole la visione della rappresentazione, alla quale è prevista la presenza di tanti spettatori, fra cui molti bambini.

 

Riproduzione riservata ©