Livorno scelta per ricordare il Beato Federico Ozanam. Il programma

Beatificato nel 1997 da Giovanni Paolo II, Federico Ozanam soggiornò per alcuni mesi nella nostra città, scelta per ospitare gli eventi nel bicentenario dalla sua nascita

di admin

Mediagallery

Sono passati 200 anni da quando, il 23 aprile 1813, veniva al mondo Federico Ozanam, beatificato nel 1997 da Giovanni Paolo II. Milanese di nascita, si stabilì con la famiglia in Francia dove visse per quasi tutta la vita. Studioso, laureato in giurisprudenza e poi in lettere, Ozanam si conquistò un ruolo privilegiato nel panorama della cultura francese. Alla sua vita votata allo studio, si affiancò però la volontà di testimoniare la propria fede attraverso l’aiuto verso i poveri, cosa che Ozanam realizzò concretamente fondando la “Conferenza di carità”, poi “Società di San Vincenzo de’ Paoli”, ancora oggi una delle maggiori organizzazioni cattoliche. Ma la sua storia si lega ad un certo punto a quella della nostra città. Durante il viaggio di nozze, Federico visita l’Italia. Qui torna per un progetto di ricerca sulla storia letteraria italiana del Medioevo e proprio a Livorno soggiorna prima nella zona San Iacopo, poi ad Antignano, dove gli sarà intitolata una strada.
Le opere della famiglia Vincenziana sono portate avanti a Livorno ancora oggi dalle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli, di cui fanno parte, tra le altre, la Presidente Caritas Suor Raffaella Spiezio e la primaria del reparto di cure palliative Suor Costanza Galli. Anche Don Gino Franchi, parroco della Parrocchia E.A. Seton da tempo si è occupato di far conoscere questa figura così attuale di marito, padre e studioso che coniuga il tutto con una testimonianza di vita cristiana. Grazie alle accurate ricerche che hanno portato don Gino anche nei luoghi francesi di Ozanam e la pubblicazione di due libri sulla vita del Beato, Livorno è stata scelta come sede per la settimana dedicata al Bicentenario dalla sua nascita, con conferenze, eventi e spettacoli dal 21 al 27 settembre.

Il programma- Si parte Sabato 21 alla Parrocchia della Seton in Piazza Lavagna con il Cardinale Gianfranco Ravasi che con Padre Luigi Mezzadri e Don Gino Franchi, dalle 9 alle 17 daranno inizio con i loro interventi al Convegno di Studi nel Bicentenario della nascita del Beato Federico Ozanam. La settimana dedicata al Beato Ozanam si concluderà venerdì 27 settembre in Cattedrale, dove, durante la solenne celebrazione di San Vincenzo de’ Paoli presieduta dal Vescovo Giusti alle 18,00, sarà conferito il mandato agli operatori della carità.

La sera alle 21,00 lo spettacolo delle compagnie “La Mansarda” e “L’Asinello” “Chiara e Francesco: l’amore vero”, musical “multimediale” con la scenografia, proiettata su un telo.

Il 22 settembre alle 9,30 visita ai luoghi di soggiorno del Beato per dirigersi poi alle 11,30 al santuario di Montenero per la Messa presieduta dal Vescovo Emerito Luca Brandolini.

Alle ore 17 di martedì 24 settembre al chiostro francescano della chiesa della Madonna, mostra su Ozanam e alle 21,00 concerto dell’orchestra  “Ensemble Bacchelli” e lettura di scritti del Beato.

Per ricordare la lapide già esistente ma distrutta dai bombardamenti bellici, giovedì 26 settembre in Vescovado alle 17 ne sarà ricollocata una nuova in ricordo della sua presenza in città e a seguire, alle 17,30 Padre Nicola Albanesi interverrà con un dibattito dal titolo “La spiritualità Vincenziana”. Passerà poi la parola a Don Gino Franchi e al diacono Andrea Zargani con “La presenza Vincenziana a Livorno” .

 

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Ercole Labrone

    secondo me dopo tutti questi festeggiamenti sarebbe bello far costruire una statua da mettere all’imboccatura del porto

  2. # mario3

    propongo l’ingresso della stazione centrale

I commenti sono chiusi.