La Misericordia scende in campo con 350 volontari. Via alla maxi esercitazione “Liburnia 2015”

Mediagallery

di Daniele D’Ambra

Il 18,19 e 20 settembre la Misericordia di Livorno organizzerà l’addestramento di protezione civile “Liburnia 2015”.
“Importante la sinergia con il Comune, i vigili del fuoco e la capitaneria di porto per interventi d’emergenza che devono avere una preparazione adeguata- dichiara il commissario della Misericordia Domenico Mannino- in quanto, durante le operazioni di soccorso, tutte le forze in campo devono sapere chi dirige e chi deve eseguire gli ordini in maniera tale da eliminare i tempi morti”.
Mannino prosegue invitando la cittadinanza: “Sono 3 giorni importanti per imparare, con le 25 simulazioni, e la partecipazione della cittadinanza è fondamentale perchè in caso di pericolo chiunque deve conoscere le “giuste mosse” per non creare confusione all’arrivo dei soccorsi, conoscenze che negli altri paesi sono già presenti grazie alla frequenza di queste simulazioni.”
Prenderanno parte alle simulazioni i vigili del fuoco: “Saranno utilizzate squadre di terra e di mare per gli interventi sulla nave dove verrà simulato un incendio- descrive Paolo Gherardi, che prosegue- dal quale dovremmo portare in salvo i danneggiati, per i soccorsi al crollo scogliera e quello del 20 in località Monterotondo, del crollo di un edificio”.
Scenderà in campo anche la capitaneria di porto, e il capitano Massimo Tomei, Capo Servizio Operazioni, spiega gli interventi:” Interverremo sulla nave, la quale non ha passeggeri ma è in Porto per manutenzioni, insieme ai Vigili del Fuoco e tutti gli organismi portuali per dare anche i primi soccorsi.Successivamente saremo impegnati nel soccorso per il cedimento della scogliera in zona Calafuria nel quale faremo evacuare i danneggiati e decidere quale trasporto possa essere più efficiente, se via mare o via terra.”
Nell’organizzazione delle simulazioni anche il Comune ha dato il suo contributo e il Geometra Luca Soriani, dell’Ufficio Protezione Civile del Comune, dichiara: “Durante la simulazione del crollo dell’edificio utilizzeremo personale cinefilo,personale di soccorso e una squadra di operai del Comune per le vittime sotto le macerie, delimitando l’area interessata per non creare ulteriori rischi. Su richiesta della Regione ci focalizzeremo maggiormente sul post incendio per la bonifica dell’area in maniera tale che l’incendio non riattacchi a causa di piccoli focolai ancora presenti”.

Forze in campo Liburnia 2015:
356 Volontari
28 Ambulanze
45 Fuoristrada
6 Mezzi Anti incendio boschivo
41 Mezzi logistici
6 Natanti
25 Punti luce
21 Idrovore
1 Ospedale da campo
3 Postazioni mediche avanzate
37 Misericordie presenti
2 Associazioni (Assonautica Livorno e Società Nazionale Salvamento Sezione di Livorno)

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # leonardo meis

    Solo per conoscere senza polemica: perché misericordie e non anche altre società di soccorso?
    Sempre senza polemica e solo per conoscere: volontari significa che queste persone non percepiscono alcun compenso né benefit a nessun titolo? Nessuno?operativi e amministrativi??? Solo per avere nei loro confronti il giusto grado di riconoscenza.

  2. # Ninja

    Nessun compenso. Nessun rimborso spese. Neanche un centesimo. Solo tanta passione e voglia di migliorare.

  3. # Tatiana

    Per rispondere al Sig. Leonardo si sono tutti volontari nessun compenso né rimborso il fatto che non siano state nominate altre associazioni non significa che non ci siano infatti come molti ricorderanno negli anni 90 la nostra città è stata teatro annualmente di esercitazioni simili che coinvolgevano anche altre associazioni e lo dico con cognizione perché vi prendevo parte anche io. La notizia mi fa molto piacere ed auguro a tutti i colleghi un buon lavoro !!

  4. # kekko1806

    Semplice: essendo organizzata dalla Misericordia è chiaro che ci saranno quasi esclusivamente Misericordie. Fosse stata organizzata da una pubblica ci sarebbero quasi solo pubbliche. Ha sempre funzionato così. Solo se fosse organizzata da un ente pubblico come il 118, ad esempio, allora sarebbero presenti tutte le associazioni di soccorso. Per quanto riguarda il personale dipendente è ovvio che in una associazione “grande” come la Misericordia di livorno ce ne sia. Ma va detto che presente in minima parte: il servizio di ambulanza e protezione civile è svolto da volontari nel 90% dei casi; volontari o personale del servizio civile nazionale. Io parlo per quanto riguarda la Misericordia di livorno, di cui faccio parte e di cui posso sapere le cose. Ma…solo per conoscere e senza polemica…perchè non viene a fare un pò di volontariato? Saluti

  5. # Leonardo meis

    Ecco. Tatiana e Ninja assicurano che trattasi di tutti volontari (ed evidentemente ne fanno parte…e tanto di cappello!!. Evidentemente senza sapere che, come afferma il Sig. Kekko, il 10% è remunerato. (Ed a questo ultimo evidentemente non tanto di cappello)
    Perché questa mancanza di trasparenza e conoscenza perfino interna??!!

  6. # antonia

    Gent.le Sign Meis
    Per rispondere alla Sua domanda , Le dico che nelle esercitazioni di protezione civile il personale impegnato è costituito SOLAMENTE da VOLONTARI.
    Per toglierLe ogni dubbio La invitiamo a recarsi nei prossimi giorni 18/19/20 al Cisternino…saremo lieti di offrirLe una cena e tanta buona compagnia

  7. # Leonardo meis

    Gent.ma Sig na Antonia,
    La mia domanda verteva non sulla esercitazione protezione civile bensì sul tutto, perciò la sua risposta non è pertinente. Quantomeno occorrerebbe coordinarsi con il Sìg. Kekko Il quale afferma che il 10 % viene remunerato e gli altri colleghi che assicurano Nessuno…….questo avvalora quanto detto sulla assoluta mancanza di trasparenza e conoscenza interna. …….questo (per rispondere anche al Sig. Kekko) forse tiene lontano qualcuno che potrebbe fare volontariato in serenità. ……..
    Ribadisco comunque il concetto che i volontari sono ammirevoli encomiabile ed indispensabili per tutta la comunità. A voi va il mio plauso

  8. # Marika

    In realtà Sign. Meis non ha specificato se in generale o in queste esercitazioni…quindi la risposta della Sign Antonia è più che pertinente ….per quanto riguarda le associazioni che collaborano con il 118 nel servizio di emergenza urgenza come giustamente ha affermato il Sign. Kekko, il 10% è dipendente dell’ associazione stessa e sono gli autisti delle ambulanze, nel restante 90% sono volontari…e per volontari si intende volontari in tutto e per tutto….

I commenti sono chiusi.