La Finanza festeggia il suo patrono S. Matteo

Mediagallery

di Roberto Olivato

Sono passati tre mesi dai festeggiamenti del Corpo della Guardia di Finanza avvenuta il 21 giugno scorso ed oggi la Finanza festeggia il proprio Patrono S.Matteo. In realtà il giorno era ieri 21, ma oggi presso la Caserma Santini, sede del Comando Provinciale, il vescovo Simone Giusti alle ore 11 officerà la S.Messa attorniato dalle Fiamme Gialle di Livorno col proprio comandante colonnello Paolo Borrelli. San Matteo è uno degli evangelisti e di mestiere era pubblicano, cioè esattore delle gabelle (dazio, tributo, imposta di consumo ndr). L’istituto della gabella era già in uso ai tempi dei romani e si sviluppò particolarmente in epoca medievale, concretandosi in un dazio sulle esportazioni e sulle importazioni. S.Matteo a Cafarnao, venne chiamato da Gesù e dopo la morte del Maestro scrisse un Vangelo. Le sue reliquie si troverebbero dal X sec. A Salerno. Con Breve Pontificio del 10 aprile 1934, Pio XI dichiarava San Matteo Patrono della Guardia di Finanza, auspicando che tutti gli appartenenti al Corpo, possano sul suo esempio, unirel’esercizio fedele del dovere verso lo Stato con la fedele sequela di Cristo.

Preghiera del Finanziere

Signore Iddio,

che hai voluto distinta in molti popoli

la umana famiglia, da Te creata e redenta,

guarda benigno a noi, che serviamo in armi l’ Italia.

Aiutaci, o Signore, affinché,

forti della Tua fede, affrontiamo fatiche e pericoli

in generosa fraternità di intenti e il nostro sereno sacrificio.

Offrendo alla Patria la nostra pronta obbedienza

e il nostro sacrificio .

Fa’ che sentiamo ogni giorno,

nella voce del dovere che ci guida,

l’ eco della Tua voce.

Fa’ che le Fiamme Gialle d’ Italia

siano d’ esempio a tutti i cittadini

nella fedeltà ai Tuoi comandamenti

e alla Tua Chiesa,

nella osservanza delle patrie leggi

e nella consapevole disciplina

verso le autorità costituite.

Accogli nella Tua pace

i caduti di tutte le guerre

e dona il premio a coloro

che hanno speso la vita

nell’ adempimento del dovere.

E concedi a noi e alle nostre famiglie

la Tua benedizione,

la protezione di Maria Santissima

e del nostro Patrono San Matteo.

Amen.

 

 

 

Riproduzione riservata ©