Il vescovo Giusti celebra la commemorazione dei defunti

Mediagallery

di ROBERTO OLIVATO

LIVORNO – Nella ricorrenza della commemorazione dei defunti il vescovo Simone Giusti, dopo aver presenziato alle celebrazioni Eucaristiche nei cimiteri di Santa Giulia, della Cigna e quello della Purificazione, è giunto nel pomeriggio al cimitero della Misericordia dove alle 17,30, nella cappella del Campo Santo ha celebrato la Santa Messa. Anche un gesto come spostare un vaso, portare un fiore (quest’anno sembra ne siano stati venduti meno degli altri anni, specie di crisantemi) pulire una lapide, recitare una preghiera, sono segni di amore verso i nostri defunti e nel corso dell’Omelia parlando di chi non è più fra noi, il vescovo Simone ha ricordato come quelle assenze siano in realtà delle presenze nella nostra vita quotidiana ‘’la rassegnazione alla morte è il comportamento di chi non ha Fede e che crede di trovare la felicità nell’appagamento di ogni desiderio, perché tutto finisce con la morte. Chi crede, sa invece che l’amore di Dio vince la morte e lui ci aspetta tutti nel suo regno. Grazie all’amore i nostri cari sono sempre vivi fra noi, perché l’amore in Dio è più forte della morte e Dio è la linfa vitale della nostra esistenza.’’ Al contrario l’assenza dell’amore in Dio sempre secondo il vescovo, è la principale causa di suicidi o di stati di depressione ‘’ vittime alle quali sono mancate comprensione ed affetto, ma che l’infinita misericordia di Dio accoglierà ugualmente presso di sé.’’

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©