Finanzieri e doganieri festeggiano il santo patrono

Mediagallery

di ROBERTO OLIVATO

LIVORNO – Alla presenza del direttore delle Dogane di Livorno Massimo Ricasoli è stata celebrata in San Ferdinando, nel corso della Messa di sabato 21, la festa di San Matteo patrono della Guardia di Finanza e dei Doganieri. Presenti alla celebrazione eucaristica i soci dell’Associazione Dogana, presieduta da Antonio Dioguardi, con i loro famigliari che nell’occasione festeggiavano il 17esimo anniversario dell’inaugurazione della loro sede e la benedizione, dell’allora vescovo di Livorno Monsignor Alberto Abbondi, dell’immagine di San Matteo rappresentata su ceramica dall’artista Carmela Polizzi e che sabato era stata posta davanti all’altare maggiore della chiesa di San Ferdinando. La ricorrenza di San Matteo è stata commemorata dal parroco padre Emilio che nell’esaltare la figura del Santo, ha ricordato come “il Patrono rappresenta il padre di tutti coloro appartengano ad una stessa comunità condividendone i valori dell’amicizia, dell’amore verso il prossimo, dell’aiuto ai più deboli. Tutti ideali che il santo Patrono illumina di luce divina”.  La celebrazione ha avuto temine con il saluto rivolto ai presenti da parte di Gianfranco Broso dirigente interregionale dell’Associazione Dogane.

Riproduzione riservata ©