“Chiusura guardie mediche, a Livorno dodici postazioni e 65 dottori a rischio”

Mediagallery

“Qual è l’alternativa proposta dall’assessore Marroni alla chiusura delle 149 postazioni di guardia medica in tutta la Toscana e come saranno rimpiegati gli oltre 900 medici impegnati nel servizio di continuità assistenziale notturno?”. Sono gli interrogativi del consigliere regionale e membro della IV commissione Sanità, Gian Luca Lazzeri, in vista dell’annunciata chiusura della guardia medica prevista con la delibera 1231 del 28 dicembre 2012 dalla Giunta Rossi.

“Nel territorio dell’Asl 6, probabilmente entro dicembre 2014 data in cui il piano della Giunta dovrebbe entrare a regime, chiuderanno 12 postazioni di guardia medica dove oggi lavorano 54 medici titolari e 11 sostituti. Il rischio – sottolinea – è quello di portare a una paralisi della continuità assistenziale che dalle 24 in poi sarà caricata sulle spalle del 118, senza nessun potenziamento di quest’ultimo, anzi l’unico intervento va in senso involutivo e riguarda proprio l’accorpamento delle centrali operative. Marroni sostiene che le guardie mediche oggi eseguano una media di 0,8 interventi ma intendo conoscere con una verifica puntuale quali siano gli interventi calcolati. Anche perché le 12 postazioni di guardia medica nei piani della Giunta saranno sostituite da 6 Case della Salute previste nel livornese con apertura solo dalle 8 alle 24. Un orario che non coincide con quello garantito oggi dal servizio di guardia medica che offre la continuità assistenziale dalle 21 alle 9 del mattino inclusa l’assistenza medica di base a domicilio nei giorni festivi e prefestivi. Senza contare che a questo si aggiunge il problema dell’accorpamento che potrebbe lasciare scoperte alcune zone periferiche del territorio.

La sanità toscana – commenta – si trova ancora una volta immersa in una infinita fase di sperimentazione inaugurata dalla creazione delle Società della Salute, dove si affiancano nuovi Enti a servizi già esistenti, senza dare al cittadino e al Consiglio regionale stesso nessuna certezza sul futuro del diritto alla salute».

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # mauro

    Non togliere i privilegi e tagliare ancora la sanità, ma che bravi !

  2. # Il saggio

    E’ COLPA DI BERLUSCONI

  3. # Meloria

    Continuità assistenziale??? Ma se la Guardia medica serve solo per farsi prescrivere farmaci il sabato e la domenica!!! Provate a telefonare per richiedere una visita a casa … La maggior parte delle volete ti dicono di portare il paziente all’ospedale rivolgendoti al 118. Una volta addirittura hanno detto che non hanno mezzi per fare le visite e di portare il paziente da loro (a quel punto vado all’ospedale da solo…). Quanti sanno che i medici di famiglia DEVONO essere reperibili fino alle 14 del sabato? Ci sono invece tantissimi pazienti che pur chiamandolo al cellulare non rispondono e quindi …. 118. Poi ci si lamenta che il Pronto Soccorso è intasato ….

  4. # piratatirreno

    Come ho già detto in altre circostanze…..i medici della guardia medica (con il comportamento ben descritto da “meloria”) sono i carnefici di loro stessi….ben gli stà!!!! Però va garantito un servizio analogo che compra le stesse fasce orarie, altrimenti vengono penalizzati anche gli utenti.
    Per quanto riguarda i medici di base: ci sono dei medici che non sono reperibili neanche durante la settimana (magari perchè esercitano libera professione altrove, come ad esempio clinica di s. rossore, villa tirrena, ecc). Ma mi sbaglio o c’è una legge che vieta la libera professione ai medici di famiglia?!
    Comunque un consiglio a tutti: quando avete bisogno del vostro medico negli orari previsti e questo non è reperibile CHIAMATE I CARABINIERI E DENUNCIATE IL FATTO, ci pensano loro a rintracciarlo!

  5. # franco 52

    quale MMG (MEDICO DI MEDICINA GENERALE) detto anche medico di famiglia chiarisco alcuni punti:
    la reperibilità al sabato è fino alle ore 10- come pure gli altri giorni.
    una attività fuori della convenzione riduce il numero delle scelte in proporzione alle ore impegnate.
    il numero di cellulare che lasciamo ai pazienti ( non è affatto obbligatorio) non impegna ad essere reperibili tutto il giorno!

  6. # DANIELA

    Ogni giorno peggio! Tagliate , tagliate, ci curerà la Fata turchina ma che… CHE IDEONE COMPLIMENTI.

  7. # lucio

    Penso che i signori medici della guardia medica abbiano tirato un pò troppo la corda, con la loro perenne indisponibile presenza, piano piano si sono autoeliminati.

  8. # labron

    Purtroppo si verificherà che uno dei due medici presenti sulle ambulanze a Livorno, che dalle 20 alle 7 sono dislocati uno alla Misericordia di via Verdi ed uno alla SVS di via S.Giovanni, saranno utilizzati per sostituire il lavoro svolto dalla Guardia medica. Così capiterà che chi avrà bisogno dell’ambulanza medicalizzata per un grave malore, o un incidente stradale, dovrà aspettare che si liberi il medico che magari è stato mandato a Collesalvetti per una colica. Forse sarebbe bene tagliare altre spese prima di toccare l’emergenza…

  9. # per la precisione

    I medici del 118 durante il giorno sono 4 (misericordia via verdi, svs via san giovanni, pubblica assistenza Collesalvetti e misericordia montenero/Antignano) con turni 8-14, 14-20. La notte i medici sono 2 (misericordia via verdi e svs via san giovanni) con turno 20-8.
    I medici di base dal lunedì al venerdi sono reperibili fino alle 10 per eventuali visite domiciliari (non urgenti. .. per quelle c’è il 118) da fare entro la giornata, dopo le 10 sono reperibili per consigli telefonici urgenti (non “ho il raffreddore”) ed è discrezione del dottore se fare una visita nella stessa giornata altrimenti può benissimo farla il giorno dopo (perché il medico di base ripeto si chiama non per le urgenze da 118 e inoltre anche il medico di base ha una vita privata… chi lavora ininterrottamente 12 ore al giorno? ?) Il sabato è reperibile telefonicamente fino alle 10.

  10. # per la precisione2

    Inoltre non vuole dire che dalle 10 alle 20 il dott debba rispondere a tutte le telefonate che arrivano. … Può anche fare una fascia oraria. .. tipo l’orario di ambulatorio. Ovviamente tutto dipende dai pazienti. Meno chiamate inutili ci sono più il dottore ha la possibilità di avere solo chiamate serie, quindi poche e quindi permettersi di rispondere a tutte. Se viene assalito tutto il giorno alla fine per poter vivere o anche per poter svolgere ambulatorio sarà costretto a spengere il telefono o fare finta di non sentirlo levando la possibilità a chi veramente ha un problema di parlare con il proprio medico.

I commenti sono chiusi.