Cappella Tommasi, la Diocesi lavora alla riapertura dopo la nostra segnalazione

Mediagallery

Dopo il nostro servizio del 14 ottobre che documentava lo stato di abbandono la cappella Tommasi, all’angolo tra via dell’Artigianato e via Nicolodi, al Picchianti, tornerà ad essere aperta al culto in collegamento con la parrocchia di San Pio X, mentre i locali della canonica dovrebbero essere destinati alle iniziative della Caritas. E’ il progetto al quale sta lavorando l’Istituto diocesano di sostentamento del clero di Livorno, proprietario dell’immobile dal 1986. E per questo sono state avviate le pratiche per la ricerca di finanziamenti rivolti al recupero dell’edificio sacro. L’ultima visita guidata alla Cappellina Tommasi risale infatti all’aprile del 2005. Poi il degrado aveva preso il sopravvento.
La cappella Tommasi prende il nome da una famiglia di pittori (macchiaioli) livornesi. Una piccola croce in rilievo su pietra sopra il portone d’ingresso e l’unico segno di sacralità che ancora si riesce a scorgere tra l’erba alta e i rifiuti. Speriamo che adesso qualcosa si muova e possa davvero portare a una riqualificazione.

Riproduzione riservata ©

33 commenti

 
  1. # Marco

    Bella perdavvero……potrebbe pensarci la curia a renderla visibile….visto che non pagano neache l’IMU!!!

  2. # Malizioso Troll

    Sono decenni che è così.

  3. # Samarcanda

    offerta turistico-religiosa della città? volete trasformare Livorno in Medjugore? buttatela giu e fateci du appartamenti.

  4. # Roby

    CREDO CHE LI’ SIANO STATI FATTI RECENTEMENTE DEGLI INTERVENTI DA PARTE DEL COMUNE PER FARCI UN QUALCOSA CHE AL MOMENTO NON ESISTE, CHISSA’ QUALE DOVEVA ESSERE LA FINALITA’

  5. # erik62

    Ma Tommasi era un mio zio, per l’appunto pittore livornese macchiaiolo, che c’entri qualcosa?

  6. # francesco

    La Cappella Tommasi è attualmente di proprietà della Curia ed il Vescovo ha in mente una delle sue belle speculazioni. Ha ad esempio parlato di edificare nel terreno attiguo diversi appartamenti per sfrattare gli assistiti di casa Tre Ponti. All’interno della Cappella si trovano anche degli affreschi datati 1860. Anche la delegazione FAI di Livorno se ne era interessata, aprendola, mi pare, per alcune Giornate di Primavera.

  7. # laura

    io ho avuto modo di visitarla internamente alcuni anni fa durante una delle visite guidate organizzate dall’Amaranta Service con il patrocinio del Comune di Livorno; penso che da allora non sia stata più riaperta al pubblico, peccato perché è veramente bella

  8. # amaranto67

    non credo sia consacrata, comunque sempre i soliti discorsi triti e ritriti… ma invece, partito, arci, e coop che godono di regimi di tassazione molto “friendly” (tra l’altro rappresentando un elemento di concorrenza palesemente sleale) pagassero come tutti le tasse no? ah ma questo un lo dite mia.. questo un si po di…

  9. # amaranto67

    ma te fanne dell’artri d’appartamenti… c è piu case che cristiani!

  10. # armando

    giusto e berlusconi aveva tentato di far pagare le tasse alle coop. Ma lui è un fascista

  11. # armando

    giusto e vacci ad abitare te, accanto allo struggino

  12. # armando

    se sei il padrone, falla aggiustare a spese tua

  13. # erik62

    guarda che non è obbligatorio commentare eh… se si debbono dire cavolate è meglio tacere

  14. # Sergio

    SIGNORE non permettere questo scempio !

  15. # francesco

    sai com’è… il vescovo c’ha da spendere i milioni nelle chiese nuove. pensa a restaurare ed usare quelle storiche che ci sono già

  16. # Samarcanda

    meglio…..se l’offerta sale i prezzi si abbassano

  17. # Daniele

    Mi pare che è sconsacrata e che non è della Curia: suggerisco che qualche tecnico se ne accerti.

  18. # XMau

    Purtroppo non l’ho mai visitata ma sono un po’ affezionato a quei luoghi indipendentemente dall’indubbio valore artistico
    perché la chiesa era situata nel podere in cui ha vissuto la famiglia di mio padre fino alla fine della 2° guerra mondiale per poi trasferirsi in città. Ovviamente non erano i proprietari ma semplicemente mezzadri, poi il Comune ha espropriato tutto.

  19. # claudia

    la solità città di ottusi!!! si lamentano che i croceristi vanno a pisa e ci credo!!!! noi le cose belle le abbiamo ma le teniamo nascoste nell’attesa di crollino, non sia mai detto che qualcuno vuole venire a livorno per visitarle, siamo gelosi!!!!!!! fatemi un rapido conto di quante belle cose stanno andando in malora..una cifra prima tra tutte le terme del corallo, altre città farebbero carte false per avere un simile patrimonio, noi no! vedrai che se erno a Pisa erano già aperte con tanto di biglietto e possibilità di viste organizzate

  20. # Marco

    Cooperative ed Arci offrono servizi e, cosa MOLTO importante, non hanno amici immaginari!

  21. # Erik62

    L’immobile è di proprietà dell’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero di Livorno

  22. # Il Moralizzatore

    Visto il buono stato di conservazione dell’interno, basterebbe poco per farla tornare fruibile a tutti, e portarci due turisti per fare cassa. Ma come sempre manca la volontà. Credo che non siano molte le cappelle con maschere funerarie cosi ben conservate. Sperò che il clamore dei giornali non la traformi nella nuova meta di qualche vandalo o peggio satanista dell’ultima ora

  23. # trippa

    ma lo sapevate che tra fine 80 e inizio 90 ci provavano dei gruppi musicali che pagavano l’affitto ai proprietari, che ci facevano le feste, che ci dormiva un custode e che potevi andarci liberamente?
    tesoro nascosto?
    ma smettetela
    è una chiesetta di campagna senza nessun valore “artistico”

  24. # Dariol

    magari le pagasse anche lui

  25. # Dariol

    molto bella, ma diciamo la verità, è impossibile sfruttarla per un itinerario turistico, è situata nel pieno della zona industriale e nemmeno se ci mettessimo dentro la gioconda qualcuno vorrebbe andarci!!

  26. # amaranto67

    era meglio avessero avuto amici immaginari, purtroppo tutta la cricca di amici “materiali” di arci e cooperative ci costa un fottio di vaini tra onorari dovuti a consulenze e incarichi pubblici o di partito la cui utilità è spesso dubbia ….

  27. # armando

    ……..e te perché ci tieni a far sapere che forse c’entra un tuo parente…..

  28. # Mattia

    E’ un discorso che ho sentito fa anche a qualcuno di casa tua… ma non è che fosse tanto contenta…

  29. # Mattia

    Di nessun valore artistico o architettonico penso possa fare tranquillamente la fine delle Terme del Corallo, dei bagnetti della Puzzolente, della Chiesa degli Olandesi, del Cimitero degli Inglesi, della Fortezza Vecchia, della Fortezza Nuova, insomma di qualsiasi cosa sia sinonimo di cultura in una città abitata da beceri ignoranti.

  30. # Giulia

    rimettetelo a posto senza storie, vergogna al comune .

  31. # basta!!!!!

    cOSA VUOL DIRE CHE SE PER DECENNI LO ABBIAMO PRESO IN …… TASCA …… DOBBIAMO PRENDERLO NEL …… TASCA!!! …. ANCORA???? CHE LOGICA DEL ….(CA—)…… FICO SECCO …

  32. # basta!!!!!

    di quale partito politico sei?????

  33. # Emir Faccardino

    Potremmo farci l’ennesima sala di scomesse, in alternativa un compra-oro, un kebabbaro, oppure un outlet di vestiti. Siamo da ponci, questa è l’unica verità.

I commenti sono chiusi.