Università a Villa Letizia, inaugurato il master in Gestione dei Sistemi Logistici

Il Master è teso a fornire informazioni specialistiche nell’ambito dei processi logistici e del trasporto merci, con particolare riguardo al comparto marittimo

Mediagallery

Si è svolta, a Villa Letizia (via dei Pensieri, 60), il 10 gennaio la cerimonia di inaugurazione del Master in Gestione dei Sistemi Logistici, organizzato dal Polo Universitario dell’Ateneo pisano, con sede a Livorno, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria civile e industriale dello stesso Ateneo.
La cerimonia di inaugurazione si è aperta con i saluti di benvenuto dei rappresentanti degli enti finanziatori e promotori del Polo Universitario Sistemi Logistici: Giovanna Colombini, Assessore ai rapporti con l’Università del Comune di Livorno, e Antonella Querci, Dirigente della Direzione Sviluppo e Innovazione dell’Autorità Portuale di Livorno; sono intervenuti anche il Direttore del Master, Prof. Antonio Pratelli e il Direttore del Dipartimento di Ingegneria civile e industriale, Prof. Donato Aquaro.
Il Master ha riscosso un forte interesse, facendo registrare una trentina di partecipanti, provenienti in prevalenza da fuori Toscana e dall’estero (circa il 60%), in possesso di una preparazione di base variegata, con la presenza di laureati in discipline ingegneristiche, economiche e giuridico-politiche. Il Corso offrirà ai partecipanti un’occasione per conoscere e approfondire le tendenze più innovative nell’ambito di metodi, tecnologie, organizzazione e strategie applicate al settore logistico e dei trasporti.
Il percorso formativo si sviluppa per la durata di un anno, da gennaio a dicembre, con una fase d’aula, di trecento ore, ed un periodo di formazione applicata, di quattrocentocinquanta ore (da luglio a novembre), che ha lo scopo di favorire l’apprendimento sul campo di tecniche e pratiche professionali; per i partecipanti già occupati, il tirocinio sarà sostituito da un project-work.
L’organizzazione didattica, che è stata concepita secondo una formula part-time, con lezioni di venerdì pomeriggio e sabato, ha consentito la partecipazione anche di coloro che hanno impegni professionali, senza dover interrompere l’attività lavorativa.
Il programma del Master è articolato in cinque moduli tematici di carattere interdisciplinare (aspetti normativi e contrattuali transnazionali, collegati alla gestione del trasporto merci; economia e gestione portuale; ruolo delle tecnologie informatiche per la gestione della logistica; pianificazione, gestione e valutazione dei sistemi di trasporto delle merci; supply chain management e sistema logistico) e si basa su un approccio didattico interattivo, che comprende lezioni teoriche, testimonianze aziendali, casi studio, esercitazioni pratiche, avvalendosi di un corpo docente composto da docenti universitari e professionisti del settore, italiani e stranieri.

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # AdolfoBenni

    Questo è l’indirizzo universitario fatto su misura per chi vuole far spendere un po’ di soldi ai propri genitori e non ha voglia la mattina di prendere il treno delle 7,43 al binario in stazione perché troppo scomodo. A volte ho usufruito dell’aula studio messa a disposizione da questa facoltà perché era scomodo per me andare tutti i giorni a Pisa quando non avevo corsi e dovevo solo studiare per preparare l’esame e vedendo gli “studenti” di questa facoltà mi veniva un po’ da ridere. Non siamo città universitaria, siamo roba da palio marinaro e festa del PD

  2. # Bah

    Cos’è che ti faceva così tanto ridere?! sentiamo….

  3. # ciccia

    Non so cosa tu abbia da ridere, forse perché non sai neanche cosa viene studiato in questa facoltà!
    Per farti un po’ capire ti dico che è sotto il dipartimento di economia in quanto si chiama “economia e legislazione dei sistemi logistici” quindi non capisco perché tutti questi pregiudizi!

  4. # michele

    Facile fare di tutta l’erba un fascio e offendere indiscriminatamente anche chi non appartiene alla sua descrizione.

  5. # Studente

    Io l’ho frequentato lo scorso anno. È un master serio, solo un po’ caro (2500 euro)

  6. # Bah

    Rivolto ad “AdolfoBenni”

  7. # precisino

    Trattasi non di Facoltà, bensì di Corso di laurea. Per la precisione 🙂 Le Facoltà non esistono più.

  8. # precisino

    …lo scorso anno? Ma se l’hanno inaugurato adesso, dice l’articolo!

I commenti sono chiusi.