Una guida abile e moderna: “Ready2Go” sbarca a Livorno

Dopo il successo riscontrato negli istituti della provincia e l'incontro pilota nel capoluogo con una classe del Buontalenti, il progetto conferma la vocazione dell'Ente all'educazione per la sicurezza

Mediagallery

Ritrovarsi un insolito sabato mattina, per parlare di guida sicura ed imparare qualcosa di nuovo ed utile su come comportarsi in strada. Questa la bella atmosfera che ha permeato l’incontro organizzato dall’AC Livorno con una delegazione di studenti frequentanti la terza classe sezione B Geometri dell’Istituto ‘B.Buontalenti’ di Livorno, accompagnati dal Prof. Francesco Gravili e dalla collega Maria Cristina Mileti. I ragazzi, che non hanno ancora conseguito la patente di guida per le autovetture ma anagraficamente prossimi a compiere la maggiore età, hanno apprezzato il simpatico faccia a faccia ospitato presso i locali della delegazione centrale di via Michon 19 e che ha avuto lo scopo principale di introdurli brevemente alle interessanti tematiche proposte dal circuito di Scuole Guida ‘Ready2Go’.

Tecnologia e sicurezza. Un progetto al quale i vertici dell’Automobile Club Livorno hanno fortemente voluto aderire, anche per merito dell’intraprendenza dimostrata da Simone Pardini. Proprio lo storico delegato dell’Ente sul territorio di Rosignano Solvay, affiancato dalla valida collaboratrice Laura, ha eccezionalmente vestito i panni del ‘docente’. Intervenuto non solo per sensibilizzare i ragazzi ma anche per farli divertire in maniera costruttiva attraverso la prova ‘virtuale’, effettuata a turno dagli studenti a bordo dell’apposito simulatore di guida. Come tutte le tecnologie di ultima generazione, anche questa esercita un innegabile appeal sulla gioventù e incarna un perfetto strumento didattico, utilizzato da anni all’estero con esiti felici. Un’esclusiva che consente agli allievi di approcciarsi in maniera progressiva, efficace e priva di rischi alle potenziali criticità che può presentare la guida reale.

All’avanguardia, anche in provincia. Infatti, grazie all’affiliazione al rodato network di Scuole Guida della Federazione ACI a certificazione di qualità didattica e formativa, anche l’AC Livorno è divenuta un punto di riferimento d’eccellenza, all’avanguardia nell’apprendimento della sicurezza stradale. Il traguardo da raggiungere è quello di poter plasmare una nuova generazione, consapevole dei comportamenti da seguire per una guida sicura ed ecologica. Un salto di qualità per accrescere l’offerta formativa: per poter insegnare il giusto ‘metodo’, gli stessi insegnanti dell’Autoscuola si sono messi in gioco tornando sui banchi e frequentando un Master di Formazione. I contenuti sono infatti certificati UNI EN ISO 9001. Peraltro, un simile successo di consensi si era già riscontrato in occasione della parallela iniziativa organizzata dall’Ente sul territorio provinciale, attraverso la stessa delegazione di Rosignano. Sono stati tanti i ragazzi frequentanti l’ ISIS ‘Enrico Mattei’ che hanno partecipato ad un appuntamento che si ripeterà con cadenza mensile fino a giugno 2014 e che, da programma, presenta un perfetto bilanciamento di teoria e dimostrazioni pratiche. Di guida e non solo, visto che gli istruttori si soffermano su problematiche tutt’altro che di second’ordine come il cambio gomme e il montaggio delle catene da neve.

L’impegno dell’AC. Durante l’ultimo incontro invece, articolato anch’esso su una breve lezione impreziosita da video ed altri strumenti multimediali, ha presenziato Virgilio Marcucci in qualità di Presidente della Commissione Giuridica e Tutela Automobilisti. “In Italia si parla ancora poco di sicurezza, specie ai giovani- ha commentato il consigliere – Le cause degli incidenti sono tutt’oggi svariate ma alla fine la percentuale di sinistri stradali continua ad incidere ampiamente sul numero complessivo di decessi in età giovanile registrati sul suolo nazionale. E’ quindi inutile da parte delle Istituzioni e delle Autorità competenti perseguire nell’ideazione di azzardati provvedimenti, mutuati da altre realtà estere eppure spesso inattuabili o ben lontani dal risultare efficaci considerate le reali criticità accusate dalla nostra rete viaria. Come da sempre fa ACI stando dalla parte di tutte le categorie, occorre concentrarsi sulla salvaguardia dei diritti dell’utenza stradale e sul miglioramento concreto delle attuali condizioni delle infrastrutture”.

Per informazioni e iscrizioni, rivolgersi a:
Aci Rosignano – via Aurelia, 599
57016 Rosignano Marittimo. Telefono: 0586760500; email: aci.rosignano@acilivorno.it

 

Riproduzione riservata ©