Mamma 38enne strappa il 100 alla maturità

Mediagallery

di Lucrezia Del Re

Ilaria, la sua amica, l’ha definita così : “Altruista, una che è sempre disponibilissima ad aiutare gli altri per soddisfazione personale”. Stiamo parlando di Francesca Mennella, mamma-studentessa, che a 38 anni ha sbalordito la commissione d’esame del corso serale del Vespucci con un punteggio di 100 e lode, unico in tutto l’istituto tecnico commerciale. L’abbiamo intervistata.

Come si fa a prendere il diploma di istruzione di secondo grado con un punteggio così alto mentre si manda avanti una famiglia e si lavora?
(Solo chi, come Francesca Mennella, ha fatto questo percorso può rispondere, ndr). “Si può fare solo se esistono due condizioni: una motivazione fortissima e qualcuno che ti aiuta nella vita quotidiana, perché da sola sarebbe stato impossibile”.

Qual è stata la molla che ti ha fatto tornare sui libri, dopo aver lasciato il Liceo Cecioni, indirizzo linguistico da ragazza e aver messo su famiglia con due figlie?
“La morte di mio padre nel marzo 2011, un evento improvviso che ha sconvolto la mia vita e mi ha dato la forza di coronare il mio, ed anche il suo, sogno: conseguire il diploma. Io , con una sorella invalida, sono sempre stata l’orgoglio di mio padre, della mia famiglia, per cui l’abbandono scolastico era stato vissuto come un trauma. Ma con il passare degli anni avevo garantito a mio padre che avrei preso il diploma ed anche se avrei voluto farlo con lui in vita sono felice di essere arrivata al traguardo, per lui, oltre che per me, in questo modo”.

Chi ti ha aiutato?
“Mia madre e mio marito; mia madre e mio marito hanno gestito le due bimbe andando a prenderle a scuola, preparando loro il pranzo, facendo la lezione e seguendole nella quotidianità. Anche perché io ho svolto diversi lavori che mi tenevano occupata negli orari più bizzarri della giornata. Inoltre negli ultimi tre anni frequentavo la scuola dalle 17 alle 22 dal lunedì al venerdì, quindi senza il loro aiuto nulla sarebbe stato possibile”.

Quando ci si rimette sui libri da adulti come è il rapporto con gli insegnanti?
“Ho trovato docenti eccezionali, ho intessuto con loro rapporti che spero vadano avanti per il resto della vita. Ho riscoperto il piacere di leggere, andare al cinema e a teatro grazie ad un insegnante di lettere davvero speciale. Ho addirittura deciso di iscrivermi alla facoltà di Lettere Moderne all’Università perché voglio assolutamente continuare a studiare”.

Nell’opinione pubblica è diffusa l’idea che i corsi serali siano delle scorciatoie rispetto ad diurno, qual è il suo parere?
“Io vorrei che dal Ministero a tirare in giù si riflettesse sul valore dei percorsi serali per chi lavora, per chi, per mille motivi, ha interrotto gli studi da ragazzo. Ci rendiamo conto cosa vuol dire andare a scuola dalle 17 alle 22 tutti i giorni per anni mentre si pensa alla spesa, alla casa, ai figli, al lavoro? E poi studiare? E gli esami? La commissione è uguale alle altre, così come le materie”.

Qual è stata la sua emozione al termine del colloquio d’esame?
“Ero soddisfatta enormemente per essere arrivata alla fine del mio lungo sacrificio, ma stavo male proprio perché era tutto finito”.

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # 4luglio68

    Complimenti!!!

  2. # Alessandro

    Complimenti ed in bocca al lupo per il futuri impegni!!!!

  3. # Samarcanda

    Brava!! e adesso la Laurea!!

  4. # Sniper70

    che bel carattere…..complimenti vivissimi ;))

  5. # Giovanni

    Queste si che son notizie!!

  6. # Henry

    Vivissime felicitazioni sei stata veramente eccezionale! ! Brava Francesca!!

  7. # professore

    de l’hanno aiutata…brava ma dè…100 e lode? forse rispetto alla media degli studenti serali… non paragoniamola a un 100lode preso a 18 anni. Comunque grintosa

  8. # Mario

    Brava, complimenti !

  9. # lalla

    grande forza di volontà,complimenti!

  10. # corinna

    Bravissima, complimenti.

  11. # elisa

    BRAVISSIMA!!!!! complimentoni per il tuo successo e in bocca al lupo per l’università!!!!

  12. # ilaria tamberi

    brava,anzi bravissima!anch’io nel 1999 ho preso il diploma al Vespucci (non ho preso 100 come te!) lavorando e con un figlio di 10 anni e come te ho avuto genitori e marito che mi hanno aiutato ma è stata una bella soddisfazione

  13. # Piazza Mazzini

    Bravissima.

  14. # Ivan

    Brava complimenti sinceri!

  15. # cinzia carloni

    Brava Francesca

  16. # elisa mazzacca

    Grande Francesca

  17. # sonia

    Bravaaaa Francesca

  18. # anna lorenzini

    bella la mia amicaaaaaaaaaa, io ve lo dico: si è fatta un mazzo tanto per arrivare a ciò

  19. # rein

    grande!!!!! veramente grande

  20. # stefi

    Complimenti, anch’io sono mamma ho 38 anni e non so se riuscirei!!! Brava!

  21. # serghigo

    Brava. grande ! Sei una grande di questi tempi poi ! Un pensiero a chi ti ha sostenuto…. La Nonna e il Marito perchè signorisignore mia se non era per loro ad appoggiare la Francesca, avrebbe avuto sicuramente più problemi! Comunque complimenti ancora!

  22. # valentina

    L’hanno aiutata?! si è aiutata è una BOMBA!!!vieni a fare un mese di serale da noi poi vedi se è uguale o no al diuro…menni boss!!!!!

  23. # liburnico

    … non capisco la sua volonta’ dissacrante nei confronti della signora!!! La voglia di appiattire tutto e tutti al solito livello… perche’? … questo commento non le fa onore!

  24. # liburnico

    Vivissimi complimenti, studiare a 38 anni facendo la mamma e la moglie, non e’ come studiare a 18 con le tipiche situazioni di quell’eta’, bravissima 😉

  25. # Topa Gustavo

    Francesca, mi darebbe ripetizioni per Ragioneria ?

  26. # professore

    semplicemente, perchè fa più notizia una 38enne che prende il diploma al vespucci serale piuttosto che gli ingegneri livornesi che a 24 anni escono con 110 e lode e magari se ne devono andare a lavorare negli USA.
    finchè farà più notizia la signora rispetto ai tanti geni bistrattati in italia, allora l’italia andrà a rotoli come sta andando…
    La signora è stata comunque brava alla sua età a rimettersi a studiare, tanto di cappello, ma da qui a esaltarla come genio incompreso ce ne passa…

  27. # Francesca

    Carissimo Professore,
    le posso garantire che per me sono stati tre anni durissimi, e che contrariamente all’opinione comune al serale non è tutto rose e fiori, le dico inoltre che il mio 100 e lode non è merito dell’aiuto di nessuno, ma di tutti i miei sacrifici.
    E’ l’ora di finirla di vedere il serale come una scorciatoia quando non lo è assolutamente, e se mi sono rimessa in gioco a 38 anni è solo per cercare di migliorare le mie condizioni lavorative, dal momento che per sette lunghi anni mi sono alzata alle quattro di notte per portare il cosiddetto pane a casa, quindi riservi gentilmente le sue frustrazioni ad altro luogo

  28. # Valentina

    Cara Francesca, non devi giustificarti o tantomeno tentare di dare delle spiegazioni a certi individui davvero patetici e dalla vita triste. Da mamma che lavora capisco perfettamente ciò che hai passato e i sacrifici che hai dovuto affrontare. Brava e coraggiosa!

  29. # Elena

    Un brava a te ma anche a tuo padre che ha saputo motivarti ed é stato d’ispirazione. Sia Il tuo un ottimo esempio per quei ragazzi che sottovalutano o peggio disprezzano la scuola nell’ età in cui dovrebbe costituire il loro unico pensiero. Grande famiglia la tua!!!!

  30. # liburnico

    ti avrei messo un bel pollicione verde alzato, brava 😉

  31. # VIRGILIO

    😉

  32. # Federico

    Venti pollici rossi! Caro professore è un semplice discorso di rendimento: risultato vs. Ore dedicate. E secondo te una mamma …dico hai presente in casa cosa fanno le donne… ha le stesse ore a disposizine delle diciottenni che hanno solo da studiare e fare sport ? Chi è che rende meglio secondo te? Parla del tempo vai ciaooo

  33. # birillo 58

    Perchè “strappa”, ha studiato e se lo è meritato o no? BRAVAAAAAAAAA!
    p.s. peccato che sia sposata sennò ci proverei volentieri, oh è una battuta!