Il Comune lancia un calendario “ecologico” per promuovere la differenziata

Comune e Aamps lancia per il terzo anno il progetto “Differenziamoci” per creare nei giovani, e non solo, una cultura nuova di rispetto per l’ambiente

Mediagallery

Il Comune di Livorno lancia anche per l’anno 2013-2014 il progetto multidisciplinare e partecipativo “Differenziamoci” per creare nei giovani, e non solo, una cultura nuova di rispetto per l’ambiente. Si tratta delle terza edizione del progetto che quest’anno avrà come titolo “2050: Eco-Differenziati” a sottolineare lo stretto riferimento al messaggio europeo in materia (2050:vivere bene entro i confini del nostro pianeta) ma anche all’esperienza acquisita in città nel corso dei due anni passati per rispettare gli indirizzi europei sul corretto ciclo dei rifiuti. “Differenziati”, dunque, e non “Differenziamoci” anche se c’è ancora molto da lavorare e da apprendere. “Le ottime performance delle edizioni precedenti – ha detto l’assessore all’ambiente Massimo Gulì alla conferenza stampa di presentazione che si tenuta all’interno del Mercato Centrale – ci hanno indotto a promuovere una terza edizione del progetto che vede Comune, Aamps e cittadini collaborare insieme alla realizzazione della differenziata, quale elemento determinante per mantenere pulita la città”.
1200 gli studenti (elementari, medie e superiori) che saranno coinvolti quest’anno nel progetto per apprendere “buone pratiche” per la gestione dei rifiuti; ma incontri pubblici per incentivare la riduzione del rifiuto saranno rivolti anche a tutta la cittadinanza con il coinvolgimento della diocesi e di numerose associazioni.
Il progetto riproporrà la formula della peer education, ovvero gli studenti delle scuole superiori, adeguatamente “formati” da personale specializzato del Comune e di Aamps, faranno da tutor ai più piccoli, trasmettendo le conoscenze acquisite. Così come sarà riproposta in maggio la Giornata Ecologica di pulizia delle spiagge e dei fondali con la collaborazione preziosa delle associazioni ambientaliste, culturali e di sub.
Novità di questa edizione 2013-2014 sarà invece l’apertura del progetto all’Europa. Con grande orgoglio da parte dei curatori dello stesso progetto , “Ecodifferenziati” è stato chiamato infatti dalla Commissione Europea –DG Ambiente come esempio di “buona prassi” e in primavera una delegazione di studenti si recherà a Bruxelles per illustrare il progetto e presentare un video documentativo sull’esperienza. E per dare maggiore impulso alla differenziata, alla riduzione e al riutilizzo dei rifiuti in città, il Comune di Livorno, insieme ad Aamps, ha realizzato un calendario ecologico con informazioni utili per differenziare di più e meglio.
Il calendario riporta in copertina immagini del comico Claudio Marmugi a cui si deve anche lo slogan “Tranne i soldi puoi riciclare tutto”.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Piero

    Mi hanno rotto a dir poco le scatole con questa differenziata,ci mancherebbe anche il calendario della spazzatura

  2. # laura

    L’unica cosa che mi dispiace è che quando la spazzatura sommergerà Lei purtroppo sommergerà anche me che faccio parte di quella ancora per tanto tempo, minoranza che differenzia, compra i sacchetti per l’umido e, odi odi, raccatta perfino la cacca del cane( peso 4,30 kg).Quindi visto che già mi impegno ben venga un calendario magari con precise indicazioni tipo: il piatto di plastica dove lo metto? Peraltro in molti paesi al nord dello Scolmatore e a sud del Cecina già esiste.

I commenti sono chiusi.