Scoperto un deposito di refurtiva a Nugola

Mediagallery

La polizia ha scoperto ieri pomeriggio, a Nugola, un vero e proprio deposito en plein air di merce rubata: auto, furgoni, slot machine, bancomat. Sopra una collina, con vista panoramica e strategica sulla strada tra Livorno e Pisa, ecco dunque il magazzino all’aria aperta di alcuni ladri che avevano trovato in questo sito la posizione ideale (potendo controllare l’eventuale arrivo delle forze dell’ordine) per un centro di raccolta della refurtiva.
L’operazione delle volanti della questura nasce da un semplice controllo della zona iniziato in via delle Sorgenti all’altezza del ristorante “Il Melograno” (ex Tapiro), dove casualmente l’attenzione degli agenti si è focalizzata su di una slot machine al bordo della strada. Da un approfondito controllo si è capito che quella slot machine abbandonata era soltanto la punta dell’iceberg di quello che era celato in cima alla collina. Sono in corso indagini per risalire a chi c’è veramente dietro questo deposito di merce rubata.

Riproduzione riservata ©

6 commenti

 
  1. # asciugati

    boia deh . dalla foto si vede anche una cisterna, un camioncino etc. e quello si chiama deposito all’aria aperta di merce rubata e nessuno si era mai accorto di nulla ? E sai ‘osa avevano lasciato in bella vista dù biciclette rubate ! Ma in che mani siamo ?

  2. # 0586

    LA POLIZIA è intervenuta dopo segnalazioni di cittadini e non da normali controlli,le indagini per risalire agli eventuali responsabili probabilmente porterà a un bel nulla di fatto!!i vari furgoni pieni di moto e scooter rubati a Livorno trovati in passato non hanno portato a trovare nessun responsabile!!

  3. # lomack62

    Ma non state sempre a puntualizzare chi ha fatto o detto cosa…………..!! l’importante e che fatti come questi avvengano sempre più spesso, se vogliamo che le cose funzionino dobbiamo avere fiducia nelle istituzioni e fare più segnalazioni !!

  4. # mi sento preso in giro

    Se la storia è quella che avete scritto e la foto corrisponde al luogo in questione la risposta è che mi sento preso in giro, parlo perbenino per evitare la censura, lo capisce anche un bimbo che quella è una discarica a cielo aperto che con la connivenza delle forze di stato, provinciali e comunali è andata avanti per anni visto lo stato dei fatti, distinti saluti.

  5. # nugola-nugola

    Per anni un mi sembra, vai a vedere Google earth: le ultime foto acquisite sono dell’agosto 2013 e un c’era nulla. se sapevi qualcosa segnalavi, come faccio io quando vedo qualcosa che non torna, tipo nordafricani tra i boschi, ok ?

  6. # Marika

    Perché dovete essere sempre così critici e malfidati?Se i fatti sono andati così dobbiamo solo essere contenti e sperare che le indagini vadano avanti nel modo migliore!!! In Italia vanno male le cose perché nessuno ha voglia di cambiare! Plauso alle forze dell ordine

I commenti sono chiusi.