Scali Cialdini. Asa: “I lavori termineranno, come stabilito, entro il 31 agosto”

Mediagallery

Asa rende noto che sono in completamento le opere di urbanizzazione di Porta a Mare. L’ultimo intervento riguarda il prolungamento della fognature nera in pressione e dell’acquedotto industriale.  In questo contesto vengono collegate le condotte dagli Scali Novi Lena agli Scali Cialdini, oltre il Ponte Nuovo. L’esecuzione del lavoro procede secondo un programma concordato con il Comune di Livorno, in quattro fasi. Il Comune ha inteso regolare il traffico secondo specifiche ordinanze, cui restano in vigore le ultime due:

– n. 573/2013P (terza fase) per quanto riguarda il modifiche della circolazione tra scali Adriano Novi Lena e via Enrico Cialdini avente efficacia dal 5 agosto fino al 30 agosto 2013;

–  n. 592/2013P /quarta fase)per quanto riguarda il modifiche della circolazione in via Enrico Cialdini avente efficacia dal 26 agosto fino al 10 settembre 2013.

Il 9 agosto è stata completata la seconda fase piuttosto complessa in quanto comprensiva dell’inserimento del gruppo di valvole per il collegamento alla centralina di sollevamento della fognatura nera del Ponte Nuovo e per una serie ininterrotta di altri servizi da attraversare.

I lavori si sono dovuti interrompere nella sola settimana di ferragosto in quanto erano chiusi i fornitori di calcestruzzo e di bitume, nonché le discariche per i materiali di scavo. In questo momento è in completamento lo scavo lungo il Ponte Nuovo (fase 3) ed a seguire verranno posate le 3 tubazioni (vedi schema in sezione) ossia: 2 condotte per la fognatura nera ed una per l’acquedotto industriale. Si prevede il completamento di questa terza fase nei primi giorni della prossima settimana. La quarta ed ultima fase, prevede il collegamento al collettore in cemento (diam. 900 mm). In conclusione, Asa rende noto, che i lavori stanno proseguendo senza rallentamenti verso la fase conclusiva, nonostante le difficoltà incontrate, in particolare dovute alla modesta dimensione della carreggiata stradale ed alla presenza del semaforo. Questo rende difficoltosa, sia per la circolazione stradale, nei momenti di punta, sia l’esecuzione dei lavori. Per consentire la massima larghezza possibile alla carreggiata destinata al traffico, il cantiere viene ad avere dimensioni ridottissime e non è possibile quindi lo stoccaggio dei materiali, stante anche la presenza dei mezzi operativi. La sede di Asa, a poca distanza, fa pertanto da stoccaggio delle tubazioni in polietilene e pezzi speciali e l’impresa esecutrice dei lavori deve saltuariamente approvvigionarsene.

Questa ulteriore complicazione può causare un momentaneo blocco dell’attività del cantiere. In ogni caso si prevede che i lavori termineranno entro i tempi stabiliti del 31 agosto, a fronte di un’Ordinanza Comunale 592/2013 P, che ha efficacia sino al 10 settembre 2013, come richiesto in caso di eventuali imprevisti.

Dal 26 agosto saranno previsti i seguenti provvedimenti:

– il divieto di transito in via Enrico Cialdini nel tratto di corsia direzione sud-nord per 14 metri lineari all’altezza dell’intersezione con scali D’Azeglio con l’istituzione del doppio senso di marcia nel tratto di corsia nord-sud;

– la direzione obbligatoria a diritto in via Enrico Cialdini all’altezza dell’intersezione con scali D’Azeglio per i veicoli provenienti da nord;

– il divieto di sosta con rimozione forzata in scali d’Azeglio per 15 metri lineari a partire dall’intersezione con via Enrico Cialdini, lato fosso, con soppressione spazi di sosta del parcheggio gestito da Copisa  scrl.

Tale provvedimento può essere attuato subordinatamente al ripristino della disciplina della circolazione modificata dall’ Ordinanza 573/2013.

 

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # Bruno

    Nessuno accusa l’ ASA peri lavori che sta facendo.
    Il problema è il Comune di Livorno e i responsabili della viabilità cittadina.
    LIBERARE QUALCHE ZTL oppure APRIRE TEMPORANEAMENTEVIE CHIUSE AL TRAFFICO (VIA CAIROLIE VIA RICASOLI) avrebbe potuto eliminaremolti problemi.
    MA COME ALSOLITO QUANDO SI TRATTA DI PENSARE QUALCOSA A FAVORE DEL CITTADINO…NULLA.

    ASA ha scritto su Quilivorno per giustificare ilsuo operato,ma il COMUNE O L’ASSESSORE CHIAMATI IN CAUSA NON RISPONDONO MAI ALLE RIMOSTRANZE DEI LIVORNESI?

  2. # lorenzo

    quando si fanno questi lavori, si prevedono che ci sono queste chiusure di agosto, per cui bastava lavorare ininterrottamente a luglio e a quest’ora era finito. La colpa non è dell’ASA ma del comune che doveva imporgli di finire in minor tempo

  3. # giangi

    In attesa del 31 agosto, non si potrebbe regolamentare diversamente il semaforo “allungando” il verde lungo gli scali Cialdini?

  4. # la livorno oltre il boia deh!

    il problema non sono i lavori asa è che visto la durata, il comune non ha predisposto nessuna viabilità alternativa ha persino lasciato un semaforo di viabilità ordinaria in mezzo ad un cantiere stradale non funziona cosi c’è semmai un semaforo di cantiere messo a idonea distanza. informo che lunedi prossimo quasi tutti hanno finito le ferie e allora si caos stradale. neanche un comunicato da palazzo?! pazzesco! il comunicato ve lo facciamo noi cittadini esasperati alle prossime elezioni.

  5. # mau

    Il semaforo che incrocia i fossi non é visibile e molti passano con il rosso…attenzioneee

  6. # Allerta

    NON PASSA ANNO CHE CI SONO LAVORI…..PER ME LO FANNO APPOSTA!!!
    Perchè Scali Cialdini, Ponte Novo, Scali Novi Lena è tutto un CHIUDERE ogni ESTATE!! “Ma lavori al GASSE?….”

  7. # kamui

    bravo, così dagli scali manzoni passi a natale! Già la gente che viene da piazza mazzini, sovente (leggi: “fisso”) passa col rosso. Boia, devi esse’ parente dell’assessore al traffico

  8. # kamui

    arriverà maggio, eh… tutti a lamentarsi e poi tutti a vot’ i “comunisti” perchè livorno è rossa… sì ma dalla vergogna…

  9. # Luciano

    Qualcuno è sempre pronto a criticare, mi fate venire la depressione, -se ci sono i lavori si critica
    -se non ci sono si critica perchè non ci sono,
    -ma se ci sono non ci deve essere il traffico e tutti con la soluzione ( più delle volte emerite bischerate ) pronta in tasca ma che non sara mai dimostrabile in quanto nessuno la applicherà in quanto bischerata.

    Ma fate lavora la gente, lavorano per la nostra città, si sa che c’è traffico chi può usi la bicicleta e lo scooter dico chi può….chi non può ci vorrà per qualche giorno ancora un pò di pazienza.

    Ma per lavoro o vacanza non girate mai, a luglio ho fatto più file in Germania verso il Nord sulla A7 che potevo addormentarmi al volante….GERMANIA era ed è tutto un cantiere….i Tedeschi tutti in fila pazientemente….noi Italiani no si borbota senza attaccare l’interruttore del cervello, solo per fregare gli altri siamo sempre pronti e imigliori, parlo degli Italiani e non dei Livornesi e basta.

  10. # ASA spa

    Sono disponibili dettagli sui lavori di ASA su facebook ASA spa

  11. # giangi

    Non sono parente dell’assessore al traffico, ma vivo a Livorno e faccio quella strada 4 volte al giorno con la fila che in certi orari arriva oltre il ponte di S.Trinita. Non mi risulta che sugli Scali Manzoni siano incolonnati fino a Piazza Cavour. Forse da lì ci passi poco .

  12. # Alì

    Nelle altre città lavorano anche la notte qui no solo un paio d’ore la mattina e poi tutti al mareeee!

  13. # Luciano

    Ieri sera, quando sono passato alle 18 li davanti per andare per davvero al mare, erano a lavoro….

    Inoltre non ho mai visto, in nessuna città Italiana e del Nord cantieri di questo tipo lavorare di notte nel centro città, semplicemente perché è, giustamente, vietato dalla legge ( salvo lavori per la sicurezza ) , ma ce l’hai presente il rumore che fanno, le vibrazioni….di notte sarebbero insopportabili.

I commenti sono chiusi.