Furto a Cure Palliative: rubati due televisori. E un negozio di tatuaggi regala una tv al reparto

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO  – Un furto che lascia di stucco non tanto per il valore delle cose rubate ma per il dove è stato effettuato. A sparire infatti in questi ultimi giorni sono state due televisioni collocate all’interno delle stanze di Cure Palliative. A confermare l’amara notizia è lo stesso Umberto Vivaldi, presidente dell’Associazione Cure Palliative,  contattato questa mattina, sabato 24 agosto, al telefono dalla redazione di Quilivorno.it: “E’ una cosa che fa rimanere sconcertati – spiega Vivaldi – ed è anche difficile capire chi possa mai aver compiuto un gesto del genere. Nel reparto non ci sono telecamere, non c’è orario di passo. E’ una cosa che mi lascia senza parole. Chi può essere stato? Non ho la minima idea”. Sul posto si sono portati anche i carabinieri di Livorno per raccogliere la denuncia di furto e per svolgere le indagini del caso
Fortunatamente la solidarietà non ha limiti e grazie al veloce tam tam sono già stati raccolti i soldi (circa 500 euro in tutto) per ricomprare e mettere al loro posto nei prossimi giorni i due schermi all’interno delle stanze dei pazienti. “Per fortuna c’è sempre chi è pronto a dare una mano – conclude Vivaldi con il groppo in gola- Vuol dire che qualcosa di buono c’è sempre”.

IL GESTO DI BENEFICENZA. A conferma di quanto dichiarato da Vivaldi nella tarda mattinata di oggi, tre “angeli” benefattori Pablo De Vivo, Gianluca Rondina e Flavio Gentilini, dello studio Tattoo Life Style hanno deciso di comprare e regalare una tv 24 pollici al led della Thomson (come si può vedere nella foto) e regalarla al reparto di Cure Palliative.

La notizia è rimbalzata su facebook proprio sulla pagina di Pablo De Vivo il quale aveva scritto: “Lo studio Tattoo Life Style appresa la notizia del vergognoso furto di alcune televisioni dalle camere del reparto di Cure Palliative all’ospedale di Livorno, ha sentito il bisogno di acquistarne una nuova per riportarla a chi ne ha veramente bisogno! Con la speranza che una cosa del genere non capiti mai più”.

Riproduzione riservata ©

67 commenti

 
  1. # daniele

    Vergogna!

  2. # patrizia

    si stanno superando tutti i limiti, che vergogna!

  3. # eto

    alla vergogna un c’è mai fine

  4. # Monica

    Che povertà d’animo….

  5. # Carini

    Maledetti!! Non ci sono parole!!!

  6. # biscottino

    Purtroppo ho frequentato il reparto, per quella che è stata la mia triste esperienza, vi lavorano persone stupende e amorevoli che seguono malati che spesso sono giovani.
    Quello che è accaduto mi fa capire quanto l’uomo sia sceso in basso, sono sicuro che un animale non avrebbe mai compiuto un gesto del genere verso un suo simile. Vergognatevi se ne siete capaci.

  7. # sandro

    il male non si augura a nessuno ma…

  8. # alberto

    la schifezza umana non conosce limiti…..

  9. # Barbarica

    Non c’è fine al peggio… Non dico altro senno mi censurano il commento… Speriamo qualcuno da lassù veda..

  10. # Claudia

    Speriamo gli scoppi nel viso appena le accendono, schifosi

  11. # dario

    che schifo ..non ho parole ..fate c…

  12. # alberto

    un altro commento pero’ l’ho voglio mette…..PUO’ ESSERE STATO pure un livornese….INTANTO cominciamo a levare dai cancelli quei personaggi che vi stazionano…barbottando ad ogni passaggio..

  13. # Augusto

    Bastardi !!

  14. # Andre

    Che chi li ha rubati li rispenda tutti in medicine deh che schifo

  15. # tappino

    è come il furto avvenuto al magazzino economale ( sempre dentro l’ospedale),nessun segno di scasso e forzature. chi sarà stato? ..mah!! mistero!!

  16. # lorenzana

    Li metterei un petardo sai dove…

  17. # sergio

    Andiamo in molti a donare anche pochi euro, quelli in più serviranno ad altro è un atto dovuto di fronte a questi episodi che non dovrebbero neanche esistere. Spero che questi vengano presi e condannati a svolgere un servizio assistenza a malati che non possono farlo,
    cosi spero che si rendano conto di quello che hanno fatto e di quante persone generose esistono.

  18. # alessandra

    chiunque tu sia, speriamo che un giorno una di quelle stanze sia la tua, senza televisore perchè un’altro manigoldo come te l’ha portato via….

  19. # Vento di Libeccio!

    Per non scivolare nel volgare (come invece io vorrei), posso scrivere “VIGLIACCHI” a questi “signori ” oppure sono troppo offensivo?

  20. # Barbarica

    Ci fate sapere il rid o altro per fare donazione.?.. Grazie Redazione…

  21. # Barbarica

    Grazie…

  22. # mau

    Se è stato un livornese questo miserabile li metterã in vendita su eBay o subito.it

  23. # tappino

    mettere il pollice verso è come dire chi tace acconsente!!
    purtroppo anche l’ospedale di notte specialmente è diventato terra di nessuno,lo dico perche ci lavoro e sono sicuro di ciò che dico.quindi i pollici versi non ci combinano niente.

  24. # McFred

    Che non ne abbiano mai bisogno!?!?!

  25. # ognitanto

    Una vergogna, sì. Il mondo è pieno di disgraziati… e questi che rubano televisori (o altro) in stanze dove la gente soffre, e soffre per davvero, sono più disgraziati degli altri. Nel senso che lo sono moralmente, ed è la peggior disgrazia che possa capitare ad un essere umano.
    Magari il danno economico non è ingente, ma il gesto è INCOMMENSURABILMENTE grave e brutto. Poveracci! In punto di morte saranno soli, come tutti gli altri, e i televisori non basteranno…

  26. # Fede

    Che Vergogna!

  27. # Andrea B.

    Non vedo cosa ci sia di shockante… rubano tutti i giorni e in ogni dove. Magari sarà stato qualche paziente o infermiere scontento…
    La cosa shockante è come negli ultimi anni, le forze di polizia a livorno non riescano più a tener testa all’aumento della criminalità.
    Ma capisco anche che con i pochi soldi che investe lo stato in polizia, non possiamo sperare in meglio.

  28. # zappa1966

    che tristezza l’umanità……….

  29. # Crociato

    Almeno l’ospedale, liberatelo da tutta la torma di accattoni molesti e clandestini che minacciano le persone nei parcheggi, intimidendo, insultando e sputando addosso a chi va in ospedale a curarsi o perchè ha una persona cara che sta male. Almeno della sofferenza, abbiate rispetto! Maledetti buonisti…

  30. # mauro

    Senza fine è l’universo, e la stupidità umana.

    Ma sull’universo ci sono dei dubbi.

  31. # Poujji

    Spregevoli è fare un complimento.

  32. # Stef.

    Complimenti per l’arguto commento, se l’inteligenza sarebbe stata una disciplina olimpica, sicuramente avrebbe conquistato il podio!!!

  33. # Stef.

    Bravi, proprio bravi, facili in quel reparto , ma tanto la pagate e la pagherete cara, a voi e chi vi difende!!

  34. # Saverio

    Atto davvero esecrabile e squallido, chiunque sia stato che la ripaghi presto. Ho avuto la sfortuna di conoscere quel reparto dove ho assistito per 15 giorni fino ai suoi momenti finali un mio carissimo parente purtroppo malato di cancro; è un reparto verso il quale nutro molto risentimento per via di questo mio lutto, ma anche perché non riesco ad accettare che nel 2013 la medicina ufficiale non riesca a trovare cure efficaci verso il cancro, dopo 50 anni e passa di ricerche su animali che ritengo solo delle inutili crudeltà, che oltre tutto non sono servite a nulla. Il problema è che ci sono interessi troppo forti da parte delle industrie farmaceutiche per far si che si smuova qualcosa.

  35. # Stefano

    Bastardi dentro e fuori,chi non rispetta il dolore altrui!!!!

  36. # ivan

    VERGOGNATEVI!

  37. # alberto

    evidentemente te non conosci quel reparto…e io ti auguro di non conoscerlo mai, non esiste un orario di PASSO proprio per le sue caratteristiche Le forze di polizia non riescono a tenere testa sia x la carenza di organico sia per l’enorme spazzatura umana che ha raggiunto livelli giganteschi in questa citta che alcuni buonisti continuano a definire tranquilla….Ma quello che vorrei dire COME FA QUELLA M. a guardare la tv…che ha portato via ad un paziente terminale e a colui che lo assiste nelle sue ultime ore

  38. # biscottino

    Quindi secondo te rubare il pane ad un ricco oppure rubarlo ad un cassaintegrato con figli è la stessa cosa? Qui si sta discutendo A CHI è stato rubato il televisore e non del furto in se stesso.

  39. # arcibiade

    Questo è l’ultimo furto di una serie infinita da parte di balordi,che nella notte ,approfittando dello scarso controllo,scorazzano in lungo e in largo,impuniti.Quello che fa rabbia è che spaccano sedi pubbliche scuole ,asili,sedi volontariato (vedi misericordia Montenero) spesso con atti che sfociano nel vandalismo solo per ricavare pochi spiccioli.Non si potrebbe sopperire piazzando telecamere in luoghi potenzialmente attaccabili.!

  40. # massimo

    La mamma degli imbecilli è sempre incinta! Ma per fortuna ci sono tante persone generose, complimenti ai tre benefattori.

  41. # LazzarOne

    La mia più profonda stima a Pablo De Vivo, Gianluca Rondina e Flavio Gentilini, dello studio Tattoo Life Style per il bellissimo gesto che hanno compiuto. Fortunatamente per ogni schifezza che mi fa perdere la stima nel genere umano c’è sempre una reazione nobile che me la fa subito riguadagnare.

  42. # Il Moralizzatore

    Pazienti scontenti? ma lo sai quali sono i pazienti del reparto? Se ignorante perché ignori

  43. # Marco

    VERGOGNATI…evidentemente hai avuto la fortuna di non conoscere quel reparto fatto di GRANDI persone,hanno accompagnato dieci anni fa mia moglie di 38 alla fine dei suoi giorni e aiutato me e mia figlia di 6 anni a sopportare il peso del dramma…chi ha rubato doveva avere la stessa tua sensibilita’…ripeto devi VERGOGNARTI

  44. # Marco

    Ho gia’ commentato sopra,la morte non si augura a nessuno ma in questo caso faccio una eccezione

  45. # massimo

    tre mesi fa ho perso mia madre, ricoverata alle cure palliative. vorrei dire
    andrea b,che il personale del reparto e’ stupendo.
    si vergogni di quello che ha scritto…

  46. # lorenzana

    La cosa shockante è che tu non sappia di che padiglione si parla…

  47. # Elena

    Un plauso a Pablo, Gianluca e Flavio per il loro bellissimo gesto.

  48. # Dario

    Purtroppo per mio padre e mia sorella ci sono stato due volte nel giro di un anno nel reparto cure palliative ed è un ambiente che ti consente di vivere gli ultimi momenti con i tuoi cari a pieno. Tutto quello che vi è dentro, dalle semplici tazzine da caffè, cucine, televisori, sorveglianza no stop da parte dei medici e degli infermieri, SERVONO per dare una degna morte a chi, purtroppo dovrà abbandonarci. Chi ha fatto un gesto del genere non merita di essere definita persona, non ci sono scuse per un gesto simile. Anche il diavolo si scioccherebbe per tanta insensibilità. Fate schifo chiunque sia stato! Meritate soltanto il peggio dalla vita! Pregate il signore che non vi becchi mai per strada perchè… meglio che non lo scriva.

  49. # mauro

    Quello che dici, sono solo sciocchezze, di chi non sa, è un reparto di brave persone, infermieri e medici, i pazienti hanno altro a qui pensare che alle televisioni. Quelli che hanno rubato, sono soltanto spazzatura umana, neanche degni di esistere.

  50. # Carlo

    Pensando male a volte ci si azzecca. Ci sono dei loschi figuri che abitualmente stazionano dentro l’ospedale e /o agli ingressi e stranamente, guarda che coincidenza, ultimamente sono sparite tutte le grondaie di rame del poliambulatorio, vuoi vedere che i televisori…

  51. # Brilla

    Meno male ci sono sempre belle persone!

  52. # io

    spero solo una cosa, semmai accenderanno quelli schermi, che gli appaia la voce della sua coscienza…. ma persone del genere sicuramente non hanno coscienza… BASTARDI…..

  53. # silvia

    Bravissimi ragazzi del negozio di tatuaggi! Pochi discorsi ma fatti concreti! Non ho tatuaggi e non mi piacciono, ma è un po’ che mio figlio mi chiede il permesso di farne uno. Se cambio idea sui tatuaggi (e la cambierò dietro insistenza del pupo) so dove farglielo fare!

  54. # France

    Non meriti nemmeno commenti.

  55. # siggino

    ringraziando il cielo ci sono ancora molte persone che ci permettono di voler bene alla nostra città,penso che dovremmo ritrovare il senso di appartenenza e di rispetto di tanto lavoro fatto da cittadini che ci hanno preceduto, e lasciare ai nostri figli una città alla quale non mancherebbe nulla per essere amata, basterebbe un impegno da parte di tutti a vigilare e proteggere quello che appartiene a tutti noi.

  56. # mg

    Ma vai a…

  57. # raffaele

    Sono profondamente sdegnato, da credente spero che l’ira di Dio si scateni contro questi delinquenti, ONORE AL BENEFATTORE e che Dio lo benedica.

  58. # Elisa

    E più scioccante leggere certi commenti come il tuo caro Andrea….. Per eh secondo te un malato alle cure palliative può essere tanto scontento da potersi permettere la forza di rubare una tv? Ma dico io ma stai scherzando o cosa?

  59. # nino

    vergogna fate schifo che siate maledetti

  60. # frenki

    si ricordino QUEI SIGNORI…che ..la vita è una ruota che gira . oggi a me domani..chissà

  61. # dubbioso

    E’ già tanto tempo che penso che il mondo degli uomini è ormai finito…Stiamo sopravvivendo in mezzo ai vigliacchi travestiti da esseri umani
    Ne ho la certezza piena. Mia mamma li, mi ha salutato per l’ultima volta, non troppo tempo fa.
    Accompagnato dalla sua ombra quotidiana riesco ad andare avanti. Comunque vili siete vili !!

  62. # la livorno oltre il boia deh!

    non volevo commentare la notizia perchè non ha bisogno di commenti, ma le tue parole ci spiazza ogni risposta corretta ed intelligente, se hai un briciolo di umanità dovresti chiedere scusa per quello che hai scritto e ti invito a partecipare alla colletta.

  63. # aquilone

    auguro a chi lo ha fatto un bel soggiorno in reparto !!

  64. # Stefano L

    Pablo De Vivo, Gianluca Rondina e Flavio Gentilini, dello studio Tattoo Life Style, siete dei GRANDI… grazie a nome di tutti e spero che la vostra generosità sia ricompensata… GRAZIE

  65. # Lukas

    Tranquilla, sono pure bravi!

  66. # Alì

    Livorno è diventata roba da torta!!! E vi dirò di più sara sempre peggio dobbiamo reagire tutti insieme rossi e neri per far tornare la nostra città davvero “nostra”

I commenti sono chiusi.