Asl, saldati quasi 68 milioni ai fornitori

Mediagallery

L’’Asl ha azzerato i debiti scaduti nel 2012 nei confronti dei propri fornitori per un valore di circa 68 milioni di euro. “Questo risultato, spiega la direzione, è stato reso possibile grazie anche alla immissione di liquidità nel sistema economico regionale di circa 320 milioni di euro legata Decreto Legge 35/2013 che ha portato l’azienda livornese ad avere dalla Regione Toscana circa 16 milioni e 400 mila euro. Tali risorse, assieme a quelle messe a disposizione dall’azienda stessa, hanno permesso di azzerare il debito “certo, liquido ed esigibile al 31/12/2012” come comunicato ufficialmente nei giorni scorsi al Ministero dell’’Economia.
L’’azzeramento non è solo un importante risultato contabile raggiunto dall’azienda, ma ha un valore fondamentale anche per tutto il contesto economico locale. In questo modo, infatti, sono stati pagati ai fornitori di beni e servizi i debiti esigibili a fine 2012, per la precisione 67 milioni e 600 mila euro, e contestualmente sono state avviate anche le procedure per saldare tutte le pendenze scadute successivamente ovvero i debiti divenuti esigibili nel 2013 per far arrivare l’’Azienda ad un situazione senza pendenze”.

 

Riproduzione riservata ©