Aggredita infermiera. La famiglia del paziente: “Situazione drammatica, mio padre stava morendo”

I familiari volevano costringere l'infermiera ad effettuare una terapia senza il parere medico: denunciati per interruzione di pubblico servizio

Mediagallery

LIVORNO –  Caos in corsia all’interno di Medicina Generale. I familiari di un paziente hanno prima maltrattato e poi aggredito fisicamente un’infermiera del reparto perché si era rifiutata di effettuare una terapia decisa dagli stessi parenti, una decina quelli presenti, nonostante le evidenti controindicazioni mediche. In pratica, volevano che l’infermiera svolgesse delle bronco-aspirazioni quando invece il paziente presentava una situazione di edema polmonare. Il tutto è avvenuto ieri, domenica 17 novembre, intorno all’ora di pranzo.
L’infermiera si è opposta subendo così l’ira dei congiunti sfociata poi nella violenza di alcuni con spintoni e mani addosso alla dipendente Asl. Sul posto è intervenuta anche la polizia che ha identificato le persone coinvolte denunciandole per interruzione di pubblico servizio.

La famiglia del paziente replica. Ecco la lettera arrivata in redazione e che riportiamo in maniera integrale qui sotto.
Salve , poichè mi viene data la possibilità di replicare all’articolo di ieri desidero precisare come si sono svolti i fatti.
Mio padre è ricoverato presso il quinto padiglione, 3° piano in gravissime condizioni dal giorno 7 novembre. Sabato 16  novembre gli e stata praticata una bronco aspirazione perché il muco lo stava soffocando. Domenica verso le 11 sono andata in ospedale e ho trovato mio padre di nuovo rantolante, con il respiro corto e affannoso allora ho chiesto con gentilezza ad un infermiere se poteva provvedere ad un’ulteriore bronco aspirazione. Lo stesso mi ha risposto gentilmente che non era il suo settore, ma ha chiamato un’infermiera affinché provvedesse. L’infermiera in questione ha prima detto che non era ora di visita e ci ha mandato in sala d’attesa e poi ha detto poi si viene ora non è il caso. Mia madre poli-infartuata è rimasta vicino a mio padre e quando si è resa conto che stava peggiorando a vista d’occhio con perdita di muco dalla bocca ha gridato: “sta morendo!”. Nel frattempo era già passata più di un’ora ed erano arrivati anche mia sorella e mio fratello perché erano le 12,10 (ora di visita) e nessuno era venuto ancora a controllare le condizioni di mio padre. A questo punto senza strattonare nessuno e sopratutto senza interrompere nessun servizio pubblico,  ho accompagnato l’infermiera a rendersi conto delle condizioni in cui versava mio padre. E’ stato quindi chiamato il medico di turno il quale ha fatto fare un’ulteriore bronco aspirazione. Preciso che non siamo né ignoranti né vogliamo sapere più dei medici ma non c’è bisogno di una laurea per rendersi conto della gravità della situazione. Aggiungo che purtroppo avendo figli malati di fibrosi cistica so perfettamente valutare quando è opportuno intervenire. Quando mio fratello ha minacciato di chiamare i carabinieri veltamente, per tutelarsi, sono stati chiamati da altri.  E’ intervenuta la polizia alla quale ognuno ha rilasciato le proprie dichiarazioni e per corretta informazione, preciso che non ci è stato comunicato l’avvio di nessun provedimento giudiziario . La bronco aspirazione non era pericolosa , come sostenuto, nel corso di questi giorni gli è stata praticata più volte.  Da brava livornese ringrazio i commentatori. Sarebbe auspicabile però prima di esprimere giudizi si mettesse in moto il cervello. Solo i presenti possono sapere come si sono svolti i fatti nella realtà. Grazie dell’attenzione”.
F.P.

Riproduzione riservata ©

85 commenti

 
  1. # gabri

    Spero avvenga, d’ufficio, una bella denuncia per interruzione di pubblico servizio oltre a quella per lesioni inferte alla infermiera. L’ignoranza genera mostri: fare una bronco aspirazione in un edema polmonare, oltre che pericolosa è del tutto, ribadisco del tutto inutile.

  2. # Caterina

    il classico problema dell’ignorante: avere la presunzione di sapere tutto.
    I parenti avrebbero mandato l’amato al creatore con il loro atteggiamento, complimenti.
    A ognuno il suo per favore.

  3. # Vale

    L’ignoranza e la maleducazione sono nel DNA di noi livornesi !!

  4. # Nedo

    Siamo al collasso mentale….la gente sta impazzendo….

  5. # nessuno

    Vergogna! L’ignoranza, la mancata capacità di conversare,ascoltare,e soprattutto capire l’altro, porta a questo! Cerchiamo di diventare meno egocentrici ed egoisti e forse certi episodi si eviterebbero!

  6. # Daniele.

    A Livorno siamo tutti primari allenatori ed economisti, oltre che ignoranti…

  7. # biscottino

    L’arroganza, l’ignoranza la prepotenza ormai stanno dominando la vita quotidiana ed i risultati li vediamo ogni giorno.

  8. # donatella

    Livorno deve comprendere la parola umilta’.Il livornese e’ arrogante sempre :sul luogo di lavoro,con chi lavora nonostante sia uno sfaticato
    cronico,il cervello rivolto al dio pallone,che non offre pane a nessuno
    ma riesce a annebbiare il cervello di molti

  9. # Claudia

    la violenza non è ammessa a prescindere però…non so ascolterei le due campane!!!!!!

  10. # Roberto

    Niente di cui meravigliarsi. Negli ospedali succede tutti i giorni.

  11. # Daniela

    Premetto che non vanno messe le mani adosso e neanche insultare… Concordo però con chi sostiene che bisogna sentire le due campane. Un mio strettissimo parente aveva febbre a 40 con infezione. Ma sostenevano che non era affatto così , non aveva febbre per loro. Dopo la mia insistenza molto approfondita … Torno in sala operatoria con infezione.

  12. # Ceccobeppe

    Si… Concordo anch’io sul sentire le due campane…

  13. # Teseo

    Sono episodi che nono possono essere ammessi, qualunque sia la nazionalità degli aggressori.

  14. # Lisa

    Città di barbari ed incivili, non sembra neanche di stare in Toscana

  15. # Sniper70

    la gente è fori di testa,un ne voglio sentì piu’…mah

  16. # Max58

    Possibile che della decina dei parenti non ce ne fosse uno in grado di ragionare? Davvero vorrei ascoltare anche la loro versione, perché la cosa non mi convince…

  17. # il terrone

    Sono perfettamente d’accordo con te,ma quello che dici andrebbe applicato sia ai parenti che al personale in oggetto

  18. # lorenzo

    In molti casi, non so quanto e come in questo, i pazienti sono medici, i passeggeri degli aerei sono piloti e chi e’ medico o pilota veramente e’ considerato uno stupido messo li per creare disservizi e problemi alla gente..

  19. # Gino

    Ma l’avevano letto su wikipedia!

  20. # Fra

    O l’avevano visto fare a Dr.House

  21. # Teseo

    Andiamoci piano a offendere Livorno… chi l’ha detto che questi violenti sono livornesi?

  22. # livorneseDOC

    si, come al solito processi all’intenzione. io vorrei sentire anche i pazienti. perché la violenza bisogna evitarla, ma quando hai un tuo familiare in un letto di ospedale che soffre e non ci puoi fare nulla, e il personale non ti considera di vi a li’…….vorrei vede’ voi quanti calmi ci sanno rimanere. specialmente quando si tratta di figlioli. (esperienza personale)

  23. # Donna Letizia

    Premettendo che queste azioni di violenza INCIVILE non hanno alcun tipo di giustificazione….Molte volte pazienti e parenti che li assistono sono lasciati soli a se stessi,senza che un qualche luminare si scomodi a dare loro un qualsiasi tipo di informazione sulla malattia,suo decorso,cure ecc.ecc.E’ quasi ineluttabile che le teste calde poi compiano queste azioni scellerate!Tra paziente che soffre e medico ci vorrebbe un po’ piu’ di assistenza e collaborazione!

  24. # Alessio

    hahahahaha.mi fate ridere.meno male siete consapevoli della ignoranza…..hahahhaha

  25. # amaranto67

    no vale, un facciamo passare questo messaggio perche livorno non è questa, o almeno, non è solo questa… livorno è anche una città che ha espresso e esprime cultura e genio assoluto… purtroppo ogni medaglia c’ha il su’ rovescio…ovviamente parlo in termini generali visto che non c è modo di sentire l’altra campana.

  26. # Livornese anch'io

    Bravo, fai bene a firmarti così… con il tuo commento hai soltanto confermato l’arroganza e la presunzione, appunto, del livornese DOC. Risolviamo tutto a spintoni e facciamo gara a chi alza di più la voce. Perché noi livornesi siamo più ganzi di tutti.

  27. # yoghi

    dio pallone?
    mettici anche i cani, le buche per la strada, i negozi che chiudono…..
    è tutta colpa di spinelli e dei padroni dei cani. umiltà e autocritica invece niente ,è sempre un dovere degli altri

  28. # Simone

    Non ho parole…brava l’infermiera, che ha continuato ad affermare la sua opinione professionale con etica. Per i parenti un po’ di ansiolitici…

  29. # Ditelo

    Perché non dite la loro nazionalità? Avete paura dei commenti?.

  30. # alla frutta

    MA DOVE C’E SCRITTO CHE SONO LIVORNESI? IO NON LO LEGGO… FORSE TE VALE SAI INDICARMI DOVE C’E SCRITTO? LORO SONO STATI DEI CAFONI DA DENUNCIARE E DA PRENDERE A GOLLETTONI, MA FATE PRESTO A SPUTARE FANGO SUI LIVORNESI. E SE ERANO DI CECINA , PIOMBINO , PISA, GABBRO, ROSIGNANO, COLLESALVETTI, NUGOLA, GUASTICCE, VICARELLO, ,VADA, VENTURINA, PIOMBINO, DONORATICO…OPPURE ANCHE STRANIERI O SUDDISTI O NORDISTI TRAPIANTATI A LIVORNO? NO SONO LIVORNESI, FATE PRESTO. BOIA DE.. MA ANDATEVENE DA LIVORNO SE NON VI PIACE

  31. # Alessandra

    I parenti vogliono fare i dottori! E poi quando gli pare non sanno fare neanche i parenti! A ognuno la sua professione! Altrimenti ,il familiare, se loro sono più bravi…se lo curino a casa…

  32. # alla frutta

    ECCONE UN ALTRO. NON COMMENTO L’ARTICOLO MA VORREI SAPERE DOVE C’E SCRITTO CHE SONO LIVORNESI… ME LO FAI PRESENTE PER CORETESIA CHE IO NON VEDO? PER TE LA STESSA RISPOSTA CHE HO DATO A VALE

  33. # alla frutta

    PESTA UN’ALTRA FENOMENA… MI SPIEGHI DOVE C’E SCRITTO CHE SONO LIVORNESIIIIII…BOIA DE

  34. # alla frutta

    SE LO VOLETE SAPERE, A TUTTI QUEI SAPIENTONI CHE NON HANNO PERSO TEMPO A SPUTARE FANGO SUI LIVORNESI, LE PERSONE COINVOLTE ( A PARTE LA POVERA INFERMIERA) NON SONO LIVORNESI… CAPITO??? N O N S O N O L I V O R N E S I… HO FATTO LO SPELLING COSI LO CAPITE MEGLIO

  35. # ivo

    ma sai legge?

  36. # boiacalma

    E la devono smette di vede ER, Grey’s, dr house, …..gli par desse TUTTI INFERMIERI.. poi con le persone basta parlare!

  37. # pietro.f

    Il personale forse è poco e spremuto troppo. Nonostante ciò bisogna fare bene e trovare anche il tempo per parlare con i familiari e spiegare loro perchè si fa così e non cosà. Se ti aggrediscono e ti danno dell’incompetente devi mantenere il sorriso e la calma mentre prendi schiaffi e insulti perchè dall’altra parte si soffre e perciò dev’essere comprensibile che a loro possono saltare i nervi e a te no anche se stai scoppiando. Va bene così? Ho capito bene?

  38. # La moracciona

    A casa gli cureremo molto meglio, purtroppo non si può . C’è bisogno di infermieri e Dottori , che molte volte proprio per questo sono molto spocchiosi ! Questo non giustifica l’accaduto ma una bella calmatina da entrambi le parti .

  39. # drake

    Premesso che a Livorno non ci s’ha niente ma grazie a Dio l’ignoranza non manca, che il personale ospedaliero è quello che è, non vedo perchè non possiamo criticare Livorno, nemmeno fosse un’immagine sacre. Inutile scandalizzarsi, siamo così propensi a fare poco, sudici ( basta guardare le nostre strade), pronti a passare con il rosso, a non pagare il biglietto sul pullman ( ci sentiamo ganzi), questa volente o nolente la realtà di questa sempre più povera città.

  40. # guzum71

    un fortissimo abbraccio alla collega……le corsie devono essere chiuse…no aperte a dei pazzi scatenati….

  41. # Morgiano

    Certa gente andrebbe rinchiusa e buttata via la chiave. Si credono tutti dottori

  42. # Tipina

    E la dovete fare finita ! Che è ora ! Infermiere ed infermieri a volte solo sguardo manda a fare in … I parenti …… Dovete stare calmi ringraziare Dio che lavorate, e farlo con il cuore, e nel caso invece di discutere con i parenti disperati o matti …… Come dice qualcuna! Se avete tanta ragione denunciate e stop . Poi noi ringrazieremo voi della professionalità e la gentilezza come capita spesso ma spesso no per niente.

  43. # Daniela

    Bravo , guarda come ti esprimi : pazzi , già offendi , proprio vero eh … Alcune volte e alcuni proprio incompetenti. Troppo agguerriti calmatevi! Troppo presi da un lavoro che forse non si addice ad alcuni caro mio.

  44. # Paziente

    E siete riparati dal freddo dal caldo , stressati? E tanto siete sui tetti! E dovete lavorare come una volta con il cuore e la pazienza ! E girare la notte controllare gli anziani soli, venite già a lavoro dimorto nervosini! Un va bene. Litigate con i parenti chiamate le forze dell’ordine un avete sempre ragione voi…

  45. # Marika

    Probabilmente anche l’infermiera avrà sbagliato magari assumendo un atteggiamento irrispettoso e maleducato, ma perché se non si è laureati in medicina o scienze infermieristiche bisogna dire cosa fare agli operatori sanitari? Non basta aver visto una puntata di Dr house o er medici in prima linea o aver letto wikipedia per fare il loro lavoro…al meccanico, all’idraulico , all’elettricista nessuno si permette di dire niente..come mai a medici e infermieri si?

  46. # Topina

    Ma per carità , dimorte volte se non ci siamo noi parenti a vigilare e vanno al creatore lo stesso vai , ma va va ! Siamo obbiettivi vai.

  47. # La Qultura con la Q maiuscola

    No no no, Livorno è bella, Livorno è la città migliore dove vivere. Il problema di Livorno non è Livorno, sono i suoi abitanti. Egoisti, ignoranti (nel senso che parlano a sproposito solo perché hanno la bocca che si apre), maleducati, saccenti, pronti a lamentarsi di ogni virgola. E’ questa la gente che se ne dovrebbe andare (il dove è sottinteso). In fondo è un campione molto ben rappresentativo del popolo italiano.

  48. # Caterina

    ma a te t’ha pagato il comitato “dignità livornese” per difendere il nostro buon nome?
    Se fossero di Vada, Colle, Gabbro o Piombino, sarebbero livornesi uguale…. tanto per dire…
    E, tanto per dire, non ci sarebbe da stupirsi se fossero livornesi nati su uno scoglio, visto che l’umiltà, la finezza e la cultura non sono certo caratteristiche che ci contraddistinguono…

  49. # AndreA

    E se non fossero livornesi? Questo migliorerebbe il giudizio su di noi? Allora saremmo bravi,disponibili,puliti( per le strade),rispettosi per il prossimo ecc ecc? Ma per favore

  50. # AndreA

    Te sei di quelli che appena legge che sono stranieri, tira fuori tutta la sua rabbia razzista (forse non sai che livorno è stata concepita da stranieri di ogni razza e religione) ma appena qualcosa viene fatto da livornesi ne prendi subito le difese…

  51. # Divina

    Perché il mio amico stava morendo, io parlo per me. Ma purtroppo ne ho viste tante , tipo anche lasciare ad ore gridare anziani dai dolori perché anziani e dopo con comodo dare l’antidolorifico. Io credo che qui si parli di laureati e pure di gente che a casa impara senza laurea a fare purtroppo ciò che dobbiamo come infermieri laureati capito? E quindi se ci mettono bocca qualche volta pure il parente sa cosa dice.

  52. # dania

    Se tutti i giorni venisse pubblicato come trattano i pazienti al 5°padiglione i giornali sarebbero sempre pieni di lamentele.
    Le mani addosso non si mettono mai a nessuno,ma il personale dovrebbe essere meno arrogante e più umano
    naturalmente tutti non sono così e capiscono che una persona che soffre va trattata con molto rispetto

  53. # dania

    hai ragione corsie chiuse allora la mattina invece di far venire il parente a dare il caffè latte datelo voi…visto che se non veniamo al passo la tazza è sempre lì piena

  54. # roba da torta

    La verità e che soprattutto all’ospedale di Livorno è meglio un andarci!!! la famiglia del paziente un c’ha capito una seppia ed ha creato casini e disturbo al pubblico servizio…. ma la maleducazione di chi ci lavora all’ospedale?? e non parlo per sentito dire ma perché l’ho vissuto per un incidente di poco conto (aggiungerei per fortuna) fanno la distinzione con le strisce colorate che portano sui camici e te ti devi ricordà a quale colore chiedere cosa… e anche se indovini il colore non sai mai come ti rispondono visto che in maggioranza c’hanno sempre da esse nervosi e se ti va bene leggermente maleducati!!! io credo che se lavori per quello che hai studiato e devi essere ma di moooolto contento per quello che fai alla comunità, ma visto che non ti c’hanno messo a forza ma ci sei andato te e devi ricordarti di non lasciare cortesia e collaborazione a casa, visto che sei a contatto con persone bisognose di cure e parenti estremamente apprensivi!!! domandare è lecito rispondere è cortesia e visto che nessuno di noi era presente anche l’articolo in questione va preso con le pinze…

  55. # alessandra

    come mai c’erano 10 familiari a trovare il paziente??? Nelle corsie durante l’orario di visita sembra di essere al mercato centrale,camere piene di familiari ke nn si respira,noi operatori si fa fatica ad entrare.sbagliato già quello,2 massimo 3 familiari per paziente. poi non so se in questo caso erano livornesi o altro ma io, labronica doc posso dire dopo aver lavorato 10 anni a pisa che l’utenza livornese è diversa a Livorno, è prevenuta, c’è appunto il pregiudizio, siamo tutti vagabondi, nulla facenti e incompetenti. Vengono a Cisanello, infermieri livornesi, siamo tutti bravi, ben preparati, pronti. Chiedetevi perché….io sono la stessa a Pisa e a Livorno e come me tanti tanti colleghi…..QUESTA è LIVORNO E QUESTI SONO I LIVORNESI. ED IO LIVORNESE DA 43 anni posso dirlo…..

  56. # alessandra

    ditelo in chirurgia toracica di broncoaspirare un paziente senza autorizzazione…..ma neanche si permettono…e poi mi chiedo:dove era il medico di guardia??? Diamo una botta al cerchio e una alla botte, qualcuna di noi ha veramente dei brutti modi nel dire le cose ma questo non giustifica l’atto di violenza. Chi usa le mani è perché è ignorante e non sa affrontare la situazione con la ragione,con il dialogo….

  57. # mio

    erano svizzeri

  58. # Daniela

    Ma cosa stai dicendo? Livorno e Pisa ma io ci sono stata e Pisa e’ uguale a Livorno Come Milano Roma. C’è solo infermieri più gentili e meno gentili , scivoli sugli specchi! Vi insegnano che non vendete frutta… Gentilezza, compassione, devozione, pazienza, gentilezza , competenza. Discutete pure con i pazienti ma per favore, poi c’è sicuramente i parenti più ignoranti ma voi dovreste sapere cosa fare non certo discutere cara.

  59. # alla frutta

    I Livornesi sono sempre stati cosi. Siamo una città di mare, di pescatori, portuali e come tutte le città di mare esiste l’ignoranza, l’arroganza e la prepotenza e comunque burloni e sempre pronti a farti ridere. Però se ti presenti in una casa dicendo che hai fame ti fanno sedere e qualcosa stampano anche per te, se ti ci presenti in una città elegante, educata e raffinata come Milano, Torino, Padova, Verona chiamano i carabinieri e ti sbattono fuori di casa. Questo ricordatelo.

  60. # alla frutta

    No ciccio non ti sbagliare, i razzisti sono quelli come voi che distinguono da Livornesi a Pisani a Senegalesi a Marocchini ecc ecc.. Io sono il vero Livornese e quindi non razzista e difendo la mia città e le mie origini.

  61. # Marika

    Nessun operatore sanitario è un santo….sicuramente dovranno essere più gentili e premurosi. Dovranno essere più tolleranti o come vi pare, ma sono sempre PERSONE !! A tutto c’è un limite! Mica perché sono infermieri e medici devono sopportare l’arroganza degli altri continuamente! Può succedere che un familiare li porti all’esasperazione con mille domande, con la maleducazione, con l’arroganza. Impariamo a collaborare e a non essere prevenuti perché di bravi operatori sanitari ce ne sono tanti anche a Livorno, forse anche più che a Pisa…provate

  62. # karl

    AHHA dimenticavi una cosa bona ce l ‘hanno sono i maggiori consumatori di Viagra
    in Italia… che bravi però.. ..

  63. # La Qultura con la Q maiuscola

    Saresti pronto a scommetterci 1 euro? Secondo me i livornesi veri, quelli che tu descrivi fatti dei loro difettacci ma anche dei loro splendidi pregi, ormai non sono molti. Il livornese medio si è imbarbarito di brutto.

  64. # Daniela

    Ma cosa date punti rossi. E’ vero , tanto non si sente dire: che vanno al creatore ! E tra gli ultimi casi la bambina morta per un catetere grande ci voleva da pediatria è morta per una vena recisa dal catetere da adulto .

  65. # Daniela

    Sentì io so solo che quando feci presente al personale che aveva febbre a quaranta, mi dissero che io agitavo il mio parente che non era vero e che stava bene. Poi però fini che tornò in sala operatoria con infezione e febbre e dopo in sala rianimazione. E erano molto arroganti perché io li contraddicevo con forza e determinazione e mi accorsi che qualcosa non andava , forse se c’era una più calma di me era finito al creatore e non per la parente.

  66. # Marco

    Per quelli che stanno a Livorno e non sono livornesi…..
    Ricordatevi che tutto il mondo è paese.
    Succede anche di peggio..
    Con questo non voglio difendere nessuno.
    Saluti.

  67. # mima

    Mio fratello al quinto ha preso un infezione e non lo consideravano nemmeno, anzi volevano sapere da lui il perché della febbre!!! Una mia amica è ricoverata ora al quinto, hanno tentato di darle una pasticca per la tiroide che non era per lei, l’hanno tenuta una notte con la flebo per poi vedere la mattina che non era aperta e l’ hanno lasciata ore con una flebo messa male che buttava sangue!!!!!!! Continuiamo così!!!!!

  68. # mima

    Scusate un’infezione….l’apostrofo è rimasto nel tablet….Non è giustificabile chi picchia ma all’ospedale rimanere tranquilli in certi reparti è dura

  69. # jonny

    Domanda, per tutela sia del paziente che dell’infermiere, è difficile dotare la struttura di telecamere?

  70. # roba da torta

    ma corsi di psicologia di base per tutti i medici e gli infermieri?? mica nulla roba di poche ore a testa per farli rendere conto di come può sentirsi una persona con un caro in ospedale… e poi chi non c’ha più voglia e dovrebbe lasciare il posto a chi può fare meglio… mi dispiace ma non siete operai che lavorano in catena di montaggio, voi maneggiate vite, sentimenti e legami affettivi della città, se non siete motivati siete pregati di lasciare il posto!!! anche perché lavorare a contatto con la gente non sarà mai semplice e non potete permettervi di portare i vostri problemi sul posto di lavoro!!!

  71. # silvia

    Dopo questa spiegazione e dopo aver letto che chi ha scitto ha figli con fc, devo dire a tutti quelli che hanno commentato ” certa gente crede di saperne più dei dottori” che : EBBENE SI, ne sa più dei dottori. La fc fa purtroppo scuola. E la dimostrazione è che hanno fatto quello che i parenti chiedevano, anche se con ore di ritardo. Ai parenti tutta la mia solidarietà.

  72. # STELLA

    RIBADISCO AL DI LA DI QUELLO CHE è SUCCESSO SE A LIVORNO CI STATE MALE MA Perché NON VE NE ANDATE!!!

  73. # Barbara

    “Lei faccia il suo lavoro, che noi facciamo il nostro”
    Questa è stata la risposta alla umile, veramente piccola domanda di mio marito, dopo le mie quasi venti ore di bruttissimo travaglio, se non era il caso di fare il cesareo.
    Magari fosse stato un livornese “doc”. Magari avesse attirato i carabinieri. Mia figlia ha la tetraparesi con i fiocchi. Cosa me ne faccio della ammisione della colpa?
    A volte basterebbe poco, per non essere degli Oracoli, specialmente nel ambito ospedaliero.
    Consiglio vivamente a leggere la risposta della figlia del paziente

  74. # Marika

    Non hanno fatto quel che i parenti chiedevano…l’edema polmonare non deve essere aspirato….non sono catarri…se lo avessero fatto non sarebbe cambiato niente anzi….

  75. # silvia

    No?
    “…E’ stato quindi chiamato il medico di turno il quale ha fatto fare un’ulteriore bronco aspirazione.”

  76. # enzo bilanceri

    41 anni fa ero ricoverato per accertamenti a medicina generale di allora.
    Ho visto morire il mio vicino di letto soffocato da un edema polmonare per i ritardi nell’aspirazione nonostante le suppliche della moglie per avere un intervento.
    posso dirlo con certezza perchè ho sentito il medico che riferiva a qualcuno per telefono da una postazione che rendeva possibile l’ascolto
    Capisco l’agitazione dei parenti, specie se il soggetto era già stato colpito da altri episodi

  77. # daniela

    Voglio vedere come è capitato purtroppo a me in passato e a questa famiglia , se vedi rantolare un tuo caro se non vai fuori di testa… E ti dicono no no sta bene vada in sala d ‘attesa

  78. # Alessandro

    Per la mia esperienza, spesso i dottori e le infermiere sono sempre incazzati, arroganti, di fretta. Non hanno mai tempo, devi stare attento a come ti rivolgi a lor perchè ti rispondono quasi sempre male. Saranno stressati, mal pagati, sfruttati, ma nessuno gli ha messo una pistola alla tempia per farli fare quel lavoro. Un lavoro del genere si fa con uno spirito di sacrificio, pazienza, amore. Altrimenti ci si dedica ad altro.
    Quì non si critica la professionalità, si critica l’umanità del personale. Che, inutile nascondersi, spesso latita.

  79. # roberto5

    solidarietà ai parenti ..purtroppo ci sono passato anch’io a una situazione del genere e a livorno il 90% degli infermieri è spietato e freddo meno male che nella vicina pisa non è così…difatti a malincuore quando ho bisogno di volata a pisa che sono extraterresti difronte a livorno….saluti

  80. # filippo

    l’infermiera ha fatto bene a denunziare ….basta è l ora di finire noi operatori bisogna sempre subire spero che possano pagare per ignoranza sfociata in ira aggredendo la ragazza

  81. # gian

    Solidarietà all’infermiera aggredita.

  82. # Valentina

    Corsie chiuse? Forse sarebbe meglio se leggessi la lettera dei familiari….poi ne riparliamo….

  83. # labrone

    e poi se ci stanno veramente male, possono anche tornare da dove sono venuti, a meno che non siano ospiti delle sughere . qui non si trattiene nessuno a forza

  84. # labrone

    anche qui è pieno di dottori però ! si critica i familiari e poi si fanno le diagnosi e si da la cura………..

  85. # e

    Solidarietà ai familiari, so cos’è quel reparto!

I commenti sono chiusi.