Il Cecioni: “Ok al ridimensionamento, ma fino a 14 prime”

"Non sarebbe un semplice spostamento fisico di alunni da un istituto ad un altro ma l’eliminazione di una sana concorrenza tra le scuole cittadine"

Mediagallery

Dopo la protesta di prof e studenti sotto la Provincia, oggi 8 novembre si è svolta al Cecioni un’assemblea che ha prodotto il documento che vi riportiamo qui sotto.

IL DOCUMENTO DELLA RSU CECIONI
L’assemblea di tutto il personale del Liceo Statale F. Cecioni, convocata dalle RSU della scuola nelle prime due ore di venerdì 8 novembre, ribadisce la necessità per la città di Livorno di un progetto complessivo che vada verso la razionalizzazione ed il buon utilizzo degli spazi disponibili per la scuola secondaria cittadina, senza distruggere le esperienze che sono maturate sul territorio. Il Liceo Cecioni ha ormai superato i quaranta anni di attività e si è sempre presentato come un Liceo aperto alle novità che negli anni ha consolidato un modello a più opzioni ed indirizzi che ha consentito la realizzazione di una scuola che accoglie giovani di estrazione sociale e interessi vari. La ricchezza culturale ed il funzionamento di questo istituto dipendono da questa caratteristica, che non può essere snaturata togliendo uno o più licei.
L’assemblea ha la consapevolezza che non sia né possibile né giusto creare un istituto troppo grande che impoverirebbe l’offerta formativa dell’intera città, ma valuta improponibile ed inefficace la soluzione del taglio di uno o più licei. L’assemblea sostiene quindi la proposta dell’autoridimensionamento a quattordici prime senza ricorrere a criteri di meritocrazia. L’assemblea decide di avviare, in piena trasparenza, incontri con le forze politiche, con le Istituzioni, con le organizzazioni sindacali, per chiarire la natura della propria proposta che appare rispettosa della realtà cittadina. L’assemblea invita quindi il Collegio ed il Consiglio di Istituto a criteri non meritocratici nella gestione delle iscrizioni alle classi prime per l’anno scolastico 2014-2015.

 

KUTUFA’ RICEVE GLI STUDENTI
Alla notizia che al Cecioni è previsto lo spostamento di due licei (scienze umane, ex sociopedagogico, all’Isis Niccolini Palli, e indirizzo scientifico, ex indirizzo Brocca, all’Enriques) oggi 6 novembre docenti (in permesso sindacale) e studenti (in assemblea di istituto) per un totale di circa 400 persone hanno protestato dandosi appuntamento sotto le finestre della Provincia, ente che ha la competenza delle scuole superiori. La protesta è scoppiata anche su Twitter dove è stato creato l’hashtag #giulemanidalcecioni. Il presidente della Provincia, Giorgio Kutufà, ha ricevuto, insieme al vicepresidente e assessore all’istruzione, Fausto Bonsignori, una delegazione di studenti del Liceo Cecioni. All’incontro, a palazzo Granducale, hanno partecipato anche alcuni ragazzi della consulta studentesca e un genitore. Il presidente, dopo aver rassicurato gli studenti circa il fatto che le eventuali ipotesi di riorganizzazione dell’offerta scolastica non riguarderanno in alcun modo coloro che già frequentano l’istituto, ha illustrato le problematiche che la Provincia sta affrontando, di concerto con la Direzione scolastica provinciale, in vista dell’approvazione della nuova programmazione della rete scolastica provinciale. “In primo luogo – ha affermato Kutufà – la Provincia in questi anni ha sempre operato per l’ampliamento dell’offerta formativa, lavorando perchè si concretizzassero nuovi indirizzi scolastici, come ad esempio il liceo coreutico e musicale. Nell’attuale contesto è però necessario mantenere un equilibrio tra le varie scuole”. “Le proposte che stiamo vagliando con il provveditorato – ha aggiunto Kutufà – riguardano l’ipotesi di offerta dei vari indirizzi”.
Il presidente ha, poi, evidenziato anche i problemi di “capienza” massima di studenti che il Cecioni ha già raggiunto, utilizzando anche aule in precedenza del vicino istituto Buontalenti. “Quest’anno, a fronte dell’uscita di 8 quinte classi, il Cecioni ha avuto ben 16 prime. Se si mantiene questo trend non sarà possibile comunque, per la scuola, accettare tutte le nuove iscrizioni per il prossimo anno. Per questo è opportuno affrontare per tempo la questione con un’attenta programmazione della rete scolastica che, pur mantenendo intatta l’intera offerta formativa, garantisca a tutti i ragazzi di poter scegliere di frequentare l’indirizzo voluto”. Gli studenti hanno espresso viva preoccupazione per l’eventualità che lo spostamento di alcuni indirizzi verso altre scuole, possa far perdere al Cecioni quelle prerogative che ne hanno fatto un fattore di crescita.
Il presidente e il vice presidente si sono impegnati a incontrare nuovamente gli studenti non appena le proposte sulla nuova programmazione saranno meglio definite insieme alle altre istituzioni preposte, prima tra tutti la Direzione scolastica provinciale. Successivamente gli amministratori hanno incontrato anche gli insegnanti del Cecioni, i quali hanno ribadito l’importanza del mantenimento di tutti gli indirizzi scolastici attualmente attivi al liceo. Anche con loro il presidente Kutufà ha richiamato le problematiche connesse alla programmazione per l’anno 2014-2015, assicurando i presenti che le ragioni addotte da studenti e insegnati del liceo Cecioni saranno tenute in considerazione nel percorso di confronto sulla nuova rete scolastica.

 

COSIMI RICEVE GLI STUDENTI
Il sindaco Alessandro Cosimi ha ricevuto a Palazzo Municipale una delegazione di insegnanti, genitori e studenti del liceo Francesco Cecioni, che hanno manifestato questa mattina in piazza Civica di fronte alla Provincia contro l’annunciata riorganizzazione e il forte ridimensionamento della scuola.
Cosimi ha ascoltato le ragioni della protesta, registrando (e apprezzando) il dato che quello che il “Cecioni” rivendica è di poter continuare a lavorare nella “qualità” e di non essere penalizzato. Nell’apprendere che tutti gli indirizzi del liceo Cecioni lavorano in sinergia, attraverso progetti didattici ma anche extrascolastici, Cosimi ha approvato la linea espressa dalla delegazione: fare cioè una rivendicazione di “sistema”, non di “scuola contro scuola”. Il Sindaco, nel ricordare di non avere competenza sulle scuole superiori cittadine – funzione che spetta all’ente provinciale – si è dichiarato comunque disponibile ad approfondire la questione chiedendo ai rappresentanti della scuola di avere la proposta che hanno elaborato per la Provincia. “Ritengo – ha detto Cosimi – che sia necessario un confronto puntuale e approfondito con chi è direttamente coinvolto nella vicenda”.

 

La lettera degli insegnanti del Cecioni
E’ stata diffusa la notizia che il piano di programmazione della rete scolastica per il prossimo anno prevedrebbe lo spostamento di due licei del Cecioni (Scientifico e Scienze Umane) ad altre scuole cittadine.  Sarà forse perché il Cecioni viene scelto da un numero di famiglie crescente negli anni che trovano in questa scuola la risposta alle loro aspettative?
Sarà forse perché questa scuola accoglie docenti e studenti uniti da un’idea di scuola viva, basata su didattiche innovative? Sarà forse perché questa scuola ha sempre mostrato apertura ed attenzione per ogni forma di diversità o forse perché il Cecioni è stato scelto come scuola polo per diversi progetti a livello nazionale ed europeo?
Un simile taglio sarebbe negativo non solo per il Cecioni ma per l’offerta formativa di tutto il territorio. Non sarebbe un semplice spostamento fisico di alunni da un istituto ad un altro ma l’eliminazione di una sana concorrenza tra le scuole cittadine e l’annullamento del lavoro che da tanti anni identifica il Cecioni come scuola unica nella sua articolazione in cinque licei.

 (foto Simone Lanari)

Riproduzione riservata ©

82 commenti

 
  1. # Roberta

    E’ inconcepibile snaturare un Liceo che funziona!! Le famiglie e gli studenti hanno fatto una scelta ed è doveroso rispettarla!!! Come si può pensare di spostare studenti, che al momento della scelta, non si erano riconosciuti nell’offerta formativa di altre scuole cittadine ( Niccolini – Palli e Enriques??) !!!!
    Quali interessi muovono questa proposta di cambiamento??

  2. # Roberta

    Tutti gli studenti di Livorno dovrebbero manifestare per garantire e garantirsi la LIBERTA’ !!! Quando veniamo limitati nella scelta non siamo più persone LIBERE !!

  3. # fabio

    ROBA DA MATTI MA QUALCUNO HA PENSATO CHE IL CECIONI È UNA REALTÀ UNICA NELLA SUA COMPOSIZIONE?
    NON SONO 5 LICEI MA UN LICEO STATALE SUDDIVISO IN 5 LICEI.
    HANNO CHIESTO QUALCOSA ANCHE A NOI GENITORI? PERCHÈ ABBIAMO SCELTO IL CECIONI ATTENZIONE SI SCEGLIE LA SCUOLA E LA SUA MODALITÀ DI LAVORO….
    VA BENE CAMBIEREMO INDIRIZZO MA RIMANIAMO TUTTI AL CECIONI E A QUEL PUNTO COSA FARANNO LO CHIUDERANNO?
    BELL’INSEGNAMENTO DIAMO AI NOSTRI FIGLI SAI NON PUOI ANDARE AL LICEO SCELTO DEL CECIONI PERCHÈ SICCOME LAVORANO BENE LO RIDIMENSIONANO……..
    STAMANI TUTTI I GENITORI CHE POTRANNA SARANNO PRESENTI MA CI STIAMO ORGANIZZANDO DOVRANNO DARE ANCHE A NOI DELLE SPIEGAZIONI E CHE SIANO ESAUSTIVE.

  4. # fox65

    Cosa discorrere avete rubato aule al geometri pur di metterci 4 gatti..

  5. # Riccardo

    “all’accusa da parte del Presidente della Provincia che il Cecioni sta cannibalizzando le altre scuole….”
    Il presidente della Provincia forse non ha capito che sono le Amministrazioni che stanno cannibalizzando la scuola pubblica, mangiando pezzo dopo pezzo il suo valore di Istituzione.
    La scuola, la salute e il lavoro, non possono essere solo valutati come un semplice conto economico: i valori aggiunti in una società sono importanti e la politica, nel rispetto della Costituzione deve mantenerli e sostenerli sopratutto quando questi venissero meno.
    Sono indignato per una affermazione di questo tipo… vergogna.

  6. # Claudio66

    Mi domando chi è la mente di questo progetto assurdo.

  7. # federico

    Oggettivamente, l’indirizzo socio-pedagogico è giusto che sia in un liceo classico piuttosto che allo scientifico, in quanto si tratta di un insegnamento umanistico. Non è che il Niccolini-Palli si trovi sulla luna!

  8. # Andrea

    Che vergogna!

  9. # polemico

    la verita è che troppa gente va al liceo perche non ha voglia di usare le mani al professionale…poi tutti all’università e poi tutti disoccupati. nel frattempo. muratori, idraulici, saldatori sono tutti albanesi e rumeni!
    il sistema ê sbagliato cosi ci rimettono tutti, quelli bravi e quelli poco bravi ma soprattutto ci guadagnano solo quelli che non studiano. ci vorrebbe il numero chiuso a tutte le facolta e anche al liceo.

  10. # alessandro

    secondo me è invece assurdo che sussistano istituti simili che debbano farsi concorrenza fra loro a colpi di spot e di dimostrazioni fantascientifiche alle scuole medie (magnificando anche nelle visite di orientamento attività che si riveleranno poi del tutto sporadiche), nell’intento di accapararsi più alunni possibile. Meglio meno istituti ma più performanti.

  11. # 4luglio68

    Tanti studenti dell'”Enriquez” emigrano verso il “Cecioni”… mi domando se ciò sia dovuto alle minori “aspettative” dei docenti di quest’ultimo?

  12. # alessandro

    verissimo. non mi risulta invece il contrario, e chi passa dall’Enriques al Cecioni non sono certo i più bravi in cerca di una preparazione migliore…

  13. # Alfio

    Mi dispiace contraddirla ma è esattamente il contrario di quanto dice lei si vada a d informare su coloro che hanno fatto il cambio che mi risulta non è che si siano trovati così bene.

  14. # mario

    se si tratta di fare soltanto lo spostamento di sede…non vedo il problema.ovviamente questo dovra’ essere fatto dalle classi prime le altre dovranno rimanere al cecioni…Mi sembra un NON PROBLEMA,…mah…

  15. # Il Moralizzatore

    premio cavolata del giorno oggi è tuo, complimenti.

  16. # Giulia Ristori

    Non toccate la nostra scuola, parlo da studente e non mi sembra affatto giusto dover essere spostata da una scuola all’altra come un pacco postale, io ho scelto di frequentare il Liceo Scientifico Francesco Cecioni e non il Palli o L’Enriques, noi dobbiamo restare nella scuola che abbiamo scelto, se questi due istituti non hanno abbastanza iscrizioni che si facciano due conti, evidentemente i professori non sono molto bravi, non dovete togliere gli studenti ad una scuola che funziona per aiutare altre scuole che non funzionano.
    NOI RESTIAMO AL CECIONI!

  17. # Il Moralizzatore

    è la concorrenza che aumenta la qualità sveglia

  18. # Enrico

    UN HANNO VOGLIA D’ANDA’ A SCARIA’ ECCO PERCHE’ FANNO LE MANIFESTAZZIONI!

  19. # Il Moralizzatore

    Vorrei dire agli studenti del Cecioni, di tenere duro e lottare. Una cosa del genere, capitò anche quando io frequentavo il Cecioni e abbiamo vinto la nostra battaglia.

  20. # micky

    Mi fanno imbestialire i convinti che l’Enriques sia un liceo migliore, quando i dati circa l’accesso alle facoltà universitarie dicono il contrario. L’Enriques è solo una scuola ” con la puzza sotto il naso”, dove non viene valorizzato il ragazzo, ma solo il cognome che porta. E poi mi spiegate perché chi decide di passare al Cecioni spesso deve integrare il programma dell’Enriques per poter andare al Cecioni???????????????????????’

  21. # micky

    Aggiungo anche che mi sembra una mossa fatta soprattutto per salvare l’Enriques che quest’anno ha avuto pochissime iscrizioni…forse non funziona così bene come fanno credere. Provate a chiedere quanto gli studenti hanno facoltà di accedere ai laboratori, fondamentali per un indirizzo scientifico!

  22. # polemica

    Se avevi fatto il Liceo Cecioni svagellavi di meno.

  23. # alessandro

    ancora una volta è questa politica rovinosa a decidere il futuro dei nostri ragazzi. ma avete pensato che dietro alla facoltà di scienze umane al cecioni ci sono inseriti tanti ragazzi disabili con un enorme lavoro alle spalle fatto dai genitori e dalle insegnanti precedenti per inserirli in quella struttura.ma vi aspettiamo tutti a primavera 2014 quando finalmente vi mandiamo tutti a casa

  24. # eleonora

    al liceo enriques guarda caso hanno fatto solo 3 prime e al cecioni 16 se non di più. Chissà forse ci sono state 16 prime perchè questo liceo è nettamente superiore agli altri…………
    se un ragazzo sceglie il cecioni DEVE RIMANERE AL CECIONI non deve essere spedito al palli o alle enriques.
    Io sono in questa situazione, ho scelto il cecioni quindi non voglio essere mandata da altre parti, quella è la mia scuola e voglio diplomarmi dove scelgo io!
    Se l’enriques e il palli non hanno più iscrizioni è perchè evidentemente non piace come scuola ma è un problema loro, non devono togliere alunni a altri istituti.

  25. # polemica

    Non è obbligatorio fare i commenti. Non pagano.

  26. # nat

    Noi del liceo non vogliamo sporcarci le mani? Ma per favore Ahahahah siamo andati al liceo perché vogliamo avere un diploma degno di noi stessi,ovviamente anche se è un lavoro umilissimo io non voglio trovarmi a fare il muratore…a 16 anni scusatemi se ho aspettative migliori di andare in cantiere!Siamo iscritti al cecioni e ci vogliamo restare,se volete andare a fare i muratori andate,non venite a rompere a gente che si fa il culo studiando!!!!!!!

  27. # mamma Simo

    ma non ti viene in mente che se al geometri vi hanno tolto le aule è perchè non ci sono iscrizioni??????

  28. # mamma Simo

    se volevamo andare all’Enriques o al Palli sapevamo come fare…..se abbiamo scelto il LICEO SCIENTIFICO FRANCESCO CECIONI ci sarà dietro una scelta che va RISPETTATA. Io non permetto che qualcun’altro decida su una scelta così importante presa da MIA FIGLIA!!!

  29. # fox65

    Polemico….quoto a 2000

  30. # laura

    Hai perfettamente ragione, un polo liceale unico ma…. strutture e laboratori adeguati, campus per le esigenze di 2500 studenti, mensa, infermeria, servizi di supporto per l’orientamento, anche verso le professioni, sorveglianza professionale delle strutture, che sono anche nostre e quindi devono essere fatte rispettare…..povero Kutufà questo è al di là della sua portata, d’altra parte la Provincia, che dovrebbe essere abolita, deve fare prima qualche danno. La ministra Carrozza queste realtà le conosce ma gli investimenti nell’ istruzione non rientrano nei programmi dei governi passati, presenti e temo futuri…

  31. # alessandro

    La concorrenza la devi fare non fra scuole livornesi, ma scuole toscane o europee! Allora si che Livorno si sarà svegliata. Facciamo poche cose a Livorno ma facciamole bene: meglio un liceo scientifico tradizionale solo ma che funzioni alla grande che due che stentano fra mancanza di risorse e di insegnanti validi

  32. # laura

    Grazie anche alle scelte politiche e amministrative a Livorno c’è anche poco da scaricare ! Chi oggi pensa al lavoro solo in termini di contrapposizione fra “scaricare” e “scaldar le panche” contribuisce a penalizzare gli uni e gli altri

  33. # michela

    Sono d’accordo con la proposta solo nel caso in cui vengano spostate solamente le nuove prime. Detto ciò, le scuole numerose hanno sempre avuto succursali, quindi il Palli e l’Enriques diventerebbero posti dove ci sono aule libere e basta! Se non c’ è più posto e non volete “traslocare” iniziate a costruire altre aule. Le nuove prime all’Enriques sono state 6, sono poche effettivamente, ma questo non sminuisce il livello di quella scuola. Le scuole sono pubbliche, le sedi non sono sempre state quelle, il classico non ha sempre avuto anche il sociopedagogico. Fatevi meno problemi e studiate, chè è quello l’importante 😉

  34. # Enrico

    Non è questione di dove si trovi il Niccolini. Voglio per mia figlia una scuola che funzioni! Recentemente gli studenti di una sezione del Niccolini hanno protestato per i professori mancanti.
    Dove andiamo dunque? Al Cecioni obviusly!!!! La scuola funziona!!!!

  35. # Eleonora

    Il problema è un altro, perché smantellare un liceo per salvarne altri due che vanno male? Fatevi due domande se la gente scappa dall’Enriques e dal Niccolini per venire al Cecioni! E poi informatevi! Vogliono ridurre il numero di alunni ok? Allora perché non spostano gli indirizzi più frequentati ( il linguistico ad esempio ) ? Perché lo fanno esclusivamente per salvare queste altre scuole. Anche l’Iti è sovraffollato ma non lo toccano perché gli indirizzi di questo non servono in altre scuole.

  36. # mamma Simo

    bravo! Hai ragione….mi sa che chi decide questo, non pensa per niente al bene degli studenti ma ad altro….

  37. # mamma Simo

    comunque ci terrei a sottolineare che tutto questo non è assolutamente contro il liceo Eriques o il Niccolini-Palli, e solo un voler pretendere che la propria LIBERTA’ di scelta non venga calpestata.
    i ragazzi hanno ragione “giù le mani dal Cecioni”

  38. # polemico

    dammi delle argomentazioni a quanto dici. Perché cavolata? Perché non è vero che c’è disoccupazione? Perché non è vero che la difficoltà di licei/università è molto diminuita rispetto a 20 anni fa? Perché non è vero che gli operai specializzati sono per lo più stranieri?
    argomenta per favore…

  39. # mario

    CONCORDO AL 100%CON MICHELA

  40. # enriques-iano doc

    propongo a quilivorno di istituire un’olimpiade di cultura generale tra 10 ex cecioni e 10 ex enriques…

    voglio vedè quando vi arenate alla radice di due….

  41. # eccomi

    È una cosa che non ha senso spostare gli alunni da una scuola a un altra come se fossero una cartolina … e poi nemmono chi come me spera di passare gli esami per andare al Cecioni , è tre anni che voglio entrare in quella scuola in scienze umane …. NON HA SENSO LEVARCI I SOGNI DI UNA VITA

  42. # Giorgio Sociologo

    Cara Roberta, questi atteggiamenti studenteschi, se pur condivisibili per alcuni punti di vista, sono la conseguenza di quanto voi genitori avete falsamente trasmesso ai vostri figli illudendoli che esistano scuole di serie A e scuole di serie B.
    Il “ciuo” lo trovi al Cecioni, lo trovi al Palli, lo trovi all’Enriques, così come il genio..I programmi ministeriali sono in taluni casi esaustivi sia che la scuola si chiami Palli, Cecioni o Enriques..talvolta i soliti insegnanti insegnano in istituti diversi i soliti programmi, voi invece avete creato una moda perchè siete schiavi dei vostri insuccessi e vi lusinga il fatto di dire mio figlio va alla scuola migliore di quella di tuo figlio!! Emerite “pottate” alla Livornese che avranno come risultato la continuazione del vostro atteggiamento condizionato dall’ultimo ventennio Berlusconiano, meglio e peggio non esiste, esiste io studio io non studio.
    Mettiamo tutti i piedi in terra e Insegnamo che non conta il mezzo e neanche il dove, ma conta il come.

  43. # figlia al cecioni

    Ho una figlia al Cecioni e devo dire che siamo entrambi soddisfatti sia dell’offerta formativa che degli insegnanti. Se c’è un calo di iscrizioni nelle altre scuole bisognerebbe che i rispettivi presidi si chiedessero il perchè il loro istituto non viene più considerato e magari prendessero esempio dal Cecioni stesso. In Italia quando una cosa funziona, invece di seguirla come esempio si cerca di affossarla. Attenzione cari amministratori il prossimo anno andiamo a votare e ci ricorderemo anche di questo!!!

  44. # Il Moralizzatore

    concorrenza tra licei europei? secondo te un liceale va a studiare all’estero? se mai tra università, i licei hanno utenza cittadina non europea.

  45. # Roberta

    Attenzione!!! non è una sfida tra scuole !! Ogni scuola ha la sua identità che viene chiaramente espressa dal POF (piano dell’offerta formativa) ed ogni studente ha il diritto di iscriversi alla scuola dove meglio si identifica. Quindi giustissimo iscriversi al Niccolini Palli invece che al Cecioni , ma per libera scelta!!! Così come è giusto il contrario.
    Studenti !!! Difendiamo le scelte fatte e pensiamo che in un futuro prossimo potrebbe succedere a tutti di veder annullata la propria scelta. Il diritto degli studenti del Cecioni è anche il Vostro diritto , sosteniamoci uniti e non facciamo campanilismo perchè è quello che favorisce chi ci obbliga nelle scelte!!! Solo UNITI DIFENDIAMO I DIRITTI DEGLI STUDENTI!! (ex alunna Palli)

  46. # Giulia Ristori

    Non ci fanno cambiare solo sede, ma professori, classe, libri ecc.. non siamo un pacco postale, abbiamo scelto il Cecioni e lì vogliamo restare!

  47. # alessandro

    La concorrenza non è rubare studenti agli altri licei o scuole di chissà quale città o stato, è prepararli meglio che negli altri licei o scuole affinchè quando i ragazzi andranno a competere per un posto di lavoro con gli altri, in Italia o all’estero, risultino più bravi.

  48. # Roberta

    Carissimo Giorgio sociologo vorrei che tu leggessi il mio ultimo intervento del 6 novembre alle ore 18:17….eventualmente se vuoi possiamo riparlarne

  49. # Andrea

    Intanto la gente scappa dall’Enriques per andare al Cecioni perché non riescono a reggere la difficoltà della scuola e vanno nella vostra “scuoletta” fatta apposta per chi non vuole né fare il professionale né studiare seriamente. Dopo questa punzecchiatura fieramente “campanilista” (ma non falsa) passo ai discorsi seri. Io sono quasi sicuro che questo cambiamento prenderà in causa solamente i nuovi iscritti . A parte questo, ora ti spiego come mai vi vengono tolti questi indirizzi (a quanto ho capito nemmeno tra i più affollati) e non i più richiesti per permettere la riduzione del numero: il comune non può decidere di togliere a caso degli indirizzi ma lo può fare solo se ci sono leggi che lo consentono, proprio come in questo caso in quanto, secondo la riforma Gelmini, in una città non possono esserci due differenti licei con stesso indirizzo; il comune utilizza quindi questa regola per permettervi di essere una scuola a norma… E per coloro che dicono che non è giusto perché questa legge non è mai stata applicata, informatevi: infatti all’Enriques lo “scienze applicate” non fu introdotto in quanto già voi ne stavate beneficiando.
    In questo modo tutti ci guadagnano in quanto: voi sarete una scuola a norma e la nostra scuola riprenderà quota. Concludo dicendo che dovreste essere contenti che per la risoluzione del problema vi tolgano gli indirizzi meno frequentati, perché se ve ne uscite dicendo che non vi va bene per il motivo che tale cambiamento porterebbe favore a altre scuole significa che le radici delle vostre proteste nascono esclusivamente dagli aspri semi della rivalità.

  50. # alinooooooooooo

    Come al solito quando funziona qualcosa a Livorno troviamo la maniera di distruggerlo.

  51. # luc

    Continuate pure a dare contro agli studenti e vedrete
    anche i risultati alle prossime elezioni FINALMENTE IL PD
    SCOMPARIRÀ DA LIVORNO

  52. # ZENEROS doc Cecioni

    Carissimo Sociologo: vorrei sommessamente farle notare che nel caso del Cecioni si tratta di una evidente “eccellenza” (basta vedere il numero di iscritti e i 100 e 100 e lode di ogni anno e un Alfiere del lavoro, Concorsi di ogni tipo vinti dagli alunni ecc… ecc…) Capisco che non sia facile capire la Scuola, ma la inviterei a informarsi meglio. La scuola è fatta dalle persone che ci lavorano, docenti e studenti, non dalle graduatorie! Ora che cosa fanno questi cervelloni pensanti dei Nostri amministratori? C’è un gruppo di insegnanti che funzionano? Benissimo! Amputiamogli un settore organico (le Scienze umane) e diamolo ad altre scuole (da cui per inciso alcuni scappano e altri non vogliono andare…. Pensate meno a noiosissime ideologie tipo “il ventennio berlusconiano” e abbiate il coraggio di giudicare dai fatti. “L’albero si vede dai frutti”!!!

  53. # Noemi

    Allora io ho ascoltato,perché conosco mamme dell’Enriques che dicono che la scuola sta andando MOLTO IN DISCESA perché non ci sono professori validi e gli alunni cambiano sempre sezioni o son costretti a spostarsi in altri Licei,quali il Cecioni. Per quanto riguarda il Palli conosco molto bene una prof che ci lavora e mi ha detto che non hanno iscrizioni…ora mi volete dare una spiegazione a questo?? O si vuole fare finta di nulla??? la cosa è talmente palese!!!!…è la solita burocrazia schifosa in Italia che con l’aiuto di partiti e suoi seguaci finiscono di coronare un Italia che a oggi fa schifo e sta andando al baratro!!!!….io mi unirò agli altri genitori per fare in modo che mio figlio e tutti gli altri che HANNO DIRITTO ALLE LORO SCELTE PRESE di avere un FUTURO degno….e poi ci vediamo alle elezioni sai che risate mi faccioooooo vi si manda tutti a casaaaaaaaaa…..

  54. # ZENEROS doc Cecioni

    Ma Lei lo sa che l’Enriques era soprannominato “Via della Passata”? Quest’anno in una prima Liceo Linguistico al Cecioni sono stati bocciati 14 alunni. Chi ha fatto o/e insegnato al Cecioni sa molto bene che è una scuola dove si studia… Prima di scrivere I-N-F-O-R-M-A-T-E-V-I.

  55. # ZENEROS doc Cecioni

    Caro presidente Kutufa’: Lei ha detto che gli insegnanti del Cecioni “cannibalizzano” le altre scuole. Alla fine dell’incontro di stamattina con i docenti del Cecioni ha detto che tanto alla fine deciderà Lei. Caro presidente Kutufa’: non si preoccupi! Vorrà dire che nel 2014 voteremo Grillo…

  56. # vichi

    per caritá l’Enriques dovrebbe essere soppresso!! E poi squadra che vince non si cambia!… Liceo Cecioni …..avanti tutta!!!

  57. # Anassimene

    Qui nessun ha capito il nocciolo della questione, la protesta è stata utile ma fino ad un certo punto. Non è che se il Cecioni ha più iscritti è migliore, il Cecioni ha più iscritto perché ha quattro poli, non c’entra niente il livello di istruzione che dà. Ci sono molti professori bravi (parlo da studente di quarta del Cecioni) ma molta gente due non capisce veramente niente e ci si domanda come possa essere finita lì. La soluzione a questo problema è far aprire un polo scienze applicate all’enriques come aveva chiesto mi pare, e vedrete come calano le iscrizioni al Cecioni che di meglio non ha nulla. E i professori, fino a ieri si lamentavano per la troppa gente e il troppo casino. Schifo

  58. # titta

    Si scrive EnriqueS !!!!

  59. # titta

    Prima di scriverer le persone si dovrebbero informare poiché all’Enriques ci sono 6 prime!

  60. # Tiziana

    E’ veramente inconcepibile che uno studente che ha scelto consapevolmente un indirizzo in un liceo come il Cecioni, debba essere costretto a cambiare scuola! Chi ha scelto il Cecioni lo ha fatto conscio di trovare il migliore indirizzo di Scienze Umane, con professori al top e metodiche di studio all’avanguardia: non possono toglierci tutto questo! Forse non tutti sanno che da quest’anno esiste una prima classe di Scienze Umane nata con l’intento di favorire determinate disabilità, in questo caso una ragazza sorda per la quale un team scelto di professori, che si sono impegnati in prima persona a fare qualcosa di più e di meglio di quanto richiesto dal classico insegnamento, ha introdotto il linguaggio dei segni come materia integrativa. Un’ esperienza unica nel suo genere, accolta con grande entusiasmo sia dagli alunni che dalle famiglie. E la Provincia vuol togliere tutto questo? E’ una vergogna inaudita, occorre trovare una soluzione alternativa che permetta di mantenere in vita questo percorso iniziato con grande impegno da parte di un gruppo di docenti veramente motivato, cosa molto rara nella scuola dei nostri tempi!

  61. # fox65

    Diciamo la verità’….per avere piu’ iscritti forse tanti 100dati sono moooolto di manica larga……più’ iscritti=piu’soldi..l’eccellenza sta in ogni scuola come i fannulloni

  62. # A e B

    Giorgio, è spiacevole, lo capisco, ma esistono eccome scuole di seria A e scuole di serie B. Chiedi ai ragazzi stessi, quelli già diplomati, cosa pensano del loro iter di studi. Poi potresti usare anche altri parametri, ma basta anche questo. Non faccio nomi di scuole, ma ,credi, ho potuto verificare anche su lavoro, esistono scuole di seria A ed altre di serie B. Purtropppo.

  63. # raffaella

    sicccome io ieri c’ero lasciami manifestare tutta la mia tristezza nel vedere come si stia cercando di mettere una scuola contro l’altra.
    Noi del Cecioni non siamo ne’ meglio ne’ peggio di altri, siamo tutti colleghi e tutti i giorni lottiamo per cercare di fare il nostro lavoro tra mille difficoltà.
    E’ stato il presidente della Provincia ad affermare che noi siamo più bravi di altri. Bruttissima affermazione.
    Ma non cadiamo nella loro trappola non esistono scuole migliori o peggiori, ci sono scuole dove un ragazzo si può trovare meglio o peggio anche in base alla sua personalità.
    Ma mi sento di difendere il lavoro di tutti i docenti che ruotano nelle scuole della provincia.
    Altre sono le vie per migliorare l’offerta formativa dei nostri istituti primo fra tutti migliorare le strutture di qualche istituto fatiscente, e questo è compito della Provincia. Non è stato il Cecioni a rubare le aule al Geometri, ma è stata la provincia a trovare una soluzione che non è ottima neppure per noi del Cecioni.
    Vi prego non cadiamo nella loro trappola di mettere gli istituti uno contro l’altro

  64. # ZENEROS

    Caro/a fox, essendo sicuramente vero che le volpi siano molto intelligenti, forse non sono altrettanto informate: le commissioni d’esame sono composte per metà da docenti di altre scuole per cui le posso assicurare che i 100/100 e lode non sono MAI regalati. Del resto che cosa si deve dare ad un alunno che prende 10 o 9 in tutte le materie? Le eccellenze e i fannulloni sono in tutte le scuole, ma chi ha insegnato o avuto figli nell’indirizzo Brocca o nell’attuale ex Brocca (oggi Liceo scientifico) sa che questa al Cecioni è VERAMENTE un’eccellenza!!!

  65. # Scuole di A e B

    Giorgio Sociologo, hai fatto un’analisi chiara e indiscutibile, se uno ha le @@ le ha sia che frequenti il Cecioni che le Enriques.
    Mi sa di strumentalizzazione di alcuni insegnanti che avendo costruito il suo piccolo imperetto nella scuola non vogliano cambiare scuola. INIZIATE A TIMBRARE IL CARTELLINO CHE SIETE L’UNICA CATEGORIA PUBBLICA NON CONTROLLATA A SPESE DEI CITTADINI.

  66. # orfeo

    Guardando più in là si dovrebbe puntare a un polo liceale veramente efficace sia dal punto di vista ddidattico che logistico magari proprio nell’area del vecchio ospedale… con biblioteche, laboratori, una mensa come si deve…
    mi devo sveglià?

  67. # Cecioniano

    Ciao Andrea, mi permetto di contraddirti.
    Gli indirizzi che hanno proposto di spostare sono lo Scientifico e lo Scienze Umane, indirizzi che quest’anno hanno contato rispettivamente due e tre prime. L’indirizzo delle Scienze Umane è un fiore all’occhiello del liceo Cecioni, uno degli indirizzi più richiesti all’interno della scuola e quindi uno dei più popolosi.
    Il motivo per cui vogliono spostare questi due indirizzi è perché ci sono due scuole a Livorno che hanno talmente pochi iscritti che di questo passo rischieranno di chiudere.
    Il motivo per cui la gente scappa da queste due scuole è perché non si trova bene e perché evidentemente non hanno un piano formativo accattivante, che stimoli ad iscriversi.
    Il motivo per cui la gente viene al Cecioni è perché è una scuola che offre un ottimo piano di studi, una scuola accogliente, una scuola tosta, non una “scuoletta” come tu la definisci. Se fosse una scuoletta non uscirebbero così tante eccellenze, non avrebbe la possibilità di fare tutti i progetti che invece si fanno, non avrebbe nessuna cosa di cui vantarsi e nessun motivo valido da offrire alle persone affinché si iscrivano.
    Informati tu: il liceo Enriques ha RIFIUTATO il liceo delle Scienze Applicate quando è stato loro proposto perché un liceo SENZA latino era considerato feccia! E ora ne sta pagando le conseguenze perché tale indirizzo è gettonatissimo al Cecioni. Queste sono notizie certe che provengono da fonti certe.
    Domanda: perché 1700 persone hanno scelto il Cecioni e non altri licei? Perché piace e perché è la scuola adatta a loro! Se non lo fosse sicuramente non sarebbero lì! Perché togliere due indirizzi ad un liceo che funziona e schioccarli in due scuole che rischiano la chiusura perché la gente fugge? Perché togliere la possibilità agli studenti di frequentare l’indirizzo che hanno scelto solo perché a due scuole rode che il Cecioni funzioni e la loro no? Senza togliere nulla al liceo classico e all’Enriques, ma se 1700 studenti non le hanno scelte (come non hanno scelto il Nautico, l’Iti o altro) è perché non ci vogliono andare! Non è giusto spostare i ragazzi di due indirizzi in due scuole che loro NON HANNO SCELTO come se fossero un pacco postale! Ma si scherza?!
    Io sono in 4° liceo Scientifico. Sto protestando per non essere portato all’Enriques o a qualsiasi altra scuola non perché l’Enriques mi faccia caa, perché è brutto, perché cosa ti pare, ma perché sono affezionato alla MIA scuola, scuola che frequento perché frutto di una MIA SCELTA, scelta di cui vado fiero, e per questo non ho nessuna intenzione di essere trasferito in un istituto che non è ciò che ho scelto per la mia istruzione e per il mio futuro!

  68. # Andrea

    Ciao Cecioniano, intanto ripeto di esser quasi sicuro che non sposteranno nessuno, in quanto la legge non sia retroattiva, ma bensì includerà solamente le prime del prossimo anno, perché se fosse veramente come voi dite capirei le proteste; questa situazione è frutto di un passa parola completamente sbagliato come il gioco del telefono senza fili, un errore di comunicazione proveniente dal principio e che si è espanso fino a raggiungere enormi dimensioni da destinatario a destinatario di questo messaggio. Per quanto riguarda l’indirizzo scienze applicate, questo non ha mai preso piede all’Enriques per decisione del nostro preside dei tempi, che era contemporaneamente anche il vostro (e che avete anche attualmente) in quanto aveva deciso di darlo al Cecioni e, proprio per la legge di cui parlavo prima, non avrebbe potuto permettere che venisse adottato da più di una scuola. Sapete com’è che l’Enriques ha perso inscritti? Quando il vostro caro preside ci ha tolto il linguistico, e non ci ha permesso lo scienze applicate perché già voi avevate questi … E perché allora da voi non ha frenato lo scientifico visto che era tradizionalmente nostro??? Voi protestate ma in realtà il tutto viene da questo fatto ingiusto nei nostri confronti e il comune sta provando a ristabilizzare il tutto come è giusto che sia … a perdere siamo stati solo noi finora con questa legge quindi è giusto riportare tutto a un equilibrio … o tagliando a voi questi indirizzi o concedendo anche a noi linguistico e scienze applicate (cosa impossibile visto che è illegale) … Che discorso è che noi non possiamo avere 2 indirizzi che voi avete ma voi potete averne uno nostro … anzi il nostro?! Il vostro preside ci ha messo ai paletti con un colpo scorretto e ora è giusto che ne paghi le conseguenze.

  69. # Cecioniano

    Ciao di nuovo Andrea,
    noi non stiamo protestando perché non vogliamo essere spostati ALL’ENRIQUES O AL NICCOLINI, insomma, il punto non è questo. Noi stiamo protestando affinché i nostri due indirizzi, nati al Cecioni, RESTINO al Cecioni com’è giusto che sia! Se andiamo a vedere quando il linguistico è stato tolto a voi, quando è stato dato il liceo delle Scienze Applicate a noi dovremmo tornare indietro di anni e la questione non finirà mai più. Il Cecioni è nato come secondo liceo scientifico e ai tempi nessuno ha avuto da ridire. Perché adesso si svegliano e vogliono lo Scientifico solo da una parte? Non era meglio unificarlo quando è nato?
    E poi. La vostra preside che se ne esce con il fatto che, dato che lo Scientifico non lo avrà, allora vuole il Linguistico e lo Scienze Applicate? Forse ci ha preso per oggetti, se non mi dai questo allora mi dai quell’altro. Spero stia scherzando.
    Noi protestiamo perché non è giusto che ci venga tolta la possibilità di continuare gli studi nella scuola che noi abbiamo scelto e che riteniamo adatta alla nostra mentalità, a ciò che vorremo fare una volta adulti. Noi protestiamo perché il Cecioni offre cinque indirizzi fra cui scegliere e tali devono essere. Da quando in qua si sballottolano i ragazzi da un liceo ad un altro per far crescere il numero di studenti di un istituto che ne ha meno del nostro? Come ho già detto io rispetto chi va all’Enriques come chi va al classico come chi va al Vespucci, all’Iti, al Colombo e dove vuoi, ma c’è da dire che se le vostre scuole hanno meno alunni della nostra un motivo ci sarà. Non credo che spostando lo Scientifico all’Enriques ci sarà un grande cambiamento: se la scuola non piace, i ragazzi all’Enriques non ci verranno a prescindere che lo Scientifico ci sia o meno, e se piace il Cecioni si iscriveranno a Scienze Applicate. Per cui, la cosa cambia molto poco.
    Vorrei che sia voi sia gli studenti del Niccolini-Palli capiste che non ce l’abbiamo con le vostre due scuole per qualche strana ragione. Noi non vogliamo venire spostati né all’Enriques né al Palli e in nessun altro liceo, buono o cattivo che sia. Noi scegliamo il Cecioni e ci battiamo per restarci, ci battiamo affinché i ragazzi che verranno dopo di noi abbiano le nostre stesse possibilità, esattamente come fareste voi con la vostra scuola. Vi piacerebbe se domani vi dicessero che il vostro indirizzo verrà spostato, che ne so, al liceo X perché questo liceo ha poche iscrizioni e buone probabilità di chiudere? Non credo.

  70. # chiara

    L’errore lo fece la Provincia dando al Cecioni 5 indirizzi ed un solo indirizzo all’Enriques. L’Enriques aveva 1400 studenti, oggi con un’offerta formativa ridotta ne ha circa mille. Ora la Provincia deve trovare soluzioni e far sì che anche l’Enriques ottenga gli indirizzi che gli furono negati. I diritti, in quanto tali, son di tutti ! Inutile far confronti e stracciarsi le vesti; qui bisogna riparare ad un’ingiuistizia che per primo ha subito il liceo Enriques

  71. # Andrea

    Scusa Cecioniano ma alcuni discorsi non mi tornano… ad esempio “non protestiamo perché non vogliamo essere spostati ALL’ENRIQUES O AL NICCOLINI, insomma, il punto non è questo. Noi stiamo protestando affinché i nostri due indirizzi, nati al Cecioni, RESTINO al Cecioni com’è giusto che sia!” a me invece pare proprio che state protestando per non dover cambiare scuola a percorso già iniziato nonostante nessuno abbia intenzione di spostarvi come la maggior parte della gente dice, ma a parte questo voi avete un enorme problema per quanto riguarda lo spazio, più aumentano le vostre iscrizioni più il problema si aggrava, e non vi potete permettere altro affollamento in quanto questo porterebbe alla trasgressione delle norme di sicurezza, non sanno più dove mettervi, e l’unico modo per ristabilire equilibrio è togliere degli indirizzi, che vi piaccia o no è l’unico modo per far andare avanti la scuola. STATE FACENDO UNA TRAGEDIA PER 2 INDIRIZZI … Non è mica la prima volta che vengono tolti degli indirizzi e sinceramente non capisco tutta queste ridicole “rivoluzioni” in piazza … Cosa avete intenzione di ottenere con le vostre proteste al comune? Una permanenza di questi indirizzi che porterebbero ancor più sovraffollamento? IL COMUNE VI STA VENENDO INCONTRO MA VOI SIETE CONVINTI CHE CI SIA UN COMPLOTTO AI VOSTRI DANNI. Poi volevo chiarire che nel discorso fatto prima la preside non c’entra niente ma era una critica personale tanto per farti/vi capire che voi pretendete troppo: a noi ci hanno tolto tutto per lasciarlo a voi e tutti zitti, tutto va bene e poi tutti in piazza quando a voi toccano qualcosa come un avaro che piglia piglia e non vuol dar niente. Con la riforma Gelmini finora ne avete solo tratto vantaggio e ora che vi va contro per una volta, in piazza con tanto di striscioni a piagnucolare anche con la scusa che quel che è successo è storia passata … a me pare una cosa abbastanza ridicola, poi fate voi

  72. # Andrea

    E anche se tutto l’accaduto fosse esclusivamente per aiutare l’Enriques non vedo cosa ci sarebbe di male in quanto il vostro preside ha approfittato del possesso di 2 scuole per dare tutto ad una sola (la vostra) distruggendo internamente l’altra (la nostra), ha risucchiato il nostro succo, il nostro prestigio ed ha messo tutto nella vostra mela che ora strabuzza … e siccome non mi pare che sia una cosa tanto vecchia, una storia tanto passata visto che il preside è sempre lì a guidare la sua scuola prediletta sarebbe il minimo portare almeno all’Enriques l’indirizzo cittadino che non può coesistere e che ci meritiamo …

  73. # fox65

    Vede e’ proprio la gente convinta come lei che fa scendere di grado la questione del Cecioni….convinti di essere esseri superiori….

  74. # fox65

    Finalmente un commento degno di nota

  75. # laura

    La Provincia non ha fatto nessun errore in quanto non spetta alla Provincia “dare” gli indirizzi. I 5 indirizzi dell’attuale polo liceale esistevano già nel piano della sperimentazione “dato” dal Ministero, quindi ciò che il Ministero ha dato il Ministero dovrebbe togliere, ma il Ministero ha spero ben altro da pensare che alle beghe di scuole che vedono calare gli iscritti e anziché fare uno sforzo di riflessione, darsi una “botta di vita” preferiscono campare di assistenza. Buon pro gli faccia direbbe Carlo Lorenzini o Collodi che dir si voglia: che in area Pinocchio ci siamo proprio.

  76. # Cecioniano

    Sto dicendo, Andrea, che noi non vogliamo spostarci all’Enriques o al Niccolini-Palli o dove ti pare perché abbiamo qualcosa contro queste due scuole, noi non vogliamo spostarci per il semplice motivo che abbiamo scelto una scuola e intendiamo continuare i nostri studi in tale istituto. Non è difficile da capire, non ci piace l’idea di dover cambiare liceo per una scelta non nostra, se volevamo iscriverci ad un altro istituto sapevamo come fare, no? E allora che non rompano tanto le scatole, noi ci battiamo per restare al Cecioni perché è ciò che abbiamo scelto e le nostre scelte, come le vostre, vanno rispettate!

  77. # ALE

    E di tutti gli studenti ritirati e i professori “scappati” dal Niccolini-Palli ne vogliamo parlare?

  78. # ALE

    Il problema non è l’ubicazione credi!

  79. # ALE

    Il livello di una scuola non lo fa il nome ma gli insegnanti che ci lavorano. Al Cecioni sono bravi e nello stesso tempo sereni, hanno voglia di lavorare e sono contenti.
    Non sono depressi come nelle altre scuole!

  80. # ALE

    Che bel discorso infantile

  81. # chiara

    allora perchè la protesta del Cecioni è avvenuta nella sede della Provincia ? In realtà furono proprio provincia e regione a mettere in atto quanto previsto dal Ministero. Il problema non è di assistenza, semmai il problema è ristabilire un principio di giustizia; lascerei quindi perdere le botte di vita: gli insegnanti delle scuole in questione sono in molti casi gli stessi che hanno perso il posto di qua e si son spostati di là…Siamo seri !

  82. # Tutta

    Informatevi meglio quando parlate perche’all’enriques ci sono state 6 prime!

I commenti sono chiusi.