Piazza Roma, ecco il progetto per un parcheggio da 180 posti. E tu che ne pensi?

Disponibile anche un hashtag su twitter, #PiazzaMatteotti, per dialogare con i promotori dell'idea

Mediagallery

LIVORNO – “Piazza Matteotti, ex piazza Roma, è attualmente un luogo abbastanza degradato, il grattacielo non dispone di posti auto interni né di garage, questa carenza ha avuto col tempo delle ripercussioni importanti sulla piazza, che nella connotazione attuale non ce la fa più a sostenere le esigenze delle persone che ci orbitano attorno”. E’ questo quello che pensano Luigi Cocchella e Andrea Petrocchi, consiglieri Sel della Circoscrizione 3. Ed è proprio su questa considerazione che i due hanno lanciato un’idea.

“Giorni fa abbiamo fatto un campionamento dei posti auto – spiegano in una nota Cocchella e Petrocchi- , la piazza attualmente offre circa 120 posti. Oggi presentiamo questo studio di fattibilità per complessivi 180 posti auto, è un progetto alternativo al project financing, frutto della nostra politica in difesa di quei residenti che non potrebbero spendere ne per affittare né tanto meno per acquistare qualcosa che oggi è gratuito, un progetto che se realizzato manterrebbe ben salda in mano pubblica un bene comune importante come questa piazza”.

Come realizzarlo? “Il nostro percorso è democratico e concertato – sottolineano i due consiglieri di circoscrizione -chiederemo consiglio al trasporto pubblico in base alla loro professionalità riguardo la sistemazione delle fermate degli autobus sul progetto, poi andremo dai commercianti e diremo loro che possiamo sistemare le loro baracchine nei dintorni delle fermate, questo per agevolare l’afflusso dei clienti. Sentiremo poi l’università di agraria a Pisa – continuano a spiegare Cocchella e Petrocchi -per un consiglio sul verde contestualizzato con l’inquinamento cittadino, e sentiremo anche la Fiab, per sentire hanno suggerimenti in merito.

E per seguire l’andamento del progetto ecco che il progetto sbarca anche sui social network. “Abbiamo infine lanciato un hashtag su Twitter, #PiazzaMatteotti, per dialogare coi nostri concittadini – chiosano i due consiglieri di circoscrizione – Per chi preferisce i mezzi tradizionali può sempre contattarci o venire direttamente in via Gori. A questo passaggio seguirà l’inizio del percorso istituzionale nel quale crediamo fermamente: lo studio di fattibilità sarà portato in commissione assetto del territorio della Circoscrizione 3, verrà discusso democraticamente con i colleghi consiglieri appartenenti alle altre forze politiche e con i concittadini che parteciperanno, per chiedere poi che la risulta del passaggio in commissione venga votata dal Consiglio e passata poi al vaglio della commissione comunale”.

E tu che ne pensi? Lascia un commento sotto l’articolo

 

Riproduzione riservata ©

73 commenti

 
  1. # da bocciare

    …mi sembra un progetto semplicistico che sconvolge radicalmente l’architettura della piazza, sì in forte degrado, ma con il parcheggio non viene per niente rilanciata, occorre un risanamento strutturale con l’allestimento e manutenzione di aiuole, panchine e wi.fi…questa mi sembra una proposta…! E poi quando riparte il cantiere della seconda via Roma…???

  2. # andrea raiano

    Piazza Roma degradata? Sinceramente mi sembra uno dei luoghi meglio tenuti a Livorno. Il problema non sono i pochi posti auto, ma sono le troppe auto in circolazione a Livorno, veramente troppe!

  3. # amaranto67

    a me pare un progetto intelligente… moderno perlomeno nella visione della piazza, poi per l’impiego si può parlarne, di certo li il verde non manca, i posti auto , SI.

  4. # sgores

    lì passavano le mura di Livorno e la porta verso Roma. Il ridurla a parcheggio è una conferma del degrado dell’idea di città. A Pisa, Siena e Firenze le auto le tolgono dalle piazze.

  5. # la livorno oltre il boia deh!

    bello vedere l’interessamento di qualcuno su una piazza nata e sviluppata nel boom economico degli anni ’70 dove persino erano collocati 4 distributori di carburante. oggi non è possibile pensare e progettare tenendo a riferimento solo l’auto e progettare il tutto in modo che tutto ruoti intorno all’auto.
    NO cosi non va bisogna pensare a misura dell’essere umano!

  6. # Malizioso Troll

    Mi sembra l’ennesima rotatoria. Senza considerare che ci devono passare anche gli autobus, tutt’intorno. Ora, non è che si può far finta di ignorare che a Livorno ci impiegherebbero due secondi a mollare la macchina in doppia fila davanti al Nencioni “per entrà un menutino a comprà mezzo ‘hilo di stiacciata”, e magari intanto arriva l’autobus da Borgo, da via Montebello o da via Roma… e s’intasa tutto! E meno male che questi sono di SEL, dovrebbero essere un po’ più attenti all’ambiente e non fare il tifo per le auto…

  7. # da APPOGGIARE

    .decisamente migliorabile nel disegno ma avanti così. NO alla soluzione Battocchi con ennesimo parcheggio pluripiano ( e qui oltretutto interrato; chissà anche come godrebbero le fondamenta del grattacielo). Stupisce davvero l’attivismo della circoscrizione sul tema parcheggi. Mai avvertita l’esistenza della presidenza di circoscrizione in anni di residenza in San Jacopo. Comunque visto che è l’unico tema che pare interessare, parcheggi a rotazioni! Servizi per gli adoloscenti, cura del verde, rispetto delle regole, senso civico, mi raccomando mai parlarne eehh…

  8. # Siamo obbiettivi

    Mi stupisce che SEL vada in una direzione che incoraggia l’uso dell’auto. Da Sinistra ECOLOGIA e Libertà mi aspetterei tutto il contrario, tipo rendere più efficiente l’uso dei mezzi pubblici e incoraggiarlo, visto che a Livorno dopo le 21 spariscono totalmente, obbligando la gente a prendere l’auto. Mah…

  9. # Dariol

    a mio parere qualcosa va fatto per piazza Roma e non solo. Le nostre piazze di piazze hanno ben poco, basti guardare a quella che dovrebbe essere la nostra piazza principale, prima dimezzata da un orribile palazzo e poi ridotta a stazione per gli autobus. Ma tornando sul tema, l’idea di rifare piazza Roma per trasformarla in un mega parcheggio non mi pare il massimo. I posti auto non ci sono, è vero, ma non mi sembra un buon motivo per trasformare ogni angolo utile in parcheggio. Evidentemente il problema lo dobbiamo risolvere in maniera diversa. Non si può continuare a pensare solo ai problemi di oggi, dobbiamo immaginare la città che vogliamo tra 10-20 anni e operare sistematicamente ogni intervento in quella direzione. E tra 20 anni, io non vorrei vivere in una città-parcheggio.

  10. # Eljs

    Ci sono cose più urgenti e necessarie

  11. # Filippo

    I soldi vanno investiti nei trasporti pubblici!!! Ecchecavolo….

  12. # Samarcanda

    Quelli che questi due signori chiamano “consigli” in realtà sono consulenze tecniche che costano al cittadino. Spendeteli meglio i soldi vai che Piazza Roma va bene cosi com’è.

  13. # Anto

    Dario hai ragione !!
    Le nostre piazze sono tenute male e proprio stamani guardavo appunto piazza grande lato Duomo. Triste con quelle aiuole di cemento ….
    Piazza Roma dovrebbe essere più curata… e poi tanto i parcheggi selvaggi ci saranno sempre viste le abitudini di noi livornesi che vogliamo arrivare con l’auto sotto al negozio…

  14. # Roberto-Bobbe

    I parcheggi si fanno interrati, non più in superficie. In superficie si fanno aiuole e sotto ricoveri per auto. Ne va il decoro della città e maggiori spazi a disposizione.

  15. # Orabasta

    Siamo allo assurdo , piazza Matteotti e’ invivibile ed uno dei motivi e’ proprio il troppo traffico
    , io ci abito e dopo questa notizia raccogliero’ firme per pedonalizzarne il piu possibile , non solo , io ed altri abitanti della piazza analizzeremo bene questa proposta che obiettivamente sembrerebbe nasconderne altri di obiettivi e poi cari signori promotori arrivederci alle urne.

  16. # Silvia

    Meglio questa idea di parcheggi come odeon e moderno, grazie a Cosimi e Bettini. Ben venga la proposta di Sel che evita un parcheggio sotterraneo che farà la fine di quello i piazza Guerrazzi, ricordatelo ?

  17. # ste

    L’idea mi lascia dubbioso, perché non punta alla valorizzazione della piazza.
    Le piazze, infatti, dovrebbero appartenere alle persone, non alle auto. Altrimenti chiamatela parcheggio Matteotti.
    Che fine ha fatto il progetto di parcheggio sotterraneo?
    Un parcheggio sotterraneo permetterebbe di recuperare la superficie della piazza, destinandola alla sua funzione.

  18. # ste

    Sempre i soliti discorsi…

  19. # luigi corti

    Progetto non condivisibile per molti motivi:
    1 viabilità non idonea la strada della rotatoria troppo piccola per il traffico dove tra l’altro debbono transitare anche i mezzi pubblici;
    2 non c’è prevista una pista ciclabile che per collegare il centro attraverso la via Roma sarebbe molto auspicabile almeno nel futuro;
    3 ridurre la piazza ad un parcheggio con l’abbattimento dei pini e forse delle palme che avranno almeno 50 anni non può dirsi “riqualificazione”

    Sarebbe invece auspicabile eseguire un restauro riqualificando l’apparato alboreo migliorare la zona delle baracchine ed inserendo una pista ciclabile nell’asse nord sud

  20. # fabrizio

    da bocciare, gli abitanti si arrangino, c’e’gia’ troppo caos . bisognerebbe invece comprare autobus piu’ piccoli e meno ingombranti , quelli esistenti sono troppro grossi e e sempre vuoti.

  21. # rick

    ho pensato la stessa identica cosa… sono SEL e pensano a trasformare una piazza in parcheggio…

  22. # franco

    il solito progetto terra terra senza una visione d’insieme. e pensare che oggi il futuro è verso città senza automobili… con grandi spazi verdi…. piste ciclabili….. mezzi pubblici efficienti…. auguri ai ” bravi” consiglieri!

  23. # rick

    l’hashtag #piazzamatteotti da sé è inutile, va a fondersi con iniziative in altre città, davvero poco furbo. come poco furbo il progetto in sé che trasforma definitivamente piazza matteotti in un parcheggio. lega-legalizza il parcheggio. io ho altre idee.

  24. # rick

    l’architettura della piazza è da sconvolgere. perché così fa schifo. comunque concordo che il progetto è da bocciare. piazze a misura d’uomo, non parcheggi e snodi per il traffico.

  25. # ste

    Non facciamo terrorismo tecnologico senza parlare di dati reali. Il parcheggio interrato non andrebbe certo a contatto con le fondamenta del grattacielo! A Livorno c’è paura dei parcheggi interrati, per il noto caso di piazza Guerrazzi, ma non è un motivo valido per non tentare di riqualificare una piazza, quella Matteotti, che con un parcheggio centrale perderebbe ogni speranza di essere veramente una “Piazza”. Trovo strano che a sinistra si possa arrivare a pensare una piazza in questo modo: sociologicamente è aberrante.

  26. # fabio

    Apprezzabile l’iniziativa e i principi che la ispirano, ma credo che i parcheggi dovrebbero stare su livelli al di sotto del piano strada dove devono esserci le soste per carico-scarico merci, adeguati spazi per le fermate e per le attività (vedi piazza Damiano Chiesa), piste ciclabili, percorsi pedonali, alberi aiuole e panchine.

  27. # gianl

    EH NO!!! mi spiace ma questo progetto fà un po’ pena, invece di incentivare l’uso del mezzo pubblico, a rendere sicura la strada per le biciclette, volete aumentare i posti auto?? Io abito in Piazza Roma, non da molto, ma da tre anni combatto per il parcheggio, ma lo trovo sempre, al limite mi faccio un pezzo a piedi, che male non fà!!!
    PIAZZA ROMA VA SOLO RIQUALIFICATA, sistemando le areee verdi (vedi ingresso secondario della villa fabbricotti e gli altri 3 angoli lasciati a se stessi) utilizzata la segnaletica orizzontale,riorganizzare gli spazi per i parcheggi, qualche striscia per i parcheggiatori ganzi di Livorno, la giusta illuminazione e direi che avete speso la META’ dei soldi!!!!
    Io voto NO!!!

  28. # amaranto67

    la mancanza cronica di posti auto in centro (non a pagamento) è probabilmente la causa principale della chiusura di molti negozi storici, la conseguente desertificazione ha portato poi a una minor vivibilità e sicurezza dell intera zona.
    la gente trova piu rapido e semplice andare all iper dove trova sempre un parcheggio per il proprio mezzo, magari pure al coperto, senza dover pagare ed essere condizionata dalla scadenza oraria del tagliando, come biasimarla?
    non capisco questa negatività verso una proposta tesa a rendere efficiente un area di parcheggio esistente.

  29. # Andrea Petrocchi

    Lo studio di fattibilità è stato prestato gratuitamente dal Forum Ambiente e Territorio di Sel.

  30. # Andrea Petrocchi

    Sul progetto la larghezza della sede stradale dell’anello è di 9 metri

  31. # BOBBE

    Per fare i parcheggi interrati ci vogliono soldi, tanti soldi.Vorrei sapere chi parla tanto di verde, aiuole, passerotti e merli dove ficca la sua macchina la sera quando arriva a casa???

  32. # la livorno oltre il boia deh!

    aggiungo: sulla piazza non bisogna abbassare l’attenzione mediatica onde evitare che magari si possa trasformare nell’ennesima occasione di speculazione di qualche gruppo affaristico speculativo che magari già trama sottobanco… tanto per cambiare!

  33. # Andrea Petrocchi

    Quello che si capisce male da questo articolo è che la nostra non è stata una iniziativa a caso ma una proposta che va esclusivamente contestualizzata insieme alle altre presentate di recente.

    Da un certo punto di vista la nostra è una iniziativa pienamente di sinistra poichè tutte le altre proposte viste fino a oggi sono state ideate da privati, i quali, al fine di remunerare il loro investimento non so se e quanto saranno disposti a lasciare 120 posti auto liberi sulla piazza, perchè questi renderebbero meno appetibili i parcheggi in affitto e in vendita da loro costruiti, ovvero l’esclusivo rendimento della loro operazione.

    Abbiamo espresso questi dubbi prima di pubblicare il nostro progetto, abbiamo depositato un atto in circoscrizione, non lo sanno.

    Da questo punto di vista il nostro progetto implementa addirittura i posti auto gratuiti savando il bene pubblico dalla estromissione dei privati e soprattutto tiene conto anche di quelli di noi che non sono in grado di pagare un posto auto, sopratutto alla luce del fatto che oggi quello stesso posto auto è gratis.

  34. # Marco

    La soluzione più economica e razionale è quella di un parcheggio in superficie tanto è inutile illudersi che se nell’area venisse creato qualche giardinetto con quattro cespugli sarebbe una sorta di polmone verde o un isola ecologica quando in realtà i residenti devono fare delle odissee intorno agli isolati per trovare un posto auto.La realtà dei nostri tempi è questa,quando c’erano le carrozze era un’altra e quando i veicoli saranno a levitazione sarà un’altra ancora.Un parcheggio in superficie come si crea si rimuove quando non servirà più,inoltre in poco tempo può essere realizzato dando immediato beneficio ai residenti.

  35. # Andrea Petrocchi

    Durante la conferenza stampa sulla presentazione di questo progetto, conferenza fatta in piazza Matteotti davanti all’ingresso della villa, a un certo punto è arrivato un signore che ci ha detto che le fondamenta del grattacielo sono perennemente allagate.

  36. # Ricca

    Basta auto,pedonalizzare il centro questo e’ uno studio da fare.

  37. # Andrea Petrocchi

    Riguardo il discorso sulla pista ciclabile: sul progetto non c’è perché non abbiamo ancora sentito la Fiab. Il nostro è un qualcosa progettato dal basso, rispettiamo la loro professionalità e se riscontreranno la possibilità di inserire un percorso ciclabile nel nostro progetto lo inseriremo sicuramente.

  38. # Siamo obbiettivi

    Ma questa sta diventando la città delle auto e dei centri commerciali. Sono proposte che nascono già vecchie: con la crisi che c’è soldi nelle tasche non ce ne sono più. Ci vorrebbero idee più innovative, più pedonalizzazione e più mezzi pubblici, dare una svolta ecologica alla città. A Rimini riescono addirittura a chiudere Viale Ceccarini per l’estate, Berlino la puoi girare tuttain bici, e qui si discute di dove fare l’ennesimo parcheggio.

  39. # Siamo obbiettivi

    Capisco il senso delle sue parole, ed è apprezzabile che si voglia aumentare il numero dei parcheggi gratuiti, ma ritengo comunque che questi posti sarebbero comunque insufficienti ad avere un risultato apprezzabile visto che anche se tante famiglie hanno dovuto rinunciare alla macchina per motivi economici, tante altre hanno più di un’auto per necessità negli spostamenti e non hanno alternative. Rimangono per me le perplessità di fondo riguardo a un intervento che comunque va in direzione dell’accettazione di un mondo in cui non ci si può che spostare in macchina. In ogni caso grazie per le precisazioni.

  40. # Alfonso

    La Piazza viene ricordata per l’aggiramento degli austriaci che, non potendo entrare da Porta S.Marco difesa, entrarono da Porta Maremma a capo del maresciallo DASPRE…C’era una fattoria e da un abbaino videro i livornesi, gli austriaci avvicinarsi e dettero l’allarme.Per ricordare tale episodio, la Banca ha sul tetto un cono di vetro che simboleggia l’abbaino.STORIA 11 Maggio 1849 …
    Oggi dopo i DISTRIBUTORI…Parcheggio….Povera la mi’ Livorno!

  41. # gianl

    Beh, di interventi importanti ce ne sono ALTRI in città, e comunque il problema della chiusura dei negozi storici è proprio dovuto alla presenza dell’ipercoop!!!! il livornese VUOLE parcheggiare in “BOCCA” al negozio, se non puo’ direttamente dentro….
    Non usa ne il Bus ne la Bici, e come i negozi sono campati per decenni, potevano continuare a farlo….

  42. # ugo

    un cesso…..

  43. # Marco

    Pedonalizzare il centro sarebbe sinonimo di trasformare Livorno in una città fantasma.

  44. # ste

    E questo parere “tecnico” è sufficiente per scartare l’idea del parcheggio ipogeo?

  45. # Andrea B.

    Hai ragione. E’ semplicistico e sconvolge la piazza. Adesso ci sono le panchine dove se uno vuole può mettersi a fare due chiacchiere in tranquillità. In questo modo ci sarebbe solo un via vai di macchine e la rotatoria creerebbe sicuro altri incidenti.
    Per non parlare che è una via (Montebello/Mameli) molto usata dalle autoambulanze che vedrebbero il loro viaggio verso l’ospedale ULTERIORMENTE allungato, dato che già adesso, quando arrivano al fine di viale Mameli non possono andare a dritto perché c’è quell’assurdo divieto di transito eccetto autobus e sono costretti a fare il giro delle sette chiese… IO BOCCIO QUESTO ASSURDO PROGETTO! AVETE GIA’ STRAVOLTO ABBASTANZA IL QUARTIERE, IN PEGGIO!

  46. # io

    Forse sarebbe migliore la soluzione di riqualificare la piazza anche a discapito di qualche posto auto. Di questi ultimi se ne potrebbero trovare parecchi togliendo la corsia preferenziale in via Roma e borgo Cappuccini che resterebbero a senso unico e che avrebbero quindi lo spazio per poter consentire di parcheggiare da entrambi i lati. Il bus potrebbe fare percorsi alternativi esempio: direzione piazza grande passare direttamente da borgo cappuccini (che inizia da sotto il grattacielo) e nel percorso inverso passare da via Montebello..Ah, dimenticavo.. anche il lato di via Roma che porta verso via caduti del lavoro andrebbe reso a senso unico senza corsia preferenziale in quanto risulta pericoloso poiché un terzo dei veicoli che ci passano non rispettano il semaforo ”tanto il bus ci passa solo ogni mezz’ora”..

  47. # gerdataro

    Meno male che…. le fondamenta del grattacielo del Michelucci non andrebbero in contatto con il parcheggio! Sono certa che gli ingegneri avranno già studiato la fattibilità dell’intervento, ci mancherebbe.Anche perchè altrimenti mai l’avrebbero proposto. Ma, scusatemi, non per questo mi sento rassicurata. La proposta del parcheggio interrato, tanto sponsorizzata dalla circoscrizione e vorrei capire perchè, mi pare decisamente un’ inutile forzatura, molto utile ad interessi privati e di pochi. Rispetto al progetto in quota, come qui presentato, mi permetto di suggerire quanto segue. Gli input di progettazione dovrebbero per me essere : fascia perimetrale di verde praticabile per la sosta socializzante e poi di protezione con cortina verde verso l’interno, atta a “coprire” le auto; inserimento di piste ciclabili lato verde, che qui invece non ci sono ( malgrado che per normativa andrebbero inserite). Più ampi spazi per il gioco sono fortunatamente a due passi,, in Villa Fabbricotti. Permettetemi ancora, continuo comunque a chiedermi perchè tanto interesse della circoscrizione sul tema parcheggio ipogeo. Avrei veramente preferito interesse verso spazi di aggregazione giovanile, attività di stimolo per il volontariato, a tutela del verde del quartiere, per iniziative di socializzazione,di ascolto e fattiva realizzazione…. niente, mai niente. Ora il risveglio …quando fra poco le circoscrizioni chiuderanno. Mah….

  48. # cloude

    Considerando il poco successo dei parcheggi sotteranei di Piazza Guerrazzi e dell’Odeon io prenderei spunto da questo progetto che può essere rivisto e studiato meglio ma che permetterà comunque al cittadino che paga le tasse di trovare un posto auto in più e di non doverselo acquistare visto che in tempi di crisi le finanze son sempre più ristrette;questo non vuol non considerare le aree verdi oppure le piste ciclabili ,prendiamo spunto dalla rivalorizzazione di Piazza Mazzini e facciamo qualcosa anche per la Piazza Roma è possibile accontentare tutti senza doversi frugare di tasca propria.

  49. # tiziana

    Come sempre troppi commenti negativi ma ci sarà una volta che propongono qualcosa e tutti sono contenti a me sembra un buon progetto a patto che si tenga conto di un contorno piacevole con qualche albero aiuola e luci..

  50. # amaranto67

    prova a stare di casa alla Leccia, a Antignano o a Stagno e a venire in città con la bicicletta per fare spesa e poi me la racconti, specialmente a dicembre, sai quando fa 5 gradi e piove… sapessi com’è comodo! Avete tutti una visione troppo soggettiva della questione, magari state di casa in via de Lardarel e pensate che per tutti sia semplice non utilizzare l’auto per venire in centro…. l’Iper fa concorrenza perché ha il parcheggio ed è facilmente raggiungibile, non certo per i prezzi migliori o per la qualità della merce… io preferirei 100 volte andare al mercato coperto a fare spesa ma è impossibile perché per poter parcheggiare l’auto devi fare diverse volte il giro dei fossi, via grande, piazza della Repubblica… perdi 20 minuti solo per parcheggiare.. poi fai tutto di corsa senza goderti nulla o indugiare ad un banco perché se ti scade il tagliando del parcheggio ti prendi pure una bella multa…

  51. # gerdataro

    Mancanza gravina.. la pista ciclabile doveva esserci. Il rispetto non ci combina niente. E’ questione di sensibilità .La possibilità va creata e disegnata, da chiunque se ne occupi. Con o senza fiab.

  52. # yuri

    la mi nonna con l’autobus faceva tutto, dalla spesa al mercato fino a arriva alla lontana Leccia per ballà al circolino.

  53. # Alessandro

    RIPRISTINATE LETTERA R IN PIAZZA ROMA! ECCO RISOLTO IL PROBLEMA POSTI AUTO! E POI VIA ALLA RIVALORIZZAZIONE…MA PRIMA LA LETTERA!

  54. # Cocchella Luigi

    Ricordo che SEL ha ufficialmente e in più occasioni urgenziato la necessità di un piano della mobilità della ns. Città che, faciliti gli spostamenti dei livornesi, massimizzi il trasporto pubblico, aumenti le aree pedonali a disposizione dei cittadini, riorganizzi i parcheggi e quindi migliori la qualità di vita dei livornesi e diminuisca l’inquinamento urbano. La ns. proposta di riorganizzazione di Piazza Roma ha l’obiettivo di riqualificare la piazza, rendere efficienti le aree a parcheggio (oggi 145 posti di cui una parte irregolari – domani 180 posti tutti regolari), aumentare il n. di alberi e di verde e diminuire l’inquinamento eliminando le code in attesa ai due semafori. L’installazione di panchine, wi-fi etc. sarà possibile prevederle nel progetto esecutivo mentre la ns. proposta è al momento una semplice prima fase di fattibilità. Ho apprezzato i numerosi commenti sulla ns. proposta sulla quale auspico il contributo e il parere di tutti in modo da effettuare le eventuali modifiche affinché la stessa incontri in modo equilibrato le esigenze di tutti in particolare dei residenti e dei commercianti. Inoltre la ns. proposta sarà sottoposta alla valutazione democratica e quindi sarà sottoposta a tutti i passaggi istituzionali in particolare quelli della Circoscrizione ai auspichiamo la partecipazione di tutte le persone interessate. Chiunque voglia dare un suggerimento o anche una critica alla proposta può inviarla al mio mail l.cocchella@alice.it al quale può evidenziare anche altre problematiche della Circoscrizione 3.

  55. # amaranto67

    ber discorso, a tempi delle nostre nonne l’alternativa all’autobus era i’r barroccio, te con cosa saresti andato?…comunque parlando di tempi più recenti le linee erano una trentina e i pullman passavano ogni 15 minuti… oggi le linee son la metà, a certi orari pullman ‘un ce n è proprio…. se ci monti sopra rischi di tutto, dai piattoni ai pattoni… e detto tra noi essendo ner 2013 la gente c ha le su abitudini, internet , cellulari, tablet e le macchine.

  56. # Marco

    Meglio un parcheggio come dice SEL che uno interrato che fara’ la fine di quello in piazza Guerrazzi, e poi mi domando ma chi ha la concessione di questo intervento ? Ritengo che si deve evitare una speculazione che risulta fra l’altro un gran casino !

  57. # Il Moralizzatore

    Che progetto triste, questa città è ormai persa se queste sono le menti che la governano

  58. # ricky

    abitudini che vanno cambiate, se si vuole sperare di vivere in un mondo migliore. e non è retorica.

  59. # ricky

    il futuro si costruisce oggi. lo sviluppo sostenibile ormai da 50 anni cerca proprio di combattere questo tipo di ragionamenti: “io intanto faccio quello che serve a me ora, dopo ci penseranno”

  60. # asciugati

    ma è quello che ha fatto le consulenze all’assessore Bettini di Sel per le rotatorie, i semafori e le piste ciclabili apparse in questa ultima legislatura? speriamo di no!

  61. # asciugati

    ma se si mette la lettera per i residenti e gli altri vanno tutti dentro il megaparcheggio di barriera roma o quello nuovo più piccolo di via caduti del lavoro non si ottiene il solito risultato? altrimenti piano piano a qualcuno verrà l’idea di trasformare villa regina in un parcheggio. I torrini per metterci la sbarra li hanno rifatti nuovi e sono abbandonati. strano che a qualche consgiliere non sia venuta questa bella idea visto quelle che girano!

  62. # asciugati

    ma scusa Silvia, ma il Bettini non è l’assessore nominato in giunta proprio in quota SEL o mi sbaglio ?

  63. # Gerone

    Ma chi l’ha disegnato questo progetto? Oltre alla carreggiata stretta per far da rotatoria (che non serve stante l’asse Mameli Montebello troppo preponderante) e la mancanza della pista ciclabile le misure dei parcheggi sono sbagliate e poi quelli in fila non si fanno più da anni! con il 2.5×4.5 parcheggiavi in piazza Cavour le 600 e le topolino negli anni 50 (qualcuno se lo ricorda?) e tu vorresti farlo uguale? Oggi che anche le familiari economiche sono quasi 5m di lunghezza come le posteggi di fila? E con i 2.5 di larghezza gli sportelli come li apri?

    Incredibile. Comunque non è la prima volta che escono dei progetti messi insieme in fretta e furia dall’ufficio urbanistica tanto per, ma state attenti però! Così è prendere in giro!

    Andate a Pisa in Piazza Vittorio Emanuele II, il parcheggio interrato tra la stazione e corso Italia, così si fa. E non c’è bisogno di toccare fondazioni, tagliare alberi ed altro.

  64. # gerone

    Suggerimenti: 1) rotatoria limitata al quadrante nord ovest, cioè per favorire il flusso verso Borgo Cappuccini che adesso passa da Via Spalato con incrocio molto pericoloso con Borgo Cappuccini. In questo modo si elimina il semaforo brutto e inquinante. Via Rosa del Tirreno e tutte le altre Goito compreso limite velocità a 30 kmh in quanto strade residenziali con doppio senso al limite. 2) Montate su un bus 13m e fatevi un giro con l’autista oppure guidatevelo voi se avete la patente, poi allora potrete disegnare le strade urbane.

  65. # deliato

    bellissima idea quella di far diventare villa Regina un bel parcheggio (almeno fino al ponticello)! Il viale alberato resterebbe tale… ma almeno servirebbe a qualcosa. Del resto dopo il ponticello di spazio per il parco ce n’e’ parecchio

  66. # degube

    Progetto ottimamente pensato e con strategie attuative di eccellenza.
    – Le fermate? …noi non sappiamo dove metterle ma qualcuno ci penserà
    – Le baracchine ….ma ovviamente vicino alle fermate (vedi sopra)
    – L’ingresso di villa fabbricotti e del centro anziani? ..direttamente sulla rotatoria così di risparmierà qualche pensione
    – L’accesso al parcheggio? …all’interno della rotatoria proprio dietro la curva
    – Come realizzarlo? con un bel percorso dempcratico e partecipato, le ditte le pagheremo con i per(dis)corsi.
    Parlare senza pensare “è più da stupidi che di sinistra”

  67. # Andrea Petrocchi

    Cerco di chiarire, il forum SEL ambiente e territorio non ha nulla a che fare con l’assessore Bettini, che ormai da tempo non è più un nostro tesserato.

  68. # verabaroni

    Giusta i osservazione Andrea ,
    che la gente usi mezzi pubblici e gambe per camminare

  69. # Cocchella Luigi

    La ringrazio del suggerimento che terremo in dovuta considerazione. Se vuole dare il Suo contributo, anche su altri argomenti, la invito ad iscriversi alla Commissione assetto del Territorio e viabiltà della Circoscrizione 3 da me presieduta. Grazie di nuovo della collaborazione

  70. # Andrea Petrocchi

    Calcoli che all’interno della Circoscrizione 3 il nostro capogruppo SEL presiede la commissione assetto del territorio, da qui lo sbilanciamento verso queste tematiche. Detto ciò il presente studio di fattibilità non è che l’ultimo degli atti proposti alle nostre istituzioni. Magari avessero avuto tutti lo stesso riscontro mediatico!
    Personalmente tengo da tempo la lista degli atti che deposito, è pubblicata sul mio blog al seguente indirizzo: http://andreapetrocchi.blogspot.it/p/fatti.html ed è correlata con i link ai relativi articoli.

  71. # simona c

    VIA LE AUTO DALLA PIAZZA
    La piazza merita un atteggiamento di recupero urbano delle preesistenze, specie la bellissima fontana in pietra dietro il giornalaio di cui ho ancora il ricordo. Impariamo ad osservare, analiticamente e con metodo per poi progettare. STOP ALLE SOLUZIONI QUANTITATIVE, Si’ AL RECUPERO DELLO SPIRITO DEI LUOGHI, Si’ ALLE PIAZZE COME LUOGHI DI RELAZIONE

I commenti sono chiusi.