Tassa sulle barche, passi in avanti verso la soluzione

Mediagallery

IL PD: APRIAMO UN CONFRONTO – LEGGI QUI

Martedì 4 marzo nella sede dell’ Autorità Portuale di Livorno si è svolto un incontro, relativo allo svolgimento in ambito portuale e nei Fossi Medicei del servizio di raccolta rifiuti nelle annualità precedenti al 2014, tra l’Amministrazione Comunale, rappresentata dall’assessore Nebbiai, e l’Autorità Portuale, rappresentata dal Segretario Generale, Dott. Provinciali. All’incontro erano presenti anche i dirigenti dell’Autorità Portuale, Avv. Paroli (Direzione Demanio, Patrimonio e Lavoro Portuale) e Ing. Motta (Direzione Sicurezza e Ambiente) e del Comune di Livorno (Dott. Parlanti, Dirigente Entrate e dott.ssa Balzano –Ufficio tares). L’incontro, resosi necessario ed opportuno al fine di dirimere la controversa questione relativa al prelievo rifiuti all’interno dei Fossi Medicei con riferimento ai Circoli Nautici Concessionari, è stato proficuo e chiarificatore per entrambe le parti.
Si è infatti convenuto che, riguardo alla individuazione delle competenze stabilite dalla normativa vigente, non vi sono dubbi circa l’attribuzione delle stesse, per quanto riguarda la gestione del Demanio Marittimo, del quale sono parte integrante i Canali Cittadini, all’Autorità Portuale. Tuttavia è in maniera indubbia che il protocollo d’intesa stipulato nel 2003 tra Comune ed Autorità Portuale non conteneva riferimento alcuno al servizio di raccolta rifiuti provenienti dai Fossi Cittadini, ma alla sola pulizia degli specchi acquei e degli scalandroni. E’ stato quindi acclarato che fino all’annualità 2013 compresa il servizio di raccolta rifiuti all’interno della complessiva zona di competenza dell’Autorità è stato svolto da Aamps spa: infatti nel corso del 2013 l’Autorità Portuale ha pubblicato bando di gara per l’affidamento del servizio di raccolta rifiuti da terra e da mare, da fornire a titolo oneroso all’utenza portuale. Il servizio è in fase di aggiudicazione provvisoria.
Da quanto potuto chiarire è quindi inequivocabilmente emerso che, in relazione alle annualità precedenti il 2014, il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti provenienti anche dai Concessionari degli specchi acquei nei Fossi Medicei è stato svolto dal Comune di Livorno, attraverso il gestore del ciclo dei rifiuti Aamps spa. All’interno dei canoni concessori non era infatti presente alcuna voce relativa al servizio di raccolta rifiuti da terra. Le parti quindi convengono che per il 2014 e gli anni successivi il servizio sarà svolto ed organizzato dall’Autorità Portuale, sulla base di quanto descritto nel capitolato speciale d’appalto per la “concessione in ambito portuale dei servizi di pulizia e raccolta da terra e da mare, da fornire a titolo oneroso all’utenza portuale “.
L’Amministrazione Comunale convocherà quanto prima i Circoli Nautici, al fine di ricercare una soluzione comune per dirimere la questione, soluzione che lasci tutti soddisfatti, nel rispetto delle norme.

 

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Lorenz

    Secondo me è una tassa giusta.

  2. # asciugati

    Ora c’è le elezioni e siamo tutti più buoni. Aspettate il giorno dopo dei risultati e poi ci frughiamo senza tanti discorsi !

I commenti sono chiusi.