Tdt, avanti con la concessione fino al 2031

Nasce anche la Fondazione per la ricerca e lo sviluppo della logistica

Mediagallery

È stata prorogata sino al 30 settembre del 2031 la concessione alla Tdt  sulla sponda ovest della Darsena Toscana. A deciderlo il Comitato Portuale che, quest’oggi, ha approvato con un solo voto contrario la delibera che concede alla società gestita dal gruppo Gip e dalla Compagnia Portuale una proroga decennale dell’atto concessorio i cui termini, altrimenti, sarebbero scaduti a settembre del 2021. La delibera dà finalmente compimento a quanto già deciso nel 2001 dal Comitato Portuale, che aveva accolto la richiesta di estensione temporale della concessione sulla base di un piano di investimenti che la stessa Tdt si era impegnata a sostenere sino al 2007. Il lungo tempo trascorso dalla delibera del 2001 ha obbligato i tecnici dell’Autorità Portuale a rivalutare i presupposti per il rilascio dell’atto suppletivo, verificando l’avvenuta attuazione del piano di impresa a suo tempo presentato e richiedendo un rinnovo dello stesso piano industriale per il periodo 2013-2018.
Il parlamentino dell’Authority ha inoltre dato il via libera alla costituzione della “Fondazione per la Formazione Universitaria, la Ricerca e lo Sviluppo del le alte tecnologie e della Logistica”. La Onlus, promossa dagli enti locali e della quale l’Autorità Portuale è fondatrice, gestirà i rapporti tra l’ente che governa il porto e il Polo Universitario dei Sistemi Logistici dell’Università di Pisa. “Con questa fondazione – ha detto il segretario generale dell’Authority labronica, Massimo Provinciali – intendiamo affermare sul territorio una nuova logica di partenariato tra i soggetti pubblici e privati, per lo sviluppo e la gestione di iniziative nel settore dell’istruzione universitaria, della ricerca e del trasferimento tecnologico, con particolare riguardo ai trasporti, alla logistica e alla portualità”. Il Comitato Portuale ha poi espresso parere favore sul rilascio di una serie di concessioni infraquadriennali, tra le quali spicca quella a favore del Parco del Mulino. La cooperativa sociale, da tempo impegnata nel campo dell’assistenza ai disabili, avrà a disposizione 152 mq presso la Darsena Vecchia per l’ormeggio del barcone “Speranza”, adibito alla ristorazione. È stato infine dato mandato al presidente dell’Authority, Giuliano Gallanti, di procedere alla vendita a favore della Labromare di un complesso immobiliare di 4 mila mq in Via Quaglierini. L’area verrà venduta al prezzo periziato dall’Agenzia delle Entrate: 1 milione 700 mila euro.

 

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Omersimpons

    ORA PORTATE UN PO’ DI LAVORO

I commenti sono chiusi.