Nasce il 2° Terminal Crociere per le maxi navi e il porto si mette in mostra a NY

Sabato sarà inaugurato alla presenza del presidente della Regione Enrico Rossi

Mediagallery

di GABRIELE PRITONI

(la fotogallery si trova come di consueto nel link in fondo all’articolo)

IL PORTO IN MOSTRA A NY- LEGGI QUI

Nella sede della Porto di Livorno 2000 è stato illustrato il nuovo terminal crociere destinato ad accogliere anche le navi oltre i 300 metri. Sarà inaugurato sabato 9 novembre, alle 16, alla presenza del presidente della Regione Toscana.
Il terminal è stato realizzato, dopo circa 2 mesi e mezzo di lavori, nel capannone ex–Dole e l’intervento ha riguardato la banchina (che è stata riasfaltata), l’interno e il piazzale retrostante per una superficie complessiva di oltre 10 mila metri quadri di servizi e spazi informativi. Il capannone è stato riqualificato per fornire servizi di accoglienza, informazione, noleggio auto, taxi, internet, gestione bagagli, dogana e promozione turistica. Mentre il piazzale è stato destinato a un parcheggio per 60 pullman, 75 tra taxi e veicoli NCC e shuttle bus per la città. Il costo complessivo è di circa 250 mila euro interamente coperti dalla Porto di Livorno 2000. La Regione guarda con interesse a questo ampliamento del porto labronico. Lo dimostra la presenza sabato del governatore Rossi e il progetto “Vetrina Toscana” che prevede di accogliere i turisti con l’offerta di cibi e prodotti artigianali tipici della nostra regione.
Il presidente, Roberto Piccini, ritiene che “dopo il fondamentale accordo con la Cilp, il nuovo terminal è un tassello importante per aumentare la competitività di Livorno in un mercato che fa gola a tutti i porti. Brucia ancora l’abbandono di decine di approdi in favore di La Spezia”. In proposito Piccini non nasconde dubbi sulla lealtà del porto ligure: “La Porto di Livorno 2000 sta seguendo un’iniziativa dei colleghi genovesi volta a capire come sia utilizzata la base militare spezzina, cui il porto si appoggia, e a quali costi. Il nuovo terminal, oltre a rappresentare un miglioramento dell’accoglienza dei crocieristi, rappresenta anche un’operazione di marketing, visto che il presidente di Royal Caribbean ha confermato l’approdo delle sue navi proprio in virtù di questa nuova struttura. La promozione turistica prevista al suo interno riguarderà in primis il brand “Costa Toscana Cruise”, presentato dal 2012 nelle massime fiere mondiali di settore e che riguarda la Toscana meno nota ma ugualmente interessante da visitare, per la quale Livorno sarebbe approdo strategico”.
Il presidente della Camera di commercio Roberto Nardi ha posto l’accento sulla necessità di un progetto organico “senza il quale il nuovo terminal, come la fortezza vecchia, rischia di essere solo una parte di un collage provvisorio”.

Le istituzioni, rappresentate dal presidente della provincia Kutufà e dal sindaco Cosimi, concordano sulla necessità di accelerare i tempi di approvazione dei piani e di coinvolgere la Regione. “Non è possibile – spiega il sindaco – che Livorno possa risolvere il problema delle crociere da sola: se esiste un progetto toscano, il Comune farà di tutto per aderirvi. Ufficialmente il presidente Enrico Rossi ha affermato che Livorno rientra in questo progetto e la sua presenza all’inaugurazione di sabato prossimo fa in effetti ben sperare”.

Riproduzione riservata ©

22 commenti

 
  1. # Max1912

    E del porto industriale??? Le ditte e le cooperative che sono in porto sono alla frutta, per mancanza di infrastrutture, e qui si pensa al terminal crociere… Purtroppo vogliono che Livorno diventi succursale di Genova e La Spezia… Complimenti!!!!

  2. # Danielmaries

    Ormai il porto di Livorno continua a perdere traffici commerciali e ci dobbiamo inventare i terminal crociere, illudendosi che porterà soldi e lavoro. I container portavano , lavoro , aziende di spedizioni, logistica e altro ancora, mentre i turisti che decidono di sbarcare se ne vanno a Pisa o Firenze. Forse qualcuno farà una merenda a Livorno prima di rimbarcarsi, ma non è certo questa l’economia che salverà la città.

  3. # Liliana serra

    Ah si, c’era sul Corriere della sera 3-4 gionri fa. Però grande Quilivorno. Ho cliccato mi piace io e tutta i familiari. Grazie del vostro lavoro quotodiano.

  4. # daniele

    Siamo bòni altro che a brontolà! Ben vengano queste cose! Con queste maxi navi il lavoro vien da sé, andiamo avanti anche con la riqualifica del centro per i turisti. Livorno deve rinizare a vivere!!!!

  5. # salvi luca

    BENE COSì SEMPRE L’INFORMAZIONI AGGIORNATE ALL’UILTIMO MOMENTO BRAVI! NON SAPEVO CHE LIVORNO AVESSE GIA’ UN TERMINAL CROCIERE. AVANTI COSI’ FORZA QUILIVRONO ALèè!!!

  6. # ilio

    GRANDE SINDACO! ALLA FACCIA DEI CRITICONI! GNIAMO GNIAMOOO DEH SI RISOLLEVA LIVORNO! ARTRO CHE MOVIMENTI DI GRILLINI…

  7. # ambiente

    Piu navi da crociera e meno traffico commerciale, ottimo cosi si vedrà meno catrame sulle spiagge e sugli scogli.

  8. # roberto1

    Sinceramente non capisco come mai esistano persone che possano esser contrarie a questo terminal: se perdiamo le crocere è colpa del fatto che La Spezia e Genoa hanno infrastrutture superiori alla nostra (per le crocere intendo), quindi ben vengano investimenti su cose che riguardano un mercato o a dir meglio, l’ultimo mercato, che porta redditività nella nostra città. Intanto pensiamo a preservare questo mercato, poi è bene che coloro che son specializzati in container, scarico e carico si rinnovino e portino soprattutto idee ed innovazioni per far risollevare anche quel comparto. Quindi BEN VENGA una nuova struttura (ad oggi praticamente inutilizzata ed obsoleta) se porta nuovi approdi nel business dei croceristi !

  9. # roberto5

    Io come moltissimi lavoratori del settore accogliamo con fiducia questa iniziativa…sperando che con questo terminal si ripari ai danni fatti in passato…ricordo che nel 2013 è stato perso più del 20% del lavoro croceristico mentre tutti gli altri porti d’italia hanno guadagnato dal 5 al 15% in più…..vedo che come la solito si fa fatica a capire la trasformazione del porto di livorno da mercantile a turistico…e come al solito l’ottusità e la poca lungimiranza del popolo livornese ( meno male non tutto ) ribadisce che il porto e solo dei portuali… non capendo che nel settore turistico ci lavorano centinaia di persone .. e a quelli che dicono che tutti i turisti non guardano neanche di striscio livorno è per la nostra assoluta mancanza di gestione della città…immaginate se questo flusso turistico passasse da rimini quanta gente resterebbe nei dintorni a spendere denaro….ma a livorno come noto accetta malvolentieri il turista… come ho già detto rimane attaccata solo alle merci …chissà perché non riusciamo a evolversi mentre tutto il mondo cambia…chissà se questa è un’occasione per cambiare ma sono parecchio pessimista….

  10. # POVERALIVORNO

    FINALMENTE MEGLIO TARDI CHE MAI.INTANTO PERO’ LA MSC SE N’E’ ANDATA SPERIAMO CHE RITORNI E I DISFATTISTI SI METTINO L’ANIMA IN PACE

  11. # Cruise

    Certo che il rendering grafico …. Speriamo dal vivo sia meglio.

  12. # Capitan Nemo

    Molto bene, però dè, quei disegni come l’hanno fatti, col Commodore 64? 🙂

  13. # silvia

    Mia a falli, è a accontentalli. Disse quello….

  14. # Antonio

    Gnamooo!! Continua a credere nel PD che si è alleato con il partito di cui parlava male da anni. Mah!!! Continua a farci credere che questa cosa porterà lavoro e turismo.Purtroppo Livorno non è ancora pronta ad accogliere turisti. Dovrebbero sviluppare la parte importante del porto(quella industriale),che porta container,e tutto quello che ci sta dietro.

  15. # mi par mill'anni

    Finalmente una bella notizia

  16. # ste

    Si, vabbè, ma ancora capannoni e scatole: qualcosa architettonicamente all’avanguardia, come fanno in altre parti del mondo e d’Europa sarebbe chiedere troppo? Quella struttura lì può andar bene per un magazzino…

  17. # emme

    Difatti, inizino a mangiare meno i soliti e si conceda al libero mercato di mettere in competizione nuovi soggetti. Il porto non è della compagnia o dei compagni, che l’hanno fatto suo in tempi lontani. Prima di affondare pensateci …!

  18. # mako

    d’accordo su tutto ma abbi pazienza, è ora di smetterla di illudersi di poter trattenere in città una fetta consistente di croceristi che quando sbarcano hanno a pochi minuti città come Firenze Pisa e Lucca. Città di cui hanno sentito parlare sui libri di storia di arte e in letteratura. Per quanto ci si sforzi a tenere i negozi aperti la domenica in via grande la verità è che non c’è paragone e un turisita straniero che viene in toscana fa bene ad investire il suo tempo per visitare queste città piuttosto che trattenersi a Livorno.

  19. # il critico

    Ormai Livorno e il porto sono morti non serve un Terminal quando le navi non ci sono più dovevano farlo 5/6 anni fa e non far scappare le navi allora forse.

  20. # Riccardo F.

    Ma scusa, se invece di portarli nelle città d’arte, che giustamente a noi non ci vedono nemmeno, cominciassimo ad accompagnarli nelle zone storiche della città RIMESSE A POSTO, oppure facessimo vedere la nostra costa, Castiglioncello, le zone di produzione di vino e olio e quant’altro di Bolgheri, Castagneto, i paesi della Val di Cecina, coordinando i produttori/ristoratori per l’accoglienza e la visita ai paesi. Queste persone si fanno fino a 200 chilometri per andare e tornare da Firenze e non potremmo portarli fino a Piombino e nella Val di Cornia? Se ci fosse la volontà i comuni e la provincia potrebbero mettere in piedi un tour alternativo. Se…

  21. # Franco

    La MSC Crociere ha annunciato che dal prossimo anno effettuerà sbarchi e imbarchi dal porto di La Spezia (notizia recente) mentre non transiterà da Livorno. Il prossimo anno faranno a Livorno faranno scalo circa 280 navi (fonte: Cruise Timetables) contro le oltre 420 di quest’ anno. Probabilmente ci sarà un tracollo e spero che con il nuovo terminal crociere ci possa essere un’inversione di tendenza a partire dal 2015.

  22. # claudio

    …speriamo che creino nuovi posti di lavoro!! Ah già che scemo ma prima vengono i figlioli dei portuali poi i fratelli dei figlioli i nipoti dei cugini dei figlioli dei portuali……e per gli altri comuni cittadini livornesi ci sarà la possibilità???? mmmhhhh la vedo dura!!!!!

I commenti sono chiusi.