Gru sopra un piede di un operaio: grave 40enne

Mediagallery

Grave infortunio ieri pomeriggio, 7 luglio, per un operaio di 40 anni che lavora in porto con il compito di “smarcatore” alla Calata Bengasi. L’incidente si è verificato a causa di una gru che stava movimentando alcuni container e nello spostamento a marcia indietro è passata sopra il piede del 40enne che sostava di spalle, provocandogli una ferita lacero contusa al piede e numerose fratture a che richiederanno un complesso intervento ricostruttivo da parte degli ortopedici. Stando ad una prima valutazione dell’infortunio si parla di almeno due mesi di riposo e cure per recuperar in parte la funzionalità dell’arto. Sono in corso ulteriori accertamento per valutare eventuali lesioni aggiuntive vascolari o tendinee.
Sul luogo dell’incidente due ambulanze del 118, la polizia e i tecnici dell’Asl.

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # dè però dè

    Mi piace QuiLivorno, lo leggo tutti i giorni volentieri, poi è molto pratico perchè anche senza andarsele a cercare le notizie compaiono direttamente su Facebook facendo scoprire anche di qualche evento di cui magari non sono a conoscenza.

    Una piccola critica però: capisco la necessità di attirare l’attenzione del lettore, ma ‘ E’ GRAVE ‘ ( a mio avviso ) andrebbe usato in altri contesti e mi pare che qua venga usato un po’ troppo spesso nei titoli.

    Detto ciò, auguri al malcapitato

  2. # Veneziano

    Auguri di pronta guarigione, da un babbo ….

  3. # tommy

    Alla sponda est si devono mettere le gru pacheco così da togliere tutto il traffico sottobordo che ha causato l’incidente ed eliminare quelle gru rumorose e inquinanti che ci sono

  4. # tommy

    Alla sponda est si devono mettere le pacheco per togliere tutto quel traffico sottobordo che ha causato l’incidente ed eliminare quelle gru rumorose e inquinanti

  5. # Max1912

    Non è stata una gru semovente…ma un mezzo di terra per il sollevamento dei container un Reachstaker….

  6. # Baccello

    Le scarpe anti infortunistica sono obbligatorie anche per questo.