Ferragosto: la Capitaneria annuncia tolleranza zero, previste multe di 6 mila euro. Anche i carabinieri rafforzano i controlli

La Guardia Costiera ricorda l’importanza del numero blu gratuito 1530

Mediagallery

Anche quest’anno, in corrispondenza del periodo di Ferragosto, la Direzione Marittima della Toscana ha concentrato lo sforzo operativo di uomini e di mezzi in mare e sugli oltre 600 Km di costa regionale, compreso l’arcipelago. E’ l’operazione “Ferragosto sicuro”, ordinata dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto e che si inserisce nella più ampia organizzazione di “mare sicuro 2013”.
Le sale operative delle Capitanerie toscane, nel periodo ferragostano, saranno costantemente presidiate da più di 20 militari, 24 ore su 24, per far fronte ad ogni richiesta di assistenza in mare o sulle spiagge.
Oltre 25 mezzi navali, tra motovedette e gommoni costieri, su cui 70 uomini e donne di equipaggio, svolgeranno attività intensa di polizia marittima a garanzia della sicurezza di bagnanti e diportisti e per intervenire in caso di soccorso, o per sanzionare tutti i comportamenti illeciti e pericolosi.

Il Contrammiraglio Arturo Faraone, Direttore marittimo della Toscana, spiega: “L’attività di vigilanza sarà pressoché costante in tutto il mare della Toscana. I controlli di sicurezza saranno concentrati sulla verifica dell’osservanza dei divieti nelle zone destinate esclusivamente alla balneazione, con particolare attenzione alle località di maggiore richiamo turistico-balneare. Il rispetto delle distanze minime di sicurezza delle unità navali dai segnalamenti per i subacquei, l’uso improprio delle moto d’acqua – per le quali è previsto l’obbligo di maggiore età e di patente nautica per i conduttori – ed il numero massimo di persone trasportabili a bordo delle unità da diporto, saranno oggetto di rigorosi controlli. Un impegno particolare, nell’ambito della vigilanza – continua l’Ammiraglio – sarà concentrato sul rispetto dei divieti da parte dei bagnanti di effettuare la balneazione nei porti ed in prossimità dell’ingresso delle strutture portuali, nonché all’interno dei corridoi di lancio, riservati alle unità da diporto. Sarà pari a zero la tolleranza verso tutte le situazioni che pregiudichino la sicurezza e l’incolumità di chi si trova in mare e sulle spiagge e sono previste sanzioni penali ed amministrative che possono ammontare ad oltre 6.000 euro”.
Più di 90 uomini e 40 mezzi, integreranno sulla costa il dispositivo di prevenzione, a favore dei frequentatori delle spiagge, con particolare attenzione per la presenza obbligatoria del servizio di assistenza ai bagnanti e delle dotazioni di sicurezza.

Ad oggi, l’impianto operativo messo in campo nella prima parte della stagione estiva dalla Guardia Costiera della Toscana ha fatto registrare importanti risultati, anche grazie alla capillare presenza sul territorio, isole incluse, garantita dalle postazioni “mare sicuro”. I numeri attuali parlano di 92 persone soccorse (di cui 80 diportisti, 11 bagnanti e 1 subacqueo). 5.500 i controlli effettuati, e 270 gli illeciti scoperti, sia di natura penale che amministrativa, di cui oltre un terzo per comportamenti posti in essere da diportisti nautici, in violazione delle ordinanze balneari emanate dagli uffici marittimi della regione. La Guardia Costiera ricorda l’importanza del numero blu gratuito 1530, attivo su tutto il territorio nazionale, per segnalare ogni tipo di emergenza in mare e guadagnare istanti fondamentali per il buon esito dell’intervento di soccorso.

 

CONTROLLI INTENSIFICATI ANCHE DEI CARABINIERI
Già nelle prossime ore saranno operativi i servizi rafforzati dei Carabinieri in tutta la Toscana in occasione del ferragosto. Saranno più di 800 i servizi preventivi, isole comprese per garantire ai cittadini ed ai turisti la più ampia cornice di sicurezza. In particolare, le 328 stazioni presenti sul territorio della regione intensificheranno i normali servizi di pattuglia sia nei centri abitati, sia nelle periferie, per prevenire ogni tipo di reato specie i furti in abitazione. Molti di questi servizi saranno svolti a piedi per favorire il contatto con la cittadinanza e fornire immediata risposta a ogni tipo di esigenza. Il pronto intervento sarà garantito da pattuglie a bordo di autoradio e motocicli, coordinate dalle Centrali Operative a cui i cittadini potranno rivolgersi componendo il numero telefonico gratuito di emergenza “112”,unico in ambito europeo. Presso le centrali sarà, impiegato anche personale conoscitore di lingue straniere. Il dispositivo messo in campo dal Comando Legione Carabinieri “Toscana” sarà integrato da specifici servizi con autovetture civetta e militari in borghese, nonchè da un elicottero dell’elinucleo di Pisa e dalle motovedette dell’Arma di Isola del Giglio, Porto Santo Stefano, Piombino e Portoferraio. Uno specifico piano, poi, è stato predisposto per favorire i flussi turistici dei vacanzieri in entrata e in uscita dai maggiori centri con l’attivazione di posti di controllo lungo le principali arterie che collegano alle località marine e montane. Su Livorno e provincia in particolare sono stati organizzati servizi in grado di garantire la presenza dell’Arma non solo nei luoghi più affollati, ma anche nelle zone che, per la festività, resteranno più isolate, al fine di prevenire reati contro il patrimonio. Particolare sostegno viene garantito anche alle fasce deboli della cittadinanza che in questi giorni potrebbero avere maggiore necessità di ricorrere ad un aiuto esterno per varie esigenze. Per tale motivo il servizio telefonico 112, attivo 24 ore su 24, è disponibile anche per consigli ed aiuti anche in situazioni non necessariamente collegate a dei reati. Questo invito viene rivolto pensando agli anziani, in questo periodo maggiormente esposti a truffe o a malori e piccole difficoltà domestiche che potrebbero nascere per la momentanea assenza degli abituali punti di riferimento familiari, ma non solo. Un impegno a tutto campo che si va ad aggiungere ai confortanti risultati operativi conseguiti dall’Arma dall’inizio dell’estate.

 

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Carlo

    sono previste sanzioni penali ed amministrative che possono ammontare ad oltre 6.000 euro”. –

    Ma cosa vuol dire che escono sapendo già che sanzioni faranno?

    Comunque bravi, la pubblicità è l’anima del commercio.

  2. # Patrizia

    “Tolleranza zero” sarebbe proprio una gran cosa…
    ma dalle nostre parti mi sembra che finora sia stata attuata ben poco…

  3. # pippo

    I controlli andrebbero fatti durante tutto il periodo estivo,non solo la giornata di ferragosto

  4. # Lorenzo Il Censore

    Lavoro come bagnino da 6 anni nella zona che va dal Calambrone a Marina di Pisa, e quest’anno altro che tolleranza zero! Sono venuti a controllare gli stabilimenti e noi bagnini solo un giorno di metà giugno.. e anche con la fretta di finire presto il proprio lavoro. Tanti bagnini dovrebbero vedersi stracciato il brevetto e tanti bagni meriterebbe delle multe che nessuno fa. Passa ogni tanto il gommone in mezzo al mare, e chiusa là. Poi non lamentiamoci se ci scappa il morto per la negligenza di qualche bagnino o per le attrezzature mancanti/scadenti negli stabilimenti.

  5. # marco

    concordo pienamente il pensiero di pippo, ieri sera ero in barca, buio completo quando a un certo punto nella mia traiettoria mi sono trovato una barca completamente senza alcuna segnalazione luminosa ormeggiata tranquillamente con due o tre pirati a pescare….altroché multa gli avrei fatto

  6. # Amico di Charles

    Ma com’è il Questore dice “prevenzione” e l’Ammiraglio “tolleranza zero”?

  7. # Peter Pan

    Pirati? Perchè non mi hai chiamato!

  8. # Carlo

    Ferragosto è passato e quindi tutto torna alla “normalità”,
    stamani 16 agosto ore 7 davanti al romito c’erano 2 pescherecci a strascico in pesca ( si vedeva bene il cavo di rimorchio reti) che rischiavano di portare via i mezzi parcheggiati sull’aurelia tanto erano vicini a terra.

    Ma la tanto pubblicizzata guardia costiera dove era?

    Ah, dimenticavo alle ore 8,30 i due pescherecci continuavano imperterriti la loro strusciata vicino alla costa.

    Ma fatemi il piacere……

  9. # ali

    ma state boni lo stato un c’ha una lira per fare uscire le autorità-. Poi lo avete chiamato il 1530 ??? caricate i cellulari !

I commenti sono chiusi.