Detriti in mare. La Capitaneria fa pulizia

Mediagallery

La Capitaneria di porto di Livorno ha effettuato un’attività di monitoraggio in mare a seguito della segnalazione di numerosi detriti e piccoli natanti alla deriva dovuti alle intense precipitazioni abbattutesi sulla Toscana. Le zone più interessate sono state quelle in corrispondenza delle foci dei fiumi e dei corsi d’acqua. Nel livornese, nel tratto di mare tra Quercianella e Cecina, sono state rinvenute dalla motovedetta della Guardia Costiera CP 2089 e dall’elicottero Koala 10 di Sarzana, diverse barche alla deriva altre sono state avvistate nella zona di Follonica e Scarlino. Oltre ai piccoli natanti, sono stati segnalati dai mezzi impiegati in mare, coordinati dalla Sala Operativa della Capitaneria di Livorno, numerosi altri oggetti galleggianti, tra i quali, tronchi d’albero, bidoni ed un modulo di un pontile, di circa dieci metri, presumibilmente sfociato dal fiume Arno. Da quest’ultimo i detriti si sono distribuiti su un tratto di mare fino a Viareggio. La Capitaneria di porto ha emanato diversi avvisi ai naviganti per segnalare i pericoli, a tutela della sicurezza della navigazione.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Alessandro

    Nella mattina di sabato le porte vinciana erano aperte e lo scolmatore oltre a portare detriti in porto insabbia la Darsena Toscana.
    E’ risaputo ma si lasciano aperte.

  2. # jack folla

    Tanto dopo che Piombino avrà finito, con i soldi della Regione, la nuova banchina col fondale a – 20 la Darsena Toscana servirà per l’ormeggio delle barchette !

I commenti sono chiusi.