In crociera con la bici, in arrivo 300 turisti

Mediagallery

La nave da crociera MS FTI Berlin mercoledì 21 ottobre è arrivata al porto di Livorno e ha portato 350 ciclisti a Pisa. La tv bavarese seguirà il tour. L’emittente pubblica tedesca “Bayerischer Rundfunk”, attraverso Toscana Promozione, ha comunicato a tutte le autorità locali di Pisa e Livorno che alle ore 7 è previsto l’arrivo della nave da crociera MS FTI Berlin (del noto ed importante tour operator tedesco Frosch Touristik International – FTI).
Verso le ore 9.00, quando tutte le biciclette saranno scaricate, è prevista la partenza dei circa 300 – 350 ospiti per un tour in bicicletta che da Livorno raggiungerà Pisa. Una delegazione di FIAB Toscana (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) riceverà i turisti in banchina accompagnandoli nel loro tour. Il tour sarà seguita da una troupe televisiva, che realizzerà un documentario della durata di 30 minuti sul viaggio, nonché da un reporter per trasmissioni radiofoniche in diretta sui programmi Bayern plus/Bayern 1. Il filmato sulla bicicrociera e sulle destinazioni andrà in onda lunedì di Pasqua, 28 marzo 2016 alle ore 16.15 nel format turistico “Fernweh” sul canale BR Bayerisches Fernsehen. La trasmissione Fernweh ha mediamente uno share di 700.000 telespettatori. L’evento è un’occasione molto preziosa per rilanciare la realizzazione della ciclovia tirrenica ed in particolare porre ancora una volta all’attenzione che se non verrà riaperto il passaggio a livello del Calambrone chiuso ormai da due anni rimarrà impossibile il collegamento ciclopedonale tra Pisa e Livorno.

Questo il programma di massima:
h 9.00 partenza da Livorno
h 13.30 partenza da Pisa per Livorno Porto
h 16.00 porto di Livorno (17.30 ripartenza della nave)

 

Riproduzione riservata ©

16 commenti

 
  1. # pablo

    Ci mancavano anche loro a rompere per le strade,non basta quelli che si trovano il sabato e la domenica!!!!Allora facciamo pagare il bollo e l’assicurazione anche alle biciclette!!!!

  2. # CubaLibre

    Se erano Asini era Peggio!!! Vero!!!

  3. # beppe

    se credi che una bici rompa le strade allora cosa può fare un suv.
    E con i turisti vedrai che qualcosa ci guadagna anche la città.

  4. # rena

    se vogliamo il traffico delle crociere può accadere anche queste cose sempre più compagnie organizzano questo tipo di escursione forse Livorno non è tanto attrezzata per questo

  5. # maaaa..

    Quel tratto della ciclovia tirrenica è mal concepito. Non godibile ma un incubo.

  6. # Victor

    Pablo hai perso l’occasione per stare zitto……Provincialismo spicciolo e di non alcun valore

  7. # Victor

    ?

  8. # Andrea Petrocchi

    Bella figura, quando i media tedeschi riprenderanno in diretta tv i loro connazionali costretti a infrangere la legge attraversando la FiPiLi in bici, in mezzo ai tir e alle macchine che saettano, “Roba da terzo mondo!” penseranno, a ragione.

    Sottolineo poi che la figuraccia sarà esclusivamente labronica, dato che questa gente appena varcato lo Scolmatore giungerà al Calambrone (provincia di Pisa) accolti da una signora ciclabile (corsia protetta rispetto al traffico motorizzato).

    Pensiamo in positivo, questa figuracccia dovrebbe suggerire ai responsabili (se non erro la port authority) di porre rimedio sbloccando il passaggio verso Pisa. Dico dovrebbe, ma non si sa mai, a chi tocca decidere ricordo comunque che d’estate su quel tratto di strada non è difficile trovarci dei ciclisti, non gli sportivi, gente che con la bicicletta ci va al mare, se un giorno qualcuno si farà male la colpa sarà anche di questa inerzia.

    Chiudo riallacciandomi brevemente al discorso sul bollo, cose scritte nei commenti sopra, per dire che ahimè credo che sia proprio l’eventuale mancanza di gettito il principale ostacolo allo sviluppo della mobilità sostenibile nella nostra regione. Da tempo leggo sulla stampa nazionale di iniziative parlamentari per sfoltire gli enti che gravitano sui veicoli, quando accadrà penso che la tassazione cesserà di essere strutturale, e allora vedremo simmetria fra li stanziamenti a favore di questa o quella mobilità.

  9. # Giorgio

    Bella figura si…quasi come quella che hanno fatto quei tedeschi sotto i potici di via grande in moto o quelli sulla nuova piazza di fronte al comune in macchina…tutto il mondo è paese…

  10. # non basta

    Lo sblocco del passaggio a livello non basta. Il tratto Livorno-Pisa è discutibilmente progettato

  11. # patrizia

    la ciclabile livorno tirrenia non sarebbe male.

  12. # Vanata

    SIIIII vi prego: la ciclabile Livorno-Tirrenia!!!!!

  13. # incredibile

    Tutto vero ma sbaglio o il sig. Petrocchi era nel partito dell’ex assessore al traffico Bettini ? Cioè quello che doveva occuparsi anche delle piste ciclabili !

  14. # Fabian

    Ma perchè cosa ci combina Pisa ? Fateli andare verso Rosignano, così vedono il Romito, Quercianella e Castiglioncello.

  15. # Gogagoga

    Di’,ma vanno a Pisa e da Livorno ripartono subito.

  16. # Andrea Petrocchi

    Quando sono arrivato io l’assessore era già fuoriuscito per motivi a me ignoti, non so prima, ma di certo non ho avuto modo di contribuire, ne riguardo le ciclabili né su altro.
    Se per il compagno di partito non posso dire niente, riguardo l’assessore avversario politico ho invece fatto della cronaca, con la mozione contro le rotatorie di viale Nazario Sauro.

I commenti sono chiusi.