Cento spedizionieri in visita a Livorno

Mediagallery

Sono un centinaio, provengono dalla Svizzera e dal Nord Italia, alcuni sono già clienti del porto di Livorno, altri lo potrebbero diventare. È l’identikit degli operatori economici che stamani sono venuti in visita nella città dei Quattro Mori. Ad organizzare la missione è stata l’Autorità Portuale assieme alla General Export srl, compagnia che opera come consolidatrice, raggruppando partite di merci affidategli dagli spedizionieri e distribuendole in tutto il mondo. La società, che pur avendo una filiale a Milano, mantiene la sede a Livorno, è nata nel 1980 ed è guidata da Vladimiro Benedetti e Fabio Pasquinelli.
“L’evento – ha dichiarato Benedetti – è stato organizzato con l’obiettivo di far conoscere alle case di spedizione l’importante realtà del porto livornese. All’iniziativa hanno preso parte anche otto operatori dello shipping svizzero. Ci fa piacere sapere che il Canton Ticino guarda non soltanto agli scali del Nord Europa ma anche a quelli italiani, e Livorno ha, sotto questo punto di vista, molte carte da giocarsi per attirare l’interesse delle imprese portuali”.
La visita si è snodata lungo un itinerario che ha interessato lo scalo labronico e la Fortezza Vecchia. A presentare il porto e le sue infrastrutture sono stati il segretario generale dell’Authority, Massimo Provinciali, e i funzionari dell’APL, Francesco Ghio e Roberto Lippi, che hanno dato il benvenuto agli ospiti.

“L’arrivo nella nostra città di ben 100 spedizionieri – ha dichiarato Provinciali – è la dimostrazione di come il porto di Livorno mantenga un livello di appetibilità che va oltre le contingenze”.
I progetti di ammodernamento infrastrutturale; l’ampliamento a mare attraverso la realizzazione della Piattaforma Europa e lo sviluppo a terra con gli investimenti sulle linee di raccordo ferroviario tra la Darsena Toscana e la rete viaria nazionale: sono questi i biglietti da visita con cui i vertici dell’Authority si sono presentati al gotha dell’imprenditoria italiana, riscuotendo un certo credito presso gli operatori presenti.
“Un evento simile era stato già organizzato nel 2002 – ha ricordato Roberto Lippi -, non possiamo che accogliere con favore tutte quelle iniziative che ci aiutino a promuovere e a far conoscere meglio lo scalo livornese e i suoi servizi”. Dopo la presentazione tecnica, gli ospiti hanno avuto l’opportunità di visitare il porto via mare.

 

Riproduzione riservata ©