Paolo Virzì vs Renzi. Tweet al neo-premier: “Gli faremo una statua con 4 D’Alemi sotto”

Mediagallery

Nel giorno del discorso al Senato di Matteo Renzi il regista livornese Paolo Virzi dalla sua bacheca twitter lancia una frecciatina ironica al nuovo premier che mette in risalto ancora una volta l’ironia nella terra dei Quattro Mori. Ed è proprio dal monumento-immagine della nostra città che l’artista di casa nostra prende ispirazione per un cinguettio virtuale sparato sulla rete: “E Matteo Renzi si prepari, che l’affetto dei livornesi sarà sempre canzonatorio. Gli faremo la statua coi 4 D’Alemi sotto”. Qualche minuto prima, sempre il nostro famoso concittadino aveva postato questo tweet con un implicito riferimento al primo ministro: “Astuzia sagacia spavalderia. Maschera moderna con radici antiche: Arlecchino Brighella MeoPatacca. Mi sa che durerà e che piacerà a italiani”.
E voi siete d’accordo con Virzì?

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # maiconrenzi

    Io concordo soprattutto sull’ultima parola: PATACCA! Anzi, un patacchino… perché già dargli della patacca sarebbe quasi dargli importanza. Patacca, sòla, fregatura….Renzusconi sei un falsooooo!

  2. # Fox65

    Povero Virzì cosa è ridotto a fare per far parlare di lui

  3. # Alessandro

    Pur essendo uno dei principali fautori della libertà di espressione, così come quella di parola, mi chiedo quando tornerà il momento dove ognuno fa il proprio lavoro. Liberissimo di pensarla così, sig. Virzì,se neanche si potesse essere liberi di pensarla come ci pare sarebbe la fine del mondo, ma mi chiedo se fosse proprio necessario esternarlo pubblicamente, soprattutto nel suo ruolo (già al centro di attenzioni per altri motivi extra-cinematografici) di personaggio pubblico.

  4. # Filippo

    Tra comici…

  5. # filippo

    uh uh, ma che ridere, ma che ridere, veramente esilarante questo virzì, ma come è cinguettante questo virzì. si sente proprio il meglio di tutti, eh? come il titolo del film del suo fratello (i più grandi di tutti)

  6. # amaranto67

    de farà ir paio con quella di Stalin con 165000 livornesi sotto!

  7. # ZenEros virzofilo

    Ma d’accordo su che cosa? A me questo livornesismo da strapazzo non piace affatto. Non sa di nulla, non si sa da quale parte sta, mi pare uno di quei discorsi buoni per poi mettersi sotto il nuovo padrone quando conviene. Si è renziani perchè conviene per poi subito dopo dire: “Ma io sono di sinistra!!!” Tipico livornese ipercooppiano…

  8. # mata

    Virzi’ è un bel regista e sono contento che sia pure livornese!Ma cosa si mette a fare commenti sulla vita parlamentare e poi tutti di parte (spudoratamente Pd)Ci rimette e basta !Tanto si e’ capito che sta per comodo col Pd! Basta propaganda anti 5 stelle!Tanto la mangiate ghiacciaaaaaaaa!!!!

  9. # Teseo

    Basta essere di sinistra per avere successo assicurato. Non fanno ridere ma fanno soldi.

  10. # cappuccino

    La “livornesità” è per Virzì una sorta di lasciapassare per quando transita da queste parti: sappiamo tutti cosa pensa della sua città, lontano da qui. per quanto riguarda il giudizio su Renzi, è ovvio che ha ragione. Aggiungerei tra le caratteristiche l’ ambizione e l’ipocrisia, ben amalgamate nella sua notevole affabulazione. Del resto incarna bene quel tipo di fiorentino e sappiamo cosa l’Alighieri pensasse dei suoi concittadini.

  11. # alessio75

    :…..l’affetto dei livornesi sara’ sempre etc….ma perche’ questi personaggi parlano sempre a nome della citta’..ma che parlino per se…

I commenti sono chiusi.