Vaccaro sull’ippodromo: “Le partecipate tirino fuori i piani d’impresa”

Mediagallery

“Chiediamo alle partecipate Asa, Aamps, Spil e altre, di tirare fuori i piani di impresa che i lavoratori dell’Ippodromo e persino alcuni consiglieri comunali, reclamano da diverso tempo”. Sono le parole di Costanza Vaccaro, candidata sindaco Ncd per Livorno, che, nei giorni scorsi, si è incontrata con i lavoratori del Caprilli insieme ai candidati consiglieri per Ncd, Gianluca Di Liberti, Fausto Fagiolini e Nimai Politi. I dipendenti dell’Ippodromo hanno riferito alla candidata a sindaco la loro attuale situazione, affermando che: “Una normativa recente, prevede che i lavoratori delle società partecipate, una volta in mobilità, possano essere assunti da altre partecipate, laddove queste società necessitino di personale, ma finora – continuano – nessuno ci ha fatto vedere i piani d’impresa quindi non sappiamo se ci sia o no bisogno di lavoratori”. “Per quale motivo – prosegue Vaccaro – fino a oggi queste società non hanno risposto alle richieste dei lavoratori? Sono società partecipate di un ente pubblico e la trasparenza deve essere fattore fondamentale. Questo diniego non è accettabile anche perché crea una situazione di maggiore incertezza tra i lavoratori che vivono già in una condizione di profondo disagio”. Vaccaro ha poi espresso ai presenti solidarietà, dichiarando di non voler abbassare l’attenzione su questo caso.

 

 

Riproduzione riservata ©