Pd, Ruggeri: “Mi candido a sindaco”. Idv in pressing: “Veloci o rinunciate a fare nomi”

"Non mi sono mai fatto da parte di fronte ai problemi e non sarei stato sereno con me stesso se non avessi dato questa disponibilità"

Mediagallery

IL NO DEL PROF DARIO – LEGGI QUI

L’AFFONDO DI ROMANO (IDV) – LEGGI QUI

Dopo l’assessore regionale al lavoro, Gianfranco Simoncini, e dopo il prof del Sant’Anna Paolo Dario il Pd ci prova con Marco Ruggeri, attuale capogruppo Pd in Regione che con una nota diffusa nel pomeriggio di oggi 23 gennaio, poco prima delle 17, ufficializza la sua disponibilità a correre come candidato sindaco alle primarie di Livorno, se primarie (di coalizione?) ci saranno.

Ecco il testo – “Ho parlato questa mattina con il segretario comunale e il segretario regionale del partito e ho dato la mia disponibilità, qualora venga ritenuta utile per superare la situazione che si è venuta a creare, a candidarmi alle primarie per il sindaco di Livorno. Ho maturato questa decisione pur avendo chiara l’importanza del mio impegno in Consiglio regionale come capogruppo Pd, per la città di Livorno e per la Toscana tutta. Smentisco qualunque pressione dall’alto, mentre confermo con orgoglio le molte richieste dal basso di mettermi a disposizione della mia città. Sono stato un convinto sostenitore dei tentativi del Pd di aprire il più possibile porte e finestre alle competenze che nella città ci sono, ho vissuto con dispiacere i rifiuti di personalità che rendono i livornesi ogni giorno fieri di averle. A questo punto credo che la politica ci debba mettere la faccia, non per interrompere ma per rilanciare questo processo che coraggiosamente il Pd aveva provato ad aprire, e soprattutto per iniziare questa nuova stagione che ci attende. Non mi sono mai fatto da parte di fronte ai problemi e non sarei stato sereno con me stesso se non avessi dato questa disponibilità. Aspetto molto serenamente le valutazioni del partito, continuando a svolgere il mio lavoro, in attesa di assumere collettivamente la migliore decisione per Livorno”.

Riproduzione riservata ©

100 commenti

 
  1. # giancarlo bini

    Qualcuno spieghi al sottoscritto che tipo di discontinuità si offre agli elettori dai 10 anni di Cosimi. Se c’e’ un prototipo certo dell’uomo dell’apparato questo e’ Ruggeri.E’ stato l’artefice politico della nomina di Cosimi,della sua riconferma ,ha fatto 5 anni di consiglio comunale,e da consigliere regionale a 8.000 euro mensili ha gia’ maturato pure il vitalizio.Insomma se Livorno il centro sinistra deve ripartire da Ruggeri,meglio votare Cannito o BL.

  2. # Francesco1977

    Non ho parole, di male in peggio…, hanno fatto fuori Di Rocca che era veramente una persona che lavora e fa politica. Come fa a capire quali sono le vere esigenze della gente che ha veramente bisogno?! Ma io un ce l’ho mia con loro, ma con chi l’ha dato da sempre il voto!!!!

  3. # Francesco1977

    Approvo tutto ciò che hai detto!

  4. # Francesco

    Ruggeri può stare tranquillo… NON AVRA’ IL MIO VOTO

  5. # ugo

    nemmeno il mio

  6. # Simone

    Un Sindaco Pisano no,non si puo fare.

  7. # marco

    occhio Ruggeri ad essere tanto sereno, il marito sereno….

  8. # Gianni

    Tratto da un articolo online del marzo 2012:

    Ruggeri, PD: “Non sarò il prossimo sindaco di Livorno”

    “”Escludo quello di sindaco”. Si riferisce al suo futuro, il giovane consigliere PD, Marco Ruggeri, dando un chiaro segnale su una sua possibile candidatura al ruolo di primo cittadino della città di Livorno. Molto probabile che lo vedremo ricoprire ancora più importanti ruoli a livello regionale, ma, nel Partito Democratico, niente sembra essere scontato.”

    Davvero… niente sembra essere scontato… e infatti…

  9. # Citta Dino

    Come volevasi dimostrare…un’ovvietà. Vai con l’occhialone 3D e i popo-corn.

  10. # alla frutta

    GRAZIE RUGGERI DI SACRIFICARTI PER NOI… STAVAMO IN ANSIA PER AVERE UN ALTRO SINDACO PD… ORA STANOTTE DORMO SOGNI D’ORO… SPERIAMO CHE LA CANDITATURA PD NON SERVA A NIENTE…. NUOVA GESTIONE E NUOVA GENTE

  11. # lorenzo

    Nella migliore tradizione sado-masochistica del PD… i cui effetti provocheranno una storica débâcle della sinistra livornese.
    Con me, annuncio che il PD avra’ 1 voto in meno!

  12. # laura

    Ruggeri è persona per bene, ha esperienza politica anche se è giovane, è presentabile in italia e all’estero. se ha la capacità di dotarsi di un bravo direttore generale che finalmente faccia lavorare la macchina del comune, e di qualche assessore con idee e piglio, per livorno sarà solo una fortuna.quanto a cosimi, ha retto il comune nella peggiore crisi politica ed economica dal dopoguerra, tenendo il bilancio in ordine, pur senza certezze da parte dello stato.tanti altri comuni o sono commissariati, o sono stati salvati per misericordia dal governo.ci si lamenta ci si lamenta ma bisognerebbe via via guardarsi intorno

  13. # asciugati

    boia deh ma un ci va bene proprio nessuno ! s’è dato un branco da fare in Regione per aiutare Piombino e ora, come sindaco di Livorno, un va bene ?

  14. # Alessandro Picchetti

    stai a casa che è meglio.

  15. # stakanov

    E’ il candidato della continuità,l’uomo d’apparato che ben difficilmente verrà messo sulla graticola delle primarie.(o almeno di primarie vere).Che ne sarà del diffuso e trasversale renzismo dell’8 dicembre?A Bolognesi & De Filicaia la prossima mossa.

  16. # Giancarlo bini

    pi’ che “guardarsi intorno” ci vorrebbe un po’ di onesta’ intellettuale.il tuo giudizio sui 10 anni di Cosimi seppur legittimo ci mancherebbe,e’ terrificante sotto ogni profilo;partendo dalla Tia piu’ alta d’ Italia per anni ed anni ,Imu tra le piu’ alte d’Italia ,municipalizzate sull’orlo della bancarotta partendo da ATL,ed uno sperpero di denaro pubblico sull’operazione Odeon-Parcheggio da – 22 milioni di euro in cassa,il fantomatico Nuovo Ospedale etc.etc.se per te questo e’ reggere il Comune bene,hai davvero molta fantasia e fedeltà.Quanto a Ruggeri e’ un prodotto politico di questa stagione terrificante del Pd da 8-9 anni a questa parte,oltretutto pisano,e quando mi dici che e’ presentabile anche all’estero se vuoi ti pago il biglietto per accompagnarlo. ma scherziamo davvero? un minimo di obbiettività ,analisi dei fatti per cosi’ come sono ci vuole sempre. e te lo dice un elettore di centrosinistra

  17. # Cristina

    oltre a non trovare un giocatore disposto a venire a livorno nn si trova nemmeno uno che vuole fare il sindaco…e si va benino,,,

  18. # Max70

    manco il mio e di tutta la mia famiglia!!!

  19. # fabian

    io proporrei il Dr.Bianchi presidente del consiglio comunale.

  20. # laura

    giancarlo bini chi aveva il pd locale di altrettanto giovane, ma con sufficiente esperienza politica, e poi serio, rigoroso e perbene e quindi “presentabile”? ruggeri è un operaio, ma non è uno che si bei della propria ignoranza, anzi.è molto educato, sa parlare, sa capire, si sa rapportare con le persone, ha l’umilltà di volere sempre approfondire e prepararsi quando non conosce le cose sufficientemente a fondo.ha fatto un percorso politico nel partito, nei consigli comunali (Collesalvetti e Livorno) e in regione. ed è sempre stato fuori dallo sguaiato anzi sguaiatissimo chiacchiericcio politico di questo periodo, il che è un milione di punti a suo favore.diamogli fiducia, no? e poi intorno vedo il vuoto, a sinistra come a destra, perciò…spero che il pd si compatti intorno a lui e la smetta con i giochi di potere autodistruttivi

  21. # Ricca99

    Votiamo Marco Cannito che da uomo di sinistra e’ l’unico che viene nelle strade fra la gente che ha A cuore Livorno,che per noi di piazza Garibaldi e’ l’unico che si e’ dato da fare!

  22. # Gino Rossi

    “danno tutti la loro disponibilità”. A sentirli sembrano eroi volontari che vanno in guerra…..la do anche io la mia disponibilità, per lo stipendio da sindaco……diecimila euro mese

  23. # mi par mill'anni

    L’incubo continua .. ma io sono immune

  24. # katia

    Speriamo che i livornesi abbiano capito che col PD non si va da nessuna parte, questa città cade a pezzi….:/

  25. # Chiara Voliani

    Sarei curiosa di sapere,così,tanto per dire,che professione fa Laura?In quale roccaforte di partito sia collocata??Comune…Ospedale…Asa…AAMPS…COOP???poi magari mi sbaglio e lavora alla Siemens!!!!

  26. # Giorgio

    vorrei vedere tutti questi “dubbiosi” in cabina elettorale…il PD candida Ruggeri?
    Congratulazioni al nuovo Sindaco Ruggeri!

    Chi vuole scommettere?

  27. # La Formica (@SergbarsSergio)

    Sindaco Donna,unica novità di rilievo per la città di Livorno e lo ricordo soprattutto a Marco Ruggeri

  28. # mi par mill'anni

    Idem

  29. # fede

    Meglio protti ..sindaco…

  30. # roberto

    IO CI VEDREI BENE,ANZI BENISSIMO COME SINDACO A LIVORNO…..BERLUSCONI…IN CINQUE ANNI LA FAREBBE DIVENTA’ UNA CHICCA….NON HO’ BEVUTO!!!!!

  31. # opos

    CERCASI DISPERATAMENTE CANDIDATO SINDACO.MEGLIO SE VIENE DALLA ASL………

  32. # mima

    e purtroppo ci saranno ancora tanti, troppi livornesi, che continueranno a votare PD

  33. # livorno66

    Spero solo che al di la delle ideologie politiche, dobbiamo dare una risposta netta al PD livornese che letteralmente piegato questa città, abbiamo perso 8 anni, e se questo signore dovesse vincere mi domando quali cambiamenti e benefici porterebbe a questa città, credo che sia il momento di mandarli a casa e mettere facce nuove non legate a questo partito.

  34. # peggio del titanic

    Laura ma al PD livornese la sede l’avete in Gorgona o forse su marte, ma pensate perdavvero che potete contà ancora su’r voto del mi’ nonno!! ma gli elettori specie quelli giovani come voi un’ sono mia scemi, che un vedono che “l’ipercooppe” di Navacchio la roba costa meno di quella di Livorno per fà un’esempio di sinistra e che il Pd a modena funziona meglio, mi sembrate con certe scelte come l’orchestrina del titanic, fate gli auguri a quelli dei 5 stelle se continuate cosi bravi!

  35. # Pippo

    Credo che il dr Bianchi sia la sola candidatura
    Politicamente corretta per il PD.

  36. # Arvaro

    se proprio lo volete sapè un me ne frega un tubo!

  37. # BUDIULIKKE

    MA UN CANDIDATO 5 STELLE NON C’E’ ?

  38. # Nedo

    MA COME VUOL MIGLIORARE QUESTA CITTA’ SE SI PESCA SEMPRE NEL SOLITO BUSSOLOTTO!!

  39. # Max1912

    A si continua a parlare di Pd….ma se il prossimo sindaco fosse di un altro partito no???……vi lamentate lamentate e però continuate a votare sempre il Pd…. A Livorno abbiamo avuto sempre l’ideologia ner cervello avanti popolo…. e guarda come siamo ridotti…… e dovete aprì l’occhi!!! Bisogna votare i partiti che fanno i nostri interessi… ed è uguale al Pdl!!!!

  40. # Mentalist

    Meglio votare Cannito, una persona fuori dalle logiche che hanno portato così in basso la nostra città. Oppure continuiamo con il PD, ma poi perlomeno non piangiamoci addosso e, come si dice “chi è causa del suo mal, pianga se stesso”.

  41. # libeccio

    Ma lui è quello che aveva il doppio incarico anche se lo statuto del suo partito lo impedisce?

  42. # max

    Infatti ci guardiamo intorno e vediamo tutte le altre città toscane piene di idee, investimenti, recuperi edilizi, costruzioni di infrastrutture tipo la tramvia a Firenze ed il people mover a Pisa e La nostra povera Livorno che sprofonda nelle classifiche della vivibilità e sta diventando una città dormitorio. ABBIAMO BISOGNO DI ARIA NUOVA!!!

  43. # Smart1975

    Si cerca ovunque è non vediamo che abbiamo un assessore all ambiente come Guli con le carte in regola!!!!!

  44. # marco..pallmall

    ma dico io…ma un si riesce a cambia’ colore?….ma lo vogliamo capì che i rosso sbiaditi sono finiti in tutto il mondo!!!

  45. # francesco

    un vedo l’ora di vedervi perde dé. E che saltino tutti quei dirigenti messi lì dal partito. Livorno è incatramata a partì dai consigli di zona

  46. # Giobend

    Si perche allora un chiami Licio Gelli

  47. # Vento di Libeccio!

    Parafrasando la domanda che recentemente Matteo Renzi si è posta, a proposito del suo “compagno” di partito (“Fassina, chi?”), anche io, preoccupato, a mia volta mi chiedo: ” RUGGERI, CHI ?” .

  48. # carla

    Primarie aperte o chiuse? Forse non ci saranno primarie. Tutto previsto. A febbraio 2013 il M5S ha preso il 26%…e le astensioni sono state notevoli. Al ballottaggio Cannito se la gioca.

  49. # Gino Rossi

    Grave che il PD livornese non sappia rinnovarsi. Ancor più grave che l’opposizione non esista. Non si vedono programmi e candidati. Neanche il M5S si fa sentire. Ormai Livorno è una città di “regime”. Senza opposizione vince sempre il PD e un nome “vale l’altro”.

  50. # Fox65

    Do anche io la mia disponibilità ma per 3000 euro….ho la terza media ma forse riuscirei a fare qualcosa di buono

  51. # Omersimpons

    RUGGERI !!! CHI ????

  52. # mima

    il problema è che a piangere saranno poi anche tutti quelli che hanno aperto gli occhi e non hanno votato PD

  53. # Marcov

    Giancarlo,

    BL è nato a sei mesi prima delle elezioni, non è un partito non è una lista appoggia l’operato di Cosimi e dice che la colpa è del sistema più che di chi ci ha governato..

    Non esageriamo 😉

  54. # Giovannielle

    Indipendentemente dalla persona che si candida piu o meno consona e’ il sistema pd e pdl che e’ invotabile, non vi date più martellate sulle p…. altrimenti vi fate prendere in giro nuovamente.
    Invotabili!!

  55. # Giovannielle

    Questo e’ il problema sono incatramati non ce levi nemmeno con le cannonate!
    Si agguantano da far paura!!!

  56. # sa.boh

    Laura, l’immagine che dai a me di Ruggeri (e pare tu lo conosca) è di un Cosimi 2. Non si può dire che Cosimi non sia serio, rigoroso e perbene..ma …. Livorno è morta! Qui ci vorrebbe… vento di libeccio…turbine d’ idee!! che rovesci tutto… Figuriamoci,vedrei meglio una irriverente donna ….Da quel che leggo della “quarta scelta” di candidato sindaco sembra che l’energia debba venire dagli assessori…Mah…..Buonanotte Livorno.

  57. # immeih

    no ( non riusciamo a dire altro).

  58. # Beppone

    Se parli bene di lui, sei di parte, sarà anche una persona per bene, come dici tu, ma politicamente è andato sempre dietro a qualcuno, è se il Pd non ha nessun’altro, allora Renzi o non Renzi, siamo alla frutta. Eppure c’è una persona in gambissima..un certo MASSIMO GULì, a lui glielo avete chiesto se voleva fare il sindaco?

  59. # Giorgio

    Bene, tutti questi pollicini rossi denotano che ho centrato in pieno la cosa: a Livorno ci sarà un nuovo sindaco della stessa coalizione che ha distrutto Livorno in questi anni…per carità non che da altre parti ci siano delle grandi speranze eh…

  60. # Beppone

    Si! sei una donna di partito, che sicuramente avrai avuto dei benifici, grazie a questo…come tanti a tanti dirigenti che in questi anni hanno lavorato per sistemare la famiglia nelle stanze dei vari enti comune e provincia compreso.

  61. # Massimo

    Per me Ruggeri e’ la continuità’ di 20 anni di politica del nulla. E’ ora di voltare pagina con personaggi che escano dalle logiche dei partiti, ad esempio Marco Cannito.

  62. # Livio

    Cosa mi fa più paura è che LE PECORE, I GONZI(una volta erano GANZI), I BEONI , vanno dietro il BRANCO e ABBOCCANO come le CARPE….Forse sono più gli interessi, gli opportunismi, ma il PARTITO DEMOCRISTIANO(PD) con il NUOVO CANDIDATO(vedi RENZI) ci riporteranno ad un altro ventennio:20anni Mussolini, 20anni De Gasperi, 20anni Craxi, 20anni Berlusconi….e via di questo passo…..POVERA ITALIA e POVERI GIOVANI….

  63. # Beppone

    Se ha speso due parole per Piombino, lo ringrazio, ma per tutti quelli che a Livorno gli hanno chiesto due parole, non si è sprecato…forse l’aveva finite.

  64. # Beppone

    Per la verità non si va da nessuna parte nemmeno con gli altri, visto che di candidati per ora non si vedono. Ci vuole un nome forte…che faccia per davvero l’interesse di una città, di mille problemi che questa ha accumulato in tutti questi anni, niente opere faraoniche. Cerchiamoci di riprendere quello che abbiamo maltrattato in tutti questi anni..rimbocchiamoci le maniche tutti….anche i cosidetti grillini…qui in questo momento c’è il bisogno di tutti…ma non dei soliti ormai obsoleti uomnin dell’apparato politico cittadino che di danni in questi anni, ne hanno fatti tantissimi.

  65. # Beppone

    Se interpetri bene le risposte, forse non sono come ti aspetti te, ma si sà siamo a Livorno, si dice una cosa e se ne fa un altra…quindi potresti aver ragione te…

  66. # McFred

    Sarebbe interessante poter leggere il profilo di questo candidatato….. insomma chi è ?

  67. # meandrè

    CI MANCHEREBBE IL SINDACO PISANO!

  68. # alex

    Il problema, ormai da decenni i sindaci di Livorno ed i loro collaboratori si rinchiudono all’interno dei loro bellissimi uffici, partecipando solo ad avvenimenti da loro concordati e pubblicizzati. Ma per le strade non si vedono, dei problemi delle persone che dovrebbero tutelare non importa molto

  69. # Giorgio

    Effettivamente è proprio quello che volevo dire…sento da tempo voci in giro che tutti sono scontenti e che nessuno rinnoverà il suo voto e poi? o c’è un errore nei risultati o qualcuno mente…

  70. # Beppone

    Da come la penso credo che non ti risponderà!…comunque di sicuro in uno di quegli enti pubblici che fanno acqua da tutte le parti, che ci tocca mantener a noi tutti.

  71. # Beppone

    E” basta con sti giovan!i..ma se son loro i primi a credere alle idiozie che gli propinano questo o quello dei grillini..in quei comuni dove stanno loro stan facendo danno e guardate al governo, sanno dir solo no, no, pur avendo i numeri per cambiar qualcosa
    .Iniziate andar a votare..veramente chi vi pare ma andateci!…si dice spesso che gli extracomunitari dovrebbero star al paese loro per cambiarlo, bene, fatelo anche voi…cambiate il vostro comune andando a votare…..programmi, non bufale!

  72. # Beppone

    Ormai…il pisanismo va di moda…abbiamo una capo del governo…pisano, il governatore della Toscana…..è pisano, un ce due senza tre..anche il sindaco di Livorno pùò essere pisano….basta che non sia Ruggeri….lui no!

  73. # Marco54

    Non ti dimenticare il Vescovo …

  74. # alla frutta

    DICI BENE. TANTI LIVORNESI HANNO IL PARAOCCHI E VANNO AVANTI COL DETO… MA IL NONNO IL MI BISNONNO ECC ECC… CAMBIARE PREGO…

  75. # alla frutta

    TE SEI SICURAMENTE UNA PARAOCCHIATA DEL PD CHE VEDI IL MARCIO ALTROVE E NON NEL TUO ORTICELLO.. HO VOTATO PCI UNA VITA, POI DS, POI PD. ORA BASTA LE DELUSIONI SONO STATE TROPPE E IL NOSTRO COMUNE E’ TRA QUELLO CHE TARTASSI MAGGIORMENTE IN ITALIA I SUOI CITTADINI.. DI CHI E’ LA COLPA? ANCHE QUI DI BERLUSCONI, GRILLO,ALFANO,NAPOLITANO OPPURE DELLA NOSTRA CARA GIUNTA DI MAGGIORANZA PD CHE SI GARANTISCE MIGLIAIA DI EURO AL MESE E SE NE FREGA DEL CITTADINO? LAURA DIETROFRONT PREGO

  76. # alla frutta

    IO SONO OPERAIO PORCA MISERIA… NO RUGGERI CHE HA GIA’ UN VITALIZIO PAGATO DA NOI E UNO STIPENDIO DA 10 MILA EURO AL MESE… MA COSA DICI DEH..

  77. # incazzato

    segretario dal 2004 al 2009 se non erro, se la situazione politica economica a Livorno è in queste condizioni qualche responsabilità la si può attribuire anche a lui??? o qui la colpa non è mai di nessuno??? al di la della persona e dell età, rappresenta il cambiamento richiesto dalle primarie??? a me sinceramente sembra il riproporsi di tutto quello che cè stato fino ad ora, sia dal punto di vista politico e amministrativo….. ho sempre votato pd ma se questo è il candidato voto tutto tranne voi…

  78. # Luce

    Pensate che Ruggeri rappresenti il 70% che in città’ ha votato la corrente Renziana a dicembre per le primarie??? Ma via per favore!!! Questo è il partito democratico o dobbiamo incominciare a chiamarlo in un altro modo???!!

  79. # Beppone

    Vero….non ci avevo pensato al vescovo…..allora siamo già diventati abitanti della provincia di Pisa.

  80. # Valerio

    Quando ho letto il cognome e pensavo si fosse candidato il cantante , invece no che delusione ci tocca l’ennesimo patriota che si sacrifica

  81. # Valerio

    La corrente renziana la corrente dalemiana la corrente bersaniana la corrente cuperliana la corrente renziana ma una bella corrente che c’è lì levi tutti?

  82. # Stefano74

    “La necessità di un segnale di cambiamento e innovazione nella nostra città”

    ho avuto modo di leggere su una pagina face book di un partito politico di Livorno un articolo che riguardava un obiettivo che questo partito si è dato e cioè quello che “il futuro è la competenza”.

    Mi sono detto: Bene, anzi, ottimo! Solo su queste basi sono convinto si possa realizzare un buon futuro.

    Che il “futuro sia la competenza” è ed è sempre stata una tautologia in tutti i tempi della storia dell’umanità solo che forse, purtroppo, qualcuno se lo dimentica un pochino troppo spesso quando sarebbe invece necessario ricordarlo ancor di più …

    I principi non basta proclamarli ma vanno perseguiti con le azioni ed in tutti i settori della società e su questo tema, con umiltà e come cittadino di Livorno, vorrei fare alcune riflessioni da porre all’attenzione di tutti lasciando a ciascuno le proprie valutazioni e conclusioni ma soprattutto, vorrei porlo all’attenzione di coloro che in questo periodo si “affannano” alla ricerca di “nomi” da presentare alle prossime amministrative.

    Perché se è vero (ed è vero) che il futuro è la competenza è altresì tanto vero che non esiste la concretizzazione della competenza in sviluppo e benessere senza innovazione e cambiamento.

    Competenza, innovazione e cambiamento sono i motori principali e trainanti della società e che hanno permesso alla stessa umanità di fare “i grandi passi della storia” gettando ogni volta le basi affinché si realizzasse un nuovo e diverso futuro. Ma per farlo, storia insegna, si è sempre dovuto attendere l’arrivo di nuove e diverse figure rispetto alle precedenti. Ed il perché è semplice: avevano nuove e diverse idee !!

    Anzi, nessuna attività umana che sia soggetta a progredire o regredire (a seconda se presente o mancante le relative competenze) si può sottrarre al principio appena richiamato, in particolare la politica non sfugge ne può, ne deve, fuggire da questo principio universale.
    Un principio che “in primis”, come segnale di cambiamento radicale, dovrebbe essere applicato anche a livello locale con una sua concretizzazione anche per la scelta dei nuovi candidati a Sindaco della nostre città in uniformità alla evoluzione ed al segnale forte e tangibile che i cittadini Italiani (a livello nazionale e locale) hanno voluto dare ad ogni partito politico o movimento e che alcuni di essi poi si sono fatti paladini di garantire ed attuare (cosa ovviamente giusta nel rispetto della volontà popolare che essi devono rappresentare).

    Un cambiamento però richiede anche nuove figure, magari anche non prettamente legate alla politica, ma che si presentino in vesti e contenuti diversi rispetto al passato, con grande spirito riformatore e che possono essere viste come delle vere e proprie “locomotive di nuova generazione” capaci di smuovere e trascinare ciò che la politica non è riuscita a smuovere o a fatto rimanere statico ed inamovibile per molti, troppi, anni.

    Nessuna colpa, nessuna allusione al passato, non credo sia questo che interessi ne risolva i problemi dei cittadini.

    Nessuno è infallibile e tutti possono aver o commettere errori ma questo non è il vero punto importante.

    Il vero punto è la necessità di nuove idee, l’avere la visione di come è possibile creare un nuovo futuro la capacità di adattarsi e capire il presente con ciò che non va e ciò che invece va bene per creare le basi di un futuro migliore e che i cittadini invocano a gran voce e vogliono fortemente.

    Prevedere, carpire, essere il motore trainante che come un treno va diritto lungo il binario che ha scelto come percorso per arrivare a creare le basi dello sviluppo assicurano lo stesso sviluppo; proprietà che devono avere i nuovi veri leader nazionali e locali.
    Essere dei punti di riferimento che con il loro modo di agire trasmettano sicurezza e fiducia ai cittadini per le realtà ed istituzioni nelle quali operano.

    Come per altre città anche quella di Livorno a breve avrà bisogno di avere nuovo “traghettatore”, e perché no, magari una nuova “traghettatrice” (e questa si che davvero penso che sarebbe una novità gradita e segnale di cambiamento).

    Una traghettatrice che attraverso la sua azione motrice trasmetta ai cittadini che rappresenta fiducia e forza per uscire da anni “molto bui” dovuti a crisi economiche globali e nazionali, restrizioni economiche per gli enti locali e, diciamocelo senza pregiudizio o condanna ad alcuno, magari anche per scelte politiche o amministrative fatte negli anni ma che poi si sono rilevate non proprio le più adatte ad uno sviluppo della città.

    Personalmente sono dell’idea che il futuro si costruisca e non si debba rincorrere.

    E’ tempo di creare quanto più possibile le condizioni affinché il futuro trovi terreno fertile per concretizzarsi nel miglior modo possibile. Ma per farlo sono necessarie idee chiare su dove andare e come andarci affinché la meta prefissata abbia una benché minima speranza di essere raggiunta.

    I Sindaci della “nuova era” devono essere dei veri e propri manager della “cosa pubblica” e più che mai devono avere le doti per poterlo fare. In questo periodo di crisi sono le circostanze della realtà che lo impongono. E se questi nuovi amministratori saranno anche dei giovani anche meglio. L’importante è che siano dotati di capacità imprenditoriali, relazionali, per il loro modo di fare proiettati al futuro e con capacità tali da poter trasmettere alle istituzioni che andranno a dirigere gli effetti delle proprie doti al fine di poter traghettare tutti i livelli sociali delle nostre città ad un maggior benessere rispetto a quello attuale.

    La richiesta che è pervenuta ed è sempre più urlata dai cittadini è chiara: i nuovi amministratori devono essere figure professionali diverse dal tradizionale politico di una volta, anzi, meglio se non direttamente interessate alla politica.

    Volti e competenze nuove e diverse rispetto al passato, sono richiesti amministratori con capacità derivanti dal proprio bagaglio personale che hanno dimostrato attraverso la loro esperienza di possedere doti per permettere lo sviluppo e benessere delle cose che hanno saputo gestire in modo che possano apportare alle istituzioni i benefici derivanti dalle loro competenze.

    Sono quindi invocati come elemento di cambiamento a capo delle istituzioni personaggi e volti nuovi rispetto al mondo che sino ad ora ha ruotato intorno alle istituzioni, che apportino novità e sappiano anche premiare e fare emergere competenza e meritocrazia anche nelle persone che lavoreranno per loro e che operano già nelle istituzioni le quali assieme a loro potranno così portare beneficio alle collettività provvedendo a ricostruire dal basso delle fondamenta (le sole dalle quali poi si può ricostruire le parti sovrastanti di un edificio) nuove città, cioè costruiscano un futuro a partire dalle istituzioni principali di primo e diretto contatto con i cittadini quali le istituzioni Comunali.

    La realtà di Livorno è piena di giovani imprenditori ed imprenditrici, industriali e figure professionali che hanno saputo dimostrare attraverso la loro attività privata di saper cogliere il presente per costruire il futuro, che hanno riconosciute ed inconfutabili doti gestionali, che malgrado anni di crisi hanno saputo far crescere la propria attività individuando strade e percorsi nuovi rispetto all’ordinario, in poche parole, che hanno saputo dimostrare di sapersela cavare malgrado i difficili anni nei quali ci troviamo e che sarebbero dei potenziali ed eccellenti sindaci capaci di poter fare progredire e sviluppare la nostra città.

    Il futuro non passa ne tanto meno va rincorso. Il futuro va costruito e per farlo bisogna creargli le condizioni per svilupparsi. E l’unico modo!

    Ora, quanto mai maggiormente di prima, lo sviluppo di una città parte dalle scelte politiche ed amministrative attuate negli enti locali i quali, come istituzioni, possono fare molto per gettare le condizioni favorevoli ad uno sviluppo della città. A maggior ragione quindi, per certi ruoli, servono persone per la gestione delle istituzioni con capacità e mentalità affine ad una vera e propria gestione aziendale ma destinata a produrre beni e servizi di maggior livello ed efficienza a vantaggio della collettività.

    Da solo il futuro non verrà e nessuno lo farà venire al posto nostro.

    O si capisce la necessità di attuare un vero cambiamento rispetto al passato da parte di tutti, primi tra tutti coloro che hanno responsabilità politica nella scelta delle figure proposte a ricoprire incarichi pubblici, oppure sarà un ennesimo e definitivo fallimento della politica.

    Il fatto che magari per la prima volta al “timone” della città di Livorno fosse proposta una “giovane e competente traghettatrice” con idee nuove e proiettate al futuro, ma persona diversa dai soliti volti noti della politica locale, sicuramente, non potrebbe che essere visto come un vero ed inequivocabile segnale politico di volontà al cambiamento e non i solito gioco dove le pedine cambiano posizione ma restano sempre le stesse.

    Non tenere di conto delle giovani risorse che ha la città di Livorno ma soprattutto non tenere quindi in considerazione la forte richiesta di cambiamento che sempre più è avanzata e manifestata dai cittadini ogni giorno per strada ed in ogni sede politica come hanno dimostrato tutte le ultime elezioni pubbliche e primarie e richiesta dai cittadini scatenerebbe per chiunque non volesse tenerne di conto, fermo restando chiaramente la libertà di scelta di ciascuno con relativa assunzione di responsabilità, sicuramente sarà tenuta in considerazione dai cittadini elettori i quali vorranno rendere “pane al pane” e “vino al vino” al momento e nelle sedi opportune come segnale di risposta di rifiuto di ascolto del loro messaggio di richiesta di cambiamento.

    Niente può fermare lo svilupparsi del futuro come una politica che non riesce o peggio non vuole ascoltare la volontà popolare.

    Sta alla politica farsi ascoltare, ma l’unico modo vero per farlo è soddisfare le aspettative dei cittadini e cambiare pagina quando si deve cambiare pagina….

  83. # CHICO

    Volete un volto nuovo, magari non più giovanissimo, ma perbene e competente…eccolo… Avvocato Luciano Barsotti.

  84. # libeccio

    L’ennesimo che della politica ha fatto una professione…. insomma un altro stipendiato dalle nostre tasche (tasse). Ma oltre a fare politica ha mai lavorato veramente? Lo sa cosa vuol dire vivere con 1000 € e come ci si sente a non potersi permettere una pizza fuori? No no, questi sono i problemi reali che una persona che vive di politica non potrà mai capire

  85. # Matteo

    Ruggeri, chi ?

  86. # Valerio

    Ruggeri sindaco, Morandi assessore e tozzi comandante dei vigili urbani. Barabba libero io centravanti ma se si perde E’ SOLO COLPA VOSTRA per. Come è’ stata per decenni amministrata questa città’. peccato !

  87. # laura

    Marco Ruggeri

    E’ nato a Pisa il 25 luglio 1974, di famiglia originaria del territorio di Collesalvetti, dove risiede. Ha frequentato l’istituto tecnico industriale Galilei di Livorno presso il quale ha conseguito il diploma di perito chimico industriale. In seguito ha frequentato la facoltà di Chimica Industriale dell’università di Pisa. Convive con Monica e ha una figlia, Marta. Fino all’elezione in Consiglio regionale ha lavorato come turnista allo stabilimento Eni di Stagno a nord di Livorno.
    Fin da giovane è stato attratto dalla politica nel 1998, si è iscritto al Pds e in seguito ai Ds. Dal 1999 al 2004, per i Ds, è stato consigliere comunale a Collesalvetti e contemporaneamente segretario dell’unione comunale sempre di Collesalvetti. Nel 2004 è stato eletto consigliere provinciale a Livorno. Contemporaneamente, dopo aver ricoperto diversi incarichi negli organismi direttivi della federazione di Livorno, nel 2004 è stato eletto segretario della federazione di Livorno dei Ds. Nel 2005 è divenuto membro del consiglio nazionale dei Ds e della segreteria regionale dello stesso partito. Nell’ottobre 2007, con la nascita del Pd, è stato eletto segretario territoriale del Pd livornese. Nel 2009 alle elezioni amministrative è stato eletto consigliere comunale nella città di Livorno.
    Alle consultazioni regionali del 28 – 29 marzo 2010 èstato eletto nella circoscrizione di Livorno nella lista PD-Riformisti. E’ stato componente della Settima Commissione “Mobilità e infrastrutture”. Attualmente è componente della Prima Commissione “Affari istituzionali, programmazione e bilancio”.
    Aderisce al gruppo Partito Democratico di cui è presidente dal 13 marzo 2013.

  88. # incazzato

    cara laura continui a non voler capire…. le critiche non sono a ruggeri ma a tutto quello che rappresenta, da semplice elettore di sinistra, dal partito democratico gradirei, al di la del programma un nome che rappresenti cambiamento , discontinuità dal punto di vista politico amministrativo.

  89. # Stefano

    Sicuramente brava persona, ma non adatta ad una ripresa per la città e risposta alla richiesta di cambiamento dei cittadini. Peccato, un’altra occasione di risposta alle aspettative dei cittadini persa per la politica locale. ..

  90. # asciugati

    boia deh guarda che Cannito ha già fatto due legislature e se non lo sai questo lo esclude dalle liste grilline !

  91. # Beppone

    Di gradini della scala politica ne ha fatti tanti, ma non lo vedo ancora ricoprire un ruolo istituzionale come un sindaco di una città di 160 mila abitanti, ferma ormai da troppo tempo, una volta città industriale ed ora tomba di una qualsiasi attività lavorativa, con decine di migliaia di lavoratori in mobilità, esodati, cassa integrazione, una disoccpuazione giovanile senza sbocchi, e un mercato bloccato e Livorno è da sempre considerata città rossa, di sinistra…bene…settantanni di governo rosso e guarda che sfacelo…è Ruggeri con dietro la stessa classe politica che ha portato alla rovina questa città rappresenta il cambiamento?..il futuro?…mi spiace ma alle favole nn ci credo più!e tutti questi anni la sinistra ne ha raccontate tante tante.

  92. # Mauro

    Sii più sintetico

  93. # Gerone

    … terza scelta … col cavolo avrei accettato io! A questo punto se il partito voleva uscirci bene c’era una sola possibilità: primarie cittadine! Ma non hanno il coraggio e – soprattutto – non vogliono rischiare di perdere il posto.

  94. # sa.boh

    Appunto, frutto di quell’albero che ha fatto troppa ombra. Sarà la prima volta che il PD non supererà il 50%. Per far tornare il sole ci vuole altro….

  95. # cantastorie

    Potete candida’ anche superman questo giro perdete. Gente sveglia! C’é la concreta possibilità di invertire rotta.

  96. # Stefano

    É già finito il sogno della volontà diretta dei cittadini attraverso le primarie. Ultime notizie: per i sindaci il PD Toscana non farà più le primarie. .. i nomi li decide il partito! Ora le primarie non servono più…. Altra occasione persa
    Altro punto -. Saldo conteggio finale nettamente negativo…

  97. # Giovannielle

    Bello “intramato”
    Conosce bene il sistema politico , piuttosto giovane si potrebbe essere la figura politica di sindaco .
    Ovviamente il vostro … Del pd

  98. # elio

    ATTENZIONE: Chiamano a casa con una bella indagine per sapere cosa ne pensa la gente. Prima partono con domande generiche e poi: “Lei sa chi è Ruggeri?” (Io: ah il cantante! NdE), poi con altre domande che ti fanno inca….re tipo “Come dovrebbe essere un uomo politico?” No dai— ma come si fa? Insistono ancora con i soliti? Magari non lo sapete ma i signori hanno ben pensato – coi soldi nostri – di appaltare questa bella indagine a una ditta di Trieste. C’è la crisi… per loro ovviamente no.

  99. # giulietta

    anche no

I commenti sono chiusi.