A Bruxelles per la Darsena, salta l’invito a Nogarin. Il sindaco: “Rossi, ci dovevo essere”

Mediagallery

“Le Istituzioni stanno ai “tavoli” non solo e non tanto perché “finanziano” ma, soprattutto, perché svolgono una funzione di rappresentanza e di contemperamento degli interessi pubblici”. Questa la risposta al Governatore della Toscana Enrico Rossi del sindaco di Livorno Filippo Nogarin, in merito al mancato invito del Comune di Livorno a Bruxelles per la presentazione del progetto della maxi-Darsena nel Porto livornese. Rossi, a seguito delle rimostranze del primo cittadino di Livorno, aveva spiegato al sindaco che non era prevista, nel quartier generale della Regione a Bruxelles, alcuna rappresentanza di Comune e Provincia “perché è una presentazione agli investitori”, e che Regione e Port Authority sono invece in prima linea in veste di principali finanziatori della Darsena Europa.
Questo il testo integrale della replica di Nogarin a Rossi: “Caro Presidente, desidero innanzi tutto ringraziarTi della riposta che, con celerità, hai voluto inviare alla mia nota del 10 settembre ultimo scorso.
Lo spirito che mi aveva animato era quello di rappresentare una situazione di disagio -certamente non personale- verso l’organizzazione di una giornata tanto importante per la città per la quale, però, era stata ritenuta non necessaria la presenza della figura istituzionale che, pro tempore, su mandato dei cittadini, quella Città rappresenta.
La chiave di lettura che Tu proponi mi induce a due, seppur brevi, riflessioni.
La prima. Il porto, come sicuramente ben sai, difficilmente può essere concepito come uno spazio separato dal waterfront e dalla città. Ed un qualsiasi soggetto imprenditoriale interessato ad investire le proprie risorse mai si asterrà dal fare valutazioni che prendano in considerazione anche tali aspetti. Da questo punto di vista, il Sindaco pro tempore avrebbe potuto -per me dovuto- legittimamente rappresentare in quella sede l’idea di sviluppo di città che stiamo, con fatica a fronte di quello che abbiamo ereditato, portando avanti.
La seconda. Se, come Tu sostieni, “Autorità Portuale e Regione Toscana partecipano unicamente in qualità di finanziatori pubblici”, la presenza di un soggetto istituzionale che “non finanzia” avrebbe potuto contribuire ad evitare l’idea -che sono sicuro anche a te non appartenere- di una visione “liberistico mercatale” delle Istituzioni. Le Istituzioni stanno ai “tavoli” non solo e non tanto perché “finanziano” ma, soprattutto, perché svolgono una funzione di rappresentanza e di contemperamento degli interessi pubblici
Un cordiale saluto,
Filippo Nogarin

Riproduzione riservata ©

43 commenti

 
  1. # luigi

    Ma non era contrario alla Darsena Europa????? Ma la sua relazione con le osservazioni allo Studio della Ocean Shipping Consulting non dovevano arrivare in tempi brevi ? Ad oggi niente …… Parole, parole, parole……

  2. # Skywalker

    Ma quanto scrivi….. Boia manco Umberto Eco….

  3. # Ipocrisia

    E’ evidente che questo PD non sa colloquiare e coinvolgere democraticamente con i rappresentanti locali che non appartengono al PD…. sempre più deluso del sistema antidemocratico del PD. Difficile credere alla bontà delle loro iniziative.

  4. # ironia

    Qualche ragione però ce l’ha, viene presentato un progetto e il padrone di casa non è invitato?

  5. # nando

    Ma non aveva lui fatto mancare la sua presenza a Firenze per la firma insieme a Rossi e Renzi sul finanziamento di 500 milioni per la darsena Europa. Disse: avevo altri impegni!!!

  6. # Livorno

    Purtroppo cambiano i tempi ma la storia si ripete nel piano anti crisi della regione Toscana non ci sono offerte da parte dell’Autority ne dal porto di Livorno .soltanto parenti ed amici di.. Possono essere assunti provate a chiedere al signor Gallanti o Provinciali tanto sono tutt’uno!!!!

  7. # Roberto1

    Caro Nogarin, questa è la raccolta di ciò che hai seminato in un anno: contro il nuovo ospedale, contro la Darsena, hai fatto il durò con Rossi, ma ad oggi non si vedono cose concrete. Questa (e quella del PD) è la classe dirigente Livornese. Siamo destinati al nulla. L’unica cosa che potresti fare è reintrodurre il semaforo al portò…grazie alla genialità della rotonda ci son file ogni giorno che arrivano al di la del ponte di Santa Trinità… Mercatino Americano!!! Ma dove vogliamo andare con questi qua?

  8. # franco

    caro nogarin, ma cosa ti aspettavi da un nostalgico post-comunista come Rossi? Non hai ancora capito che la Toscana è tuttora terra di amici, degli amici, degli amici……e che tutte le leve del potere sono ancora in loro mani?

  9. # piero

    Ancora una volta rossi dimostra di non collaborare e continuare quello che il PD fa in italia e cioe’ di vedere solo il suo orticello . con questo modo di ragionare anzi sragionare livorno restera’ per sempre ai margini di uno sviluppo . Nogarin ha perfettamente ragione ma deve picchiare i pugni sul tavolo di piu’ perche tanto questi non ci sentono . Non un passo indietro Nogarin

  10. # rena

    questi sgambetti tra istituzioni non portano a niente di buono e comunque nogarin è il rappresentante della città che piaccia o no a qualcuno e quindi sarebbe giusto che fosse presente anche perché la faccenda si va complicando il socio privato non è stato ancora trovato e i tempi si allungano

  11. # Luca

    Si è trattato di un chiaro sgarbo istituzionale che, oltre ad essere frutto di una grossa miopia, lascia trasparire il livore del PD per la scelta elettorale dei livornesi. E poi si chiamano”democratici” !!

  12. # max

    Nogarin,la tua supponenza,il tuo modo di fare ed agire basato su aria fritta,hanno consigliato chi di dovere a declinarti l’invito. Sappi che in un anno e mezzo non hai fatto nulla,dicasi nulla, di concreto per la citta’. Ti sei ritrovato sulla sedia di Sindaco senza rendertene conto.

  13. # marco

    Ma non era contrario alla Darsena Europa????? Ma la sua relazione con le osservazioni allo Studio della Ocean Shipping Consulting ( hai detto solo che non sapevano l’inglese) non dovevano arrivare in tempi brevi ? Ad oggi niente …… Parole, parole, parole…
    sempre contrario a tutto, ospedale no, darsena no e poi cosa altro ancora?

  14. # Ha fatto molto bene!

    Io, che non stimo affatto Rossi, credo invece che abbia fatto molto, ma molto bene ad astenersi ad invitare le istituzioni locali (parliamoci francamente: non ha invitato Comune e Provincia per NON invitare il Comune). Ed ha fatto bene per una semplice ragione: l’incapacità del nostro Sindaco di comprendere situazioni ed eventi. E’ stato già invitato ad una presentazione locale del progetto e non si è fatto sfuggire l’occasione di scambiare il previsto intervento di saluto, con uno sproloquio aggressivo e del tutto fuori luogo sull’assurdità del progetto, sui rischi, ecc. Bene. Ammesso che le argomentazioni del “contro” siano giuste – e non lo ritengo – NON ERA QUELLO ne il modo, ne il tempo, ne l’occasione per farlo. Ci sono luoghi, situazioni e percorsi idonei a rappresentare le proprie necessità. Altrimenti si insinua il sospetto che l’atteggiamento non sia “costruttivo”, ma demolitorio, che le argomentazioni non siano “per migliorare” ma per Sabotare.
    Ed in un’occasione internazionale nella quale – come qualsiasi “mercante” si cerca di presentare al meglio il proprio prodotto per far si di suscitare l’interesse necessario affinchè il partner privato “si frughi”, di sabotatori non c’è proprio alcun bisogno.
    Con questo non viene meno il ruolo istituzionale che il “nostro” potrà svolgere, nel pieno delle sue funzioni e con il peso delle proprie responsabilità, quando l’eventuale partecipante al Project si dovrà necessariamente confrontare con l’istituzione.

  15. # Bob

    Cosa ti aspettavi da uno del PD, un bello scherzo da prete !

  16. # mako

    Questa è la realtà caro nogarin, con i no e senza proposte alternative vere (non castelli sulle nuvole come i bus gratuiti che ancora aspettiamo), si vincono forse le elezioni di un popolo di pecore, ma senza i progetti, il dialogo e anche un po’ di pragmaticità si finisce isolati e scavalcati, come è giusto che sia in questo caso perchè della darsena europa livorno ne ha un’estremo bisogno e non esiste motivo al mondo per non farla.

  17. # ElMoroSchietto

    “Spiacente” se il Sindaco non sia stato invitato a Bruxelles. Quello che mi auguro è che Rossi possa fare un bel passo avanti sia per Livorno che per la splendida Toscana che rappresenta e sicuramente ci riuscirà perché ha dato esempio di capacità risolutive.

  18. # asciugati

    Anche il Sindaco Nogarin avrà le sue colpe ma il Presidente Rossi le sue scelte l’ha già fatte finanziando e costruendo a Piombino a tempo di record una banchina a – 20 ! La maxi darsena di Livorno pronta tra venti anni a cosa servirà ? I traffici commerciali saranno già spostati sui grandi aerei cargo con tempi molto più rapidi e costi simili e dunque il rischio dell’inutilità è grande !

  19. # Bastiancontrario

    Rossi non ha fatto un torto a Nogarin; lo ha fatto alla metà dei Livornesi che lo hanno votato. Ne terremo di conto alle prossime elezioni……ancora 5 stelle !!!

  20. # Ha fatto molto bene!

    Ma lo si vuole capire che il progetto NON C’E’? nel senso che la realizzazione della Darsena Europa è un Project. Un operazione nella quale il privato deve mettere consistenti risorse affinchè possa essere attuata. Quindi, le valutazioni se il porto di Piombino è attrattivo, se le merci tra 20 anni andranno in aereo, in nave o si sposteranno con il torpedone, le farà chi ci mette quattrini ed assicura contrattuialmente investimenti!
    Se l’opera, come dicevano i “tre-tre” è ‘na strunz…. ce lo diranno direttamente gli interessati, non certo Gallanti, Rossi e/o Nogarin.
    Anche la Ocean Shipping, avrà certamente “meravigliato” le potenzialità del progetto… è evidente! E’ il soggetto che ha preparato “la vetrina” al venditore (AP) per attirare gli investimenti…. non è che ci vuole zichichi per capirlo….
    Ma non penserete mica che l’investitore privato non si faccia i propri conti e si “fidi” (nel bene o nel male) di cosa dice Gallanti/Rossi/Nogarin e la Batini!
    Quindi tutte le polemiche pre-Bando di affidfamento, sono del tutto inutili.
    L’opera sarà bollata come “inutile” e/o “concepita male”, al momento in cui nessun operatore privato provi a portare avanti il Project…

  21. # alinooooooooooooooo

    bravo rossi .Nogarin pensi alle sue rotatorie alle palme in piazza del municipio e niente di piu’ i suoi limiti sono ormai evidenti. E poi correremo il rischio con questo individuo e le sue fisse di perdere anche questo treno ,gia abbiamo perso quello del l’ospedale.

  22. # Rossano

    Rossi è un pisano, quindi è inutile discutere su Livorno a dimensione europea. Rossi rosica…rosica….rosica

  23. # Cittadino

    La cittadinanza sta aspettando notizie vere, notizie in merito a sviluppo della città e della situazione lavorativa! Scelte che potrebbero fare la differenz nel futuro nostro e dei nostri figli… A me personalmente non importa niente dei vostri srezi politici e di tutto il gossip che ne viene fuori e che fa tanto parlare ma serve a poco e spero che altri la pensino come me!

  24. # orso

    Ma cosa volete sperare da Nogarin? Non avete ancora capito che dalla padella siamo passati nella brace? Ultimo atto la cavolata fatta con la “minirotonda” del Porto non vi basta ancora? File e traffico bloccato buttando via 500000 euro.A spettate quando l’ingegnere di Castiglioncello con l’assessore di Cutigliano chiudera’ il centro alle auto.

  25. # Marco

    Non l’hanno invitato, per evitare che quando aprisse bocca esternasse solo parole come no, no, no, no, no, no, no, si sà di fronte a chi (si spera) ci diano un pò di Euro, per completare la Darsena Europa, che Nogarin nn vuole, che Nogari è andato perfino dai pisani per aiutarsi a dire che ha un impatto visivo negativo, insomma, ha ceracto in tutti modi di non volerla, bravo mister RED, a non portarcelo!.

  26. # ElMoroSchietto

    “Ha fatto molto bene”, allora se si continua a fare la politica del NO, a Livorno soprattutto, il nostro porto in cosa lo trasformiamo in una gran vasca per germani quando migrano? Io ricordo ( letto su quotidiani ) che un Emiro voleva investire 500.000.000 di dollari per la realizzazione della Darsena Europa ma cosa successe?

  27. # ivo lami

    effettivamente questa è la prova che le cose stanno come lei dice; tuttavia la cosa buona è che la gente lo sappia e si renda conto di chi sono reds & company, certe rivoluzioni non si fanno in un giorno ma se vanno avanti di questo passo i piddini si asfaltano da soli

  28. # ElMoroSchietto

    …dimenticavo, Compagnia Dp Word.

  29. # luigi

    concordo. e mi meraviglio che alcuni non capiscano

  30. # BIABAI

    QUESTA E’ LòA POLITICA CHE HA FATTO NOGARIN

  31. # Fabio

    Dimostrazione della dittatura di sinistra che il signor Rossi sta adottando,del resto la sinistra ha sempre cercato di fare ma aveva un opposizione forte. Adesso fanno tutto tra di loro. Altro che Benito,non ci sono paragoni.

  32. # Ada

    ma cosa cavolo ci sarebbe andato a fare per dire no a tutto ciò che porta benessere a Livorno come la costruzione del nuovo ospedale. E per quel signore che si riferisce alla dittatura di sinistra forse si sbaglia con quella del M5S dove molto probabilmente lui milita e il despota è un tale di nome Grillo

  33. # ste

    Condivido tutto. Meglio così.

  34. # ste

    Ma quale dittatura. Si chiama politica. E Rossi, che non stimo nella maniera più assoluta, è un volpone e un politico di statura nettamente superiore a quella di Nogarin. Nogarin non ha il senso delle istituzioni (“Filippeschi dimettiti”, sono parole del nostro sindaco), è uno che deve fare il bastian contrario per contratto (manifestazioni a Pisa contro la Darsena Europa, contestazioni in ogni dove al progetto di ampliamento del porto). Cosa si aspetta Nogarin? Uno che semina vento, cosa può raccogliere!? Questa è politica! Il progetto è meglio che lo presenti gente che ci crede, dato che c’è bisogno di investitori!

  35. # Ha fatto molto bne!

    Rileggiti i miei due interventi. Io sono assolutamente a favore della realizzazione, solo non comprendo le critiche “a prescindere” che il nostro beneamato Sindaco a starnazzato a destra e a manca. Dato che a realizzazione è un Project, il giudizio sull’apetitibiità, e prospettive di sviuppo, ecc. lo daranno – con maggior cognizione di causa – gli eventuali operatori interessati ad investire, piuttosto che Nogarin e/o altri.
    E dato che Bruxelles è stata una “vetrina” internazionale per la presentazione della “merce” ai possibili compratori, l’invito a chi non ha fatto altro (in tutte le occasioni) che contrastare e denigrare il progetto, Rossi ha fatto bene a non inviarlo.

  36. # Ivan

    Ma è chiarissimo perché Nogarin non sia stato invitato. Non erano pronti qualche mese fa e non lo saranno stati neppure oggi. Il bando non sarà stato completato e avranno arraffazzonato qualche documento preesistente per prendere tempo. Si può essere anche contrari a Nogarin, ma lui le cose se le va a leggere virgola per virgola. E non lo freghi. Per questo hanno fatto in modo che non ci fosse.

  37. # Scusa ma....

    Il socio privato non è stato trovato, perchè ancora non è stato fatto il Bando. Ed il Bando non è stato ancora fatto, perchè l’Amministrazione Comunale ha allungato all’inverosimile il tempo per rispondere (approvare) il PRP.
    E, pur non essendo assolutamente d’accordo, non ha avuto “le palle” per prendersi la responsabilità di un rifiuto, con il teatrino dell’astensione. In questo do assolutamente ragione a Provinciali quando afferma che su queste scelte non ci si può “astenere”. Si governa una città e quindi si ha la responsabilità di dire si o no. Troppo comodo. Se l’operazione riesce, sarà merito “anche” dell’Amminisrazione Comunale, se invece fallisce, “loro” non l’hanno votata, lasciandola approvare all’opposizione….

  38. # sinceramente....

    sinceramente ti inviterei a rifare i conti….
    I 5stelle non rappresentano il 50% dei livornesi. Rappresentano il 19% circa + i delusi del PD (che, in questa tornata avrebbero votato anche i Monarchici se fossero andati al ballottagio).
    Al contrario di cosa diceva Toto’, in questo caso “la somma non fa il totale”.
    E di questo importante aspetto, purtroppo, ci ci governa non sembra tenere assolutamente di conto

  39. # Paolo

    Il circo barnum del Pd e’ andato in gita, con i nostri soldi, portando al traino l’enfant prodige ed il giornalista rampante. Il tentativo di far la questua per realizzare questa cattedrale nel deserto e’ patetico. Nessun imprenditore sano di mente ci investira’ un solo €.

  40. # Rossano

    Rossi, tanto si sa che rosichi, rosichi, rosichi.

  41. # mah...

    Sarà anche uno che si legge le cose virgola per virgola, come dici te, ma io sono sempre qua che aspetto il famoso documento che “smentiva punto per punto” lo studio scritto in “inglese maccheronico” dalla Società (inglese) di consulenza OSC. Lo aveva in mano alla sala Ferretti, il 26 Maggio scorso, con tutti i post-It colorati…. ed ancora non si è visto.
    Quindi il suo intervento con sparate ad alzo zero, in quel consesso, oltre che inopportuno ed istituzionalmente scorretto (era stato invitato solo per un saluto istituzionale non per un giudizio di merito, dato che la sede e l’occasione non erano quelle idonee), non ha prodotto alcunché se non IL DANNO INCALCOLABILE di aver presentato il territorio e le sue istituzioni disunite ed in conflitto in una consesso internazionale dove gli interlocutori erano anche coloro che potenzialmente avrebbero potuto investire.
    I panni sporchi (ammesso che ci siano) si lavano in famiglia. Ed ai possibili investitori, si presenta il territorio al meglio.
    Qua, invece, anche sulle cose sulle quali può aver ragione, si preferisce il clamore ed i Selfie all’azione concreta.
    Se trovi qualcosa delle gestioni pregresse che “puzza”, come spesso annuncia, è inutile fare proclami via stampa. Ti rechi alla Procura della Repubblica e presenti regolare (ed obbligatoria) denuncia.
    E ti dirò, che il voto che anche da me ha preso (più per “scelta obbligata dall’occasione inaspettatamente avuta ” che non per convinzione) me lo dovrebbe restituire.
    Il movimento può avere anche ragione, ma le idee le portano avanti le persone. E lui (e l’entourage livornese) non sono all’altezza. Non si può avere il paraocchi di giudicare localmente avendo a riferimento, nel bene o nel male, il M5S in parlamento.

  42. # duck

    ho bravo il sig. rossi…….è come un capò…………..dopo aver scoperto che il porto non aveva un piano regolamentare………lo ha voluto subito dal nuovo sindaco……..perché non lo ha chiesto a quelli precedenti????? ora non invita il sindaco della città per il progetto della darsena…….ci vuole mangiare??????viva la democrazia pd………nemmeno il duce…….scusate….

  43. # Informati...

    Informati. Il percorso – estremamente lungo – di elaborazione del nuovo PRP, con le audizioni alle categorie, alle istituzioni, ecc. era partito circa due anni prima. Nogarin (anzi, il Comune) si è trovato insediato quando il percorso della formazione delo strumento era già quasi completato. Quindi non è stato “chiesto a lui” e non agli altri. Anzi, proprio perchè la maggioranza ci si è trovata invischiata alla fine, ha strascicato oltre ogni sopportazione la fase dell’approvazione che poi NON HA AVUTO LE PALLE di bocciare, lavandosene le mani come Ponzio Pilato e lasciando che il PRP fosse approvato con il voto favorevole delle opposizioni…. (che, in un paese normale, avrebbe dovuto determinare l’immediato scioglimento del governo della città, mentre a Livorno la maggioranza, quasi, se ne vanta)….

I commenti sono chiusi.