Gordiani, il sindaco: “Il caso non esiste”

Il meet up non risparmia polemiche neanche per Fasulo e per Aurigi

Mediagallery

Dopo il caso dell’architetto Simona Corradini (prima nominata da Nogarin come assessore alla mobilità e poi silurata dal sindaco stesso dopo 24 ore a seguito delle polemiche sorte per essere stata candidata alle elezioni amministrative nella lista civica “Città Diversa” in aperto contrasto con quanto previsto dalle regole stilate dal M5S livornese) in casa 5 Stelle sembra essere scoppiata un’altra grana (leggi qui dell’incontro del 18 luglio Nogarin-Autorità Portuale sul futuro del porto).
A porla non è un partito di opposizione, bensì sono i grillini stessi. Ed è quella relativa all’assessore all’ambiente Giovanni Gordiani che, fanno notare Meet Up 5 Stelle Livorno e Meet Up Amici di Beppe Grillo in una lettera inviata a sindaco e consiglieri comunali, risulta, analogamente alla Corradini, già candidato in una lista alle Amministrative 2014: “Cutigliano Bene in Comune”.
A riprova di ciò viene anche proposto il documento che ne dà conferma e in cui si legge che Gordiani ha ottenuto 8 preferenze (leggi qui). “Riteniamo quindi opportuno che il Sindaco Nogarin riveda le scelta fatte e proceda alla valutazione di altri curricula. E’ importante, e segno di reale trasparenza, dare ai cittadini la spiegazione completa di quanto avvenuto, riconoscere l’errore fatto e correggerlo: rimuovere dal suo incarico il sig. Gordiani”. Il movimento, inoltre, tira in ballo anche la nomina di Fasulo e Aurigi.
Invitato a commentare l’accaduto il sindaco Nogarin risponde in modo lapidario non senza lasciare qualche perplessità al riguardo. “Non esiste alcun caso – ha detto il primo cittadino contattato al telefono – Massima fiducia a tutti gli assessori. Non abbiamo tempo da perdere con queste cose qui. Dobbiamo risolvere i veri problemi della città. Il caso lo avete montato voi, buon lavoro. Rinnovo quindi la mia piena fiducia a tutta la Giunta, che sta alacremente lavorando al governo del territorio. Capisco che il problema Gordiani sia un problema per il Pd, più che per il Movimento 5 Stelle”.
Gordiani a sua volta conferma di non avere più avuto la tessera del Pd dopo il 2011, e si riserva di difendere questa affermazione nelle sedi opportune

Ecco la lettera inviata dal Meet Up 5 Stelle Livorno (www.5stellelivorno.it) e Meet Up Amici di Beppe Grillo (www.meetup.com/Meetup-5-STELLE-LIVORNO) al sindaco e ai consiglieri comunali Caro Sindaco e cari Consiglieri Comunali, dato il comune percorso che ci unisce, ci sentiamo in dovere di darvi alcuni suggerimenti per poter al meglio servire la nostra città e vi preghiamo di prendere queste parole con spirito di critica costruttiva e fattiva collaborazione. Partendo dal presupposto che il M5S rappresenta la rottura con il passato per come è stato fino ad adesso gestito il Bene Pubblico, vorremmo evidenziare un aspetto importante che riguarda le modalità di designazione degli assessori e dei futuri dirigenti delle Aziende Partecipate.
Per la nostra comprensione queste cariche, per quanto possa essere difficile farlo, non possono essere date ad amici, familiari o persone di “fiducia” collegate in modo diretto od indiretto al sindaco, ai suoi collaboratori e ai consiglieri. Non possono essere date a chi già copre altri in carichi istituzionali e a chi appartiene ad altri partiti o liste avversarie perché questo snaturerebbe il principio del servizio a vantaggio dei “mestieranti” della politica: cosa che combattiamo con tutte le nostre forze.
Lo stesso concetto è valido per chi ha cercato già un “posto al sole” in altri partiti o amministrazioni precedenti. In quest’ultimo caso il terreno è ancora più scivoloso ed incerto perché dietro una apparente correttezza formale sono inevitabili grossi problemi sostanziali e la cautela e la prudenza sono d’obbligo. Fare diversamente da questo ci mette in contrasto con i principi che proponiamo: meritocrazia, anti-clientelismo, no all’inciucio. Il nostro comportamento deve essere esemplare e di conseguenza non possiamo agire diversamente. Senza voler valutare la professionalità dei candidati – che non possiamo fare anche perché impossibilitati a confrontarli con gli altri curricula inviati – per correttezza e trasparenza riteniamo giusto indicarvi la posizione e le perplessità di questi Meet Up in merito ad alcune designazioni.
La questione più importante riguarda Il sig. Giovanni Gordiani che – come la sig.ra Corradini con Città Diversa – è stato candidato per le Amministrative 2014 (nella lista “Cutigliano Bene in Comune”). Ecco il documento ufficiale del risultato elettorale delle elezioni 2014 dove ha avuto 8 preferenze (leggi qui).
E’ bastata una semplice ricerca per verificare la palese violazione del punto 9 della domanda di partecipazione alla Selezione Pubblica.
Secondo informazioni “non ufficiali” il sig. Gordiani aveva già deciso da tempo di escludersi dalla lista dove era candidato, ma di aver ufficializzato il tutto solo pochi giorni prima delle elezioni. Per legge però non sono ammesse le dimissioni ed una volta in lista ci si rimane con anche la possibile assunzione dell’incarico che solo successivamente può essere lasciato.
Inoltre da affermazioni pubbliche riportate dal sig. Ruggeri (PD) sulla nazione del 15/07/2014 il sig. Gordiani risulta tesserato nel PD fino all’anno scorso violando di conseguenza anche il punto 8: “non essere tesserati con altri partiti da almeno 3 anni” (ndr. di fronte ad affermazione pubblica proveniente da chi ha sicuramente accesso a fonti documentate, una verifica è perlomeno d’obbligo).
In qualunque dei due casi le regole vincolanti per rendere valida la presentazione della domanda ad assessore non prevedono eccezioni.
E’ solo la base degli attivisti può decidere se fare o no una eccezione, modificare o no le regole che essa stessa ha deciso ed invece è stato fatta una eccezione senza l’approvazione della base stessa, che aveva assegnato il compito ad una commissione solo per il lavoro di cernita e valutazione dei curricula, ma non certamente per la creazione di regole “eccezionali” che andassero in contrasto con quanto già deciso dalla base.
Inoltre questa linea è stata approvata dal Gruppo Consiliare del M5S che, ricordiamo, con i suoi 21 consiglieri è portavoce della base e che non ha l’autorità di andare contro le decisione stabilite dalla stessa base quando loro stessi addirittura ne “erano” parte (compresi Sindaco e Vice Sindaco).
Accettare una linea contraria al volere della base, senza nemmeno preventivamente informarla e chiederne parere è il contrario dei principi base della democrazia diretta su cui si fonda il M5S. La sig.ra Corradini avrebbe tutto i diritto di criticare e opporsi a tale decisione: se l’eccezione vale per uno, allora deve valere per tutti. Dopo tutto questo il sig. Gordiani è stato nominato assessore.
E’ importante, e segno di reale trasparenza, dare ai cittadini la spiegazione completa di quanto avvenuto, riconoscere l’errore fatto e correggerlo: rimuovere dal suo incarico il sig. Gordiani.
Sulla base dei ragionamenti poco sopra descritti – anche se non esiste una violazione formale – non possiamo esimerci dal contestare la scelta del Sig. Alessandro Aurigi che, in quanto conclamato amico del sig. Nogarin, rende criticabile e accusabile il M5S di non essere coerente con i propri principi. Crediamo che da buon amico e da attivista 5 Stelle, il sig. Aurigi comprenda la situazione e le possibili implicazioni e pericoli sia per l’amico sig. Nogarin che per tutto il M5S.
Anche nel caso del sig. Serafino Fasulo non esiste una violazione formale, ma ne contestiamo la scelta seguendo il principio di cautela, proprio per le stesse ragioni espresse poco sopra per il sig. Aurigi. Il Sig. Fasulo si è candidato alle precedenti – e non troppo lontane – amministrative 2009 con la lista Livorno Città Aperta, in appoggio all’ex Sindaco Cosimi di Livorno e dove già allora era ritenuto uno dei possibili assessori. Riteniamo quindi opportuno che il Sindaco Nogarin riveda le scelta fatte e proceda alla valutazione di altri curricula. Nel caso del sig. Gordiani si tratta rispettare le regole di selezione della candidatura, nello specifico i punti 8 e 9.
Nei casi del sig. Fasulo e del sig. Aurigi ci chiediamo se proprio era impossibile trovare candidati di competenze pari, o poco meno, tra i 700 curricula pervenuti che ci evitassero questa situazione di critica ed incoerenza.
Sarebbe stato giusto ed in linea con i principi e gli obbiettivi del M5S, indire una consultazione – anche on line – con i cittadini livornesi, così da capire quale percorso era più corretto intraprendere. A scanso di equivoci vogliamo essere chiari nel fatto che non mettiamo in discussione la professionalità dei sig.ri Aurigi, Fasulo e Gordiani, bensì le modalità con cui sono stati nominati e di cui loro stessi non hanno diretta responsabilità.
Tutto quanto scritto fino ad adesso, ha lo scopo di sottolineare che un governo 5 stelle, come quello che abbiamo a Livorno, non è niente senza i suoi cittadini e che coinvolgerli e renderli partecipi, è il più grande atto di reale democrazia ed uno degli obbiettivi prioritari di questa amministrazione Augurando una pronta risposta inviamo i nostri più sinceri auguri di buon lavoro.

 

 

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # JohnJohnson

    Non sono grillini sono trolls. I veri Grillini si stanno riunendo in gruppi i lavoro alla media di 2 al giorno. Fatti, non attacchi denigratori.

  2. # Gioia

    il vero meetup è: MeetUp Storico Livorno 5 Stelle lista certificata.. che prende le distanze da questo comunicato.

  3. # Beppone

    Le regole che si son date il M5S, devono essere applicate, quindi, l’assessore Gordiani si deve dimettere, ma qui assolvo il Sindaco, perchè evidente non lo sapeva, ma loro, i neo assessori, lo sapevano è quindi lo doveveno dire….questo è segno che pur di prendere la poltrona, con questo o con quel partito a loro non interessa…quindi sono inaffidabili e quindi è bene allontanarli

  4. # asciugati

    Boia deh alla grazia dell’integralismo! Noi come livornesi non ci siamo abituati a chiedere di rispettare i patti ma mi sembra che, come principio, abbiano ragione. Altrimenti che motivi c’erano di cestinare subito l’assessora Corradini ?

  5. # Ephraim Pepe

    Sono dell’idea che come doveva restare la Corradini per le sue competenze (il passo indietro è stato un autogoal clamoroso per la città) debbano restare i nomi scelti. Se il M5S vuole fare veramente il bene della città, devono essere coscienti che se delle regole che si sono dati sono bischerate, devono avere il coraggio di ammetterlo. La Corradini era la persona più adatta per il ruolo che le era stato assegnato, Gordiani è il CV d’eccellenza fra gli amministratori ed ha idee che si sposano al 100% col programma del M5S, Fasulo ha le competenze per fare un ottimo lavoro di recupero culturale della città, Aurigi ha un importante bagaglio culturale che gli può permettere di fare un bel lavoro. Cambiamoli di nuovo tutti ed il risultato quale sarebbe?
    1) Nogarin perderebbe ogni credibilità e verrebbe fatto politicamente a pezzi da governo, opposizione e cittadinanza
    2) L’amministrazione perderebbe altro tempo
    3) Livorno tornerebbe a non essere gestita da nessuno

  6. # Luigi

    Vai borda! Come inizio non è un granchè, ma diamogli fiducia

  7. # Al Burro

    Per ora come al solito inciuci e chiacchere ma fatti 0

  8. # luigi

    si dimostra la totale impreparazione ad amminsitare una città come Livorno . Abbiamo bisogno di persone autorevoli e che abbiano le capacità immediate di intervenire e risolvere i gravi problemi della nostra città. Non ci servono (come diceva Mamma Franca…) IMPROVVISI. non è possibile inventarsi sindaco e organizzazione (partito o movimento) che amministra una Città. Per il bene della Città caro sindaco fai un passo indietro…….

  9. # Marco

    Se ogni decisione del sindaco viene sconfessata, bisogna che ne prenda atto che non ha i requisiti per andare avanti!!!!

  10. # Luca

    Ma qualcuno mi sa dire dove stanno tutti questi Meet Up Storici, 5 stelle, amici di Grillo? Chi sono? Dove si riuniscono? Ma sono sette segrete?

  11. # Pinello

    Chi era molto esperto ha rovinato la città …. meglio loro o quelli che definisci “IMPROVVISI”? Peggio di cosa è stato fatto finora è impossibile!! Forza Sindaco Nogarin… vai avanti e lascia perdere chi non sa accettare le sconfitte!

  12. # Il fustigatore

    All’impressione che questi giochino ma qui c’è un ballo il futuro della città !!!!

  13. # daniele

    Ti piacerebbe vero? Ma non è cosi fattene una ragione .

  14. # SubCom.te Marcos

    700 curricula e guarda un po’ escono fuori sempre i soliti noti…che delusione…

  15. # Leti

    La caccia alle streghe continua.

  16. # Iolapensocosì

    hai ragione! ma è possibile sapere nome e cognomi, ruoli, da dove e dove scrivano, insomma chi sono? danno veramente l’idea di una setta informatica! ma chi ci sta governando? e se volessimo iscriverci per dire la nostra… dobbiamo avere per forza un computer? ma non è anticostituzionale non garantire a TUTTI il diritto alla partecipazione? anche a un vecchietto analfabeta? Mah!?!?

  17. # paolo

    Dilettanti allo sbaraglio…..
    Non li ho votati, ma spero che almeno questa volta Nogarin non si rimangi le scelte: facciamoli governare la città, e saranno giudicati dalla maggioranza dei cittadini, non da uno sparuto gruppetto. Certo che con le regole che si sino dati i 5 stelle ogni decisione rischia di essere una sfiducia…

  18. # piero guidi

    DAI???? ne ha combinata un’altra

  19. # fede

    Sempre più convinto di essere finiti in mano a gente peggio di quelli passati …

  20. # amaranto67

    beppe non funziona cosi, io do per scontato che le persone scelte lo siano state in base alle competenze… (non a caso si parlava di CV e non di lettere di raccomandazione) se queste persone sono valide e possono tutelare bene gli interessi della collettività è non solo giusto ma opportuno che rivestino le cariche loro assegnate… le diatribe interne dei pentastellati poco importano a chi ha dato loro il voto… anzi farebbero bene a parlarne nei loro meet up senza prestare il fianco a chi ha interesse a mischiare le carte per magari “restaurare” i poteri dei quali i cittadini di livorno hanno deciso di sbarazzarsi col voto.

  21. # pina

    Mah, non mi sembra che il problema sia chi ha scritto il comunicato, ma che non sono state rispettate le regole che il sindaco stesso ha scritto nella prima pagina del suo programma elettorale …

  22. # dr.frock

    Considerato che a dio, occorse ben 7 giorni per il Creato, vogliamo dare tempo a questi signori? Non sono un 5stellato, ma le polemiche dei PDini, sono solo populismo di bassa lega. Avete perso, lo volte capire? Oggi si respira aria nuova, tra 5 anni se ne riparlerà. Saluti

  23. # Mary

    MA Invece di chiacchiere e perdita di tempo i grillini non potrebbero lavorare sui problemi più urgenti : disoccupazione giovanile cassaintegrati sfrattati sanità ! Le polemiche interne sono solo sterili !!!

  24. # luca parenti

    Basta idiozie signori, questo non è un concorso del ministero. Quella degli assessori è necessariamente una scelta politica e il clientelismo non c’entra assolutamente niente. Io guardo la scelta fatta e mi sembra che di maggiordomi dei potentati locali e nazionali non ce ne siano. Aspetterei una porcata amministrativa prima di azionare il tasto dell’autodistruzione. Insomma davvero non capisco cosa frulli nella testa di certi grillini. Sveglia, perché se continuate così il prossimo sindaco sarà peggio

  25. # daniele

    nessuno ti chiede di cambiare opinione, ma invece di criticare sempre perché non cercate di rendervi partecipi alla soluzione dei problemi della nostra città, partecipa ai gruppi di lavoro clicca sul link sopracitato e iscriviti troverai come partecipare, nessuno ti chiede di votare per il movimento, ti chiediamo di essere un cittadino attivo e propositivo.

  26. # daniele

    Ma che setta informatica, semplici livornesi ce amano la propria città e cercano di collaborare per proporre soluzioni ai problemi di Livorno. Ragazzi il concetto di fare politica è cambiato, adesso il cittadino si attiva in prima persona e se a qualcosa da dire non va a cercare il sindaco, l’assessore o il consigliere, ma fa presente la propria idea all’interno dei gruppi di lavoro c’è a loro volta presenteranno tramite i consiglieri le varie problematiche all’interno delle commissioni consiliari.

  27. # Ombretta Lazzeri

    Ahiaiai qua non si va dopo 70 anni il 71 esimo si apre con imbrogli e compiacenze, meno male lindi e puri avrebbero cambiato Livorno, con i nostri soldi, in peggio!!!!!Lo dice il vostro Movimento oggi Partito

  28. # daniele

    http://www.livorno5stelle.it/

    a questo link trovate un articolo dove sono riportati i nomi e gli indirizzi mail dei referenti per ogni gruppo di lavoro, forza gente invece di criticare attivatevi, la città è di tutti.

  29. # daniele

    http://www.livorno5stelle.it/

    a questo link puo trovare i nomi dei referenti dei gruppi di lavoro , può contattarli e ciedere di partecipare per ascoltare informarsi e proporre le proprie soluzioni, buonaserata.

  30. # DD

    ben detto…..

  31. # DD

    Gli piacerebbe si!!! Ecco un troll!!!

  32. # karl

    Non penserai veramente che questa giunta arrivi fino a fine mandato. Ricorda che nonostante tutto il 57% dei livornesi alle ultime elezioni ha votato PD. Quindi…….

  33. # karl

    Scusate dimenticavo. Proprio oggi è stato pubblicato un sondaggio che dava il PD al 44% a livello nazionale aumentando di fatto il divario con il movimento 5 Stelle. Ciao , ciao Beppe.

  34. # daniele

    sei libero di credere ciò ce vuoi, personalmente non ho alcun dubbio che questo sindaco e questa giunta supportata da tutti i consiglieri del movimento riesca non solo a completare la legislatura, ma ance a fare meglio delle precedenti, buona serata.

  35. # Stefano

    Attenzione: L’occasione i nuovi inquilini se la sono trovata su un piatto di argento ed il treno dei desideri non passa mai due volte. Io non so se le regole sono o non sono state violate, ma che non sprechino questa occasione perchè non ci sarebbe per noi cittadini peggiore delusione che di scoprire che chi della trasparenza e meritocrazia ha fatto a sua bandierà è poi meno trasparente e meritocratico di chi non ne faceva la sua bandiera…. E le delusioni i cittadini, poi, le fanno pagare alle urne. Le occasioni sui piatti di argento lo dimostrano (vedi ultime elezioni).

  36. # amaranto67

    caro gigi spero tu non intenda cosimi & lamberti parlando di persone “autorevoli”… perche basta dare un occhiatina ai dati macroeconomici degli ultimi 30 anni per capire i danni che il PD ha arrecato a questa città… non hanno saputo fare niente (ma questo è un male che viene da piu lontano basti pensare che le ultime opere publiche significative portavano il nome di stadio edda ciano mussolini o ospedale costanzo ciano…) soprattutto non hanno saputo difendere niente, dal CANTIERE, ALL’AUTOMOTIVE (da vernacoliere la vicenda De Tomaso) , ALLE OFFICINE SAN MARCO (che hanno dovuto riaprire in territorio pisano col nome HEAT & GAS) , la lista purtroppo è lunga e adesso si profila pure la chiusura dello stanic …. per l amor del cielo… meglio di quelli che c era prima anche il presidente della TUCKER….

  37. # Livornese Doc

    I NEW TROLLS? MA FATE FESTA E ALLA FINE AVETE FATTO COME GLI ALTRI. AMICI AMICI DEGLI AMICI

  38. # Livornese Doc

    MA TE C’HAI LA FISSA DEI TROLLS. FATTENE UNA RAGIONE VI HANNO VOTATO 35000 E 101000 NO. QUINDI QUESTI 101000 STANNO ASPETTANDO CHE FACCIATE QUALCOSA E INVECE NON FATE UN BEL NIENTE

  39. # mauro

    nogarin, fai la cosa giusta, DIMETTITI, Livorno ha bisogno di un Sindaco Libero. Una città non può vivere costantemente sotto il ricatto di una forza minoritaria che cerca di imporre a tutti le proprie regole. Se lo aveste dimenticato vi ricordo che l’ 80% dei livornesi non ha votato per il M5S

  40. # luigi

    concordo con Te. Abbiamo bisogno di persone competenti e che siano supportate dalla vera maggioranza dei livornesi. Ho sentito ieri sera l’intervista al nuovo sindaco su Telegranducato che però non mi ha convinto affatto sia negli argomenti che per la sua preparzione a fare il Sindaco di un città importante come la nostra

  41. # luigi

    Non è un problema di chi ha vinto o chi ha perso, ma è un problema di sostanza . C’è in ballo il futuro della ns. Città e occorre intrevnire in tempi rapidi . Spero che il ns. attuale Sindaco faccia bene ma , scusami, dalla prime uscite non c’è da essere ottimisti.

  42. # luigi

    Ovviamente non penso a Cosimi e nemmeno a Lamberti ma proprio per questo non vorrei che si cadesse in ulteriori cinque anni dove non siamo governati da persone che hanno le capacità di affrontare e risolvere i problemi importanti della nostra città. Spero, ripeto che il sindaco attuale faccia bene, vedremo anche se l’inizio non promette bene. Spero di sbagliare

  43. # lorenzo

    Tutta la legislatura trascorrera’ cosi’? Si ripossono fa’ le elezioni? cosi’ questa volta non voto Nogarin…

  44. # carlotta

    Le liste che hanno concorso alla certificazione erano due, provenienti da due meetup diversi. I candidati consiglieri provenivano da entrambe le liste e quindi non si può parlare di un solo meetup ufficiale ma al momento, volenti o nolenti ce ne sono due. L’altro è quello che fa capo al blog http://www.5stellelivorno.it.

  45. # Ric

    Cioè mi dovrei iscrivere a un movimento per dire la mia?

    certo che oltre a scrivere male l’italiano, anche come progetto manca di parecchie regole elementari della democrazia vera.

  46. # Arianna de Martino

    Ma questi continuano a chiedere di iscriversi per poter “contare”, ma nessuno si rende conto dell’abominio che significa?
    Se non sono inscritta non conto nulla? Ma in che mondo virtuale vivete,…

  47. # ernesto

    allora il mistero s’infittisce, perche’ conosco gente che si e’ “prenotata” per partecipare ai gruppi di lavoro che pubblicizzavano ma e’ ancora li’ che aspetta di essere convocata …

  48. # ernesto

    Allora fate qualcosa per farvi riconoscere: siete quelli del sito sempre poco aggiornato “http://www.livorno5stelle.it/”, giusto? I vostri gruppi di lavoro son avvicinabili e ci si può collaborare oppure ammettono solo residenti da sei generazioni di pelle abbronzata che non abbiano parenti fino al terzo grado impelagati in un consiglio di circoscrizione?

  49. # ernesto

    E allora perché non riabilitare la dottoressa Corradini, già scelta per le sue competenze e perlomeno garante di nessun apparentamento professionale con il Sindaco?

  50. # ernesto

    Ragazzo, il concetto di politica e’ proprio quello di andare dal consigliere, dall’assessore o dal Sindaco. Riprenditi un attimo dall’euforia – che condivido – e pesa le parole, che sono una responsabilita’: il “gruppo di lavoro” non e’ un organo politico, come non lo era la casa del fascio. Ma il gruppo di lavoro del M5S puo’ essere un bellissimo esempio di organizzazione politica, tanto piu’ bello ed esemplare quanto meno cavolate spara e quanto piu’ seriamente si attiva per coinvolgere chi fino ad ora ha dormito come un sasso.

  51. # ernesto

    E ancora una volta, se credi veramente nel fatto che la citta’ sia “di tutti” come scrivi, ti chiedo gentilmente: quanto condividi il famoso punto “g” di quel bando, in base al quale la città non e’ di tutti?

  52. # marino

    il sindaco non lo sapeva? ma se in commissione c’era anche lui!

  53. # Arianna de Martino

    Se c’è una cosa che puzza più di tutte e quella di dire non essere ma lo è.

  54. # Luca

    È vero, il suo discorso non fa una piega c’è da dire però che se vogliono dimostrarsi coerenti fino alla fine o riammettano la Corradini (infliggendosi l’ennesimo autogol) o devono chiedere le dimissioni per gli altri dandosi la zappa sui piedi, pena la credibilità

  55. # Luca

    Io sono vecchio stampo mi picciono le persone di ciccia che possa guardare negli occhi, non uno schermo

  56. # Luca

    Tanti discorsi, belle parole, il sindaco ganzo (come diciamo noi livornesi) perché va a fare le foto in porto e poi? Richieste di dimissioni e un assessore al BILANCIO che NON è ancora stato deciso. Non è che serva a molto eh, è solamente fondamentale ma tanto sanno bene come distrarre l’attenzione.

  57. # Roberto Sozzi

    Certo che se non sei iscritta non conti nulla….milioni di utenti della rete usano dei nickname o comunque nomi falsi per proteggere la propria privacy…quindi,in base a quale assurdo motivo avresti diritto ad essere ascoltata se nemmeno si sa chi sei,che cosa fai,se puoi avere un interesse personale in ciò che proponi ? L’abominio sarebbe il contrario,di permettere a soggetti interessati di incidere nelle scelte .