Niente scorta per Cosimi, “lettera inattendibile”

Mediagallery

LIVORNO – Niente scorta per il sindaco Cosimi. E’ emerso dal tavolo convocato dal prefetto di Livorno, Costantino, tra le forze di polizia con la presenza del sindaco Alessandro Cosimi e del vicesindaco Bruno Picchi, per fare il punto all’indomani della lettera con minacce di morte indirizzata a Cosimi e firmata dalle Brigate Rosse e intercettata dalla Questura di Pisa al centro di smistamento delle Poste.

Come riporta la Nazione.it è stato deciso di “non dare al primo cittadino una scorta, dato che sull’attendibilità della lettera di minacce, allegata a un articolo di giornale sulla realizzazione del nuovo ospedale, sono stati sollevati forti dubbi”.

Riproduzione riservata ©