Il card. Betori dal vescovo. Duro richiamo alla politica: “Fate il bene degli altri”

Presenti all’incontro il sindaco Cosimi, il presidente della provincia Giorgio Kututà, il Prefetto Tiziana Costantino e le più alte cariche civili e militari

Mediagallery

di ROBERTO OLIVATO

Invitato dal vescovo Simone Giusti, in collaborazione col Serra Club, ieri sera al centro Culturale Diocesano, il cardinale Giuseppe Betori ha parlato dell’impegno dei cattolici in politica.
L’intervento dell’arcivescovo di Firenze prendendo spunto dalla Evangelii Gaudium di Papa Francesco, ha sottolineato come ogni persona e soprattutto chi è in politica, debba “desiderare, cercare ed avere a cuore il bene degli altri, l’amore di Dio ci invita a lasciarci amare da Lui perché Egli ama infinitamente ciascun essere umano, conferendo ad ognuno di noi una dignità infinita”.
Sulla dignità della persona il cardinale Betori si è pronunciato anche per quanto riguarda la crisi del lavoro ricordando che esso oltre a rappresentare una sicurezza economica, dona dignità alla persona ed a tal proposito ha citato l’articolo 36 della Costituzione: “Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa. Come vedete – ha proseguito l’alto prelato – l’interesse a difendere la dignità di ogni persona, anche tramite il lavoro, è stata addirittura inserita nella nostra Carta dai padri della Costituente”.
L’intervento di Betori, che si è rivolto in maniera articolata, ai politici di ogni schieramento ha rimesso al centro della vita sociale l’uomo, oggi purtroppo relegato alla figura di consumatore o condannato alla povertà. Presenti all’incontro il sindaco Cosimi, il presidente della provincia Giorgio Kututà, il Prefetto Tiziana Costantino e le più alte cariche civili e militari. Una forte ‘’strigliata’’ quella di Betori, a tutti coloro che, ricoprendo cariche pubbliche, dovrebbero avere a cuore il bene della società e quindi dei cittadini, ponendolo quale loro primario scopo e per il quale sono stati eletti. In sintonia con Betori anche il sindaco Cosimi che ha ricordato come molte volte, sia difficile in politica poter coniugare il bene della cittadinanza, con gli interessi di parte e con lotte intestine che depauperano il mandato elettorale.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # LIbero 1°

    Si,da domattina però. Ora sono impegnati a trovare il candidato che dica sempre signorsì signore!

  2. # Emiliano

    Betori ……………..perdi tempo a Livorno e non solo ahahahahahah

I commenti sono chiusi.