Giovani e “titolati”: ecco chi sono i neo assessori

Giovani, e dai cv importanti. Ecco chi sono i nuovi amministratori della città

di letizia

Mediagallery

Dopo Alessandro Aurigi e Stella Sorgente in una gremita Sala delle Cerimonie il 9 luglio sono stati presentati i nuovi assessori. Tutti si dedicheranno al nuovo impegno a tempo pieno (clicca qui per leggere la presentazione fatta da Nogarin nella Sala Cerimonie e vedere la video-intervista al sindaco mentre nei link ai pdf in fondo all’articolo sono disponibili i cv dei nuovi amministratori).
I nuovi assessori, tre uomini e due donne, provengono per la maggior parte dal mondo dell’università, dove hanno avuto esperienze come ricercatori o docenti ed è la prima volta che si affacciano alla politica attiva. E’ il caso per esempio di Nicola Perullo, 44 anni, a cui sono state affidate le deleghe al turismo, al marketing territoriale, allo sport e al folklore. Laureato in Estetica all’ateneo pisano e attualmente professore di Estetica all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, in provincia di Cuneo, nata dall’idea di Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, Perullo si è inoltre interessato di filosofia del linguaggio, di storia dell’alimentazione e della gastronomia: “Da tempo – ha affermato il neo-assessore – mi occupo di valorizzazione del territorio e come obiettivi mi pongo soprattutto la creazione di una cultura dell’accoglienza a Livorno e di rendere la nostra città un luogo capace di accogliere risorse sia umane sia finanziarie. Il turismo culturale dovrà essere uno dei punti forti di questa nuova stagione”.

Alessandro Aurigi, ha 43 anni e a lei sono state conferite le deleghe a urbanistica, Edilizia privata, Lavori pubblici, piano strutturale. Inoltre sarà di supporto diretto al Sindaco per le tematiche afferenti a Prg e Porto. E’ un architetto con esperienza di pianificazione e progettazione: “La nuova amministrazione dal punto di vista dell’urbanistica punterà soprattutto su sostenibilità e riqualificazione: sono dell’idea, inoltre, che partecipazione e trasparenza debbano essere centrali, e solo se lavoreremo su questi binari si potrà far tornare i cittadini a innamorarsi della città, ricreando così un legame che da troppo tempo si è spezzato”.

È di origini spezzine l’assessore al personale, al lavoro, alla formazione e innovazione, Francesca Martini, 43 anni, avvocato, con alle spalle un lavoro di ricerca sul rinnovamento nella pubblica amministrazione: “Ho realizzato anche delle pubblicazioni su questi temi, cercherò quindi di avere un’attenzione specifica per far sì che nel Comune di Livorno ci sia piena trasparenza”.

La più giovane della squadra è Ina Dhimgjini, 28 anni compiuti da neanche un mese. Nata a Durazzo, ma vive in Italia sin da quando è piccola, ha le deleghe al sociale, al terzo settore, alla sanità, alle politiche della casa: praticante avvocato, si è laureata all’università di Pisa e sta per concludere il dottorato alla Ca’ Foscari di Venezia. Non sembra, nonostante la sua giovane età, timorosa riguardo al difficile compito che dovrà svolgere: “Sono qui perché credo che sia il momento dell’agire, le urgenze sono molte, ma non sento alcuna pressione. Mi sono messa completamente a disposizione di questo lavoro e se ci sarà collaborazione, anche coi cittadini, si potrà arrivare a soluzioni condivise”.

Giovanni Gordiani, 49 anni, il nuovo responsabile all’ambiente, alla Protezione civile, commercio, mobilità e artigianato, è di origine fiorentine ma da anni ormai lavora a Bruxelles dove è stato consigliere giuridico sui temi dell’ambiente e dei rifiuti: “Voglio portare ciò che ho imparato in Europa a Livorno, – ha affermato Gordiani, già conosciuto in città per aver partecipato al progetto Ecodifferenziamoci – leggendo il programma dei 5 stelle sono rimasto colpito dagli obiettivi che avevano sull’ambiente e così ho deciso di mandare il curriculum. Il mio intento sarà quello di far capire che i rifiuti possono anche diventare una risorsa”.

L’ex gestore del Kinodessè, Serafino Fasulo, 59 anni, è il nuovo assessore alla cultura, alla fondazione Goldoni, Istituto Mascagni, musei, biblioteche: laureato all’Università di Pisa, è stato autore di documentari e oltre ad aver gestito fino a pochi mesi il cinema di via dell’Angiolo, negli anni Novanta si è occupato del Teatro Mascagni e del Teatro delle Commedie: “Occorre innanzitutto – ha dichiarato Fasulo – recuperare l’amore per la cultura, che in città si è smarrito: serve ripartire da ciò che abbiamo”. E Riguardo al nuovo direttore del Goldoni avete pensato a qualche nome? “Non sappiamo ancora chi andrà a sostituire Bertini, in passato abbiamo assistito a inutili conflitti tra Comune e Fondazione e mi auguro che questo non si ripeta”.

Riproduzione riservata ©

0 commenti

 
  1. # mino

    Sarà anche brava una, ma si è laureata 3 anni fa, possibile non ci fosse nessuno con un po’ di esperienza? Il filosofo del gusto è veramente tanta roba. Se non lo vedevo su una comunicazione ufficiale del comune manco sapevo che esisteva!

  2. # la formica

    Non desidero rompere l’idilliaco consenso,però ho notato, perché è stato detto “pieni di competenza/e; ma in politica Nisba,diciamo a Livorno e manca ancora il pezzo da 90 più importante:quello al bilancio…speriamo bene.

  3. # paolo

    in bocca al lupo e buon lavoro…la città e noi tutti ne abbiamo bisogno

  4. # paolo

    buon lavoro…..date il massimo…la nostra città e noi tutti ne abbiamo bisogno

  5. # boiadeh

    Mah…a parte i Cv di Gordiano che e’ notevole…gli altri sono tanto fumo e poco arrosto…e poi che c’azzecca un filosofo ed estera del gusto(sic) al turismo ed allo sport, un docente di diritto UE all’Ambiente ,Commercio ecc, un a praticante avvocato alla Sanità’,un gestore di cimino Arci alla cultura…e sopratutto un Architetto collaboratore continuativo con le principali coop edilizie di Livorno , nonché ,amico e collega di studio del Sindaco all’urbanistica ed all’edilizia privata ( un conflitto d’interessi grande come una casa!).Questo il risultato dei 670 cv prestigiosi e di 30 giorni di colloqui ecc.? Ma che criterio di scelta e’ stato usato ? Sarebbe interessante poter vedere tutti gli altri cv e capire perche’ non sono stati scelti..Sarebbe una bella operazione di trasparenza..grillina, vero Nogarin?

  6. # Beppone

    I loro nomi non mi dicono assolutamente nulla, non li conosco è questo può essere un bene per la collettività. Ora devono dimostrare che sono stati scelti per fare gli assessore in una giunta comunale della terza città della Toscana, dove dovranno con il loro lavoro, serietà, idee e competenze migliorae questa città, ci riusciranno?….non lo so…forse…staremo a vedere che combineranno…Auguri!

  7. # rabagliati doc

    …CI VOLEVA LO SCERIFFO ……COCò …..MIMì ….E COMPARIELLO ….ALLORA SI CHE NE AVREMMO VISTE DELLE BELLE …DI FILOSOFI E PERSONAGGI VARI A LIVORNO NON CE N’è BISOGNO …

  8. # Gino68

    Dopo questi popò di cv, appara ancora più lampante il contrasto con le competenze del vice sindaco all’Istruzione….!

  9. # Gabriele

    Ma perchè le critiche non le fate a quelli che hanno rovinato la città per 70 anni……….come vi rode!……i soliti LIVORNESI DIFATTISTI…….

  10. # Marco

    Peccato non ci sia il dottor BENCINI…….sarebbe stata una bella squadra, senza compassi!

  11. # Andrew

    Che goduria vedervi rosicare, aggrappandovi al niente… Intanto tutti a letto belli caldi e coperti fino all’orecchi per 5 anni, ne riparleremo più avanti dell’operato a 5 stelle, anche se per fare più del PD basta veramente poco éh!

  12. # Alpassa

    Mah anch’io rimango in po perplesso! Su 900 curriculum possibile che queste siano le massime competenze? Non è che le altre proposte erano tutte del cow boy e dei suoi amici? Non vorrei si ripetesse l’esperienze delle rotatorie con l’assessore filosofo alla mobilità urbana!

  13. # Mario Cioni

    Ottimo livello ma mancano le deleghe economiche .
    Due li conosco personalmente Martini mente brillante, grande impegno in ogni cosa che fa e soprattutto potrà portare molta dolcezza in giunta (anche nel senso dei pasticcini); Fasulo molta esperienza di settore ed in più potrà usare tutta l’energia che ha pazientemente risparmiato in 59 anni.
    Cosa proprio non va bene è un’architetto professionista all’urbanistica e all’edilizia privata enorme conflitto di competenza

  14. # carla

    ognuno dei nuovi assessori potrebbe andare subito a parlare con i colleghi di Colle, Pisa, Rosignano per uno scambio di idee.

  15. # Stefano

    Era meglio la cacciatori!?

  16. # Libero 1

    Vorresti ancora politica in questa citta’ massacrata dall politica dagli amici degli amici? Bene cosi, giovani, laureati e soprattutto senza tessera, e mi auguro neanche quella del bus.

  17. # ....ni....

    Mha… almeno sulla carta molti dei prescelti sembrano poter essere una buona speranza: vedremo sul campo.
    Non è questione di esperienza ma di capacità di saper amministrare (che vuol dire saper indirizzare e mediare le proprie scelte e/o convinzioni nell’interesse collettivo).
    Mi pare grave, casomai, la mancanza di un assessorato specifico alle attività industriali (non citate, tranne la voce “porto” neppure tra le deleghe del Sindaco)…..

  18. # AnToNiO

    Meglio il criterio di scelta del PD?? …nessun cv e chi voglio io!! Non sapete proprio a cosa attaccarvi

  19. # ombretta luna

    Eccomi esaminando non mi sembra una brutta Giunta, due laureate che vanno benissimo, un architetto che ha esperienza in ristrutturazioni e si spera senza conflitti di interesse, tre artisti questi mi lasciano perplessa ma amo le ricette di cucina da 50 anni e spero in consigli, corsi gratuiti e libri omaggio di sana alimentazione, la mia famiglia di origine era nello spettacolo per cui OK a musica e regista, a Livorno non c’è nulla come attività di svago ,,,,,,,uno importantissimo al bilancio deve ancora venire….tutto sommato anche se non c’è esperienza politica visto che a Livorno siamo tutti bravi a scegliere il bene della comunità con i nostri consigli, questa volta anche giornalieri dico ” si può provare”…..Auguri

  20. # luchi

    mettere insieme il commercio e la mobilità, lo vorrò proprio vedere come farà

  21. # ombretta luna

    e ora guai a chi dice: come vi rode, 70 anni , e altri commenti cretini saranno mandati a scuola di educazione e si dovranno aggiornare in lettere per non andare continuamente “fuori tema”…….

  22. # Simone

    Domanda per gli assessori e Sindaco: come pensate di gestire la profonda crisi in cui sprofonderà da Settemebre tutto il polo industriale ENI e tutto l’indotto collegato? si parla ci circa 2000 lavoratori che perderanno il posto…..che azioni intraprenderete? Dopo l’imminente chiusura ENI a LIvorno ci rimane solo il tortaio GAGARIN……..

  23. # Andrea

    Disfattisti?!!! Vorrai dire realisti!!! Giunta priva di competenza, diciamo la classica giunta degli amici! 900 curricula per poi avere questi assessori?
    Se questo è il nuovo, stiamo freschi!!!!

  24. # puntodebole

    l’unico punto debole pare Aurigi. Curriculum povero e errore politico la scelta di un tecnico livornese all’urbanistica. Se PASSATI I 5 anni vuol lavorare a Livorno, magari meglio e di più di quanto a fatto sino ad ora………qualche sorriso, solo sorrisi, a qualcuno dovrà farlo. Errore politico doppio.

  25. # BASTIANCONTRARIO

    GIUSTO ANTONIO, CONDIVIDO IN PIENO !

  26. # lorenzo65

    Quante critiche per dei giovani con ottimi curricula. Preferite forse i vecchi che il PD ha sempre nominato , perché ex sindacalisti, ex di ex ,ex etc etc.? Adesso le competenze ci sono. Vediamo…

  27. # alinooooooooooo

    Caro nogarin con le stringhe di due colori fai ride. Sei un sidaco no un cartonaio

  28. # il polemico

    Ora apro i popcorn….il circo può cominciare

  29. # Stefano

    era meglio la Cacciatori ?

  30. # Stefano

    l’unico rischio che possiamo correre è che siano troppo competenti per una città come Livorno….direi che è un rischio accettabile

  31. # la formica

    Contasto che oggi i CV pullulano come mosche; ma questo non vuol significare nulla; anzi addirittura si è giunti al punto di andare a trovare tra quelli che NON HANNO UNA LAUREA,i cervelli più adatti; infatti ho inviato in questi giorni una mail ad amici e alla stampa,nella quale ponevo in evidenza il creatore della APPLE e il creatore di MICROSOFT.ambedue senza LAUREA;ditemi voi allora come fare; vedremo l’esperimento di un consesso di LAUREATI,cosa ci potrà dare,VEDREMO e poi giudicheremo,dopo e non PRIMA.

  32. # Andy

    Diciamo pure, facendo una parodia, che finora abbiamo avuto una squadra di governo della città, che è stata come nei Mondiali, il Brasile contro la Germania, quest’ultima intesa come risposte verso il territorio.
    Voglio sperare che ci siano le premesse per il contrario.
    Auguro un Buon lavoro ai nuovi arrivati porgendo lo sguardo attento soprattutto ad una ripresa del porto.
    Andy

  33. # Mario Cioni

    A parte che non c’è stata la minima trasparenza, smettiamo di blaterare su competenze, gli assessori sono degli amministratori non dei funzionari o dirigenti. Quindi vanno bene filosofi, avvocati o semplici signor nessuno basta che abbiano capacità di comprensione e sensibilità politica di indirizzo, poi ci saranno i competenti a sviluppare gli indirizzi.
    Tant’è che l’unica scelta veramente incongrua è quella dell’assessore all’urbanistica che è certamente competente in quel campo talmente tanto che è in evidente conflitto di competenze.

  34. # dinuccio

    Serafino Fasulo, neo assessore della giunta Nogarin nel 2009 si candida con la lista Livorno Citta’ Aperta a sostegno del candidato sindaco del PD Alessandro Cosimi.

    Trà!

  35. # Sergio P.

    Nella mia lunga esperienza lavorativa, tra l’altro varia, ho conosciuto persone con bassa scolazrizzazione molto valide ed altre laureate che al di la della materia studiata, davano l’impressione di essere “fuori dal mondo”. Questo per dire che, non è tutto oro ciò che luccica. Spero che si sia tenuto conto anche dell’aspetto umano oltre a quello cartaceo CV. Comunque faccio Tanti Auguri a tutta la “squadra” ricordando che, la fiducia ci vuole molto a conquistarla ma un attimo a perderla.

  36. # anto

    Speriamo abbiano anche capacità ” cosa della quale dubito” altrimenti AMEN.

  37. # giordano bruno

    Ai livornesi piace essere presi in giro…e beccatevi questo teatrino!!!

  38. # pepe

    caro sindaco non ex delphi sono 8 anni chi aspettiamo risposte dal comune ma la vecchia giunta l’unica cosa che ha fatto è portare un finto imprenditore come rossignolo .voi chissà come farete a riaprire tutte le fabbriche regalate alle multinazionali ,povera città ogni anno sempre peggio ai nostri figli non rimane che andarsene

  39. # pepe

    caro sindaco noi ex delphi sono 8 anni chi aspettiamo risposte dal comune ma la vecchia giunta l’unica cosa che ha fatto è portare un finto imprenditore come rossignolo .voi chissà come farete a riaprire tutte le fabbriche regalate alle multinazionali ,povera città ogni anno sempre peggio ai nostri figli non rimane che andarsene via perchè se sperano di trovare un lavoro qui non lo troveranno mai al massimo per tre quatrro mesi a tre quattro euro o ha portare volantini . signor sindaco chiama quello di pisa che sicuramente vi insegnerà qualcosa tipo come si poteva portare l’ikea o aprire una lavanderia industriale loro ci riescono noi solo coop svegliamoci

  40. # rosso52

    Il fresco, come dici tu lo abbiamo già provato e guarda a cosa ci ha portato. La miglior cosa è augurare a questi signori di riuscire la’ dove i loro predecessori hanno mal funzionato. Quindi un augurio di buon lavoro e che il futuro ci porti nuove opportunità di sviluppo

  41. # Claudio Bencini

    Marco:

    a mio parere, la squadra nel complesso non è male, a prima vista direi molto più promettente delle precedenti, almeno per gli Assessori con deleghe fuori dal mio campo di competenza. Per quanto riguarda la Sanità, però…

    Conosco abbastanza bene la Sanità sia a livello cittadino che Nazionale, ed, anche avvalendomi del paragone con altri Paesi sia del Mondo Occidentale che del Terzo mondo, credo che il mero garantire il Diritto alla Salute, citando le neo-Assessora, non sia sufficiente.

    Il Diritto alla Salute a Livorno è già più che garantito. Ci sono però ampi margini di miglioramento sull’efficienza ed efficacia dell’erogazione di salute.

    Pensare di “sistemare” la situazione cittadina a suon di applicazione della legge, come fa supporre la scelta di una praticante avvocato, è una speranza piuttosto naive. Il compito è gravoso, il percorso irto di trappole e di ostacoli, il traguardo praticamente irraggiungibile….

    Infine: non ho capito cosa c’entrano i compassi… sembra che il tuo sia una velata allusione alla massoneria, il cui simbolo è appunto il compasso…. Io non sono né sono mai stato massone per quanto mi sia stata offerta e mi venga tuttora spesso offerta l’adesione.

    Io, nel mio percorso, sono sempre stato contrastato dalla massoneria, oltre che dal Partito, ma ho sempre fatto fronte. In passato sono stato tacciato di appartenenza alla massoneria in alcune occasioni, probabilmente perché le iniziative che intraprendo vanno tutte “misteriosamente” a buon fine.

    La spiegazione dei fatto che le mie azioni del passato, pur se contrastate su tutti i fronti, siano state coronate da successo, però non sta nell’inesistente affiliazione alla massoneria, bensì sono la preparazione scientifica, l’onestà, l’incorruttibilità, la libertà di pensiero e di azione, la coscienza pulita in modo che nessuno mi può ricattare, il disinteresse, il senso della giustizia e dell’onore.

    Per molte, troppe, persone questi valori sono alieni e misconosciuti, per cui essi cercano la spiegazione in una inesistente affiliazione nella massoneria.

    Tanto per mettere le cose in chiaro….

  42. # Stefano

    per quale motivo dubiti !?
    leggi nel futuro ?
    fammi sapere così si gioca il superenalotto

  43. # Stefano

    ragazzi ma l’avete lette le regole per candidarsi !?
    sennò è inutile deh !

  44. # ZenEros ASSESSORE

    Benissimo!!! La rivoluzione dell’8 giugno 2014 è iniziata alla faccia dei critici-perdenti del piddì dinosauroide bersanianodalemiano 1.0 di cui leggiamo i commenti disperati. FATEVENE UNA RAGIONE.

  45. # Era meglo ZenEros

    Erano meglio quelli che facevano rondò “sbagliati”? Erano meglio quelli che mettevano le aliquote al massimo? Erano meglio i costruttori di palazzine in piazza del luogo Pio o accanto alle Terme del Corallo? Erano meglio quelli che hanno reso Livorno una palude? Quelli che mettono fotocopie di cartone al posto di opere d’arte? (Vedi i delfini d’Ardenza)… E si potrebbe continuare… E’ chiaro che vi rode… Ma aspettate almeno che facciano qualcosa prima di criticare… Cavolo! Va bene la cecità ideologica, ma qui si esagera…

  46. # ZenEros competentone

    Aveva più competenze la Roncaglia insegnante di scuola media? Ah, scusa: ma Lei era del piddì…

  47. # CECCOBEPPE

    PERCHE’ CORRADINI NO E GORDIANI SI?

  48. # luigi

    Siamo alla fine. Livorno non può permettersi avventure….

  49. # Gino68

    Rispondo a chi ha detto meglio la Roncaglia? Certamente, almeno era una persona di scuola, non una musicista. E comunque, non facciamo sciocchi paragoni: bisogna puntare a fare meglio! Paragonarsi agli altri e’ da arroganti presuntuosi. Con tutti i cv guarda caso nessun Assessore all’Istruzione

  50. # Gino68

    Zeos Comptentone: perchè Stella Sorgente non e’ del Movimento 5 Stelle??? Comunque non siete nemmeno puri dato che avevate scelto una di Città Diversa ed un un Assessore che ha frequentato il Pd. Fate meno i “guappi”!

  51. # rossana

    finalmente c’è anche chi si da fare e vuole rendersi parte operativa, seppure i dati parlino di astensionismo e quindi di sfiducia dei giovani nella politica…..
    http://www.tizianomotti.com/