Entrano in consiglio con striscioni e catene, 20 denunciati dalla municipale

L’ipotesi di reato è l’interruzione di pubblico servizio

Mediagallery

come di consueto potete trovare il link alla fotogallery in fondo all’articolo

Il nucleo Polizia Giudiziaria della Polizia Municipale sta procedendo all’analisi del materiale video e fotografico per identificare una ventina di persone chi si sono rese protagoniste dell’interruzione della seduta consiliare di ieri. L’ipotesi di reato è l’interruzione di pubblico servizio. A breve la notizia di reato sarà inviata alla Procura della Repubblica.

La cronaca della protesta –  Protesta shock in Comune ieri 3 febbraio nel corso del consiglio comunale da parte di alcune famiglie che si sono viste decurtare i punteggi nella graduatoria definitiva per l’assegnazione degli alloggi popolari. In tutta una cinquantina di persone con cartelli e striscioni hanno interrotto i lavori dell’assemblea. Alcuni addirittura si sono incatenati alle sedute della sala consiliare. E’ stato necessario l’intervento della polizia municipale.
Visto che la protesta è continuata a lungo, il primo cittadino ha preso la parola spiegando il motivo della decurtazione dei punteggi i graduatoria. Poi ha lasciato l’aula per incontrare una rappresentanza dei manifestanti. Tuttavia, il faccia a faccia non ha calmato gli animi e alla fine non essendoci le condizioni per andare avanti con il dibattito, la seduta del consiglio si è conclusa in anticipo. Una cosa del genere non si era mai verificata.
Nel frattempo è stato aperto un fascicolo di indagine da parte della polizia giudiziaria della Municipale per interruzione di pubblico servizio (articolo 340 del codice penale), un atto dovuto da parte degli inquirenti, a seguito di quanto accaduto questa mattina in Comune.
Nel pomeriggio il sindaco Cosimi ha convocato d’urgenza la Conferenza dei Capigruppo che ha stilato una comunicazione congiunta alla luce di quanto è accaduto riassumibile in due punti:

1) L’episodio dell’interruzione dei lavori del Consiglio Comunale di stamani è un atto gravissimo e assolutamente al di fuori della cultura politica di questa città ed estranea alle convinzioni di tutti gli schieramenti che siedono in consiglio Comunale.

2) I Capigruppo si impegnano ad operare perché sia evitato il ripetersi di accadimenti di questo tipo e chiedono la collaborazione, nello spirito democratico che ha sempre caratterizzato la città, di tutte le Istituzioni affinché tutte concorrano all’impossibilità del ripetersi di tali eventi.

Erano presenti alla riunione: Amadio, Tamburini,  Lamberti, Lorenzo Cosimi, Fenzi, Romano, oltre al Sindaco e al presidente del Consiglio comunale.

Livorno Democratica: “Atto gravissimo”
Livorno Democratica apprende dalla stampa – con viva preoccupazione – che questa mattina il Consiglio Comunale è stato sospeso. Ne è stato impedito lo svolgimento. La funzionalità di un organo collegiale democraticamente eletto ha dovuto subire l’intollerabile prepotenza, qualunque ne sia la ragione, di una minoranza facinorosa. Si tratta di un atto gravissimo che avrà probabilmente conseguenze giudiziarie anche come procedure d’ufficio da parte degli organi competenti. A noi spetta il compito politico di condannare il fatto e di richiamare tutte le forze democratiche, politiche, sociali alla massima vigilanza sulla preservazione delle istituzioni democratiche e del loro funzionamento. Nessuna deriva violenta deve essere tollerata. Il rispetto della legalità democratica è a fondamento della convivenza civile.

Livorno Democratica

Riproduzione riservata ©

Photogallery

69 commenti

 
  1. # Yuri

    Rendiamo pubbliche le motivazioni delle attribuzioni e decurtazioni dei punteggi…tutti devono sapere, ci vuole trasparenza!
    Solidarietà alle famiglie che non hanno una casa…..e’ un dramma indescrivibile che solo chi sta provando sulla sua pelle può capire. In un Paese civile non dovrebbe succedere, ma si sa, in Italia e in Europa si pensa solo ad arricchire le Banche…vergogna!

  2. # Fox65

    L’essere italiano dovrebbe dare almeno un punto in più…. Diamo le case costruite con le tasse pagate dagli italiani prima agli italiani poi ai comunitari e solo in ultimo agli extracomunitari. E non parlate di razzismo perché è solo giustizia sociale

  3. # mi par mill'anni

    vorremmo sapere il motivo della decurtazione … grazie !

  4. # stefania

    non voglio essere razzista,ma inevitabilmente tutte le graduatorie persino quelle dei rimborsi dei libri ditesto scolastici,vedono una stragrande maggioranza dei residenti esteri,ma i livornesi….che diritti hanno,io e mia moglie siamo disoccupati da piu di tre anni,le amministrazioni ci distruggono grazie 1000,noi succesivamente dovremo andare a votare ma chi …..sono deluso dalla mia benamata livorno

  5. # marco

    Non amo questa amministrazione, ma questa protesta che ha zittito il Consiglio Comunale è vergognosa, degna del clima di populismo che si respira da tempo ovunque. Una protesta troppo sopra le righe che non permette di capire come stanno davvero i fatti: come si fa a dare solidarietà a qualcuno se non si conoscono i fatti e si parla per luoghi comuni?! Naturalmente non me ne frega niente se la “massa” non sarà d’accordo con quello che penso.

  6. # Capitan Nemo

    Non conosco le ragioni nel dettaglio della protesta, tuttavia nella foto si vede uno che sventola un cartello con su scritto: “BASTA SFRATTI PER MOROSITA'”.
    Ganzo, uno prende casa in affitto, poi non paga il canone, ti resta in casa e vuole anche due soldi di resto. Lo voglio fare anche io col mutuo in banca e con le bollette del gas.
    Se non si può nemmeno sfrattare chi non ti paga l’affitto tanto vale tenerla vuota la casa. Se passasse questo concetto i pochi coraggiosi che decidessero lo stesso di mettere sul mercato un appartamento, a fronte del rischio di tenersi un moroso in casa a vita chiederebbero canoni molto più alti di quelli attuali.

  7. # azzizze

    Non renderanno mai pubblico niente perché dovrebbero dare troppe spiegazioni

  8. # Giancarlo bini

    Vergogna ma a chi come non si era mai visto da 60 anni ha fatto sospendere un Consiglio Comunale di rappresentanti democraticamente eletti da tutti i cittadini livornesi.Vergogna a chi con metodi totalitaristi impone le proprie ragioni quali che siano ed in ogni dove. Atti intimidatori e violenti come questi nn possono avere giustificazioni ,punto.Che poi il problema casa e di chi non puo’ permettersela vada risolto e’ evidente,sono solidale con chi vive un dramma di questo tipo e se ci sono state infrazioni nelle assegnazioni e’ giusto che il dirigente o responsabile ne paghi le conseguenze “amministrative”,pero’ che diventi tutto una curva da stadio dove chi e’ piu’ violento o minatorio ha piu’ possibilità di essere ascoltato ,e’ anarchia pericolosa ed inaccettabile.

  9. # gino

    Caro Yuri, è vero che la casa è un diritto di ogni essere umano. Ma purtroppo ci sono alcuni casi in cui i furbetti continuano ad avere la casa popolare perchè magari dichiarano un reddito minimo. Poi te li vedi sbucare con i suv, l’i phone …insomma tutte cose che se sei un disgraziato che un c’hai una lira non te le compri. Se l’hanno tolte le case ai furboni hanno fatto di molto bene

  10. # francesco

    chissà come vivono tranquille le gente che c’hanno la casa popolare intestata al parente che intanto vive nella villetta fatta all’orto abusiva

  11. # francesco

    ERA DAL TEMPO DEL FASCISMO CHE NON VENIVA INTERROTTO UN CONSIGLIO COMUNALE !!!! QUEI “RAGAZZI” VANNO DENUNCIATI PER INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO.

  12. # BEN

    L’amministrazione comunale ha fatto benissimo a levare punti a chi cerca scorciatoie occupando abusivamente !!! Non solo… Il Comune avrebbe dovuto cancellarli definitivamente dall’elenco degli aventi diritto ad un alloggio popolare.

  13. # Gionata

    Il Consiglio Comunale si è interrotto,non si è concluso.Il Presidente del Consiglio ha adottato la strada più semplice dal punto di vista comportamentale,ma terribile dal punto di vista democratico della nostra città.Le cause dei disordini,andrebbero ricercate nella pessima politica adottata dalla nostra amministrazione.

  14. # dat

    Ma cosa dici? Case per tutti punto e basta. Le case ci sono, solo che vengono tenute vuote!

  15. # dat

    Cosa c’è di pericoloso nell’anarchia? Mi sembra sia molto più pericolosa questa società che permette che le case siano sfitte mentre tanti non hanno casa, in nome di un principio di proprietà di cui lo stato è guardiano.

  16. # dat

    Come si suol dire…più realista del re!

  17. # dat

    Ti rendi conto che stai paragonando cittadini che protestano a delle milizie paramilitari armate?

  18. # marco2

    ASSURDO
    legalizzare le occupazioni
    ASSURDISSIMO
    basta con gli sfratti per morosita

    è GIUSTO ANCHE CHE PRIMA GLI ITALIANI E POI GLI STRANIERI

  19. # mako

    dovrebbe essere occupazione abusiva il motivo della decurtazione dei punti. Mi pare chiaro o si è talmente assuefatti alla prepotenza che quando bisogna pagare le conseguenze delle proprie azioni ci sembra un’ingiustizia terribile?

  20. # mako

    sono scemo io che pago un mutuo con tanti sacrifici… Dovrei prendere e occupare così mi rimangono i soldi per andare in vacanza.

  21. # mako

    E’ un fatto che la società in cui viviamo si basa sulla proprietà.
    Anche tu vivi in questa società e occupando non proponi un modello alternativo e rivendichi pure il diritto di farlo

  22. # Alex1

    e siamo alle solite abbiamo il vizio di mischiare tutto italiani livornesi comunitari e non distiguo sul fatto di non essere razzisti. qui si deve solo fare una cosa TOGLIERE le case popolari a chi non ha diritto e di esempi più o meno noti in città ci sono invece i buon pensanti davanti una faccia e dietro si stringono forte forte le case popolari magari ereditate dai nonni e passate di generazione in generazione anche quando non ne hanno bisogno. questa è la verità basta demagogia pseudo ideologica del falso comunista.

  23. # Andreaigorp

    Non c’è lavoro, non c’è case, non c’è niente per noi…

  24. # nicola

    Prendi un bel vocabolario e leggi il significato “anarchia” poi ne riparliamo, perché credo che ti sfugga il vero significato.

  25. # Karl

    Allora chi ha comprato casa con il mutuo cosa deve dire..è uno stupido ?? anzi sai cosa faccio vendo casa vado in affitto , mi faccio licenziare cosi mi danno il salario garantito e così mi posso permettere l ‘iphone ( come quelli che hanno protestato), i tatuaggi, il suv..e i Pancaldi..ah dimenticavo pure l’abbonamento al Livorno…
    ipocrisia .. pure.. guardate la graduatoria… vai..

  26. # compAgno

    In questi caso la parola d’ordine e’ una sola …..Occupare..occupare..occupare…

  27. # El Guero

    organo collegiale democraticamente eletto…AHAHAHAHA e soprattutto scelto dai cittadini “persona per persona”!!!!!!

  28. # Lorenzo65

    Lavorare una vita intera onestamente , pagare tasse & balzelli puntualmente alle scadenze e alla fine della vita trovarsi anziano, senza casa e con l’extracomunitario, che senza versare un contributo sociale ti superano in graduatoria

  29. # ste

    “Basta sfratti per morosità?” tanto paga Pantalone….

  30. # Davide72

    Bisogna rispettare le regole, occupare è fuori legge, ci sono moltissime persone che vivono disagiate ma rispettano le leggi ma non le difende nessuno rispetto a persone con uguali diritti ma sotto l’ala protrettice di un gruppo di persone urlanti che si sentono paladini di non so quali valori.

  31. # Luca

    Le motivazioni sono molto semplici: sono degli occupanti abusivi di patrimonio pubblico e la legge vieta di partecipare a assegnazioni di edilizia pubblica. Sarebbero infatti, tra l’altro, sacrificati altri cittadini onesti e rispettosi della legge.

  32. # vincenzo d'alesio

    Le sedute del Consiglio comunale sono pubbliche, può partecipare chiunque: ma loro urlavano, innalzavano degli striscioni si dirà, comunque niente in confronto agli schiaffi del giudice deputato di Scelta civica alla Camera.
    E poi la sospensione del Consiglio non è stata imposta è stata una scelta autonoma, resta da capire da parte di chi: il Presidente?

  33. # dat

    se tu non avessi casa né lavoro non parleresti certo così

  34. # dat

    Che se lo legga il signor Bini, che evidentemente non sa che cosa sia

  35. # ste

    Lei fa del qualunquismo. Qualunquismo è trovare sempre il modo di giustificare certi comportamenti tirando in ballo altre questioni.

  36. # Pasquale

    Chissà come sarà quando a Livorno purtroppo finiranno le generazioni di nonni che con la loro pensione oggi mandano avanti famiglie di quarantenni che durante tutta la loro vita si sono preoccupati solo di aperitivi e cicchini al moletto. La casa e’ un diritto per chi la merita o è stato sfortunato. Studiare non è per tutti ma se uno iniziasse a lavorare a 18 anni senza spendere soldi nelle vacanze in India per cercare il kharma (?) hai voglia di comprar casa.

  37. # nicola

    Quello che intende karl è che ci sono molte persone che hanno la casa popolare e non gli spetterebbe perché magari sotto casa c’è la macchina da 30-40.000 euro cabina sui bagni d’estate settimana bianca d’inverno telefono da 700 euro vestiti di marca e poi stanno aempre a piange miseria.
    altro tipico comportamento livornese la nonna assegnataria alloggio popolare la famiglia suggerisce al bimbo: prendi la residenza da nonna cosi “quando la vecchia schianta prendi il su posto”

  38. # Enrico

    Dai e dai poi la corda si spezza e siamo gia’ a buon punto!!!

  39. # Karl

    Sicuramente mi sarei mosso prima .. e tirato su le maniche come sempre ho fatto e pagato onestamente tutte le tasse previste.dal Imu.. alla Tares.. ecc. e non come chi sta in casa popolare,nulla paga nemmeno il controllo della caldaia.. o datele le case popolari .. ma fate pagare affitti non irrisori e fate pagare tutto anche la manutenzione dell condominio..a tutti..

  40. # Karl

    Ma dove credono di essere al parlamento.. italiano..

  41. # BUDIULKKE

    sarebbero opportune le motivazioni delle decurtazioni , comunque se i politici in genere non si fossero spartiti anche le ossa di questo paese le case ci sarebbero per tutti .
    M5S M5S M5S M5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5SM5S M5S M5S

  42. # botti nello

    Quante case a falsi separati.?? Una marea….

  43. # Valentina

    ma che paragoni fai ? parli bene, ma solo perche un lavoro lo hai!!! sei un grande!!!! a te sembra giusto che uno che perde il lavoro e non puo permettersi momentaneamente di pagare un mutuo venga buttato fuori di casa ?? si ?? e siccome ce n’è a bizzeffe lavori in questo momento de’ lo trovi in batter d’occhio!!! ti proporrei per il consiglio comunale guarda.manderesti avanti tutto il paese te, gia’ ti vedo ……

  44. # dat

    Nicola, ho capito cosa voleva dire karl, ma in questo caso c’entra come il cavolo a merenda…avete capito di cosa si sta parlando o vi divertite solo a passare in rassegna gli stereotipi livornesi?

  45. # laura

    per quelli che dicono di rendere pubblica la vicenda delle graduatorie: è sui giornali di ieri ed è stata illustrata dal sindaco stamani in consiglio, prima che scoppiasse il pandemonio e il consiglio fosse interrotto. sono stati tolti dei punti a gente in graduatoria provvisoria dopo che l’asl ha chiesto al comune su richiesta della procura, di non tenere conto delle certificazioni che la stessa asl aveva dato per i propri locali occupati. il comune ha chiesto all’asl di precisare meglio a chi erano state date le certificazioni che l’asl stessa ora disconosceva e l’al ha indicato una serie di nuclei ben precisi.se il comune non avesse ottmemperato a quello che chiedeva la procura (tramite l’asl) avrebbe commessp reato

  46. # vincenzo d'alesio

    Quando si parla per non essere astratti bisogno utilizzare riferimenti concreti e rispetto a una aula consiliare locale, quale può essere la miglior uniità di misura se non un aula parlamentare. In termini storici poi qualunquismo significava mettere tutte su lo stesso piano le varie forze politiche io invece osservavo soltanto quel che è capitato ad alcuni cittadini “in visita” ad una istituzione.

  47. # Chiara

    Ma te sai di cosa stai parlando???la legge 24 dichiara che i punti vengono decurtati soltanto alle famiglie che occupano alloggi popolari illegittimamente le occupazioni autogestite nelle strutture non di proprietà comunale non rientrano nei parametri della decurtazione dei punteggi del bando!!!Prima di parlare informati……

  48. # Omersimpons

    Buttate fuori dalle case popolari chi non gli spetta che livorno
    sono tanti.

  49. # VALE56

    IN UN’INTERVISTA DELL’ACCDUTO IL SINDACO SI E’ FATTO SCAPPARE LA PAROLA MI DIMETTO, POI RITRAE…..

  50. # Andrea

    Verissimo, ma e’ anche vero che chi dovrebbe dare il buon esempio, si prende a schiaffi in aula. Forse vogliono proprio che anche noi lo facessimo a loro… e invece noi, imperterriti, continuiamo a rispettare, a pagare e a stare zitti.
    CI SVEGLIEREMO MAI?!?!?

  51. # ale

    Semplicemente la gente si è stufata. E basta bollare tutto con la parola “populismo”, che significa? Dobbiamo essere “impopolari”?
    Siamo stanchi, le amministrazioni non danno risposte, non c’e’ lavoro, non ci sono case e si pensa ai monumenti, alle terme del corallo, a buttare in mezzo alla strada quei poveracci che avevano occupato la Ex Caserma.
    Ci vuole la rivoluzione ci vuole altro chè…

  52. # dat

    Quello che dici è smentito dalle stesse dichiarazioni del comune. non è vero, perché non esiste nessuna penalizzazione di questo tipo.

  53. # Capitan Nemo

    Valentina, i contratti di affitto già prevedono queste situazioni. Per mettere in mora un inquilino non basta in solo mese di arretrato, ce ne vogliono almeno 3 come minimo. Poi si inizia a scrivere, quindi si va dal giudice che generalmente commina una prima proroga. Insomma casa tua la rivedi non prima un anno e scordati gli arretrati, nel frattempo hai già pagato l’avvocato.
    Se il tuo datore di lavoro non ti paga lo stipendio te aspetti così tanto?

  54. # sirvia

    CapitaNemo parlava di chi paga gli affitti non di mutui.
    ciao

  55. # ste

    Ma il pc con la rete internet o lo smartphone per commentare ce l’hai a quanto pare… Quanta ipocrisia!

  56. # Marcello

    A me Disoccupato con tre figli mi hanno abbassato il punteggio per il bimbo 13 anni in carrozzina perché la malattia rara non rientra nella graduatoria per la casa popolare ma io faccio la rivoluzione vergogna vergogna e davanti a me tu sapessi chi c’ è senza offesa per nessuno ma basta siamo stanchi vergogna e mi tocca essere ospitato dai familiari

  57. # ste

    Si, sei un populista e il populismo è la benzina che alimenta l’ignoranza. Continua a ragionare col buzzo e fai pure la tua rivoluzione a parole…

  58. # Brunello

    Dovrebbero rifare i conti in tasca a tutti quelli che vivono in case popolari..magari prima avevano bisogno e poi han trovato lavoro..di certo nessuno sarà andato a dire di restituire la casa a chi ne necessita

  59. # Adelio

    Hai ragione Ste.. Ci pensa il PD a risolvere le cose….

  60. # Ale

    Nell’ anarchia non c’è nulla di pericoloso, a parte gli anarchici! Come disse una volta qui ad un comizio a Livorno il segretario dell’ allora partito anarchico, quando scopri che proprio a quel comizio gli rubarono la giacca, disse: “W l’ anarchia, abbasso gli anarchici!

  61. # Gianluca

    Questo è un atto attuato in un paese che guarda all’indietro, che vive di assistenzialismo sulle spalle delle generazioni future e che si scopre sempre più razzista. Guerra dei poveri si ma che vogliono casina gratis per comprarsi lo smartphone da 600 euro. Noi, loro…ma che differenza c’è ? Siamo tutti essere umani. E se qualcuno non ha i sldi per la casa, evidentemente non ha pagato nemmeno tutte queste tasse per ritenere di avere un diritto di prelazione rispetto a chi è in fuga dal proprio paese.

    Se provassero un solo giorno la vita che fanno molti immigrati… Che schifo.

  62. # dat

    Certo… il famoso segretario del famosissimo partito anarchico! e quanti voti prendeva? ahahahah
    ma poi chi te l’ha raccontata questa storiella?

  63. # dave

    urge una riforma del sistema immobiliare: chi ha due case una delle due verrà sequestrata e data al popolo .

  64. # dave

    vorrei facessero i onti in tasca a chi un batte uno scontrino dal 1980

  65. # ste

    Tombola! Quanto mi mancava qualcuno che la buttasse in politica. Andiamo bene…

  66. # Andreaigorp

    Tutti compagni coni vaini di vell’artri!!!

  67. # alinooooooooooo

    Ma avete visto la graduatoria del buono scuola? Ooooooooo sono un italiano in italia che paga fior di contributi.

  68. # giovanni

    Al popolo vagabondo ?

  69. # Giacomo

    CIRCOLO CENTRO di Rifondazione Comunista
    Via Pieroni 27 57123 Livorno
    Non era mai successo.

    Non la chiassosa protesta del comitato per la casa e il lavoro, perché di queste contestazioni, se ne sono viste tante in questi anni (nel 79, gli sfrattati in Comune ci hanno perfino dormito) a opera di lavoratori dei settori pubblici o privati in crisi, e di senza casa e sfrattati, (la penultima quella degli autisti degli autobus) fino alle aule consiliari, negli spazi per il pubblico, da cui in tempi più di sinistra era consentito esibire striscioni e cartelli, oggi proibiti.
    Non era mai successo, invece, che si infrangesse la regola aurea, che una volta esaurito il tempo consentito a presentare ricorsi e controdeduzioni, niente può più essere modificato nel punteggio, salvo verificare in sede di assegnazione, se i requisiti ci sono ancora. Chi ha confezionatogli ingredienti del pasticcio è l’ASL, ma l’errore commesso è addebitabile alla commissione assegnazione alloggi.
    Il Circolo centro di Rifondazione Comunista esprime solidarietà alle famiglie ingiustamente colpite da un provvedimento tardivo e illegittimo, al comitato della ex caserma che hanno partecipato alla protesta, e chiede una soluzione che ridia agli sfrattati discriminati i diritti negati.

    Segretario del Circolo, Giacomo Bazzi

I commenti sono chiusi.