Darsena Europa, M5S: “Rossi, c’è bisogno di chiarezza”

Mediagallery

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle hanno presentato questa mattina un’interrogazione urgente al Presidente della Giunta sulle novità annunciate a Bruxelles in merito al progetto cosiddetto “Darsena Europa”.

“I cittadini livornesi hanno bisogno di chiarezza su Darsena Europa e Rossi gioca sui numeri, mentre per noi è immorale lavorare d’annuncio, con pressapochismo, sulla pelle della gente in difficoltà. Il Piano Regolatore Portuale parla chiaro – scrivono i Cinque Stelle – e definisce un importo finale per questo complesso di opere – 1,37 miliardi di euro – e un fondale massimo di 17 metri. Rossi, con la sua consueta allergia ai confronti, ha dichiarato a mezzo stampa che si “farà come dice lui” e sparato cifre: 20 metri di fondale, 1,4 miliardi di euro di costo totale e 200 milioni di investimento regionale. Se matematica e diritto non sono un’opinione vogliamo capire su quali basi sostiene queste novità e soprattutto quando produrrà gli atti concreti dove questi numeri saranno qualcosa di superiore all’annuncio”.

“Un esempio: a noi risulta che la Regione abbia sbagliato i conti in finanziaria- scrivono i consiglieri del Movimento Cinque Stelle-  dove la spesa per Darsena Europa doveva essere 170milioni per il 2015 e non sono stati stanziati, mentre nella stessa legge si assicura la copertura di soli 25 milioni da qui al 2017, rinviando alla legge di bilancio di quest’anno l’impegno per altre 18 rate annue da 12,5 milioni, con destinazione Autorità Portuale. Quindi su un’opera da 1,39 miliardi la Regione Toscana ha assicurato a bilancio, ad oggi, solo 25 milioni fino al 2017 e si è impegnata a darne 12,5 l’anno per altri 18 anni, con mutuo bilancio permettendo.

“Ricordiamo inoltre  a Rossi – proseguono i consiglieri M5S – che quando per il PRP di Piombino decisero di rimediare all’errore dei fondali e abbassarli di 5 metri questo comportò un aumento del 75% dei sedimenti da dragare, l’analisi degli inquinanti presenti e 74 milioni in più di spese non previste. Se “vuole” i 20 metri ci dobbiamo attendere una variante al PRP del Porto di Livorno e quindi un nuovo studio e iter autorizzativo?”.

“Infine Rossi sappia che su Darsena Europa la legge regionale, da lui approvata, dice chiaramente che deve partire subito il Dibattito Pubblico – spiegano i consiglieri M5S- , un percorso partecipato di valutazione come accade in tutta Europa. A noi il porto interessa, ma più che questo – che fino a prova contraria è uno strumento al servizio di finalità umane – ci interessano le sorti delle centinaia di migliaia di cittadini, soprattutto livornesi, che dovrebbero prima pagare e poi fruire di quest’opera “strategica”. La nostra posizione in merito è molto chiara: si avvii il dibattito pubblico, si rispetti la legge e si chiarisca definitamente entità e distribuzione delle risorse finanziarie. In altre parole chi mette i soldi, quanti, come e secondo quale beneficio atteso e accertato. Qualcosa di questo insieme di opere è senz’altro utile – concludono i Cinque Stelle –  mentre su altro abbiamo dei dubbi, soprattutto relativi alla presunzione di raddoppio del traffico merci, quando tutto ci dice che il mondo sta rallentando gli scambi commerciali di prodotti e guardando verso la difesa di manufatturiero e agroalimentare nazionale”.

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # l'onesto curioso

    pienamente d’accordo con i consiglieri

  2. # massimo

    Ti pareva che non cominciavano a mettersi di traverso. Poi ci si meraviglia se lasciano Nogarin a casa!!!

  3. # max

    I consiglieri del M5S farebbero bene a proporre cose concrete e non fuffa come fa il loro amico sindaco,il quale da quando si e’ insediato a capo dell’Amministrazione comunale non ha fatto niente. D’altronde se fate attenzione al modus operandi dei colleghi pentastellati stanziali al senato e camera in quel di Roma, questi collima per filo e per segno con il modus operandi di quelli di Livorno ossia opposizione con tanta fuffa e poco costrutto.

  4. # ivo lami

    temo che sia un avara speranza attendere da reds una risposta sensata o comunque qualche cosa che vada un attimino al di là dei meri annunci a fini pubblicitari; è proprio l’uomo che è di una modestia sconcertante che volete farci?

  5. # rena

    vorrei suggerire alM5S di valutare le cose per quelle che sono senza impuntarsi su pregiudiziali no devono scalzare Rossi e il PD su le cose importanti per la città se la darsena europa può aiutare a risolvere il problema della occupazione in città perché non andare avanti con il progetto e anche i fondali a – 20 se portano più lavoro perché no ricordatevi che i cittadini di Livorno vi hanno votato perché l’immobilismo del PD ha affossato questa città cercate di non ripetere voi questo errore

  6. # MARCO

    Alla votazione se approvare o no il progetto Nogarin ha pregato i suoi perché lo approvassero.Non l’hanno nemmeno voluto ieri quando si è parlato con l’Europa perché sanno che non conta nulla…….ma cosa vuole…..

  7. # Rocco

    Non mi sembra mettersi di traverso chiedere delucidazioni su un ‘ opera di 1,4 miliardi. Mi sembra invece che qualcuno voglia mettere un’ ombra di opacità su tutto forse perchè nell’ oscurità è più facile mettere qualcosa da parte all’ insaputa degli altri.

  8. # Per la precisione...

    Sulla questione coperture non entro nel merito. Anzi, si: i Consiglieri – come già accaduto nelle precedenti valutazioni sul PRP – continuano a confondere il “progetto” con “l’opera”. Gli impegni di spesa da inserire a bilancio – qualsiasi sia l’ente che se li assume (meno il Comune di Livorno che in quest’opera non tira fuori un euro)- possono essere messi formalmente a bilancio solo quando l’opera è cantierabile, potendosi quindi stipularne i relativi contratti…altrimenti si finisce per vincolare risorse “sui discorsi”. Quello che abbiamo ad oggi sul piatto è, da una parte, un piano regolatore che consente di realizzare un opera (la “consente” e basta. E’ come avere un terreno che il PRG prevede sia edificabile, mica obbliga a farci sopra qualcosa….ma se ce la voglio fare, sarà conforme alle previsioni), dall’altra la predisposizione di una gara internazionale (non ancora esperita) per il reperimento di un partner privato che cacci i soldi e senza il quale l’opera rimane “fattibile” ma sulla carta.
    Ora mi spieghino i Consiglieri M5S come fa un ente – fosse anche il comune da loro amministrato – ad assumere impegni formali, vincolando importanti risorse sul bilancio, senza avere la certezza della cantierabilità e della della realizzazione dell’opera.
    Secondo aspetto riguarda la profondità: se è vero che Rossi ha “sparato” una cifra (20m) mai uscita nelle carte, dove si parla di 16m con un consiglio di arrivare a 18, è anche vero che la modifica della profondità non ha alcun impatto sul PRP. Non occorre variare praticamente niente, è semplicemente un adeguamento tecnico risolvibile (per quanto riguarda i “fogli”), in pochissimo tempo. Diverso il discorso della gestione delle volumetrie di scavo. Questa si che varia. Da 16m previsti (sui quali il Piano aveva già individuato le destinazioni) a 20m, i metri cubi da gestire aumentano notevolmente.

    Quindi pregherei i Consiglieri di usare meno pressappochismo e meno enfasi (stesso consiglio anche a Rossi), soprattutto in una fase delicata come questa, nella quale occorre reperire il privato interessato. Se poi l’obiettivo occulto M5S è quello di “far scappare l’eventuale investitore” per una sensazione di guerra senza fine tra enti del territorio, e quindi “sabotare” il progetto senza assumersi formalmente responsabilità, allora possiamo affermare che – tra Nogari che si picca per non essere invitato e queste esternazioni – stanno lavorando bene.
    D’altronde l’approvazione “per astensione” del PRP è stato un altro esempio lampante di come si sia avvezzi a tirare il sasso e ritirare la mano….

  9. # DJANGO

    Le domande che si pongono i cittadini livornesi e soprattutto chi ha perso il lavoro ed a cui vorrebbero avere risposte chiare sono : A fronte di centinaia di migliaia di euro stanziati da stato e regione per il rilancio di livorno, ripeto, il rilancio di livorno, quanta ricaduta occupazionale avrà la darsena europa una volta ultimata diciamo tra una decina d anni ? 100 ? 1000 ? 2000 persone ?. ricordiamoci che a tuttoggi, e destinato purtroppo ad aumentare il numero dei disoccupati iscritti all ufficio di collocamento è di oltre 30.000 persone…Ed ancora, ma queste presunte assunzioni verranno fatte tramite l ufficio di collocamento e quindi ne beneficeranno tutti i disoccupati livornesi, o per l ennesima volta verranno sistemati figlioli nipoti amici e parenti di portuali, ormeggiatori autorità portuale ecc, e chi non ha santi in porto contnuerà a fare la fame ? ..No perchè se 1,4 miliardi di euro, sopratutto pubblici, devono servire a sistemare un centinaio di parenti di chi gia in porto ci lavora forse è meglio bloccare la darsena europa e destinarli a progetti di cui ne possono beneficiare tutti.

  10. # luigi

    I consiglieri M5s hanno bocciato, contro la firma del loro Sindaco, il PRp e quindi saranno pregiudizialmente e sempre contrari alla darsena Europa. Della loro contrarietà ne dovranno rispondere alla Città e ai cittadini in particolare quelli giovani. Se hanno delle osservazioni/ critiche costruttive , sempre ben accette e annunciate da Nogarin ma mai pervenute, le facciano e una volta risolte si vada tutti concordemente con l’obiettivo di realizzare la Darsena Europa e dare un futuro al Porto di Livorno. Comunque se continuano ad esserci divergenze con Nogarin se ne prenda atto. Ma Nogarin è d’accordo con consiglieri M5S o no????

  11. # luigi

    concordo al 100%. Dobbiamo tutti spingere che la Darsena Europa si faccia e vengano superate tutte le difficoltà . Chi si opporrà ne dovrà rispondere alla Città e ai cittadini

  12. # Luisa

    Come al solito non capiscono i concetti! Ed ancora dibattiti??? Partire subito, altro ché! Con i vostri ritmi la città e’ ferma(come Porta a Mare)

  13. # AnToNIO

    quindi visto che te conti meno di Nogarin…cosa scrivi a fare?

  14. # AnToNIo

    tanti discorsi infiocchettati per dire quello che ho detto io in questo commento!!

  15. # memoria

    Ma perché I figlioli di chi lavora in porto un sono cittadini livornesi?? Ma cosa dici?? Quindi fai te le selezioni? E poi i soldi son per le infrastrutture e se non te ne sei accorto lo stato non può finanziare aziende e quindi cerca di creare le.condizioni affinché le aziende arrivino. Se no cosa vuoi che ti diano 2000 mila al mese senza lavorare?

  16. # DJANGO

    Ma te l’hai letto l accordo di programma? Io si…Livorno è stata dichiarata zona di crisi complessa con tutti i benefici e fondi che ne deriveranno a causa delle migliaia di persone che hanno perso il lavoro in questi ultimi anni. E queste misure straordinarie sono state varate proprio per ricollocare queste persone. Come dire, è venuto un terremoto ha buttato giu 20 palazzi sono rimaste 2000 famiglia senza casa, lo stato finanzia la ricostruzione degli alloggi e poi invece di rimetterci queste persone ci mettono gli amici della ditta costruttrice . Va bene cosi?

  17. # DJANGO

    E poi chi l ha detto che i figli dei portuali non devono lavorare ? Ho detto che se gli investimenti sono privati possono assumere chi vogliono, ma quando gli investimenti, come in questo caso, sono pubblici le assunzioni devono avvenire tramite ufficio di collocamento in modo che ne possano usufruire tutti .

  18. # Django.... ripensaci

    Django, lascia perdere…. se hai letto l’Accordo di Programma, ti consiglio una ripassata. I soldi, tanti o pochi, sono INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI punto e basta. Cioè creano le condizioni perchè le aziende si insedino qua, invece che da un’altra parte ed assumano gente, potendo contare su sgravi fiscali e/o contributi per la formazione. Non sono fondi per la RICOLLOCAZIONE, sono fonti che incentivano l’assunzione. Quindi, se le aziende vorranno assumere fruendo degli incentivi, nel rispetto dei requisiti, assumeranno chi gli pare. Un’azienda privata non è un’azienda pubblica che, giustamente, è tenuta ad assumere tramite forme di evidenza pubblica (concorsi, graduatorie, ecc.)

  19. # rena

    e infatti io esortavo ilM5S a non fare battaglie pregiudiziali sul progetto ma a scalzare Rossi e il PD sulla ricaduta occupazionale di questo progetto perché è piuttosto oscura e di certo non risolverà il problema del lavoro della città anche perché per scaricare le navi e movimentare le merci non puoi metterci più personale di quello che serve altrimenti il terminal perde in concorrenza con altri porti

I commenti sono chiusi.