Cuperlo, la risposta livornese a Renzi: “L’uomo giusto per la segreteria del PD”

Mediagallery

di ARABEL PADOVAN

Conclusasi la fase elettorale del rinnovo dei circoli territoriali, si avviano adesso le campagne per le elezioni del segretario nazionale del PD, che si concluderanno l’8 dicembre. In virtù di questo, a Livorno si costituisce il Comitato “Gianni Cuperlo Segretario”, per sostenere l’alternativa politica del partito a Matteo Renzi. Ad esporre il programma sono stati Federico Mirabelli, coordinatore del per l’area di Livorno ed Edoardo Battini, coordinatore di Cecina.

“Uno degli obbiettivi di Cuperlo – esordisce Mirabelli –  è la costruzione di un partito che riacquisisca una forte identità, in grado di parlare con tutti i suoi interlocutori, dando voce ai più deboli: disoccupati , lavoratori incerti, ma soprattutto ai giovani che devono avere una rappresentanza all’interno del partito e della società”. Edoardo Bettini, coordinatore del comitato di Cecina, ventiquattrenne studente-lavoratore sembra essere la sintesi di questo principio, e afferma: “la proposta di tutela di tutte le fasce più deboli da risposte a quelli della mia generazione”.

Il programma del candidato segretario Cuperlo, vuole essere un programma per le persone e per questo il Comitato lo promuoverà in rete e “in tutti i luoghi dove sono le persone” attraverso un “tam-tam informativo”. Proprio per questo scopo nasce la pagina facebook Gianni Cuperlo segretario-Comitato di Livorno.

Il comitato di Livorno parte tardi, rispetto alla campagna di Renzi, per la precisa intenzione di non accostare le elezioni territoriali dei circoli del PD alle primarie, ma conta già su Livorno 50 elettori PD, impegnati attivamente per il sostegno a Cuperlo. Già domani si terrà alle 18 una riunione del comitato di Livorno per la strutturazione interna e la sera lo stesso avverrà a Cecina.

Alla domanda “Se vince Renzi?” Mirabelli risponde che: “un segretario intelligente dovrebbe dare istanza a tutte le domande anche a quelle provenienti dalla parte concorrente. Il congresso è la fotografia di un preciso momento politico, dopo le elezioni le dinamiche cambiano”.

Riguardo le doti della persona Cuperlo, i coordinatori si esprimono facendo riferimento alla sua moralità e al poco marcato individualismo, oltre che alla cultura personale e politica: “Si sa che vuole dedicarsi al partito. Renzi e Letta hanno le caratteristiche per fare i premier, Cuperlo più da segretario”.

Al termine delle Primarie, per i coordinatori del comitato “il principale obbiettivo che il PD dovrebbe porsi, è costruirsi un nuovo profilo senza individualismi, che possa rendere facili le decisioni interne al partito pur tenendo in considerazione il pluralismo”.

 

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # misia

    io sono per renzi perchè in questo momento ci vuole una figura carismatica!!!!!comunque se dovesse andar male addio pd che non vuole persone extra!!!

  2. # Italialand

    Forse sei per Renzi solo perché 20 anni di lavaggio del cervello berlusconiano t’hanno convinto che il carisma sia vendere pentole a reti unificate, con i media che non parlano d’altro. Bene, andiamo avanti così, veloci verso il baratro definitivo.

I commenti sono chiusi.