Sorgente la super vice, Cepparello presidente

di Carola Centi e Letizia D’Alessio

Il 30 giugno è stato il giorno del primo consiglio comunale M5s. Nogarin (come di consueto trovate la fotogallery di Simone Lanari in fondo all’articolo) ha annunciato che la vice sindaco sarà Stella Sorgente (con delega a istruzione, politiche giovanili, pari opportunità e associazionismo, in fondo all’articolo trovate il cv del vice sindaco) che siede accanto a lui sui banchi della giunta. (leggi qui la sfida del look fra i consiglieri). Nel presentarla ha spiegato che terrà per sé la delega al porto e polizia municipale. Giovanna Cepparello (Buongiorno Livorno) è la prima donna a ricoprire, a Livorno, la carica di presidente del consiglio. Le varie nomine e interventi sono stati accompagnati da un tifo da stadio vista anche la sala consiliare gremita. Iniziata alle 9, la prima seduta del consiglio comunale M5s si è chiusa intorno alle 11,20. (leggi qui le dichiarazioni complete di Mileti, Sorgente e Cepparello intervistate da Carola Centi e qui potete leggere le dichiarazioni di Ruggeri e Cannito intervistati da Letizia D’Alessio).

Gli assessorati – Il sindaco ha inoltre illustrato i nuovi assessorati che intende istituire (ancora suscettibili di modifiche). I nomi, che dovevano essere presentati nella serata di ieri 30 giugno, saranno annunciati oggi alle 16.30 nella sala consiliare del Comune di Livorno. Ecco gli assessorati previsti da Nogarin: 1) Urbanistica, Lavori Pubblici, Piano strutturale, 2) Viabilità, Commercio, Artigianato, 3) Cultura, Turismo, Folklore,e (forse) Sport 4) Bilancio, Fondi Europei, Entrate, Patrimonio, Demanio, 5) Sanità, Casa ed Emergenza abitativa, 6) Lavoro e personale, Formazione, Informatizzazione, 7) Ambiente, Politiche dei Rifiuti, Arredo Urbano ed Energie rinnovabili.

La scelta del presidente, prima polemica – Dopo il giuramento del sindaco è stato di Cristina Mileti, 5 Stelle, il primo intervento nel corso del quale è stata annunciata la candidatura di Giovanna Cepparello come presidente del consiglio. Nel prendere la parola Marco Cannito (“sarà la prima e ultima volta che parlo di me stesso”) ha polemizzato sulla incompatibilità della sua carica di capogruppo di Città Diversa con la mancata decisione dei grillini di non assegnare a lui la carica, autocandidandosi alla carica. Alla fine – appoggiata anche dai voti del Pd, e dopo la replica di Nogarin che ha citato un articolo del regolamento comunale che vieta l’assegnazione della presidenza a chi è capogruppo in una lista composta da un solo membro (come Cannito) – è stata eletta Cepparello con 30 voti, Cannito 1, scheda bianca 1. “Cercherò di svolgere il mio ruolo con la massimo imparzialità. La scelta di nominare un consigliere dell’opposizione ci riporta a una stagione politica passata”. Primo vice presidente Daniele Esposito, 5 Stelle, (21 preferenze e quindi il vice “anziano”). Il secondo vice presidente eletto è Giovanni Fuoti, 5 Stelle.

Commissione Elettorale – Monica Ria (Pd), Alessandro Mazzacca (M5s), Edoardo Marchetti (M5s). Supplenti Amato Nicosia (Forza Italia), Rossi (M5s), Hagen (M5s).

New entry – Un altro cambiamento nella composizione del Consiglio Comunale: Nicola Meschinelli è subentrato a Francesca Zanghi.

Rifacciamo il look alla sala del consiglio – La seduta si è chiusa intorno alle 11,20 con le parole della neo presidente che ha voluto rivolgere gli auguri a “tutti i neo consiglieri e ai lavoratori del Comune per il difficile compito che li attende” e con la richiesta di La Fauci-sosia di Grillo di “migliorare l’aspetto estetico di una delle sale più importanti del Comune, quale “casa” dei cittadini, iniziando magari da una tinteggiatura”. Nogarin ha accolto con piacere la richiesta.

Riproduzione riservata ©

35 commenti

 
  1. # Ombretta Lazzeri

    E c’è stato bisogno di elezione??? Si sapeva da giorni mancava l’accordo tra 5 stelle e Buongiorno Livorno.Accordo raggiunto.E ora avanti con il 71 anno……
    eppure qualcuno ci credeva……

  2. # Mauro

    Al ballottaggio i 5 stelle non hanno mai voluto aggregarsi con nessuno, Altri partiti, hanno fatto la scelta di votare per loro.
    Chi ora chiede posti secondo una logica di dare qualcosa all’opposizione è come il servo che aspetta che il padrone gli dia da mangiare.
    In Consiglio Comunale su ogni provvedimento giusto o sbagliato potrete votare, ma è dignitoso non chiedere posti.
    l’Importante è non chiedere elemosine al vincitore

  3. # il polemico

    perchè a Buongiorno Livorno le poltrone non interessavano proprio….no no

  4. # Davide72

    Com’è bello criticare. avere pregiudizi sempre, ovunque e comunque…è proprio difficile guardare con altri occhi o altre visioni! Avanti così per giudicare avremo tutto il tempo!

  5. # maurizio

    Brrrrrrrrr

  6. # liburnico

    Stella Sorgente, persona semplicemente fantastica, parli con lei e ti rendi conto di avere davanti una persona di grande cultura e grande intelletto, aggiungo di grande umilta’! Brava Stella siamo tutti con te 😉

  7. # il livornese doc

    I miei piu grandi in bocca al lupo al nuovo sindaco che dopo 70 ci ha tolti dalla ditattura rossa. E ora avanti tutta per una nuova Livorno

  8. # frenio

    7 nuovi assessorati non è il massimo del risparmio

  9. # riccardo

    Il ruolo di presidente del consiglio comunale è di garanzia per tutti i consiglieri.
    Mi sembra giusto che vada all’opposizione e che non sia piena di livore pregiudiziale come quella espressa in tutte le sedi dal PD

  10. # Marco Sisi

    Scusa Ombretta, ma “ci sei o ci fai”? Avrebbe dovuto essere uno del PD a ricoprire la carica di presidente del consiglio comunale? Allora sì che sarebbe iniziato il 71° anno (anche se, a voler essere precisi, sarebbe il 69°). La carica di presidente non è un assessorato. E comunque Giovanna Cepparello ha avuto 30 voti su 32, Cannito ha votato per se stesso e probabilmente la bianca è del consigliere di Forza Italia, mi permetto di interpretare che, essendo la professoressa Amato una persona per bene, abbia in questo modo voluto esprimere quantomeno la non disapprovazione verso la Cepparello, che ha tutta la mia massima stima.

  11. # filippo cannioto

    leggo il cv di stella sorgente e mi chiedo dove siano le sue comptenze sulla scuola ? ma non era tutto competenza e merito ?

  12. # dubbioso

    non vorrei sbagliare ma mi sembra che sette sia il numero totale di assessori che ci saranno e non che ci saranno sette in più rispetto a quelli che ci sono oggi… così ho capito io, anche se non si condivide uno schieramento politico prima di criticare sarebbe meglio capire.

  13. # birillo 58

    Ma sarete dispettosi, una volta tanto che il povero cannito era saltato sul carro giusto lo avete lasciato a bocca asciutta, ma lui ora ve la farà pagare cara e userà il suo unico voto contro il sistema corrotto che ha fatto primeggiare chi ha portato il 16 e rotti % invece di premiare la sua azione di radicale cambiamento col suo 6%.
    P.S. Caro cannito guarda è normalmente democratico dare le cariche a chi ha più deleghe dai cittadini, fattene una ragione

  14. # birillo 58

    Frenio….frena! guarda che i 7 assessorati sono NUOVI in quanto la giunta è NUOVA, non è che si aggiungono a quelli dell’amministrazione precedente, ti garantisco che quelli non ci sono più. Di la verità, ai votato nogarinne, vero …..e ora hai già voglia di contestare, tanto l’importante è mandare a F…..ulo qualcuno, mica combinare qualcosa di buono.

  15. # jena plissken

    Nutro dei dubbi su alcune scelte di questo nuovo Sindaco ed in generale del M5S di Livorno, anche se sono felice che la città sia amministrata da un movimento che comunque a livello nazionale apprezzo molto.

    Questa mattina non mi è piaciuta la scelta fatta di dare a Stella Sorgente oltre alla carica di vice sindaco (su cui non ci sarebbe stato niente da dire) anche quella della delega a “istruzione, politiche giovanili, pari opportunità e associazionismo”.
    Nel CV di Stella Sorgente, posto a fine articolo, non ho trovato nessuna competenza e nessun progetto per le deleghe che dovrà portare avanti.
    Possibile che degli oltre 950 CV pervenuti non si sia trovata una persona con ottime competenze per tali deleghe?
    Mi sembra molto strano.
    Credo piuttosto che si sia voluto dare un premio o più semplicemente “lustro” ad una attivista/amica del sindaco con un incarico da “super” vice sindaco come scritto nell’articolo.

    Spero che la scelta dei prossimi assessori sia veramente basata sulle competenze e sul merito e non sulle amicizie interne del M5S livornese, altrimenti tanto valeva tenersi il PD.
    Auguri di buon lavoro a tutti.

  16. # Claudio Bencini

    Prima che il Sindaco dia l’annuncio delle nomine dei 7 nuovi Assessori, vorrei ringraziare coloro che hanno profuso un numero impressionante di commenti all’articolo pubblicato online da Quilivorno sul “Toto-Assessori” che rende nota la mia partecipazione alla selezione per la nomina dell’Assessore alle Politiche Sociali.

    Ho preso atto delle osservazioni, tutte verosimili, che mi sono state fatte, e centrate principlamente sulle mie passate esperienze politiche che, a rigore di regolamento, mi rendono inidoneo alla nomina.

    Da una parte condivido in pieno la norma del regolamento portata in causa da chi ha stigmatizzato questo aspetto, dall’altra credo che la norma vada contestualizzata. A mio parere la norma intende garantire la discontinuità con il modo di fare politica ormai incancrenito nel nostro Paese.

    Da parte mia aborro l’attuale sistema politico basato sulla delegittimazione dell’avversario politico tramite la maldicenza, e che predilige i trafficoni pronti a saltare sul carro del vincitore che possono non offrire garanzie morali.

    Il mio impegno è sempre stato, come ora, di contrasto a questo tipo di andazzo ed alla quale la città si è ribellata finalmente dopo 70 anni. Diciamo che sogno un mondo fatto da gente perbene e che ponga la levatura morale ed il disinteresse personale come valori primari dell’Uomo.

    Tutto questo naturalmente in senso lato e senza riferimenti ai fatti in corso di svolgimento.

    Non essendo stato convocato dal Sindaco, mancando oramai poche ore prima dell’annuncio ufficiale delle nomine, mi immagino di essere stato escluso dall’incarico.

    Sento di poter raccomandare al Sindaco di non infrangere la speranza del proprio elettorato, e non solo, in un forte segno di discontinuità e di porre la massima attenzione alla posizione di chi è stato organico alla gestione precedente.

    Dott. Claudio Bencini

  17. # roberto

    Sala gremita, gremitissima…..boia dè quanti sfaccendati a Livorno il lunedì mattina…..Ma a lavorà no eh?

  18. # piero guidi

    COME SIETE ILLUSI , MA COSA PENSATE CHE FACCIA QUESTO NUOVO SINDACO

  19. # il polemico

    bè come tutti i discorsi sulla trasparenza….guarda caso quando c’è stato da scegliere gli assessori è stato fatto tutto in silenzio …

  20. # la formica

    La Formica ‏@SergbarsSergio 41 sec
    Beppe Grillo @beppe_grillo 7 h Ad Assemini 5 Stelle la TASI non si paga ! L’Italia non è Assemini,chiedo che Nogarin,lo faccia anche a Livorno !

    Per evitare la troppo facile Demagogia, chiedo al nuovo Sindaco di Livorno,Nogarin,applichi alla città di Livorno,quel che è stato fatto ad Assemini,altrimenti perchè no ?

    la formica
    sergbars@yahoo.it

  21. # birillo 58

    Non so se hai ragione, ma se davvero cannito ha votato per se stesso, si conferma la giustezza della scelta di non eleggerlo

  22. # Sara 74

    Buonasera, sono profondamente delusa dalle scelte operate per gli Assessori ed in particolar modo per le deleghe all’Istruzione, Politiche Sociali, etc. Il Sindaco non sa probabilmente che la materia e’ molto ampia concentrandosi su gestione e problematiche inerenti scuole materne e nidi. Non vedo nel cv della prescelta, tali competenze: come si e’ operato? Si e’ scelto a caso? Molto grave per un movimento che si dice trasparente e responsabile!!! E la scelta dei due candidati da votare su piattaforma, come si evince dal vs blog, quando c’è stata??? Credo che abbiate preso bene in giro tutti i 900 e passa cittadini che vi reputavano persone serie.

  23. # birillo 58

    MI sa che hai centrato il problema di fondo di Livorno: meglio far niente che fare! Si vede che stamattina era più ganzo andare in comune che prendere il sole o andare in bicicletta e mi raccomando attrezzati come se fosse il giro di Francia, perché l’importante e fa’ vedè mia fa’

  24. # Giuda Iscariota aveva ragione

    Leggo commenti “contro” il buon Cannito che è l’unico in dieci anni, mentre tutti quelli che sono lì ora e voi compresi lettori, ad aver fatto opposizione con fatti e documenti. E infatti la città, da buona tradizion, lo ha premiato non votandolo e preferendo le griffe dei carneadi postsessantottini.
    Quanto alla competenza degli eletti, praticamente nulla e perfetta ignoranza di amministrazione e presidenze. Ma va di moda mettere le donne per il solo fatto che lo sono. Boldrini docet. Avanti così. Sessismo a rovescio e qualunquismo a go-go.
    Rimane solo da sperare che Nogarin riesca a controllare la banda di improvvisi (non parliamo neanche dei naive di Buonanotte Livorno) facendo lavorare tutti i competenti, altrimenti sarà dura. Amministrare una città non è come mettere in scena un noiosissimo spettacolo parateatrale. E tantomeno far girare una pala eolica.

  25. # birillo 58

    Guarda che siamo nel mondo reale e non nella New York medieval/post nucleare.
    Quindi:
    1) La Vice Sindaco è un membro della giunta e quindi è assolutamente normale e giusto che abbia alcune deleghe, se così non fosse ci vorrebbe un assessore in più; in tutti i comuni d’italia è sempre stato cosi ed è attualmente così;
    2) la V.S. ha preso più preferenze di tutti cioè i livornesi la hanno delegate a rappresentarli più degli altri candidati è quindi giusto che abbia maggiori responsabilità di governo;
    3) un assessore non deve e non può avere specifiche competenze su tutte le deleghe che ha, sennò ci vorrebbero 8 Leonardo da Vinci o 20/30 assessori. Un assessore è un politico e dare indirizzi politici, non dare soluzioni ai problemi, per quello ci ci sono i funzionari e i dirigenti; per capire, se ti si ferma la macchina vai da Marchionne o da da un meccanico?
    Intendiamoci chi ha, in qualche modo sbagliato, è il nuovo Sindaco che evidentemente inesperto ha parlato genericamente, riguardo gli assessori, di professionalità e competenza, inducendo i cittadini in errore la professionalità e la cui competenza deve essere necessariamente di tipo politico e non di trovare le soluzione pratiche; per capire: se ti ferma l’auto vai da Marchionne o da un bravo meccanico?
    Ma Nogarin essendo un sindaco intelligente lo ha capito ed ora agisce giustamente in maniera politica.
    Scusate il pippone

  26. # birillo 58

    Sig. Sindaco del comune di Livorno la prego vivamente di non dare retta alla Formica, non so dove prendano i soldi ad Assemini (probabilmente dalle rimesse della regione a statuto speciale Sardegna), ma a Livorno se i soldi non li prendiamo dalle imposte locali, chiudiamo le scuole, non garantiamo la nettezza urbana ecc.
    Non riesco a capire quali aspettative abbia innescato nella fantasia malata di qualcuno, la sua elezione ed il generale l’ottimo franchising del marchio registrato M5S, ma per tutti vorrei citare il toscano detto “senza lilleri non si lallera” e su questo non ci piove

  27. # bimbodigloria

    Domani siamo a luglio , un mese per acclimatarsi ai nuovi assessori , agosto si fa le ferie e ci si trova a settembre . Ovvero gia i primi 100 giorni son andati senza concludere nulla.

  28. # M67

    E’ vero ha preso più preferenze di tutti fra i 5 stelle, ma sono comunque appena 208 (duecento otto). Capito? 208…..ti sembrano tanti? Una volta non ti bastavano nemmeno per una Circoscrizione…Ma non sono nostalgico, non ti preoccupare, faccio soltanto una osservazione neutra…

  29. # Marco

    Esimio dott. Bencini, ma il detto chi semina vento raccoglie tempesta, non ti dicve nulla?

  30. # M67

    Mi sembra che nell’EUYO (Orchestra dei Giovani dell’ “Unione Europea”…da essa finnanziata…..) c’era parecchio la Sorgente, perfettamente in linea con l’anti-europeismo che oggi contraddistingue i Grillino, bene, brava , bis………ma si sa nel crescere si cambia…..e poi le sue competenze nell’ambito delle deleghe?(forse può essere competente in ambito Mascagni e Coreutica e stop).
    Questione Bencini alle Politiche Sociali. A parte che lui si è fatto un film per conto suo, ma appare singolare che non possa essere candidabile perché già in passato nelle liste di un altro partito, quando invece i voti dell’Amadio schifo non hanno fatto………vero?

  31. # Claudio Bencini

    M67 grazie per l’assist: sembra che io mi sia fato un film per conto mio nonostante il parere della gente. Il fatto che a Livorno io abbia le sensazione di vivere come un fantasma è parecchio interessante. E dire che ho dato moltissimo alla città e che sto ancora dando moltissimo. Chiediamoci perché, a Livorno e solo a Livorno, molti hanno la sensazione, me compreso, che io sia un fantasma. Nogarin, qui ti voglio ……..

  32. # Claudio Bencini

    Marco: il vento che ho seminato è quello del mio rifiuto di unirmi alla corrente, di non temere le Caste, di ragionare con la mia testa, e di tenerla sempre alta. Molti apprezzano il vento che ho seminato, e lo hanno chiaramente espresso. Il vento che semino è un vento scomodo che scoperchia i tetti solo di chi è fazioso e non puro di animo. Alla tempesta che ho raccolto finora ho sempre fatto fronte. Sono un velista ed uomo di mare, le vere tempeste educano e rafforzano.

  33. # M67

    Dr. Bencini, nella mia osservazione non c’è nulla di personale, ma purtoppo l’idea che traspare dai media e dai commenti è quella del film……benchè come curriculum sia molto più ricco di quello ‘monotematico’ (musica, contrabbasso, musica, contrabbasso una docenza….in musica) della Sorgente. Ribadisco che dal curriculum della Sorgente si evince un chiaro europeismo ante-litteram……che mal si concilia con suo ‘Grillismo’…….ma fa comunque piacere che nella pastoia del’Europa abbia mangiato anche un attuale vice-sindaco del 5stelle.

  34. # Fabrizio

    ti stai dimostrando signore come ti conosco,
    la politica avrebbe bisogno di tali comportamenti

  35. # Marco

    Forse Dott. Bencini ora capisco il perché di tante cose. Lei pensa di essere il migliore, il paladino che lotta contro le ingiustizie l’eroe che scoperchia i tetti…a leggere il diluvio di commenti sulla sua candidatura però non le sorge il dubbio di non essere ciò che crede? Lei ha avuto pure la malafede di dire che non era di Forza Italia, quando amici mi hanno assicurato che lei nel passato ha avuto pure la tessera! E delle Lega? Già anche della Lega, lei rinnega il suo passato dicendo che era stato chiamato… ma come se si faceva fotografare con fazzolettino e bandiere! Un po’ di umiltà a volte non guasta, forse Panessa la elogia perché lei 5 anni fa era candidato nella sua lista, una lista di disturbo a quella del PDL?
    Di vento ne ha seminato tanto a destra e a manca, e ora farebbe bene ad ammainare le vele, e a rifugiarsi in qualche porto sicuro, perché queste “figurette” non sono altro che la riprova del suo scarso successo. le auguro tempi migliori e la saluto…

I commenti sono chiusi.