Candidato sindaco, dopo Simoncini spunta Bussotti

Post sul sociale network dell'attuale assessore regionale al lavoro: "Ho delle idee molto precise sul futuro di Livorno".

Mediagallery

LIVORNO  – E’ il ricercatore Luca Bussotti a mettersi in gioco per la corsa alla poltrona di primo cittadino in casa Pd dopo la candidatura lanciata su facebook di Gianfranco Simoncini. Bussotti è nato nel 1968, ex assessore all’ambiente e presidente del consiglio di amministrazione di Asa. Da circa 3 anni Bussotti ricopre l’incarico di ricercatore a Lisbona. La sua candidatura è pervenuta via e-mail al segretario del Partito Democratico livornese Yari De Filicaia. Dall’altra parte si ricorda la candidatura di Simoncini, 56 anni, ex sindaco di Rosignano, attuale assessore regionale al lavoro al secondo mandato, è pronto a candidarsi a sindaco di Livorno per il partito democratico.
Di nomi ne sono circolati tanti in queste settimane ma fra smentite e “no grazie” di volti concreti non ne erano usciti. Ad oggi, invece, sì. Lo conferma Yari De Filicaia che ha parlato telefonicamente proprio con l’assessore ricevendo la sua disponibilità. Ma soprattutto c’è una frase buttata lì proprio da Simoncini che in un post scritto su Facebook apre più di uno spiraglio alla sua possibile discesa in campo a candidato sindaco di Livorno. Quel “ho delle idee molto precise sul futuro di Livorno, sull’innovazione profonda che la nostra città deve vivere e sul ruolo fondamentale che essa può svolgere per contribuire alla ripresa del lavoro e dello sviluppo della Toscana” è significativo. A cui si aggiunge: “Personalmente credo ai progetti politici costruiti insieme e non ai progetti personali calati dall’alto. Credo che le candidature non debbano rispondere ad ambizioni personali, ma ad idee costruite discutendo e confrontandosi nelle comunità politiche alle quali si appartiene e ascoltando e discutendo con la città”.
Staremo a vedere l’evolversi della situazione. Una cosa sembra certa: la scelta del candidato sindaco Pd sarà fatta  con le primarie che con ogni probabilità saranno di coalizione fra Pd, appunto, Sel, Idv, Psi, Centro Democratico. Quindi se l’attuale membro della giunta del presidente Rossi deciderà davvero di scendere in campo dovrà raccogliere le firme come tutti gli altri (oltre 500 tra gli iscritti o il 35 per cento dell’assemblea comunale).

Riproduzione riservata ©

41 commenti

 
  1. # Curiosa

    Curiosa di saper quanto ha fatto per Livorno come assessore regionale ” al lavoro”.

  2. # roberto1

    Sarà una novità per Livorno ma questo nome è uno dei tanti noti che cavalcano la politica da troppi anni. Ed il PD a Livorno si vorrebe rinnovare con questa persona ? Siamo su “Scherzi a Parte”? Per cortesia, rinnovare velocemente e rinnovare seriamente, altrimenti anche a Livorno non si capisce quale sia il sentimento dei cittadini verso la politica !

  3. # Fox65

    Tanto chiunque sia il candidato nelle provinciali voterò lista civica, alle nazionali continuerò con il PD perché è ora di cambiare il verso ad una città

  4. # Luca

    Il solito candidato d’apparato. Possibile che non si riesca ad alzare un pò di più lo sguardo ?

  5. # stakanov

    Sentite quelli della ex Delphi se sono d’accordo.

  6. # Robe

    E questo sarebbe il nuovo? Ma non sarebbe il caso che dopo due o tre mandati come incarichi in politica questa gente tornasse al proprio lavoro come la gente comune, per non perdere definitivamente il senso dei comuni mortali? Ma cosa ne sa un come questo dei reali problemi della città… Bene dategli fiducia e poi mi raccomando… continuiamo a lamentarci dei problemi quotidiani (pulizia della città, traffico, parcheggi, sicurezza….)!!!!!

  7. # frabarzz

    siamo sempre veramente in molti a criticare il PD e soprattutto il suo operato negli anni a danno della’ citta’ e dei suoi cittadini………
    poi quando magicamente arrivano le elezioni amministrative,quasi 2 livornesi su 3 danno il loro voto non soltanto alla stessa corrente politica,il PD,ma anche piu’ o meno alle stesse persone…….
    e’ una cosa che faccio fatica a digerire……..

  8. # Sergio

    Ma via siamo seri!! Sempre la stessa minestra, gira e rigira

  9. # ETO55

    Il nuovo che avanza …………….

  10. # stefdam

    Il nuovo che avanza…Però mi sembra che a Rosignano non abbia fatto malaccio

  11. # Si oc

    Pensa a tutti gli impiegati di asa, Amps, atl, comune, provincia, banche, camera comm, autorità port, compagnia portuale, cooperative, coop, moltiplicalo per minimo 4-5 sono tanti, che criticano ma al voto non possono tradire chi gli dà il pane

  12. # Gino Rossi

    ma a lavorare, questa gente, mai? politico a rosiganano, politico in regione, adesso vuol fare il politico a livorno…..ma Livorno NON ha proprio bisogno “der simoncini”.
    Ci vuole GENTE NUOVA, con NUOVE IDEE e meglio se nel passato hanno dimostrato le proe capacità con i FATTI. dopo oltr 50 anni di monocole e finta opposizione, ci vuole una cordata fuori dagli schemi. altrimenti Livorno affonderà sempre di più. Simncini stai a Rosignano che è meglio.

  13. # patti

    Gira che ti rigira i nomi dei candidati del PD sono sempre i soliti, più o meno giovani! Se vogliamo veramente cambiare la situazione attuale della nostra città
    , VOTIAMO I PROGRAMMI SCRITTI DI QUALSIASI CANDIDATO, non il nome o il clientelismo!!!!!!
    E di quello che chiederemo conto a chi sarà il futuro sindaco, altrimenti continueremo ad andare ancora più a fondo!
    I giovani se ne andranno, i pensionati saranno sempre meno e finirà anche la cassa integrazione : LA VEDO MOLTO DURA”………..

  14. # Ada Morelli

    Questo nome girava negli apparati politici già negli anni ’70 !
    Siamo seri per favore.

  15. # Francesco

    Tanto chiunque presenta il pd verra’ eletto…

  16. # sergio

    PERSONA SERIA E COMPETENTE, SONO SICURO CHE FARA’ BENE

  17. # Gino Rossi

    per forza, la maggioranza dei Livornesi è coinvolta direttamente o indirettamente nel tessuto politico sociale ed economico intriso da oltre 50 anni dal PD (o come si è chiamato in passato)

  18. # Mauro

    A si? Questa sarebbe la famosa “rottamazione” se se son sempre gli stessi! Ma ci girate e rigirate come volete vero?

  19. # gino

    le poltrone girano…..ma le cose non cambiano…..

  20. # ercole

    quanti politici eletti con i voti dei livornesi, hanno fatto qualcosa per Livorno? Finiamola.

  21. # lorenzo

    Ci vorrebbe un sindaco mago in grado di pagare i debiti dell’amministrazione, di riempire le casse dell’amministrazione, di salvare i posti di lavoro in pericolo e di creare altri nuovi… mago merlino andrebbe meglio di silvan…

  22. # virgilio

    ci vogliono i giovani… intelligenti,volenterosi, basta con questi politici antiquati!

  23. # Alberto

    Guazzaloca scusate

  24. # sergio M

    Livorno è un comune italiano di 156.691 abitanti [http://it.wikipedia.org/wiki/Livorno]
    Domanda: tra i 156mila livornese ce ne sarà uno (uno eppure una) bravo per fare il SINDACO?
    NO lo vanno a scegliere a Rosignano, un rosignanino sindaco di Livorno: Non vincerà mai !

  25. # menenio43@yahoo.it

    Basta con i soliti nomi dell’apparato. Ma Renzi non voleva fare la rottamazione?. Se la rottamazione a Livorno è questa poveri noi livornesi.

  26. # sabina

    Il Sindaco è uno dei lavori più difficili soprattutto oggi con tutte le problematiche, tanto più farlo in una città complessa come la nostra e non si può improvvisare.
    In particolare occorrono caratterische, qualità, attitudini, competenze personali e professionali che oltre ad essere, in parte, insite nella persona si acquisiscono solo con una esperienza maturata sul campo, gradualmente.
    Simoncini ha indiscutibili e indiscusse conoscenze e capacita politico amministrative, ottimo mediatore, noto per la sua abitudine a studiare i problemi in profondità e ad agire non per proclami ma, quando possibile, con concretezza.
    Per questo è la persona giusta al momento giusto.
    Il Sindaco non si può improvvisare e non si può pensare

  27. # san.boh

    Sabina, se questi sono i criteri con cui il Pd si è mosso negli anni scorsi, meglio “improvvisare”! Doveva essere donna!!! Unica vera discontinuità. Forza liste civiche , cacchio , proponeteci una donna entusiasta, vivace, frizzante, appassionata!! Non una ruota del meccanismo !!

  28. # Silvia

    Simoncini è una persona di grande esperienza amministrativa, che in Regione ha lavorato con passione e competenza sui temi del lavoro, della formazione/istruzione e dello sviluppo. Per me è sicuramente un candidato di spessore, che potrebbe iniziare a “lavorare” da subito sui tanti problemi che affliggono la nostra città.
    Francamente all’orizzonte non vedo, al momento, nomi altrettanto validi, nemmeno negli altri partiti, associazioni e nei tanti comitati-per-Livorno nati in questi ultimi mesi.

  29. # asciugati

    boia deh ma questa famiglia non ha già avuto abbastanza dalla politica ? non sarebbe il caso lasciasse il posto a qualche nuovo arrivato ? come mai non ce la fa a smettere ?

  30. # sa.boh

    Sicura l’esperienza amministrativa dopo due mandati come sindaco e tre in regione. Ma è proprio questo che disturba , come potete non capirlo? A Livorno necessita un totale essere fuori dalla macchina amministrativa, per modificarla radicalmente.

  31. # Vento di Libeccio!

    E fu così che, alla fine, la montagna partorì . . . un topolino!!!

  32. # Lorenzo65

    Come sindaco di Livorno sarebbe coerente scegliere un manager della coop o un manger del porto. Almeno per una volta, a Livorno , è tutto trasparente.

  33. # Riccardo 1

    Un se ne pole più di questi personaggi e bastaaaaaaaaa

  34. # patti

    Se il sig.Simoncini e’ competente per come ha gestito le situazioni degli stabilimenti chiusi a LIVORNO (vedi delphi,giolfo e calcagno ecct) con l’aggiunta della vicenda Rossignolo (lo sapevano tutti e prima che sarebbe finita così ) allora siamo a posto! La città affonderà come la Concordia, ovvero , speriamo che galleggi, ma compriamoci i salvagenti !!!!
    Di persone competenti così non credo ci sia bisogno!!!

  35. # votalo

    Eccolo dunque, finalmente, l’uomo forte calato dall”Alto” per mantenere ogni pedina al suo posto.

  36. # ago

    e’ un amministratore serio competente e conosciuto, non abbiamo bisogno di nuovi per caso, sono sicuro che a Livorno farebbe bene

  37. # salvalivorno

    Non mi piacciono entrambi come non mi piace il PD

  38. # ugo

    ma levati di vi

  39. # ugo

    MA LEAVATI DI VI

  40. # Gino Rossi

    BUSSOTTI: assessore all’ambiente e presidente del consiglio di amministrazione di Asa. Ora vuole fare il Sindaco. Tessera e politica sono proprio un bel ruzzino……….nelle imprese PRIVATE, il presidente del consiglio di amministrazione lo fai solo se hai le competenze, e no perché hai fatto l’assessore e perché sei tesserato. Questo è il problema dell’Italia e di Livorno.

  41. # Gino Rossi

    Ma una bella faccia nuova che niente abbia avuto a che fare con la politica e con incarichi politci, no? Un bel manager, un bell’imprenditore che esca dagli schemi del clientelismo, del nepotismo e della partitocrazia, mai?
    Un pò di coraggio Yari De Filicaia.

I commenti sono chiusi.