Ippica: tutto è pronto per il Palio dei Rioni. Martedì gli accoppiamenti quartieri-cavalli

Mediagallery

GIANNI PICCHI

LIVORNO –  E’ stato presentato il “Palio dei Rioni”. Il Caprilli, dopo difficoltà, problemi, e vicissitudini, ha accesso nuovamente le luci.  Nel cartellone delle gare ippiche è stata inserita una manifestazione che, nei due anni precedenti, ha avuto un ottimo successo. Livorno è una città di mare sinonimo di gare remiere, inoltre da più di un secolo, i livornesi sono legati a filo doppio all’ippica. Unire i due fattori è quindi è stato facile, e di successo. Nei due anni passati la serata si effettuava nel periodo in cui si volgevano le gare remiere. Per questa stagione gli organizzatori hanno pensato di abbinare invece il Palio dei Rioni con la Corsa Tris, inserita nel programma il 29 agosto alle 22.30 E’ consuetudine che, la Tris, si corra con sedici cavalli. L’abbinamento quindi, non sarà effettuato con le Sezioni Nautiche esistenti dopo la riforma, ma con i Rioni.

Chiamata alla città. Per poter andare in  pista, come hanno riferito Paolo De Santi (responsabile dell’ippodromo) e  Fabrizio Giusti (in rappresentanza della Labronica Corse) durante la conferenza di presentazione, sono state spedite sessanta lettere ad aziende livornesi, chiedendo loro un contributo per non gravare sugli spettatori del Caprilli, i quali non pagheranno nessun biglietto di ingresso, e per non aumentare i “disagi” della situazione finanziaria della azienda che gestisce l’ippodromo. Coloro che accetteranno di dare un contributo, avranno un riscontro pubblicitario come un totem, all’interno dell’ippodromo, e verranno inseriti nei cartelloni che saranno posti in evidenza durante le interviste televisive. Le giubbe, con i colori, e logo dei rioni che saranno indossate dai fantini, saranno offerte da una azienda livornese.

Abbinamento cavallo-rione. Martedì 27 agosto alle ore 11.30, all’interno dell’ippodromo saranno effettuati i sorteggi.  Alla Sezione Nautica, che vincerà il Palio, andrà il “Drappo”. In una bandiera amaranto sarà cucito un dipinto del pittore Edoardo Luchini, vincitore del Premio Mario Borgiotti al Rotonda 2013. Allo stesso pittore verrà offerto l’opportunità di allestire una mostra all’interno del Caprilli. Ricordiamo che il primo anno il Palio è stato vinto dal San Jacopo, mentre lo scorso anno se lo aggiudicò l’Ovosodo.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # la livorno oltre il boia deh!

    e vai! per ricordarci del palio diamoci all’ippica!

  2. # memedesima

    perché non fanno correre i cavalli sopra ai fantini?

I commenti sono chiusi.